fbpx
Connect with us

Ancona

È un ristoratore di Chiaravalle l’uomo che ha palpato un’inviata in diretta Tv

Published

on

Inviata palpata in diretta tv l'autore del gesto è un ristoratore di 45 anni di Chiaravalle Andrea Serrani

ANCONA – Andrea Serrani ha 45 anni e vive e lavora a Chiaravalle, dove gestisce un ristorante. Recentemente è salito agli onori della cronaca e il suo nome è stato pronunciato da tutte le trasmissioni radiofoniche e televisive, e scritto da tutte le tesate, sia on line che stampate. Ma non si tratta di quel tipo di celebrità che qualcuno sognerebbe. È infatti l persona responsabile della molestia subita da Greta Beccaglia, l’inviata di Toscana Tv palpata in diretta mentre stava raccogliendo le reazioni all’uscita dallo Stadio Castellani, dopo Fiorentina – Empoli.

Mentre l’inviata stava realizzando il suo servizio, Serrani le è passato dietro, si è sputato su una mano e le ha rifilato una decisa palpata sul sedere, il tutto in diretta televesiva. Nessuna delle persone presenti ha detto una parola contro questo gesto, anzi, qualcuno ha ribadito oscenità a favore di telecamera. Persino il conduttore della trasmissione, sospeso poco dopo, ha minimizzato il gesto dicendo alla Beccaglia «non te la prendere». Lei, dal canto suo ha detto all’autore della molestia «non puoi fare così».

Il video dell’inviata palpata in diretta tv, è diventato virale ed è stato ripreso dai mass media. La polizia si è messa subito sulle tracce del responsabile e allora Serrani prima ha cercato di risolvere la questione bonariamente, incaricando il suo avvocato di provare a mettersi in contattato con i legali dell’inviata molestata per porgerle le sue scuse, poi ha anche cercato di giustificarsi, in maniera però abbastanza goffa e accampando scuse poco credibili: «non è assolutamente un atto di sessismo. Avevamo perso e ho fatto quel gesto in un momento di stizza e per goliardia. Non avrei mai pensato a tutto quello che sta succedendo. Il mio avvocato sta cercando l’avvocato della giornalista: voglio farle le scuse ufficiali. Ho chiesto scusa e ci mancherebbe».

«Non volevo parlare con nessuno, solo andare alla mia macchina – ha proseguito il ristoratore di Chiaravalle Andrea Serrani, l’uomo che ha molestato l’inviata palpata in diretta tv – Ho sbagliato, voglio incontrarla, quando lei vorrà. Lo sputo sulla mano? Stavo tossendo e sono passato. E’ uno sbaglio, non è scattato niente. Ho fatto una cavolata, mi descrivono come un violentatore ma io non sono così. A casa mi hanno detto ‘come ti è venuto in mente?!?’, me l’ha detto anche la mia compagna. Sanno che non sono questa persona cattiva, stiamo passando tutti i dispiaceri possibili del mondo. Non sto bene, guardate dove è finita questa cosa per uno sbaglio. Uno lavora una vita, crea una vita e poi guardate cosa succede».

Ancona

Sirolo, mostra fotografica e video su “La Locandiera” con la regia di Franco Enriquez

Published

on

Sirolo mostra fotografica su "La Locandiera" di Carlo Goldoni

ANCONA – Fino al 30 agosto il Teatro Cortesi di Sirolo ospiterà la mostra fotografica e video relativa all’allestimento della “Locandiera” di Carlo Goldoni del 1965/1966 prodotto dal Teatro Stabile di Torino con la regia di Franco Enriquez. La Locandiera fu molto apprezzata dalla critica militante perché lo spettacolo era fondato “su un senso fresco e del conflitto generazionale” chiarisce Teresa Megale.  

Il debutto fu nel Campo San Zaccaria il 18 agosto 1965 come evento inaugurale del Ventiquattresimo “Festival Internazionale del Teatro di prosa” a Venezia. La regia di Enriquez schiera volutamente tre giovani, Valeria Moriconi (Mirandolina), Paolo Graziosi (Ripafratta) e Luciano Melani (Fabrizio), contro due maturi nobili, Marchese di Glauco Mauri e il conte Giuseppe Porelli. Lo spettacolo accolse il plauso del pubblico e della critica tanto che oltre alla tournée in Europa, la pièce ebbe una ripresa televisiva di cui si possono vedere in mostra le immagini. Inoltre, l’allestimento fotografico consente di riflettere sull’interpretazione della Moriconi che trasse ispirazione da quella di Morelli, rivelando risvolti originali come il cinismo, astuzia e il costante atteggiamento di vigilanza davanti alla realtà della locanda e dei suoi clienti.

Ha osservato Pietro Corvi che le intenzioni di Enriquez nella Locandiera debbano “rappresentare la prosecuzione e l’evoluzione di una riforma già in atto in Italia della tradizione di messinscena delle opere di Goldoni. Le parole d’ordine sono freschezza, spontaneità, unariosità nuova, sia per quanto riguarda lo stile della recitazione e la necessità di essere fedeli alla parola dell’autore e al suo significato più umano, sia per ciò attiene altri aspetti dell’allestimento”. Dunque, Enriquez e la Compagnia dei Quattro con lo Stabile di Torino raggiungono un nuovo traguardo nella storia dello spettacolo per la messa in scena delle opere del commediografo veneziano.   L’orario di visita della mostra fotografica sull’allestimento de “La Locandiera” al Teatro Cortesi di Sirolo è dalle 18:00 alle 23:00. Ingresso gratuito.

Continue Reading

Ancona

Sirolo, il 21 agosto spettacolo teatrale “D. la Principessa Diana e la palpebra di Dio” con Paola Giorgi

Published

on

Paola Giorgi in “D. la Principessa Diana e la palpebra di Dio”

ANCONA – Un nuovo appuntamento della prestigiosa rassegna Sipario Aperto 2022 – XXIII Edizione Vetrina Premio Enriquez diretta da Paolo Larici. Il 21 agosto andrà in scena al Teatro Cortesi di Sirolo, alle ore 21,30, lo spettacolo “D. la Principessa Diana e la palpebra di Dio” di Cesere Catà con Paola Giorgi, regia di Luigi Moretti. 

L’attrice interpreta l’icona di Lady Diana Spencer nelle sue vicende umane, esistenziali e sociali, dando voce alla sua figura in una sorta di memoriale post-mortem in cui la Principessa, ripensando alla propria vita, narra di sé, dei suoi amori e dolori, dei suoi affetti più cari perduti.   «Quando penso a Diana – dice Paola Giorgi, che sarà sul palco del Teatro Cortesi di Sirolo il prossimo 21 agoto – penso ad Antigone, al suo atto di insubordinazione, al suo essere idealista e romantica e decisa ad affermare il primato della libertà. Con questa suggestione mi sono rivolta a Cesare Catà, uno scrittore profondo, coltissimo, sportivo, tenero e folle che ha fatto sbocciare la mia idea di Diana connettendola alle vicende di Medea, di Artemide, di Arianna; creandone un mito che Cesare ci permette di conoscere attraverso la sua palpebra di Dio».

Nel monologo, Lady D. dialoga con voci che sente giungere dal regno dei vivi: quelle dei due figli William e Henry, quella della Regina Elisabetta, quella del suo ex-consorte Carlo. Mentre racconta di sé, l’immagine di Lady D. si sovrappone a quella di alcune eroine della mitologia classica – Medea, Arianna, Antigone e Artemide – e il testo del monologo si interseca con estratti da Euripide, Ovidio, Sofocle, Seneca. Quello che lo spettacolo restituisce è il ritratto, fiabesco e psicologico a un tempo, di una delle figure di donna più amate, controverse e celebri del Novecento. Un ritratto dal sapore “neo-shakespeariano”, che getta una luce originale e commossa su uno spaccato della recente storia inglese ed europea.

Continue Reading

Ancona

Sforzi intensificati del Reparto Aeronavale della GdF ad agosto: sequestri, controlli e salvataggi

Published

on

Reparto Operativo Aeronavale Guardia di Finanza di Ancona

Nelle prime due settimane di agosto il Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Ancona, che ha competenza quale unica forza di polizia via mare su tutto il litorale marchigiano, ha compiuto controlli alle imbarcazioni, un salvataggio ad un natante in avaria a Ferragosto e sequestri per 350 chili di vongole illecitamente pescate.

ANCONA – Sono state due settimane di controlli intensi le prime due di agosto, per i finanzieri e i mezzi navali del Reparto Operativo Aeronavale, che ha competenza sull’intero tratto di mare territoriale regionale. Obiettivo degli sforzi intensificati non solo prevenire e contrastare i traffici illeciti via mare, ma anche salvaguardare la sicurezza dei numerosi turisti e residenti, che durante la stagione estiva affollano le località di mare delle Marche.

Durante le attività via mare, il Reparto Operativo Aeronavale di Ancona ha potuto contare sulla collaborazione delle pattuglie operanti a terra, messe in campo dai Comandi Provinciali della Guardia di Finanza delle Marche. In questo modo le fiamme gialle hanno presidiato le acque e le strade del litorale marchigiano, per contrastare il traffico di sostanze stupefacenti, l’immigrazione irregolare e altre attività illecite.

L’attività di servizio, nel solo weekend di ferragosto, ha consentito di identificare 20 soggetti e controllare 15 imbarcazioni da diporto, riscontrando diverse irregolarità in materia di polizia marittima. L’intensificazione delle operazioni dei Reparti navali della Guardia di Finanza, si è resa necessaria in seguito all’attribuzioni al Corpo quale unica Forza di Polizia operante a mare per garantire la tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica.

In tale ambito, particolarmente intenso è stato l’impegno operativo del Corpo in occasione dell’evento musicale denominato “Jova Beach Party” presso il Lido di Fermo, durante il quale, nelle sole due giornate del 5 e 6 agosto, sono stati impiegati 10 mezzi navali, vedendo inoltre la partecipazione di un elicottero del Reparto Operativo Aeronavale di Pescara, che ha assicurato il controllo del relativo spazio aereo.

In tale periodo, i finanzieri del Reparto Operativo Aeronavale hanno altresì eseguito 5 interventi in materia di polizia ittica, che hanno consentito il sequestro di 350 Kg di vongole, prive di etichettatura e della necessaria documentazione per la tracciabilità, pronte per essere commercializzate fuori dal circuito del mercato nazionale.

Non solo controlli e verifiche, ma anche azioni di salvataggio. A Ferragosto infatti, durante una crociera operativa, nell’ambito dell’operazione “Estate Sicura”, i finanzieri hanno eseguito un intervento di soccorso a favore di 6 diportisti a bordo di un natante in avaria.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.