fbpx
Connect with us

Ancona

Coldiretti Marche: il motopesca “plastic free” combatte per la pulizia del mare e vince l’Oscar Green 2020

Pubblicato

il

ANCONA – La pesca sostenibile che aiuta il pianeta raccogliendo plastiche e accorcia la filiera con la vendita diretta. È Chiara Meriti l’Oscar Green 2020 nella categoria Sostenibilità. La sua idea imprenditoriale è stata giudicata la migliore dalla giuria del premio indetto ogni anno da Coldiretti Giovani Impresa per dare risalto agli under 40 capaci di far sposare innovazione e tradizione. La cerimonia, oggi a Roma a Palazzo Rospigliosi, a un anno di distanza visto lo slittamento dovuto alle restrizioni Covid. Sul peschereccio Adriana III, tra le banchine di Porto San Giorgio e l’Adriatico, Chiara si fa custode del mare. Dopo lunghe ore e infinite miglia di navigazione, dopo aver visto evidenti segni di sofferenza e un aumento dell’inquinamento marino che rischiava di finire anche sulle tavole di consumatori. È così che le poche ore destinate al riposo, dopo avere tirato a bordo le reti e messo in ghiacciaia il pescato, vengono destinate all’attività ecologica. Le saccate sono un miscuglio di pescato e rifiuti. Una volta svuotata la “saccata” avviene la cernita del pesce e la raccolta di tutto il materiale plastico che verrà poi stoccato all’interno di una vera e propria isola ecologica mobile composta da diversi contenitori. La pratica tristemente nota è quella di restituire alle acque quanto hanno appena consegnato all’uomo. Ma il peschereccio si è impegnato, facendosi carico di costi e sforzi, di selezionare la plastica dal pesce e di trasportarla a terra per affidarla a chi di dovere. Questa pratica, così come la tipologia di maglia utilizzata con le reti e il periodo di fermo dell’attività in mare per consentire il ripopolamento del pescato, rientra tra le attività di tutela del mare. Periodi di sospensione dell’attività che volontariamente questi marinai aggiungono a quello imposto dalle regole. La fatica quotidiana è impegno ecologico, per garantire un futuro. Il pescato? Quello lo si può trovare a miglio zero, fresco e in base alla stagionalità sui banchi del mercato coperto di Campagna Amica ad Ascoli Piceno, altro esempio di di sostenibilità attraverso la filiera corta. “In un momento di difficoltà – ha commentato Alba Alessandri, delegata di Coldiretti Giovani Impresa Marche – un’azienda marchigiana ha fatto una scelta di sostenibilità non pensando solamente alla parte economica. Riciclare la plastica in mare è  tutt’altro che banale. La pesca fatta da Chiara dimostra che i giovani non sono solo protagonisti della ripartenza ma anche innovatori di natura rendendo la propria attività sostenibile al 100% e diventa una risorsa ambientale da cui tutte le imprese dovrebbero prendere esempio”. Nella rosa delle nomination di Roma c’era anche Giovanni Togni in gara per la categoria Campagna Amica. Pur non vincendo Togni, dell’Antica Fattoria a Santa Maria Nuova (an) è stato più volte citato come esempio di multifunzionalità in agricoltura: negli ultimi 10 anni è stato un esempio di crescita nella multifunzionalità. Partendo da un semplice allevamento ha saputo ampliare la sua azienda con il punto vendita, poi con l’agriturismo (diventando il primo cuoco contadino diplomato delle Marche), agricampeggio, area pic nic e infine fattoria didattica. Al lockdown della primavera 2020 ha reagito attivandosi per la consegna a domicilio dei piatti raggiungendo risultati davvero insperati e poi imitati da tanti altri suoi colleghi. L’Oscar Green nazionale torna nelle Marche dopo la vittoria di Martina Buccolini (azienda Si.Gi di Macerata) nel 2013 e quella di Jeffery Osoiwanlan (azienda agricola Fattoria di Campagna, Montecarotto) nel 2018. Ancora da definire, invece, la data per la cerimonia nazionale degli Oscar Green 2021 che, lo scorso 13 settembre ha visto concludersi la fase regionale con la premiazione che si è tenuta al Monastero di Fonte Avellana.

Ancona

Città sotto shock: Martina muore di Covid a 14 anni

Pubblicato

il

La notizia ha sconvolto la città di Ancona. Martina non ce l’ ha fatta, era ricoverata in terapia intensiva dal 5 Novembre.

ANCONA – Nel primo pomeriggio di oggi 8 dicembre, intorno le ore 12:00, si è spenta per sempre Martina Campanile. La città sotto shock per la notizia della 14enne che dal 5 novembre era ricoverata in terapia intensiva al Salesi di Ancona per Covid. Martina, residente a Osimo, era arrivata al Salesi un mese fa. Quel giorno, per la febbre altissima e le difficoltà respiratorie, la mamma l’aveva accompagnata al pronto soccorso. La 14enne aveva contratto il Covid e le sue condizioni sono iniziate a peggiorare.

Alessandro Simonini, direttore del reparto Rianimazione Pediatrica spiega: “Fin dalle ore successive al ricovero in rianimazione, le condizioni sono apparse critiche e in rapido peggioramento. Si è resa necessaria l’intubazione e la ventilazione meccanica, soprattutto per il deterioramento della funzionalità polomonare”.
Oggi infine, 8 dicembre, le condizioni di Martina sono peggiorate per un’improvvisa insufficienza respiratoria e arresto cardio circolatorio. 40 lunghi minuti per cercare di rianimare la ragazzina, ma i medici si sono dovuti arrendere.

Una notizia che ha lasciato la città sotto shock e che nessuno avrebbe mai voluto sentire. La mamma della ragazza :”Martina era una guerriera. Era stata sottoposta due anni fa ad una trapianto di reni e la scorsa estate ricoverata a Padova a causa di un rigetto. Era stata operata e ce l’aveva fatta. Poi il Covid, che colpisce sempre di più i bambini e i giovanissimi. Anche per questo faccio l’appello ai familiari di non sottovalutare il Covid quando si parla di bambini e adolescenti”.

Continua a leggere

Ancona

Incendio in un capanno a Loreto, 3 auto coinvolte

Pubblicato

il

i vigili del fuoco domano un incendio in un capanno a Loreto

LORETO – I Vigili del fuoco sono intervenuti questo pomeriggio a Loreto in via Brecce per domare un incendio scoppiato in un capanno, che ha coinvolto 3 autovetture.

Sul posto la squadra dei Vigili del Fuoco di Osimo, che ha potuto contare sul supporto del personale dalla Sede Centrale di Ancona, intervenuta con un’autobotte. Gli sforzi delle fiamme gialle hanno permesso di salvare almeno una delle autovetture avvolta dalle fiamme.

Attualmente sono ancora in corso le operazioni di messa in sicurezza dell’area dell’intervento, dopodiché inizieranno le operazioni per ricostruire la dinamica dell’accaduto ed accertare cosa ha provocato l’incendio.

Andrea Bilò

Continua a leggere

Ancona

Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità. Regione Marche: “Piena inclusione per una società più responsabile e accessibile”

Pubblicato

il

ANCONA – “La disabilità non può e non deve essere affrontata come difficoltà o sofferenza, ma come risorsa da valorizzare. È impegno fondamentale, per le istituzioni, perseguire la piena inclusione, costruire una società più responsabile e accessibile, dove nessuno rimanga solo. Una società che sia capace di eliminare tutti quegli ostacoli che impediscono alle persone con disabilità di autodeterminarsi e vivere il più possibile in condizioni di emancipazione nel proprio contesto di vita, sia esso la famiglia, il lavoro, la socialità”.

È quanto ha affermato il presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli, nell’intervento in Aula, durante la seduta aperta dedicata alla Giornata internazionale dei diritti della persona con disabilità. È la prima volta che “una seduta aperta del Consiglio regionale delle Marche viene dedicata a questa tematica. Un segnale importante e di attenzione che l’Assemblea ha voluto riservare ai nostri concittadini con disabilità, ai loro familiari e a tutti coloro che, come volontari e professionisti, dedicano la propria attività occupandosene con dedizione, competenza e grande spirito di altruismo verso il prossimo”.

Acquaroli, ringraziando il Ministro Erika Stefani che ha voluto riservare attenzione alla seduta tematica collegandosi per un intervento, ha ricordato come “in un momento storico in cui la pandemia sta condizionando, da quasi due anni, le nostre vite e la nostra quotidianità”, occorra soffermarci “a pensare quanto queste difficoltà si siamo potute amplificare per le persone con disabilità. Penso ai minori e ai ragazzi che hanno visto limitare le attività didattiche e la propria socialità, agli anziani che hanno costituito una categoria particolarmente a rischio in questa emergenza sanitaria. Tanto si è fatto, ma molto ancora da fare. È necessario un impegno, sempre maggiore, per continuare a sostenere i percorsi della “vita indipendente”, del “Dopo di noi”, le iniziative rivolte all’assistenza domiciliare domestica, l’integrazione scolastica, l’inclusione sociale e lavorativa, l’autismo. Tutti aspetti in cui la nostra Regione è in prima linea e sui quali continuerà a lavorare per assicurare, quanto più possibile, alle persone con disabilità, una maggiore inclusione possibile, le pari opportunità, la partecipazione alla vita pubblica, sociale, lavorativa ed economica, adeguato sostegno, migliori livelli di cura e la massima attenzione che le istituzioni hanno il dovere di garantire”.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy