fbpx
Connect with us

Abruzzo

Sisma Centro Italia: a Camerino il 26 ottobre evento a cinque anni dal sisma. D’Alberto “I comuni tornano al centro e la ricostruzione riparte”

Pubblicato

il

CAMERINO – Un bilancio a cinque anni dal sisma che ha colpito i Comuni del Centro Italia, le esperienze dei sindaci, l’impegno delle comunità locali e delle aziende nella fase della ricostruzione ma anche le prospettive future per la ripresa. Questi i temi al centro dell’appuntamento nazionale “Il sisma 2016 del Centro Italia, cinque anni dopo” in programma il 26 ottobre a Camerino alle ore 9:00 presso l’Aula Magna dell’Università.

Il Presidente di Anci Abruzzo D’Alberto “Quando i comuni sono stati di nuovo reintegrati nelle scelte per la Ricostruzione abbiamo ripreso il cammino. Le battaglie di questi anni stanno dando i frutti sperati. Ora puntiamo anche al rilancio economico e sociale. A Camerino in occasione del quinto anno dal terremoto faremo il punto con tutti gli interlocutori di questo processo”

L’evento, organizzato dalle Anci regionali di Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria, in collaborazione con Anci nazionale, sarà un importante momento di confronto con gli attori istituzionali e i soggetti del territorio sulla ripresa e la ripartenza dei Comuni interessati dal terremoto. Si tracceranno anche le linee di intervento e un bilancio di questi cinque anni con il dialogo tra il presidente di Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, il commissario per la ricostruzione del Sisma Centro Italia 2016, Giovanni Legnini e il capo Dipartimento per la Protezione civile Fabrizio Curcio

Ad introdurre i lavori, saranno, tra gli altri: la sindaca di Ancona, presidente di Anci Marche e coordinatrice della Anci regionali coinvolte nel sisma Centro-Italia 2016, Valeria Mancinelli, il sindaco di Camerino, Sandro Sborgia e il rettore dell’Università di Camerino Claudio Pettinari. Nel corso dell’evento sarà proiettato il video reportage realizzato dall’Anci sulle quattro regioni colpite dal sisma con le voci e le testimonianze degli attori locali e verrà presentata anche una pubblicazione, realizzata sempre da Anci, con il bilancio di cinque anni di interventi a livello operativo e legislativo, sia nazionale che regionale.

L’appuntamento proseguirà con due sessioni tematiche dedicate alla filiera per la ripresa dei territori e alle esperienze dei sindaci con il confronto tra i presidenti delle regioni interessate e i primi cittadini, tra cui: Francesco Acquaroli (Regione Marche), Nicola Zingaretti (Regione Lazio), Marco Marsilio (Regione Abruzzo), Donatella Tesei (Regione Umbria), Gianguido D’Alberto (sindaco di Teramo e presidente Anci Abruzzo), Riccardo Varone (sindaco di Monterotondo e presidente Anci Lazio), Michele Toniaccini (sindaco di Deruta e presidente Anci Umbria), Nicola Alemanno (sindaco di Norcia), Gian Luigi Spiganti Maurizi (sindaco di Visso), Manuele Tiberii (sindaco di Colledara), Cristina Di Pietro (sindaca di Civitella del Tronto) e Giorgio Cortellesi (sindaco di Amatrice).

Teramo

Boom di vaccinazioni, ma si torna con la mascherina all’aperto

Pubblicato

il

All’ hub di Teramo il boom delle vaccinazioni, si superano le 3 mila dosi in due giorni.

TERAMO – Con la novità del Super green pass per spostarsi e frequentare luoghi pubblici, il personale sanitario, punta ad arrivare alle duemila dosi al giorno. Un boom di vaccinazioni che hanno superato il tetto delle mille dosi ma che non basteranno per circolare senza mascherine. ll responsabile dell’hub di Teramo Dimitrios Kaliakoudas afferma: “Sono state effettuate 1.785 dosi nella giornata di lunedì e 1.564 martedì, quando sono state 2.799 nell’intero territorio della Asl”. La misura introdotta dal Governo Draghi legato al Green pass, spinge sempre di più le persone a vaccinarsi.

La Asl di Teramo, terrà aperto l’hub anche nei giorni di festa: domenica 5, mercoledì 8 e domenica 12 Dicembre. Da ieri, Giovedì 2 Dicembre, è partita la vaccinazione della terza dose anche per i 18enni. Dal 16 Dicembre, invece, partiranno anche per i bambini della fascia di età dai 5 agli 11anni. Francesco Paolo Figliuolo, ha programmato la distribuzione dei vaccini in tutta Italia, circa 1,5 milioni di dosi Pfizer.

Ma, nonostante il boom delle vaccinazioni, dal 6 Dicembre, ci sarà l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto. In tutta la regione abruzzese per le festività, si dovrà indossare il dispositivo di protezione da lunedì 6 dicembre, fino al 31 dicembre 2021, che però potrebbe protrarsi al 9 Gennaio 2022. Una misura stabilita dal Governo per l’aumento dei contagi avvenuti nelle ultime settimane.

Continua a leggere

Abruzzo

Zes: D’Annuntiis, fondi per le aree abruzzesi

Pubblicato

il

PESCARA – Pronti i decreti del MIMS, di concerto con il Ministro per il Sud , che oggi hanno ricevuto l’intesa della conferenza unificata. “L’Abruzzo, grazie all’azione sui tavoli governativi  del Presidente Marsilio, ottiene finanziamenti per 62,9 milioni – ha dichiarato il sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regionale Umberto D’Annuntiis – per la realizzazione di interventi volti a favorire lo sviluppo economico di tali aree. Si prevede la realizzazione dell’ultimo miglio ferroviario o stradale al fine di avere collegamenti più efficienti tra le aree portuali ed industriali , il potenziamento della logistica, l’efficientamento energetico e ambientale nelle aree retroportuali e industriali, il potenziamento della sicurezza delle infrastrutture portuali”. Nello specifico per la nostra Regione vengono finanziati: 
– Potenziamento rete logistica interporto di Manoppello 10 Mln 
– Completamento e potenziamento ferrovia regionale Fossacesia – Castel  di Sangro 24,45 Mln 
– Porto di Ortona 19,8 Mln 
– Porto di Vasto 8,65 Mln 

A queste risorse vanno aggiunte quelle ottenute con i decreti sui porti e fondi Cipess  per ulteriori 79,8 Mln così divisi:
– Porto di Ortona 42,5 Mln 
– Porto di Pescara 21,5 Mln 
– Porto di Vasto 12,0 Mln
– Porto di Giulianova 3,8 Mln 

“Si tratta di importanti risorse che vengono destinate a favorire la competitività del nostro territorio – ha concludo il sottosegretario D’Annuntiis – ora i soggetti attuatori individuati (Anas, RFI , Autorità di Sistema portuale) e i commissari ZES devono attivare le procedure per far sì che i lavori inizino entro il 31 dicembre 2023 e terminino entro il 30 giugno 2026
C’è grande soddisfazione da parte della Giunta Regionale e di tutta la maggioranza per l’obiettivo raggiunto, che rappresenta solo il punto di partenza nella partita sulle infrastrutture che si sta giocando e che potrà rappresentare  il salto di qualità per la nostra regione”. 

Continua a leggere

Abruzzo

Coronavirus Abruzzo, dati aggiornati al 3 dicembre: oggi 286 nuovi positivi e 61 guariti

Pubblicato

il

PESCARA – Sono 286 (di età compresa tra 1 e 97 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall’inizio dell’emergenza a 88664. Il totale è inferiore in seguito a riallineamenti.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 2 nuovi casi (si tratta di una 70enne e di una 94enne della provincia dell’Aquila) e sale a 2597

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 81351 dimessi/guariti (+61 rispetto a ieri).  

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 4716* (+222 rispetto a ieri). 

*(nel totale sono ricompresi anche 842 casi riguardanti pazienti persi al follow up dall’inizio dell’emergenza, sui quali sono in corso verifiche)

114 pazienti (+4 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 9 (+1 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 4593 (+217 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. 

Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 4974 tamponi molecolari (1597484 in totale dall’inizio dell’emergenza) e 10533 test antigenici (1377669). 

Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 1.84 per cento. 

Del totale dei casi positivi, 22478 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+67 rispetto a ieri), 22347 in provincia di Chieti (+102), 20997 in provincia di Pescara (+31), 21987 in provincia di Teramo (+89), 708 fuori regione (-4) e 147 (invariato) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. 

Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità. 

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy