fbpx
Connect with us

Abruzzo

Abruzzo dal Vivo 2021: scommessa vinta, boom visitatori e molta qualità

Pubblicato

il

L’AQUILA – Una scommessa vinta quella di Abruzzo dal Vivo 2021, per numeri, qualità dell’offerta culturale e coinvolgimento delle comunità. Dal 14 luglio fino al 7 settembre Abruzzo dal Vivo ha abitato prati, boschi, piazze e interi borghi dei 23 Comuni colpiti dal sisma 2016/17 creando una rete che idealmente unisce territori tra loro distanti ma simili, per potenzialità e difficoltà.

Natura, concerti, esperienze immersive e comunità accoglienti hanno reso unica la lunga estate di Abruzzo dal Vivo 2021200 spettacoli, 400 artisti, oltre 200 tra tecnici e maestranze impiegate, quasi 25000 presenze dirette agli eventi di spettacolo con un indotto di visitatori (eventi gratuiti, visite guidate e presenze nei territori) stimato in 150.000 presenze; sono nati nuovi Festival (Civitas fortezza d’Incanto a Civitella del Tronto, Castelli Residenza d’Artista a Castelli) e 2 progetti culturali hanno visto il loro incipit sotto il grande cappello di Abruzzo dal vivo, il Premio Giuseppe Zilli per il Giornalismo a Fano Adriano che vedrà la sua prima edizione nel 2022 e il Progetto di teatro itinerante per bambini nel Bosco Martese di Rocca Santa Maria; Abruzzo dal Vivo conta persino la scoperta di un sito particolarmente adatto agli eventi musicali, la Piana di Elce, che guadagna notorietà e ancor più importante, conquista una sua identità grazie alla grande visibilità acquisita con il concerto di Gianna Nannini.

“Abruzzo dal Vivo è ormai un appuntamento importante e atteso con la cultura e l’intrattenimento per i territori delle aree interne.” afferma Daniele D’Amario Assessore alla Cultura della Regione Abruzzo “Quest’anno abbiamo registrato alcune importanti conferme e notiamo anche interessanti sperimentazioni artistiche, tutto nell’ottica della promozione territoriale che la Regione appoggia e stimola. Inoltre Abruzzo dal Vivo mette in evidenza quella che è una convinzione della Regione, e cioè l’importanza delle reti di Comuni, soprattutto quando si parla di Comuni piccoli dell’entroterra e questo festival rappresenta una best practice concreta”.

“Abruzzo dal vivo vince di nuovo la sua scommessa, che è la scommessa di 23 sindaci uniti per la ripartenza” dichiara Giuseppe D’Alonzo sindaco di Crognaleto, Comune Capofila “e quest’anno la ripartenza era doppia, forse tripla dopo terremoto, nevicata eccezionale e pandemia, ancora una volta i Comuni hanno dimostrato l’importanza dell’unione, della sinergia che moltiplica le forze. Si riconferma Campotosto come luogo dei concerti in natura, e c’è una new entry, Piana di Elce, che prima del Concerto di Gianna Nannini non aveva ancora un nome ne’ una identità, che dimostra come la promozione di territori attraverso la cultura sia una scelta vincente. Inoltre vorrei sottolineare come Abruzzo dal Vivo rappresenti anche una importante opportunità di lavoro per tecnici e maestranze abruzzesi che, grazie anche alla convenzione siglata tra ARS Abruzzo, l’Associazione Regionale Service Abruzzo e Abruzzo dal Vivo sono stati protagonisti dietro le quinte di un eccezionale e incessante lavoro”.

“Mantenere saldi alcuni punti del progetto Abruzzo dal Vivo è stato l’impegno più importante” afferma Eleonora Coccagna direttore artistico del festival “spesso abbiamo “rischiato” location scomode, lontane, sconosciute, ma magiche per le energie che hanno saputo convogliare e per le emozioni che musica e natura sanno veicolare. E ora possiamo dire di aver avuto ragione, di aver trovato un nuovo modo di promuovere i territori, di aver saputo fare sintesi tra qualità dell’offerta culturale e turismo sostenibile, di aver avviato un processo di rinnovamento capillare sui territori che, anno dopo anno, mostra i suoi frutti di rinnovamento e coesione. Abruzzo dal Vivo è la prova che un progetto coerente e inclusivo è un concreto strumento di cambiamento dal basso per questi territori”.

Il Festival Abruzzo dal Vivo è una iniziativa finanziata dalla Direzione Generale dello Spettacolo del Ministero della cultura voluta dalla Regione Abruzzo realizzata grazie alla rete dei 23 comuni del cratere con il Comune di Crognaleto (TE) capofila.

Si ringraziano gli enti e le istituzioni che sostengono il Festival: la Fondazione Tercas , la Camera di Commercio l’Aquila e Teramo, Il Bim, l’Enel, il Ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga e la Provincia Di Teramo

Un Abruzzo dal Vivo molto social

Abruzzo dal vivo 2021 ha spinto sulla comunicazione social per trovare una copertura omogenea sui territori che avesse agilità di aggiornamento e comunicazione diretta con il potenziale pubblico e anche questa è stata una scommessa vinta con la Pagina Facebook che ha raggiunto dal 20 giugno 760.000 di copertura, 150.000 la copertura profilo Instagram con post con una copertura di oltre 70.000 visualizzazioni per singolo post.

I BIG 

I concerti evento hanno lasciato un segno nell’estate abruzzese, in particolare i grandi concerti di Gianna Nannini a Piana di Elce e Ludovico Einaudi sul lago di Campotosto rappresentano due pietre miliari dei concerti abruzzesi in natura, non tanto per numero di spettatori ovviamente contingentato causa pandemia, quanto piuttosto per la loro capacità di promuovere un luogo mantenendone il ricordo legato a emozioni irripetibili. che hanno fatto il giro del web grazie a foto, video, commenti e selfie degli spettatori. Anche questo è un obiettivo raggiunto da Abruzzo dal Vivo e dai suoi Comuni, che hanno visto i media anche nazionali parlare del Festival (Sky – Unomattina) confermando così questi eventi come grandi attrattori e soprattutto grandi promotori del territorio.

Le Residenze artistiche: quando il Borgo si trasforma in luogo di libera creatività per artisti di tutte le discipline (artisti visuali, musicisti, danzatori, attori).

Castelli Residenza d’Artista è un esperimento riuscito benissimo, tanto da dar vita ad un festival di residenze che l’amministrazione vuole portare aventi con entusiasmo e nuovi progetti: 7 giorni, 50 artisti, un borgo che è luogo iconico di creazione artistica e la libertà di collaborare, e collaborando creare. Tutto questo ha dato vita a Castelli ad un modello di residenza mai sperimentato qui in Abruzzo, e ad un numero considerevole di condivisione di esperienze e progetti artistici anche attraverso il web e i social.

Altri concerti nei meravigliosi luoghi della montagna

Oltre ai big che molti aspettavano con grande trepidazione, moltissimi sono stati gli altri appuntamenti del Festival, pensati in luoghi meravigliosi e spesso non conosciuti dei Comuni dell’entroterra, come il meraviglioso Eremo dell’Annunziata di Fano Adriano che ha ospitato la serata Vanessa legge Zilli – 100 anni dalla nascita di Don Giuseppe Zilli annuncio del premio Giornalistico nazionale riconosciuto dall’Ordine dei Giornalisti o la Cascata dei tre ponti di Cagnano Amiterno, dove Daniele Falasca in Septet ha dato vita ad un concerto emozionante circondato da una natura esuberante.

CIVITAS Fortezza d’Incanto – Il medioevo nella cornice più adatta

La prima edizione di un festival che andrà lontano: è il più grande in Italia per la vastità dell’area interessata 25.000mq e per numero di compagnie e figuranti partecipanti (12 compagnie e circa 100 figuranti), ha avuto un grande apprezzamento da tutti, un buon numero di visitatori e soprattutto la capacità di far vivere una esperienza medievale nella più adatta delle ambientazioni, rendendo la Fortezza viva e pulsante.

Isola del Gran Sasso – Isolestate — il cartellone più lungo: 25 eventi gratuiti da luglio a settembre

I Comuni della Valle siciliana (Colledara, Castel Castagna, Tossicia e Isola del Gran Sasso, di comune accordo, hanno concentrato le risorse su un unico territorio, quello del comune di Isola del Gran Sasso che ha programmato un cartellone estivo da grande centro urbano, con quasi 30 eventi da luglio a settembre tra musica classica, jazz, pop, etnica, cinema e teatro, e il concerto di Anna Tatangelo come momento clou.

Natura indomita, Donne Summer, Teramo Jazz, Festival Arteincanto: le collaborazioni con il Capoluogo e la sua estate cittadina.

Teramo, la città Capoluogo, ha proposto in questa estate della ripartenza, un ricchissimo contenitore di eventi, concerti, manifestazioni con 9 importanti eventi del Festival Abruzzo dal Vivo, come il concerto de Lo Stato Sociale in programmazione il giorno di ferragosto, anch’esso sold out come gli altri, segno di una scommessa vinta insieme all’Amministrazione comunale per una destagionalizzazione dell’offerta culturale.

Abruzzo

Covid, il bilancio della prima fase della campagna vaccinale a Teramo

Pubblicato

il

TERAMO – Il bilancio della prima fase della campagna vaccinale è stato tracciato stamattina in una conferenza stampa dal direttore generale della Asl Maurizio Di Giosia. All’incontro con i giornalisti, proprio per sottolineare l’importanza della collaborazione istituzionale che ha consentito un’ottima organizzazione della campagna, hanno partecipato anche il rettore dell’Università Dino Mastrocola, il sindaco di Teramo Gianguido D’Alberto, quello di Montefino Ernesto Piccari, quello di Ancarano Pietrangelo Panichi, in rappresentanza della Val Vibrata, e l’assessore di Atri Mimma Centorame.

Tutti i presenti hanno ribadito l’importanza rivestita dalla sinergia messa in atto fra le istituzioni nell’allestimento dei cinque hub chiusi a fine settembre (Teramo, Giulianova, Atri, Colonnella e Montefino) e poi di quello unico provinciale a Teramo. “In questa pandemia si è consolidato un modello di lavoro che la Asl intende riproporre anche in altri ambiti perché ha dato risultati proficui:  la collaborazione con le altre istituzioni, la condivisione delle scelte con il territorio è una strategia che definirei vincente. Ringrazio dunque i Comuni, ringrazio l’Università per l’appoggio che ci hanno fornito, sempre nell’interesse della popolazione”, ha dichiarato Di Giosia.

Da aprile a settembre di quest’anno sono state inoculate in totale negli hub 279.597 dosi  (altri dati nelle tabelle allegate). A questi numeri vanno sommati anche quelli del camper che per tutta l’estate ha “battuto” i sette centri costieri vaccinando chiunque si presentasse. L’iniziativa “Beach Covid free”  ha fatto registrare la somministrazione di 11.084 vaccini, di cui almeno per il 40% prime dosi.

Inoltre, per la seconda fase, dal 1° al 18 ottobre sono stati somministrati 8.282 vaccini. Notevole il numero di prime dosi: 3.736, probabilmente legato anche all’istituzione del Green pass che ha motivato molti a immunizzarsi. Le seconde dosi in questi 18 giorni sono state 3.169 e 1.377 le terze dosi.

Sul fronte dei tamponi, la Asl ne ha effettuati 136.025 nel 2020, 250.764 nel 2021, per un totale di 368.789. Attualmente sono 232 i positivi in provincia, di cui 143 non vaccinati.

Continua a leggere

Abruzzo

Orso morto in autostrada. Salviamo l’Orso e Stazione Ornitologica Abruzzese: “Esposti da anni, risposte insufficienti per messa in sicurezza”

Pubblicato

il

L’AQUILA – Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa da parte d. Salviamo l’Orso e Stazione Ornitologica Abruzzese:

“Ancora un orso bruno morto in Autostrada mentre troppi amministratori si riempiono la bocca di parole come sostenibilità ed ecologia. La regione finanzia con 7 milioni di euro l’innevamento artificiale per gli impianti da sci nel Parco nazionale della Majella e con 10 milioni di euro gli impianti e le nuove piste a Valle delle Lenzuola sulla Magnola a Ovindoli, a poca distanza dal punto dove è morto l’orso investito.  Altro che attenzione al patrimonio naturalistico della regione.
Non è quindi questione di soldi ma di volontà e priorità. La tutela della fauna e la sicurezza dei trasporti non sono in cima ai pensieri degli amministratori.  Eppure, per dire, la Stazione Ornitologica Abruzzese aveva depositato dettagliati esposti sull’argomento già a settembre 2018. Salviamo l’Orso aveva più volte sollecitato concessionario e ministeri. Addirittura il Ministero dell’Ambiente si è schierato in giudizio contro il ricorso al TAR delle associazioni ambientaliste sui costosissimi impianti e piste da sci nel Parco del Sirente. Tra l’altro il primo e unico intervento tampone di messa in sicurezza sull’A25 in un tratto di 2 km a Carrito, fatto solo dopo dopo rischi ripetuti di investimenti dell’orsa Amarena e dei suoi 4 orsetti e le richieste del parco d’Abruzzo e delle associazioni, è stato realizzato con pochissimo sforzo (attaccando paletti alla recinzione esistente e posizionandovi sopra un recinto elettrificato) sia in termini economici – bastano poche migliaia di euro – che di tempo, in pochi giorni, a testimonianza che lunghi tratti autostradali possono essere messi intanto in sicurezza con iniziative tampone in attesa di interventi più consistenti.  Ogni anno si recuperano orsi investiti da automezzi azzerando di fatto il potenziale lento incremento della popolazione del plantigrado: l’orso non può più attendere”.

Continua a leggere

Abruzzo

Alba Adriatica, controlli dei carabinieri: denunciati due pregiudicati tunisini e un albanese per spaccio

Pubblicato

il

Carabinieri notte (ilmartino.it)

ALBA ADRIATICA – Prosegue senza soluzione di continuità l’impegno dei Carabinieri della Compagnia di Alba Adriatica volto a garantire sicurezza e legalità alla cittadinanza.
Nella mattinata odierna, nel corso di serrati controlli effettuati nella zona del c.d. “Ferro di Cavallo” e della Stazione Ferroviaria albense, i Carabinieri della Compagnia di Alba Adriatica hanno:

Deferito in stato di libertà B.H. e K.Y., pregiudicati tunisini rispettivamente di 30 e 27 anni. I predetti, sottoposti a controllo dai militari poco dopo essere scesi da un treno proveniente da Pescara, sono risultati essere entrambi sottoposti alla Misura di Prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio dal Comune di Alba Adriatica per anni tre, emesso dal Questore di Teramo nell’anno 2020. I due uomini, dopo l’identificazione,hanno quindi lasciato la città di Alba Adriatica con il treno successivo.

Deferito in stato di libertà M.O., ventenne di origini albanesi. Il giovane, sorpreso dai militari nella zona del “Ferro di Cavallo” (non lontano dallo scalo ferroviario), alla vista dei militari ha dimostrato un particolare nervosismo che ha indotto gli operanti ad effettuare una perquisizione personale nei suoi confronti. Tale attività si è quindi conclusa con il rinvenimento di dieci dosi di Cocaina già confezionate e pronte per la vendita che il predetto nascondeva all’interno degli slip.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy