fbpx
Connect with us

Chieti

Vasto: due ladri in fuga arrestati dopo un inseguimento di 13 km

Published

on

Due uomini vengono arrestati per resistenza a pubblico ufficiale, dopo un inseguimento sulla Statale 16 tra Vasto e Casalbordino.

VASTO – Nella tarda mattinata di ieri, Venerdì 26 Novembre, due ladri in fuga sono finiti in manette. Si tratta di un serbo 50enne e un 30enne albanese, entrambi con precedenti e reato di furto aggravato.

All’altezza di via Martiri Istriani a Vasto, la Polizia, per servizi di controlli, ha notato un’auto sospetta, nera. Gli agenti, hanno cercato di fare un controllo ma i due uomini hanno accelerato per allontanarsi.

E’ iniziato l’inseguimento sulla Statale 16, dove sono state allertate tutte le forze di polizia. Tra Vasto e Casalbordino, la Polfer di Vasto, con un autoarticolato posto sulla strada, è ruscita a fermare i due ladri in fuga.

Nella perquisizione dell’auto, sono stati trovati 615 euro in contanti e dell’oro di valore. Oltre alla refurtiva è stato trovato anche un binocolo, una tv ed una tanica di 25 litri di benzina. Il tutto probabile provento da furti di abitazioni.

I due uomini, sono stati arrestati per resistenza a pubblico ufficiale, denunciati per ricettazione e portati nel carcere di Vasto. L’auto, invece, è stata sottoposta a sequestro amministrativo poiché priva di assicurazione.

Chieti

Ancora polemiche per il Jova Beach Party, SOA: «120 mila euro di fondi pubblici per tombare un corso d’acqua». E l’artista si scaglia contro gli «econazisti»

Published

on

polemiche spiaggia di Fermo prima e dopo il Jova Beach Party
La spiaggia di Lido di fermo prima e dopo il Jova Beach Party

Non solo le polemiche per la spiaggia spianata Fermo, gli ambientalisti si scagliano anche contro la tappa del concerto di Jovanotti in programma a Vasto. Soa: «La Regione Abruzzo ha stanziato 120.000 euro di denaro pubblico, per tombare un corso d’acqua a forte rischio idrogeologico, che in Abruzzo è vietato espressamente dalla norma, rendendolo calpestabile».

«Il Jova Beach Party non mette in pericolo nessun ecosistema. Non solo le spiagge le ripuliamo, ma le riportiamo ad un livello migliore di come le abbiamo trovate. Econazisti, continuate a attrarre attenzione utilizzando la nostra forza, sono fatti vostri, il nostro è un progetto fatto bene che tiene conto dell’Ambiente». Parola di Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, che con un breve video ha risposto alle tante polemiche di carattere ambientalista che hanno investito il suo tour sulle spiagge italiane, l’ultima delle quali in ordine di tempo, coinvolge la tappa abruzzese di Vasto.

Lo j’accuse proviene da Stazione Ornitologica Abruzzese, che non ce l’ha solo con l’artista, ma anche con l’Amministrazione regionale affermando: «120 mila euro di fondi pubblici dalla Regione Abruzzo per il Jova Beach Party e per tombare un corso d’acqua a forte rischio idrogeologico a Vasto, che in Abruzzo è vietato espressamente dalla norma, rendendolo calpestabile per far svolgere il concerto di un privato». La nota dell’associazione ambientalista continua: «La Regione Abruzzo, secondo quanto riportato dalla stampa, ha stanziato ben 120.000 euro di denaro pubblico per Vasto, ma Jovanotti, invece di essere soddisfatto, è letteralmente esploso in un video dove ha insultato chi difende le spiagge».

Ma le polemiche non riguardano solo il concerto di Jovanotti in programma a Vasto, ma anche la data andata in scena a Lido di Fermo: «Ci è parso in forte difficoltà davanti alle inequivocabili immagini di come è stata ridotta la spiaggia di Fermo». Il riferimento è alla porzione di spiaggia spianata per permettere l’installazione del palco e lo svolgersi del concerto, la cui foto del prima e del dopo, ha suscitato diverse critiche e polemiche da parte degli ambientalisti.

«Non gli basta questo riconoscimento della Regione Abruzzo – conclude la nota di Soa – che ha appunto stanziato ulteriori 40.000 euro di denaro dei cittadini per il comune di Vasto per sostenere l’organizzazione dell’evento, che si aggiungono agli 80.000 euro destinati al Comune per tombare il corso d’acqua di Fosso Marino, esattamente dove si dovrebbe tenere il suo show privato con cui incassa milioni di euro? Vogliono pure rendere “calpestabile” un corso d’acqua, come ha dichiarato la vicesindaca di Vasto: cosa pretende di più?».

Continue Reading

Abruzzo

Covid-19, la Asl di Chieti stabilizza gli “eroi della pandemia”

Published

on

CHIETI – Al via le stabilizzazioni del personale sanitario per la Asl Lanciano Vasto Chieti. E’ stato bandito l’avviso per l’assunzione a tempo indeterminato rivolto a medici, infermieri, tecnici di radiologia e operatori socio sanitari che abbiano maturato 18 mesi di servizio nella sanità pubblica, anche non continuativi, di cui almeno 6 nel periodo tra il 31 gennaio 2020 e il 30 giugno 2022. Come riporta l’Ansa, requisito fondamentale per partecipare al bando è aver svolto la propria attività per 6 mesi presso l’Azienda della provincia di Chieti.

Si tratta di un provvedimento che va nella direzione del contrasto al precariato, che rappresenta un’opportunità da cogliere al volo per quanti hanno prestato servizio con contratti a termine in diverse strutture anche di altre regioni. La stabilizzazione è stata prevista nell’ambito della legge di bilancio 2022, con una doppia finalità: da un lato rafforzare i servizi sanitari per agevolare il recupero delle liste d’attesa, dall’altro dare il giusto riconoscimento ai professionisti che durante la pandemia si sono sacrificati al massimo delle loro possibilità. Erano stati definiti “eroi”, e si sono conquistati sul campo la possibilità concreta di un lavoro a tempo indeterminato, lasciandosi alle spalle l’incertezza di un’attività svolta in modo discontinuo e spesso lontano da casa.

Come riporta l’Ansa, per molti, dunque, questa è anche l’occasione per riavvicinarsi al luogo di residenza o delle origini, con la prospettiva di un lavoro stabile che consente progetti di vita di segno differente rispetto alle possibilità offerte dai contratti a tempo determinato. Il Direttore generale della Asl Thomas Schael aveva molto caldeggiato l’inserimento in Finanziaria delle stabilizzazioni per i precari della sanità, con un coinvolgimento attivo sul tema della Federazione Italiane Aziende Sanitarie e Ospedaliere.

I professionisti interessati, e anche quanti prestano servizio a tempo determinato presso ospedali di altre regioni, possono fare domanda scaricando il modulo dal sito web www.asl2abruzzo.it nella sezione “Avvisi e concorsi”. Per presentare le richieste ci sono 20 giorni di tempo, a partire da domani, 5 agosto, data di pubblicazione dell’avviso.

Continue Reading

Chieti

Intenzioni di voto, anche in Abruzzo FdI in testa nei sondaggi

Published

on

sondaggi Abruzzo Elezioni 2022

Un analisi sulle intenzioni di voto in vista delle prossime elezioni politiche eseguito da GDC Sondaggi mostra che anche in Abruzzo Fratelli d’Italia parte favorito. A seguire il Pd, più staccata la Lega. Forza Italia e Movimento 5 stelle sotto al 10%.

PESCARA – Fratelli d’Italia è il partito parte favorito in vista del voto del 25 settembre, anche tra gli elettori abruzzesi. Questo è quanto emerge da un’indagine condotta in Abruzzo da GDC Sondaggi, pubblicato sul sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria dedicato ai sondaggi elettorali.

I quesiti sono stati rivolti a 4382 persone, cittadini maggiorenni residenti in Abruzzo. Di questi, solo il 25,52%, 1118 persone, hanno partecipato. Il 74,48% invece, 3264 persone, non ha voluto sottoporsi all’indagine. Questo, unito al fatto che il 38,3% degli intervistati ha affermato che non si recherà alle urne e che il 22% si è invece detto ancora indeciso, alimenta i sospetti che l’affluenza sarà bassissima e che il dato sull’astensionismo sarà impressionante.

I sondaggi sono stati effettuati con metodo di campionamento probabilistico e rilevazione CAWI, CATI e CAPI,  nel periodi dal 29 luglio al 3 agosto 2022.

Dal sondaggio emerge che Fratelli d’Italia risulta il partito più gradito in Abruzzo con il 24,1%, seguito dal PD con il 22,1% di consenso. Al terzo posto, ma decisamente staccata, si assesta la Lega con il 13,9%, mentre si dispone appena sotto la soglia del 10% il Movimento 5 Stelle che registra il 9,7%, seguito da Forza Italia all’’8,2%. Distanziati, ma con percentuali significative Azione/+ Europa con il 4,4% e Italia Viva al 4,1%.

Sotto al 3% si assestano Verdi/Sinistra Italiana (2,7%), MDP Articolo 1 (2,6%), Italexit di Paragone (1,6%), Impegno Civico (1,6%) e Noi con l’Italia (1,5%). Altri partiti, non menzionati nel quesito oggetto dell’indagine, si sono visti attribuire il 3,5% di preferenze.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.