fbpx
Connect with us

Pescara

Arrestato 41enne tossicodipendente: maltratta la madre e ruba dei soldi

Published

on

PESCARA – Maltratta la madre per sottrarle denaro, arrestato 41enne tossicodipendente.

L’uomo con problemi di tossicodipendenza, è stato arrestato per furto, tutti avvenuti a Pescara  il 16 settembre scorso.

P.A., 41 anni, era entrato in un negozio prelevando alcuni oggetti dalla vetrina senza pagarli.

Qualche ora dopo, era stato sorpreso a rovistare dentro il bagagliaio di un’auto parcheggiata per strada, rompendo il vetro del finestrino con un pezzo di mattone.

Infine è stato sorpreso a forzare la catena di una bicicletta che il proprietario aveva lasciato legata a un palo.

Secondo le indagini sulla ricostruzione dei fatti, i problemi di tossicodipendenza hanno portato P.A., a sottoporre la madre a continue vessazioni.

L’uomo costringeva la donna chiedendole denaro con insulti, minacce e violenze.

La notte tra il 16 ed il 17 settembre, riferiscono i poliziotti, dopo essere stato denunciato per il tentato furto della bicicletta, era rientrato a casa e aveva chiesto denaro alla madre.

La donna si era rifiutata e così il 41enne si è impossessato della borsa.

Non trovando il portafoglio, è andato su tutte le furie, prendendo le chiavi della macchina.

La donna, che non voleva si mettesse alla guida in quelle condizioni, è riuscita a riprendere le chiavi chiedendo aiuto al 113.

Gli agenti hanno arrestato il 41enne, rimasto in carcere fino al 2 novembre scorso.

Poi, una volta rientrato a casa, ha colpevolizzato la madre della detenzione subita sottraendole dieci euro dalla borsa.

Il giorno dopo ha ripreso a chiederle denaro e, non ottenendolo, si è di nuovo presentato sul posto di lavoro della donna.

P.A., aveva chiesto del denaro al responsabile che, però, non gli aveva dato nulla.

La madre si è rivolta nuovamente alla polizia.

E’ stata inviata una nuova segnalazione all’Autorità giudiziaria.

E fornendo tutti gli elementi è stato disposto il provvedimento di carcerazione dell’uomo.

Chieti

Blocco degli aumenti dei pedaggi A24-A25, Liris: «Una vittoria per tutti»

Published

on

revocata la concessione di Autostrada dei Parchi A24 A25

L’AQUILA – «Esprimo soddisfazione per l’annunciato blocco agli aumenti dei pedaggi delle autostrade A24 e A25, una vittoria di tutti a partire dalla comunità locale rappresentata dai numerosi sindaci di Abruzzo e Lazio che oramai da anni portano avanti la battaglia relativa alle criticità delle due tratte, un lavoro recepito e interpretato dai parlamentari abruzzesi che hanno svolto un determinante ruolo di mediatori con il governo». Lo afferma il senatore di Fratelli d’Italia eletto in Abruzzo, Guido Liris, rispetto agli impegni assunti dal ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini in sede di Commissione Ambiente.

Proprio nei giorni scorsi Liris, insieme al collega Etelwardo Sigismondi, aveva incontrato il vice ministro alle Infrastrutture Galeazzo Bignami, facendosi portavoce proprio delle istanze degli amministratori «che con veemenza negli ultimi giorni sono tornati a insistere sulla necessità di un cambio di rotta nella gestione delle autostrade».

«Non solo non ci saranno rincari, ma è anzi prevista una riduzione, sono previsti interventi di manutenzione per la sicurezza stradale e fondi per i piccoli Comuni», aggiunge Liris commentando il blocco degli aumenti dei pedaggi di A24 e A25.

«Salvini ha anche comunicato che incontrerà i 116 sindaci di Abruzzo e Lazio», continua il senatore, ponendo l’accento sulla necessità di ascoltare tutti gli amministratori. «A chi invece è stato al governo fino a due mesi fa e oggi pretende risposte drastiche e immediate, sarebbe da chiedere dove fosse prima del 25 settembre e perché non si è adoperato per affrontare e risolvere la questione».

Continue Reading

Pescara

Camionista ubriaco in autostrada, procedeva a zig zag

Published

on

tir-autostrada-camionista-ubriaco

Il tir è stato fermato sull’autostrada da una volante della polizia stradale di Pescara poco prima del casello di Mosciano Sant’Angelo e l’autista è risultato ubriaco: camionista sanzionato e veicolo posto sotto sequestro amministrativo.

PESCARA – Un camion in transito sull’autostrada in direzione sud è stato fermato da una volante della polizia stradale di Pescara Nord, poco prima del casello di Mosciano Sant’Angelo, perché stava procedendo a zig zag. Dopo l’alcol test è emerso che il camionista al volante del tir era ubriaco e si era messo alla guida in autostrada con un tasso alcolemico elevato, nonostante le norme per i conducenti professionali prevedano “tolleranza zero” per quanto riguarda il tasso alcolico.

Il mezzo pesante è stato scortato fino ad una piazzola sicura ed è stato poi sottoposto a fermo amministrativo, mentre l’autista è stato sanzionato per violazione dell’articolo 186 del Codice della Strada.

Tanto spavento per gli automobilisti che si sono imbattuti nel mezzo, ma per fortuna nessun incidente o conseguenza grave.

Continue Reading

Chieti

Dissesto idrogeologico, il 23% del territorio d’Abruzzo è a rischio frane

Published

on

dissesto-idrogeologico-abruzzo-rischio-frane

Circa 100 mila persone in Abruzzo vivono in una zona a rischio frane. La provincia maggiormente interessata dal pericolo frane è quella di Chieti, seguita da Pescara, Teramo e L’Aquila. Dati del rapporto Ispra “Dissesto idrogeologico in Italia: pericolosità e indicatori di rischio” 2021.

PESCARA – Il 22,9% del territorio d’Abruzzo è a rischio frane, di cui il 15% a pericolosità elevata o molto elevata. 1.669 chilometri quadrati su una superficie totale di 10.831 chilometri quadri. E’ quanto emerge dal rapporto Ispra “Dissesto idrogeologico in Italia: pericolosità e indicatori di rischio” edizione 2021. Circa centomila persone dunque vivono in aree soggetta a rischio e di queste circa 73 mila persone in zone a pericolosità elevata.

In zone a rischio frana sono ubicati l’11,3% degli edifici abruzzesi, il 5,5% delle imprese e il 14,3% dei beni culturali. La pèrovincia in cui il pericolo è più elevato è quella di Chieti, con il 22,4% del territorio in un’area sensibile. Seguono Pescara con il 15,%%, Teramo con il15,8% e L’Aquila con l’11,4%.

A questi dati bisogna poi sommare quelli relativi al pericolo alluvioni. Il 7,2% del territorio è a rischio. Per quanto riguarda la costa invece, dal 2007 al 2019 il 62,8% del ltorale ha subito alterazioni: il 41% è stato soggetto ad avanzamento e il 21,7% da erosone costiera.

Nel complesso sono 132 i Comuni che ricadono in aree a pericolosità da frana elevata, 152 quelle in aree a pericolosità idraulica media. 305 Comuni invece, pari al 99,7%, si trovano comunque in aree interessate da pericolosità da frana, idraulica ed erosione costiera.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.