fbpx
Connect with us

Abruzzo

Controguerra, in programma tre giorni di libri, cinema e vino

Pubblicato

il

CONTROGUERRA – Una regione inaspettatamente contemporanea, fortemente industrializzata ma al contempo capace di far dialogare industria, turismo e cultura; moderna, ricca di studenti e potenziale, come scrive il presidente di Renault Luca De Meo nella sua prefazione. È l’Abruzzo immaginato nel saggio dal titolo “Per un nuovo ecosistema industriale in Abruzzo”, che sarà presentato giovedì 9 settembre, alle ore 21, nello spazio del porticato del Comune di Controguerra ed in collegamento streaming dalla pagina Facebook Bellavita Controguerra. Il saggio, curato da Stefano Cianciotta, presidente di Abruzzo Sviluppo, ha messo insieme diversi punti di osservazione con gli interventi di 21 autori, che contribuiscono a definire il percorso di un nuovo ecosistema industriale, in grado di valorizzare le straordinarie opportunità di una regione che negli ultimi decenni sembra avere perso la propensione alla crescita che ne aveva caratterizzato il boom economico negli anni Sessanta e Settanta.
L’incontro è stato promosso dal Comune di Controguerra – Assessorato alla Cultura e vedrà la partecipazione di Stefano Cianciotta, della presidente della Camera di Commercio del Gran Sasso, Antonella Ballone, di Alessandra Martelli, docente dell’Università degli Studi di Teramo e delegata del Rettore al placement, welfare disabilità e sostenibilità e di Ercole Cauti, direttore del Polo di Innovazione Capitank. «Il saggio immagina un nuovo sviluppo per l’Abruzzo, osserva il vicesindaco di
Controguerra Fabrizio Di Bonaventura, nel quale la valorizzazione dei Centri di Ricerca e dell’Alta formazione, la scommessa sulle nuove infrastrutture strategiche, l’integrazione tra industria, ambiente e turismo, determinano una nuova traiettoria di crescita. Si tratta di una sfida avvincente che ci darà il valore dell’Abruzzo nel futuro».

Venerdì 10 settembre, alle ore 21 presso Piazza Mazzini, verrà proiettato il film dal titolo “Mani Nude”. La pellicola verrà presentata dal regista abruzzese Andrea Malandra, l’esperto di cinema Paolo Ferri ed il giornalista Luca Zarroli. Andrea Malandra, nato a Pescara, laureato al Dams in Filmologia, Regista, Sceneggiatore e fotografo, ha realizzato vari film sperimentali e narrativi. La sua ricerca è focalizzata
sul linguaggio cinematografico, sui segni e l’iconografia. Negli ultimi anni i suoi film, Giallo artistico, ispirato ai fumetti di Andrea Pazienza, Confessioni di uno Zero, tratto dal romanzo di Giovanni Di Iacovo e l’ultimo film Mani nude, hanno ricevuto dei riconoscimenti internazionali. Nel film ci sono gli elementi consueti della ricerca visiva e artistica di Andrea Malandra però in una nuova direzione, non più urbana ma orientata verso la natura dei boschi montani, quelli della Majella, liberamente ispirato ad una storia realmente accaduta e a più d’un fatto di cronaca verificatosi negli ultimi anni, ovvero la scomparsa di escursionisti tra i boschi della montagna. La protagonista si chiama Dafne, giovane donna in fuga dal grigiore metropolitano e dai suoi fantasmi per ritrovare se stessa entrando in contatto con la natura, questo l’incipit della trama. Arriva in Abruzzo, regione che soddisfa queste sue aspettative, ma durante un’escursione finisce col perdersi tra i boschi della Majella. Da qui parte il racconto di come cerchi di sopravvivere, completamente sola e smarrita, finché l’esperienza non finisce per diventare per lei qualcos’altro, ovvero un momento di trasformazione e di catarsi, innescato dall’ispirazione mitica e spirituale della natura che sta incontrando, e che muterà per sempre il modo di percepire se stessa e il
mondo. L’attrice protagonista è Giorgia di Nicola, il direttore della fotografia è Maurizio Di Zio, la sceneggiatura di Roberta Bellantuono e Erminia Cardone.  “Mani Nude”, sta avendo un percorso importante tra i festival cinematografici internazionali. Ha da poco vinto il premio come miglior attrice, Giorgia Di Nicola, al festival Canada’s Yes! Let’s Make a Movie Film Festival di Montreal e qualche mese
fa, due premi nello stesso festival a Londra, il Best Indie Film Award, come miglior Film sperimentale e miglior fotografia. Inoltre figura come finalista allo Stockholm City Film Festival e al Golden Bridge Istanbul Film Festival.

Sabato 11 settembre, alle ore 18, in collegamento streaming dalla pagina Facebook Bellavita Controguerra, si terrà la tavola rotonda dal titolo “Trebbiano d’annata”, organizzata da Fondazione Italiana Sommelier Abruzzo Adriatico con il patrocinio del Comune, Assessorato alla Cultura e Città del Vino. L’iniziativa, sarà moderata da Paolo Lauciani, giornalista Bibenda e docente della Fondazione Italiana Sommelier. «La tavola rotonda – dichiara Fabrizio Di Bonaventura – polarizzerà l’attenzione sul
vitigno Trebbiano d’Abruzzo coinvolgendo sei aziende abruzzesi: Azienda Montori (Camillo Montori), De Angelis Corvi (Corrado De Angelis Corvi), Emidio Pepe (Daniela Pepe), Tenuta Terraviva (Pietro Topi), Torre dei Beati (Fausto Emilio Albanesi) e Valle Reale. Sarà interessante conoscere le loro esperienze approfondendo alcuni aspetti della vitivinicoltura praticata nei rispettivi territori con
particolare riferimento al vitigno. I vignaioli proporranno una serie di referenze di Trebbiano d’Abruzzo di propria produzione, per le quali il sommelier Paolo Lauciani nel corso dell’intervista effettuerà la degustazione». La Tavola rotonda sarà preceduta dai saluti del Sindaco di Controguerra Franco
Carletta e del Presidente di Fondazione Italiana Sommelier Abruzzo Adriatico Daniele Erasmi.
«Dopo il successo della IV Edizione di Vignaioli di Professione tenutasi lo scorso febbraio – aggiunge il Vicesindaco Di Bonaventura – Controguerra si accinge ad ospitare un’ulteriore ed importantissimo evento alla presenza di un gruppo di produttori che con i loro eccellenti vini, nel dare un importante impulso di crescita di settore, contribuiscono altresì a far conoscere la bellezza dei loro territori, ciascuno peculiare in relazione alla qualità del terreno, al clima, all’esposizione del vigneto,
alla tradizione. Ne deriva ciò che viene comunemente definito terroir ma, soprattutto, la dimensione poliedrica del vino, la sua duplice appartenenza all’emisfero naturale e culturale. Per cui in un bicchiere di vino accanto alle componenti organolettiche troviamo il paesaggio, l’arte, la storia, le tradizioni, la
poesia, la cucina e persino l’economia locale da cui quel vino prende vita». «Il prossimo fine settimana, conclude Fabrizio Di Bonaventura, pone l’attenzione su temi e aspetti che riguardano da vicino e valorizzano il nostro territorio e la Regione Abruzzo». «Il Trebbiano d’Abruzzo, – fa eco Paolo Lauciani – soprattutto quando è impostato sul vitigno omonimo e non “diluito” con l’assai meno nobile Trebbiano Toscano, è diventato un protagonista dell’enologia italiana. Un tempo il vino Trebbiano
d’Abruzzo era considerato una sorta di Cenerentola enologica. Oggi firma alcune perle di valore assoluto, italiano e mondiale».

Abruzzo

Giulianova, annunciata questa mattina la pubblicazione di un volume sulla vita e l’opera di Gaetano Braga

Pubblicato

il

GIULIANOVA – E’ stata annunciata questa mattina, in Sala consiliare, la pubblicazione del libro “Gaetano Braga. Biografia del violoncellista compositore” di Giovanni Di Leonardo, studioso della vita e dell’opera del celebre musicista giuliese. Il volume uscirà nei primi mesi del prossimo anno, anticipando la pubblicazione di un cd, il terzo, contenente brani inediti. Il libro racconta, in 550 pagine, la vita di Braga e il contesto socio culturale che lo ha visto indiscusso protagonista, a Giulianova, in Italia e all’estero. Il professor Di Leonardo ha ringraziato pubblicamente l’amministrazione del Sindaco Jwan Costantini per aver appoggiato da subito i progetti di valorizzazione del compositore, interrompendo una lunga serie di no e di porte chiuse. Di Leonardo ha sottolineato l’alto valore della figura di Braga, raccontando aneddoti e dettagli di un’opera varia e preziosa. ” Impariamo a veicolare l’immagine della città attraverso Gaetano Braga- ha esortato il Sindaco Jwan Costantini – Non si tratta di “venderci”, ma di raccontarci, esaltando il figlio  di Giulianova più celebre e ammirato, in Italia e nel mondo.” Paolo Giorgini ha sottolineato l’importanza del testo di Di Leonardo e la necessità di far conoscere Braga anche ai più giovani perchè lo percepiscano alla stregua di una star dei nostri giorni. Nelle parole di Sergio Piccone Stella, tutto il portato di un musicista dalla genialità rara e dalla produzione variegata. Promuovere la sua musica, far conoscere la sua vita e il ruolo rivestito nella cultura ottocentesca mondiale, deve essere una prospettiva e una promessa che impegneranno l’amministrazione oggi e nei prossimi anni.

Continua a leggere

Abruzzo

Covid-19, a Teramo e provincia le pensioni di novembre in pagamento dal 25 ottobre

Pubblicato

il

replica di poste italiane

TERAMO – Poste Italiane comunica che in provincia di Teramo le pensioni del mese di novembre verranno accreditate a partire da lunedì 25 ottobre per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. I titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution potranno prelevare i contanti dai 53 ATM Postamatdisponibili nel territorio, senza bisogno di recarsi allo sportello.

In continuità con quanto fatto finora e con l’obiettivo di evitare assembramenti, il pagamento delle pensioni in contanti avverrà secondo la seguente turnazione alfabetica organizzata per cognomi: 

dalla A alla B lunedì 25 ottobre

dalla C alla D martedì 26 ottobre

dalla E alla K mercoledì 27 ottobre

dalla L alla O giovedì 28 ottobre 

dalla P alla R venerdì 29 ottobre

dalla S alla Z sabato mattina 30 ottobre.

La calendarizzazione potrà variare in base al numero di giorni di apertura dell’ufficio postale di riferimento.

Poste Italiane ricorda inoltre che i cittadini di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli uffici postali e che riscuotono normalmente la pensione in contanti, possono richiedere, delegando al ritiro i Carabinieri, la consegna della pensione a domicilio.

Le modalità di pagamento anticipato delle pensioni hanno carattere precauzionale e sono state introdotte con l’obiettivo prioritario di garantire la tutela della salute dei lavoratori e dei clienti di Poste Italiane. È necessario indossare la mascherina protettiva, entrare nell’ufficio postale solo all’uscita del cliente precedente e tenere la distanza di almeno un metro, sia in attesa all’esterno sia nelle sale aperte al pubblico.

Poste Italiane ricorda inoltre che in 24 uffici postali della provincia di Teramo è possibile prenotare il proprio turno allo sportello tramite WhatsApp. Richiedere il ticket elettronico con questa modalità è molto semplice: basterà memorizzare sul proprio smartphone il numero 3715003715 e seguire le indicazioni utili a conseguire la prenotazione del ticket. Per gli uffici abilitati alla prenotazione su WhatsApp, è stata riattivata anche la possibilità di prenotare il proprio turno allo sportello da remoto direttamente da smartphone e tablet utilizzando l’app “Ufficio Postale” oppure da pc collegandosi al sito poste.it, senza la necessità di registrarsi. 

Per conoscere gli uffici abilitati alla prenotazione del ticket da remoto e per ulteriori informazioni, è possibile consultare il sito www.poste.it o contattare il numero verde 800 00 33 22.

Continua a leggere

Abruzzo

“Io non rischio”: anche in Abruzzo la campagna nazionale per le buone pratiche di Protezione civile

Pubblicato

il

L’AQUILA – Per scoprire cosa ciascuno di noi può fare per la prevenzione, i volontari della Protezione Civile invitano i cittadini a partecipare agli appuntamenti fissati per domenica prossima 24 ottobre, nelle piazze fisiche e digitali comuni abruzzesi:

L’Aquila In Piazza Battaglione Alpini e nella piazza digitale #iononrischio2021l’aquila

Pescara in Piazza Della Rinascita e nella piazza digitale #iononrischioPescara

Chieti in Corso Marrucino e nella piazza digitale #iononrischioChieti

Teramo Piazza Martiri della Libertà e nella piazza digitale #iononrischio2021Teramo

Avezzano Piazza Risorgimento e nella piazza digitale #iononrischio2021Marsica

Sulmona Piazza XX Settembre e nella piazza digitale #iononrischio2021Sulmona

Pratola Peligna in Piazza Madonna della Libera e nella piazza digitale #iononrischioPratolaPeligna

Castel di Sangro Piazza Patini #iononrischioCasteldiSangro

Cepagatti in Piazza Schumann e nella piazza digitale #iononrischioCepagatti

Pineto nella piazza digitale #iononrischioPineto

Giulianova nella piazza digitale #iononrischio2021Giulianova

Alanno nella piazza digitale #iononrischio2021Alanno

Carsoli nella piazza digitale #iononrischio2021Carsoli

Campli nella piazza digitale #iononrischio2021Campli

Volontariato di protezione civile, Istituzioni e mondo della ricerca scientifica, tornano così in piazza per diffondere la conoscenza dei rischi naturali nel nostro Paese e delle buone pratiche di protezione civile. Volontarie e volontari saranno presenti negli spazi informativi “Io non rischio”, realizzati online e nei gazebo allestiti su gran parte del territorio nazionale, per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i cittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto.

Fondamentale per la Campagna – giunta quest’anno all’undicesima edizione – è il ruolo attivo dei cittadini che potranno informarsi e confrontarsi nelle oltre 500 piazze, tra fisiche e digitali dove, con l’ausilio di contenuti interattivi e dirette streaming sui social media, si forniranno spunti e approfondimenti sulle tematiche della Campagna. L’edizione di quest’anno, inoltre, si arricchisce di una nuova e importante iniziativa, un evento digitale nazionale organizzato dal Dipartimento della Protezione Civile.

La Campagna a livello nazionale coinvolge oltre 3000 volontarie e volontari appartenenti a circa 500 realtà associative, tra sezioni locali delle organizzazioni nazionali di volontariato, gruppi comunali e associazioni locali di tutte le regioni d’Italia.

“Io non rischio” – Campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico – è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica, Ispra-Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, AiPo-Agenzia Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima, Irpi-Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica, Regioni, Province Autonome e Comuni.

Sul sito ufficiale della Campagna, iononrischio.protezionecivile.it e sui profili social dedicati (canali Facebook, Twitter e Instagram) è possibile reperire informazioni, aggiornamenti e consultare i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare prima, durante e dopo un terremoto, un maremoto o un’alluvione.

Per informazioni sulla piazza: Sala Operativa Regionale di Protezione Civile: salaoperativa@regione.abruzzo.it

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy