fbpx
Connect with us

Abruzzo

Agricoltura, Abruzzo terzultimo e pericolo disimpegno per fondi PSR. Pepe: “A rischio 43 mln di euro”

Pubblicato

il

TERAMO – “Sono 43 i milioni di euro che l’Abruzzo rischia di dover restituire all’Europa se non verranno erogati entro fine anno e questo ci pone di nuovo sotto “pericolo disimpegno” con la perdita dei fondi europei destinati allo sviluppo rurale. Con il 49,46% di spesa complessiva sostenuta siamo infatti i terzultimi in Italia e il confronto con altre regioni “in transizione” è impietoso: il Molise è al 72,24% e la Sardegna al 71,44, solo per fare un paio di esempi, e tutto questo mentre la Giunta Regionale si accapiglia e litiga su questioni che, francamente, hanno ben poco interesse per i cittadini”. 

Questo è quanto afferma il Consigliere e Vice Capogruppo Regionale del Pd Dino Pepe a commento dell’avanzamento della spesa dei fondi del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) destinati all’Abruzzo. “Dobbiamo ancora una volta constatare che ogni pezzo del mondo agricolo della nostra regione è in affanno per l’inadeguatezza di fondo dell’Assessore Imprudente e del presidente Marsilio” incalza Pepe. “Il PSR è solo la punta dell’iceberg, basti pensare ai problemi mai affrontati, in questi 30 mesi, come i danni causati dalla fauna selvatica, come anche gli aiuti mai arrivati ai produttori del latte e agli imprenditori degli altri comparti. Ultimo disastro in ordine cronologico è dato dal clamoroso flop dell’Abruzzo sui fondi del Recovery Plan destinati alle risorse idriche in agricoltura dove la nostra regione non ha prodotto alcun progetto capace di rispettare i criteri di ammissibilità con la conseguenza di non partecipare al riparto dei circa 2 miliardi di euro disponibili”. 

Tra le questioni mai affrontate – prosegue il Vice Capogruppo del Partito Democratico in Consiglio Regionale – quella legata all’organizzazione degli uffici regionali è forse la più emblematica: il Dipartimento Agricoltura ha una carenza di organico preoccupante! Sono 70, infatti, le unità di personale andate in pensione e mai sostituite. La Giunta Marsilio non ha mai predisposto un turnover e questo ha di fatto paralizzato ogni attività. Sono mesi che non vengono pubblicati nuovi avvisi: le istruttorie dei bandi scaduti stentano a partire o comunque hanno ritardi di anni e l’avanzamento della spesa, che poi è determinate per evitare il disimpegno dei fondi europei, è praticamente ferma. Si sottraggono poi risorse importanti agli agricoltori per pagare prestazioni come, ad esempio, l’assistenza tecnica e altre consulenze”. “E’ utile ricordare che, negli ultimi due anni, il disimpegno dei fondi del PSR è stato evitato solo grazie ed esclusivamente al lavoro della passata Giunta in quanto, nel 2018, siamo riusciti, attraverso una costante attività data da una programmazione ben definita, ad erogare oltre 15milioni di euro in più della spesa complessiva imposta all’Abruzzo dall’Europa, e questo ha determinato, a cascata, benefici oggettivi, per la Giunta Marsilio per gli anni 2019 e 2020. In sostanza il disimpegno è stato evitato grazie al lavoro svolto fino al dicembre 2018 per il quale ringrazio il Dipartimento Politiche Agricole della Regione. Il comparto agricolo – conclude Dino Pepe – è quello che più ha patito la superficialità e l’approssimazione con cui la destra sta governando la Regione, i prossimi mesi saranno fondamentali per la nostra economia, ma per agganciare la ripresa serve un cambio di passo, cosa, che al momento, non sembra interessare troppo Marsilio ed Impudente impegnati a difendere gli interessi dei loro partiti politici”.

Teramo

Grande successo per Segura Tempora a Martinsicuro

Pubblicato

il

martinsicuro segura tempora 2024 marcello monti
Martin de Segura quest'anno è stato impersonato dall'assessore Marcello Monti

Un emozionante viaggio nel tempo che ha riportato Martinsicuro alle origini, ovvero ai tempi di Martin de Segura, nobile spagnolo e alto funzionario del Regno di Napoli che ha dato il nome alla città.

TERAMO – Una due giorni ricca di storia, cultura e spettacolo, che ha visto una grande partecipazione di cittadini e turisti a Martinsicuro, in occasione della IV edizione di Segura Tempora.

Ampia platea sia al sabato con lo spettacolo di falconeria di Alessandra Giampaoli e il banchetto storico, che per il gran finale di domenica con il corteo che ha animato il lungomare fino a piazza Cavour dove è andato in scena lo spettacolo “Luce” a cura della Compagnia dei folli, aperto dalla suggestiva esibizione di sbandieratori e tamburini.

«È stata una bellissima edizione – le parole di una soddisfatta Giuseppina Camaioni, delegata alla Cultura del Comune di Martinsicuro – ogni anno Segura Tempora si arricchisce grazie alla straordinaria collaborazione con i comitati di quartiere della città e tutte le associazioni coinvolte. Un grazie di cuore a tutti loro e al Gruppo Archeologico del medio Adriatico che, nella persona del presidente Lino Tucci, ha curato magistralmente la direzione artistica dell’evento cogliendo in maniera impeccabile l’obiettivo che ci siamo posti: ossia valorizzare la millenaria storia di Martinsicuro e dei suoi beni culturali, ma anche degli usi e delle tradizione di quel preciso periodo storico».

Continue Reading

Teramo

Malmenato e rapinato alla stazione di Giulianova: tre arresti

Pubblicato

il

rapinato in stazione arresti della polfer polizia ferroviaria treni

I fatti si sono svolti in aprile, ma le indagini si sono concluse soltanto nei giorni scorsi. Oltre a questo episodio, a carico dei tre presunti responsabili sono stati ascritti altri reati commessi in concorso.

TERAMO – Nell’aprile scorso hanno aggredito e rapinato un cittadino straniero nel piazzale antistante la stazione dei treni di Giulianova. In quell’occasione, sono stati immortalati dalle telecamere dei sistemi di videosorveglianza e questo ha permesso agli agenti di Polizia Ferroviaria di riconoscerli, nei pressi del luogo del delitto.

Tre persone di cittadinanza italiana sono stati arrestati per la rapina aggravata ed altri reati commessi in concorso. Per due di essi sono scattati i domiciliari, mentre un altro è finito in carcere.

Quando sono stati riconosciuti ed avvicinati nei pressi della stessa stazione, uno di loro ha cercato di aggredire gli agenti di Polfer intervenuti, con un paio di forbici che aveva in tasca. Immobilizzato, è stato arrestato, mentre gli altri due sono stati indagati a piede libero. Dai successivi approfondimenti però sono emersi nuovi indizi nei confronti dei tre che hanno rapinato una persona alla stazione di Giulianova, legati ad altri episodi delittuosi, che hanno portato alle misure emesse dal Gip lo scorso 20 luglio.

Continue Reading

Teramo

Anziano truffato e rapinato al bancomat a Teramo: un arresto

Pubblicato

il

squadra-mobile-polizia

Lo scorso 4 aprile un uomo ha truffato un anziano a Teramo, convincendolo ad inserire il suo pin ad un bancomat: prelevati 1000 euro.

TERAMO – Le indagini sono durate alcuni mesi, ma alle prime dello scorso sabato 20 luglio, la Squadra Mobile ha arrestato e condotto in carcere l’uomo di 47 anni che lo scorso 4 aprile ha truffato e derubato un anziano ad un bancomat.

Con una scusa e con fare amichevole, l’uomo ha agganciato la sua preda in Viale Bovio. spacciandosi per un rappresentante di oggetti preziosi, proponeva all’anziano un affare imperdibile: tutto a 100 euro. Il signore vittima del raggiro ha accettato, ma non avendo con sé il denaro si è recato ad uno sportello bancomat, in compagnia del truffatore.

Qui, con il pretesto di essere più pratico e spostando letteralmente di peso l’anziano, l’uomo si è impadronito dei comandi dello sportello, quando il pin era ormai già stato inserito. Ha prelevato 500 euro e li ha fatti sparire in tasca, senza che la vittima del raggiro si accorgesse di nulla. L’assenza di scontrino è stata giustificata come un errore dell’ATM.

Sembra difficile riuscire a prelevare il denaro dalla cassa automatica senza farsi scoprire, eppure il quarantasettenne ci è riuscito. Due Volte. L’anziano infatti si è dimostrato interessato all’acquisto e l’intera operazione è stata ripetuta. In questo modo il malintenzionato ha prelevato mille euro. E consegnando in cambio paccottiglia di scarsissimo valore.

Una volta resosi conto di essere stato truffato, l’anziano ha sporto denuncia in Questura e sono state avviate le indagini per risalire al presunto responsabile.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro, Via Gabriele D'annunzio 37, Cap 64014 - Sede Operativa: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.