fbpx
Connect with us

Marche

Samb, ore decisive, TAR e Piunti: quale sodalizio? In quale categoria?

Published

on

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Oggi 17 (ore 08:30 inizio del ricorso dell’AS Samb di Roberto Renzi al TAR del Lazio) e domani 18 agosto, due date fondamentali nella storia calcistica sambenedettese, soprattutto quella di domani mercoledì 18 agosto ore 12:00.

Proprio in quel momento, infatti, scadrà il termine per il deposito delle manifestazioni d’interesse per il nuovo sodalizio rossoblù.

A “gareggiare” in questo “teatrino”, aperto guarda caso a Serie C peduta con gravi e grandi Responsabilità di coloro i quali potevano farlo già dai mesi di Marzo e Aprile salvando “baracca e burattini” e la Terza Serie conquistata meritatamente sul campo da Palladini & Company il 10 aprile 2016, c’è un Tris societario (escludendo l’AS Samb di Renzi tuttora possessore del Titolo Sportivo):

il Football Club Sambenedettese dell’imprenditore Francesco Angelini ,

l’Unione Sportiva Sambenedettese 1923 della “cordata locale” diretta da Remo Croci con l’avvocato Roberto Ascani

e la Sambenedettese 1923 con a capo l’ex dirigente rossoblù Manolo Bucci, appoggiato direttamente dal presidente della Lazio Claudio Lotito che ha già promesso di riportare i rossoblù nel Calcio “Aulico” in almeno 4 anni.

Sarà il primo cittadino sambenedettese, Pasqualino Piunti, a decidere il sodalizio che rappresenterà la Città di San Benedetto del Tronto.

Per quanto riguarda la categoria di ripartenza, ci sono molti dubbi sulla rinascita dalla serie D anche se il Presidente della FIGC Gabriele Gravina ha “assicurato” il Sindaco: 400 mila Euro da versare entro le ore 12 di martedì 24 agosto e la Quarta Serie accoglierà la nuova società rossoblù.

Sarà così?

Il “teatrino” sambenedettese dell’estate 2021 continua………..


ARTICOLO CORRELATO

Samb: il TAR del Lazio conferma l’Out dalla C. Un nuovo “teatrino” sta per iniziare?


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Ascoli Piceno

Ascoli Piceno, contributo per l’acquisto dei libri di testo per medie e superiori

Published

on

laurea-corso-triennale-università

ASCOLI PICENO – Un contributo per le famiglie meno abbienti residenti ad Ascoli Piceno, per aiutarle a far fronte alle spese per l’acquisto dei libri di testo per l’anno scolastico 2022\23. Lo rende noto il Comune che ha pubblicato la domando per ottenere i benefici previsti dai contibuti regionali.

Per poter presentare richiesta è necessario essere residenti ad Ascoli Piceno ed avere un Isee famigliare inferiore ai 10 mila euro. C’è tempo fino al 15 novembre per le domande, i cui moduli sono reperibili on-line su sito del Comune di Ascoli Piceno, nella sezione dedicata al contributo per l’acquisto dei libri di testo. di seguito il comunicato dell’Ente:

«Possono accedere al beneficio dell’assegnazione dei contributi regionali previsti per l’acquisto dei libri di testo per l’anno scolastico 2022/2023 gli studenti residenti ad Ascoli Piceno, frequentanti la scuola Secondaria di 1° e 2° Grado statale e paritaria, appartenenti a famiglie il cui Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE), determinato ai sensi del D. Lgs. 5 dicembre 2013 n. 159 e s.m.i. sulla base della DSU (dichiarazioni sostitutiva unica) 2022, non sia superiore a €. 10.632,94. Scadenza per la presentazione delle domande: 15 Novembre 2022.
Restano a disposizione degli utenti, per qualsiasi informazione aggiuntiva e/o chiarimenti, gli Uffici del Servizio Pubblica Istruzione del Comune di Ascoli Piceno siti in Via Giusti, primo piano, tel.: 0736 – 298875».

Continue Reading

Marche

Regione Marche: fino a 50 mila euro agli allevamenti per combattere la peste suina

Published

on

bando-regione-marche-allevamenti-peste-suina

Coldiretti Marche: «Resta la necessità di ridurre il numero di ungulati attraverso un piano straordinario di abbattimenti». Il contributo di Regione Marche per l’ammodernamento degli allevamenti, che possono chiedere fino a 50 mila euro, ha l’obiettivo di prevenire l’eventuale abbattimento dei capi, tramite la riduzione dei contatti tra maiali e cinghiali.

ANCONA – Nelle Marche ancora non sono stati registrati focolai di peste suina africana, ma la possibilità spaventa e getta in apprensione gli allevatori. «L’attuale normativa prevede l’abbattimento totale dei capi allevati nelle zone dove scoppiano i focolai» spiegano da Coldiretti Marche. Un’ipotesi contro la quale si sta cercando di correre preventivamente ai ripari: «C’è una possibilità di deroga previa verifica dell’adozione di misure di biosicurezza rafforzate come quelle finanziate dal bando». Il bando a cui Coldiretti Marche fa riferimento è quello di Regione Marche che prevede contributi fino a 50 mila euro agli allevatori per rinnovare recinzioni e impianti, al fine di contrastare la diffusione della peste suina.

La Regione ha previsto fino all’80% delle coperture per i lavori di di allestimento di zone filtro e per migliorare l’igiene aziendale. Per fare domanda c’è tempo fino al 17 ottobre. L’obiettivo è di limitare al massimo i contatti tra i cinghiali, veicoli della peste suina africana, e i suini degli allevamenti, attraverso recinzioni più solide, lavaggi e disinfestazioni. Il virus è innocuo per la salute dell’uomo, ma letale per quella degli animali e provocherebbe l’abbattimento di tutti i capi in caso di focolaio.

Coldiretti però, che rimane a disposizione degli allevatori per assistenza nel compilare le domande per il bando di Regione Marche, sostiene che per contrastare la diffusione della peste suina sia opportuno intraprendere ulteriori e più drastiche misure: «Resta la necessità di ridurre il numero di ungulati, primi responsabili dei danni in agricoltura ma anche di incidenti stradali e ora minaccia reale anche per la salute degli animali negli allevamenti, attraverso un piano straordinario di abbattimenti»

Coldiretti non si concentra solo sui possibili danni al reparto zootecnico, ma prende in considerazione tutta l’economia del bosco, dal momento che le misure contenitive in caso di foclaio di peste suina provocherebbe anche l’interdizione delle aree, divieti alla raccolta dei funghi e dei tartufi, alla pesca, al trekking e alle escursioni in bicicletta.

Continue Reading

Ancona

Caro bollette, Regione Marche: “Appello alle banche locali per un aiuto a chi è in difficoltà

Published

on

ANCONA – “Il pacchetto di aiuti messo in campo da Intesa Sanpaolo, a sostegno delle imprese e delle famiglie per il rincaro dell’energia e gli aumenti di spesa, testimonia l’attenzione dell’istituto bancario e, in generale, del sistema del credito, alle esigenze impellenti del nostro sistema produttivo e per la tenuta sociale del nostro Paese. Siamo di fronte a una vera e propria emergenza che occorre affrontare con immediatezza e decisione, con strumenti eccezionali e importanti”.

Lo afferma il vicepresidente della Giunta regionale delle Marche e assessore allo Sviluppo economico. Mirco Carloni plaude al pacchetto di aiuti promosso da Intesa Sanpaolo (ulteriori 8 milioni alle famiglie, per complessivi di 30 milioni messi a disposizione di imprese e famiglie) e lancia un appello anche nei confronti del sistema del credito locale per un rapido intervento contro il caro bollette che rischia di mettere a terra l’intero sistema produttivo italiano e regionale, oltre che milioni di famiglie.

L’auspicio è che altre realtà nazionali e locali possano seguire l’esempio, affiancando le misure urgenti che il Governo nazionale dovrà necessariamente predisporre a breve:

“Dobbiamo agire e in fretta – dichiara Carloni – Per fare questo serve uno sforzo congiunto. Istituzioni pubbliche ma anche sistema del credito, sia nazionale che locale, devono agire insieme per andare incontro alle esigenze delle nostre piccole e medie imprese, scongiurandone così la crisi. Gli aumenti dei costi energetici impatteranno in maniera pesante sull’intera economia, con ricadute drammatiche in termini di produzione e occupazione, se non si attueranno interventi mirati”.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.