fbpx
Connect with us

Fermo

Fermo: violata misura di prevenzione e senza patente, una denuncia

Published

on

FERMO – Costanti le attività di controllo del territorio e di vigilanza della Polizia Stradale fermana non solo per la sicurezza della circolazione su strade ed autostrade ma anche per il contrasto ai reati.

I capillari servizi degli equipaggi della Polizia di Stato della Specialità con la loro continua presenza sulle arterie del nostro territorio raccolgono sempre importanti risultati sia sotto il profilo puramente amministrativo per rilevare comportamenti illegittimi e pericolosi per tutti gli utenti della strada sia per accertare violazioni delle norme connesse a delitti commessi dai conducenti dei veicoli controllati.

È cronaca quotidiana l’impegno degli operatori della Polizia Stradale, i custodi della sicurezza delle nostre strade raggiunta con servizi senza sosta e tempestivi interventi in caso di incidenti; sotto il primo aspetto una storia di tre giorni fa.

Una pattuglia della Polizia Stradale della Sottosezione autostradale di Porto San Giorgio ha individuato una autovettura che sfrecciava a gran velocità sull’A14, con la targa parzialmente coperta da un oggetto inizialmente non identificato e l’ha inseguita fino a quando il conducente del veicolo ormai raggiunto si è fermato ad una piazzola di sosta.

Effettuato il controllo degli occupanti, due giovani, uno residente nell’ascolano e l’altro nel teramano, i poliziotti hanno scoperto che la targa era coperta dalla custodia di una targa prova nella disponibilità del conducente il quale non ha esibito la patente di guida confessando di non averla mai conseguita.

I successivi accertamenti degli operatori hanno confermato il mancato possesso della abilitazione alla guida e nel corso delle attività di controllo del veicolo gli agenti hanno “captato” parti delle conversazioni intercorse tra i due soggetti che hanno portato ad accertamenti più approfonditi.

Le successive verifiche, infatti, hanno permesso di acclarare che il conducente, con a carico alcuni precedenti penali, è sottoposto ad una misura di prevenzione personale che gli impone limiti alla libertà di spostamento, che in quel caso aveva violato; inoltre, per analoghe condotte di guida senza patente, perché mai conseguita, è sottoposto ad un decreto prefettizio che gli vieta di conseguire la medesima per tre anni.

A seguito delle indicate risultanze, il conducente è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria ed il veicolo, di grossa cilindrata, è stato sottoposto a sequestro ai fini della confisca.

Un altro positivo risultato dell’attività di vigilanza e controllo degli operatori della Polizia Stradale fermana per la sicurezza della circolazione degli utenti onesti e nel contrasto ai reati.

Ancona

Elezioni Amministrative 2022, tutti i Comuni al voto nelle Marche

Published

on

Elezioni comunali amministrative

ANCONA – Le liste sono state consegnate ed è dunque compiuto lo scacchiere delle prossime Elezioni Amministrative, che si terranno il 12 giugno 2022 e che nelle Marche riguardano diciassette Comuni.

Tra essi nessun capoluogo di provincia, mentre sono sei quelli in cui si andrà al ballottaggio, qualora nessun candidato conquisti il 50% più uno dei consensi, avendo una popolazione superiore ai 15 mila abitanti. A queste bisogna aggiungere Corridonia, dove gli abitanti sono scesi al di sotto della soglia, ma senza che siano state aggiornate le liste elettorali. Il secondo turno è in programma il prossimo 26 maggio.

PROVINCIA DI ANCONA

Corinaldo
Fabriano
Jesi

Offagna
Rosora

PROVINCIA DI ASCOLI PICENO

Acquaviva Picena

PROVINCIA DI FERMO

Pedaso
Porto San Giorgio
Sant’Elpidio a Mare

PROVINCIA DI MACERATA

Camerino
Civitanova Marche
Corridonia
Tolentino
Valfornace

PROVINCIA DI PESARO-URBINO

Frontino
Tavoleto
Torre Roveresche

Evidenziati in grassetto i Comuni delle Marche in cui è previsto il doppio turno alle Elezioni Amministrative del prossimo 12 giugno 2022.

Continue Reading

Ancona

Marche, nuove scuole con i fondi del PNRR: ecco dove sorgeranno

Ammontano a oltre 60 milioni i fondi previsti per nuove scuole nelle Marche :ecco i comuni in cui sorgeranno

Published

on

covid19 scuola screening alunni insegnanti personale

ANCONA – Una scuola più moderna, sicura, confortevole e tecnologica. Sembrano queste le linee guida che caratterizzeranno i nuovi ambienti di apprendimento del nostro Paese per il prossimo futuro. Per le Marche si traduce in nuove scuole, costruite sulle fondamenta di edifici ormai vetusti.

Il Governo ha recepito questa istanza con la pubblicazione a inizio dicembre, da parte del Miur, di un avviso pubblico rivolto agli Enti Locali al fine di ottenere finanziamenti volti a modernizzare (se non ricostruire totalmente) gli immobili scolastici del nostro territorio.

Tanti i soldi che comuni, provincie e città metropolitane potranno gestire per demolire i vecchi immobili e ricostruire i nuovi edifici di sana pianta, come evidenziato dal Ministero dell’Istruzione all’esito dell’avviso. Saranno 216 infatti le nuove scuole in tutta Italia per uno stanziamento complessivo di 1 miliardo e 189 milioni di euro.

Circa 60 milioni andranno invece alle nuove scuole delle Marche, 9 in tutto, che sorgeranno praticamente presso tutte le provincie del territorio. I nuovi istituti nasceranno infatti, previa demolizione in situ, a Piobbico, Sant’Elpidio a Mare, Carpegna, Matelica, Macerata, Ascoli Piceno, Pesaro e altri due nella Provincia di Ancona e Fermo (per circa 30 milioni complessivamente).

Tutti i nuovi istituti del nostro Paese verranno realizzati nel rispetto delle linee guida condivise dal gruppo di tecnici ed esperti al servizio del Ministero. Il prossimo passo è quindi il concorso di progettazione per individuare i progetti più adatti e coerenti proprio con gli indirizzi individuati dagli esperti: «Vogliamo che le nuove scuole diventino un punto di riferimento per i territori che le ospiteranno, il cuore della comunità, sostenibili e accoglienti, in grado di offrire a studentesse e studenti ambienti e spazi inclusivi e innovativi – ha spiegato il Ministro Bianchi, nuovi edifici per una nuova idea di fare scuola».

Continue Reading

Ancona

Bandiere blu Marche e Abruzzo: tutti i comuni premiati

In Abruzzo il vessillo simbolo di bel mare ritorna ad Alba Adriatica, nelle Marche a Porto Recanati.

Published

on

Bandiere Blu Marche Abruzzo elenco Comuni 2022

Bene la qualità delle acque e le infrastrutture nelle località rivierasche delle regioni Marche e Abruzzo, che si vedono entrambe assegnare nuove Bandiere Blu.

TERAMO – La Fondazione per l’educazione ambientale, Fee, ha diramato l’elenco dei Comuni che quest’anno potranno far sventolare il tanto agognato vessillo che certifica una buona qualità delle acque del mare, ma anche la presenza di infrastrutture e strutture ricettive di primo livello. Aumentano le Bandiere Blu in tutto lo Stivale e Abruzzo e Marche non fanno eccezione: 210 i Comuni premiati, 9 in più rispetto all’anno scorso.

Per le new entry abruzzesi e marchigiane in realtà, non si tratta della prima volta che viene loro conferito questo riconoscimento. Le Bandiere Blu che ritornano a sventolare in Abruzzo e nelle Marche saranno ad Alba Adriatica e Porto Recanati.

In Abruzzo, 14 i Comuni premiati: Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto, Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Pineto e Silvi, in provincia di Teramo; Pescara; Francavilla al Mare, Fossacesia, Vasto e San Salvo, in provincia di Chieti; Villalago e Scanno in provincia di L’Aquila.

Tre comuni in più, 17, nelle Marche: Gabicce Mare, Pesaro, Fano e Mondolfo, in provincia di Pesaro-Urbino; Senigallia, Ancona, Sirolo e Numana, in provincia di Ancona; Porto Recanati, Potenza Picena e Civitanova Marche, in provincia di Macerata; Altidona, Pedaso e Fermo; Cupra Marittima, Grottammare e San Benedetto del Tronto in provincia di Ascoli Piceno.

Le Bandiere Blu certificano che in Abruzzo e nelle Marche c’è un bel mare, ma non soltanto. Per ottenere il vessillo infatti, la qualità delle acque non basta. Vi è tutta un’altra serie di criteri, inerenti alla sostenibilità ambientale, che vengono presi in considerazione, come la qualità delle spiagge, la gestione dei rifiuti, le strutture ricettive e balneari, la pesca ed altri fattori ancora. tutte le mete rivierasche che ottengono la Bandiera Blu sono soggette a verifiche e controlli durante la stagione estiva, per confermare il rispetto dei parametri stabiliti.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.