fbpx
Connect with us

Ancona

Auto elettriche a Jesi, il Comune rinnova il parco macchine

Published

on

JESI – Il Comune manda in pensione le sue “ammiraglie” e le sostituisce con due auto elettriche. Il parco macchine del Comune di Jesi si rinnova nel segno della piena sostenibilità ambientale. In luogo di due Fiat Punto euro 0 del 1995 e del 1996 – che dopo 25 anni di onorato servizio sono state inevitabilmente rottamate – ecco una Twingo elettrica e una Fia Panda ibrida. Saranno utilizzate dai messi notificatori e dagli altri dipendenti per esigenze di servizio.

I due mezzi sono stati acquistati con fondi regionali, grazie ad un bando a cui il Comune aveva partecipato ottenendo il punteggio necessario per entrare in graduatoria. E ieri c’è stato il battesimo ufficiale alla presenza del sindaco Massimo Bacci e dell’assessore all’ambiente Cinzia Napolitano.

«Continuiamo nel solco di una mobilità sempre più sostenibile – ha sottolineato la Napolitano commentando l’acquisto di due auto elettriche a Jesi – ed il Comune giustamente è il primo a dover dare l’esempio. Mi piace sottolineare al riguardo un dato significativo. Ogni Comune che aderisce, come Jesi, al Patto dei Sindaci, per dimostrare in che modo intende raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni di anidride carbonica, deve redigere un Piano di Azione per l’Energia Sotenibile. Ebbene, da quello del nostro Comune emerge che in cinque anni, tra tutte le azioni intraprese su edifici pubblici per l’efficientamento energetico, sulla mobilità, sulla pubblica illuminazione, sui trasporti e sulla differenziata, la città di Jesi ha evitato l’emissione di oltre 36 mila tonnellate di anidride carbonica in atmosfera. È un percorso ambientale gratificante che continueremo a percorrere con tenacia e determinazione».

Ancona

Conferenza dei servizi sulla Fano-Grosseto: “Giornata storica, via a progetto per raddoppiabilità E78 a 4 corsie”

Published

on

ANCONA – “Oggi si è svolto un passaggio decisivo per la nuova impostazione che abbiamo voluto dare all’E78, una strada che vogliamo sia interamente progettata a 4 corsie e non si riduca ad un’arteria che s’allarga e restringe in maniera illogica come una fisarmonica, penalizzando soprattutto chi percorre il tratto marchigiano e le popolazioni che vivono nei Comuni a ridosso della strada. Le Marche e la provincia di Pesaro Urbino hanno diritto di avere una Fano-Grosseto che risponda alle esigenze del territorio e rappresenti una leva strategica di sviluppo che rompa l’isolamento rispetto alle altre regioni del Centro Italia ed ai Porti del Tirreno”.

Soddisfatto l’assessore alle Infrastrutture Francesco Baldelli che ieri ha ricevuto a Palazzo Li Madou della Regione Marche, l’ingegnere Massimo Simonini, Commissario Straordinario per la realizzazione della Fano-Grosseto, accompagnato dagli ingegneri Testaguzza e Catone e dall’Architetto Colazza, in occasione della Conferenza dei Servizi Preliminare convocata da Anas su richiesta dello stesso assessore Baldelli, alla presenza dei tecnici della Regione Marche guidati dall’architetto Goffi, dei Sindaci dei territori interessati, del Presidente della Provincia di Pesaro Urbino Giuseppe Paolini.

La scelta di discutere del futuro di questa arteria in un incontro tecnico proprio ad Ancona, in una delle sedi della Regione Marche, è un segnale importante, che testimonia la vicinanza della struttura commissariale e la determinazione dell’assessorato alle Infrastrutture e di tutta la filiera istituzionale dei territori, di dare forma, passo dopo passo, ad una Fano-Grosseto moderna, sicura e sostenibile.

Alla Conferenza dei Servizi di Palazzo Li Madou, infatti, è stata unanime la condivisione dei Sindaci presenti, degli Enti e del Presidente della Provincia di Pesaro Urbino all’ipotesi avanzata dalla Regione Marche, ipotesi indirizzata verso la scelta del cosiddetto itinerario 1, che indica la realizzazione a stralci di una strada di tipo B raddoppiabile a 4 corsie per tutta l’estensione del tracciato.

“Tutti i lotti della E 78 sono stati progettati e verranno progettati con possibilità di raddoppio – ha ribadito il Commissario Simonini -. Oggi prendiamo atto delle decisioni della regione Marche e di tutti gli Enti coinvolti della scelta dell’itinerario. I prossimi passi saranno quelli di trasmettere gli atti dell’odierna Conferenza dei Servizi al Ministero, comunicando la totalità dei consensi nei confronti della scelta all’alternativa 1, mentre a seguire faremo le relative valutazioni economiche. La condivisione totale dell’ipotesi di raddoppiabilità mi sembra una scelta sensata, nella logica di una visione complessiva delle infrastrutture delle Marche e del Centro Italia”.

Ha concluso l’assessore Baldelli: “Dopo questo consenso unanime verso l’alternativa 1, informiamo Anas che nel Masterplan delle infrastrutture stradali, la Regione Marche sta progettando anche alcune incompiute ‘minori’ del territorio, con l’obiettivo di realizzare le intervallive e le pedemontane che rappresentano la cosiddetta ‘autostrada dei territori interni’, che collegano le superstrade marchigiane, la Salaria, la Quadrilatero e appunto la Fano-Grosseto da nord a sud della regione e viceversa”.

Continue Reading

Ancona

Ancona, bersagliavano l’agenzia rivale, per il controllo dei funerali: 9 denunce

Una cooperativa avrebbe cercato di conquistare il monopolio dei servizi funebri, dando il tormento alla concorrenza.

Published

on

Ancona minacce a un'agenzia di onoranze funebri per il controllo dei funerali: auto e furgoni brucati, atti intimidatori e furti

Gomme bucate, auto e furgoni danneggiati, rubati e dati alle fiamme, ma anche uso indebito di carte di credito e minacce di vario tipo. Sono le accuse per cui sono indagate 9 persone facenti parte di una cooperativa attiva nei servizi funebri. Avrebbero bersagliato una compagnia rivale, con minacce e atti intimidatori, per ottenere il monopolio dei funerali organizzati ad Ancona.

ANCONA – La Squadra Mobile della Questura di Ancona ha concluso le indagini relative all’operazione “Undertaker”, becchino in inglese. Nove persone appartenenti ad una cooperativa di Ancona attiva nel settore dei servizi funebri e dell’organizzazione dei funerali, alcune delle quali già note alle forze dell’ordine, sono state denunciate per minacce, aggressioni e danni ad una agenzia rivale. Secondo gli inquirenti, avrebbero bersagliato la concorrenza attraverso atti intimidatori e gesti di concorrenza sleale, al fine di ottenere un monopolio sulle esequie che avvengono in città.

Le accuse nei confronti degli indagati sono: concorrenza con minaccia e violenza, danneggiamento aggravato su autoveicoli, furto ed incendio di veicoli, indebito utilizzo di carte di pagamento e, in un caso, favoreggiamento personale. I reati sarebbero stati commessi in un periodo compreso fra il 218 e il 1019.

Il primo episodio fu il taglio degli pneumatici dell’auto dell’amministratore dell’agenzia di onoranze funebri, seguita poco dopo dalla vettura della moglie. Stessa sorte per un furgoncino in uso all’agenzia. Nel maggio del 2019 il primo incendio doloso, di una delle due auto, e nel dicembre dello stesso anno ad essere rubato e dato alle fiamme fu il furgone.

In quest’utlimo mezzo, alcune delle persone indagate, avrebbero trovato diverse carte di credito e le avrebbero utilizzate per fare prelievi di denaro contante. I poliziotti hanno condotto le indagini attraverso scrupolose osservazioni, pedinamenti, perquisizioni e riscontri tecnici. Dopo la conclusine delle stesse, hanno notificato agli indagati l’avviso di garanzia.

Continue Reading

Ancona

Aeroporto di Ancona, tornano i voli Volotea per Cagliari e Olbia

Published

on

ANCONA – Tornano all’Aeroporto delle Marche ‘Sanzio’ di Ancona-Falconara Marittima i voli per Olbia e Cagliari. Volotea, compagnia aerea low cost che collega tra loro città di medie e piccole dimensioni e capitali europee, ripristina, venerdì 27 maggio, i suoi collegamenti dallo scalo di Ancona verso Olbia (fino a tre frequenze a settimana, martedì, mercoledì e venerdì); mentre dal 28 maggio si ritorna a volare anche verso Cagliari (2 frequenze settimanali, mercoledì e sabato).

“Grazie a queste due ripartenze, – ricorda la compagnia aerea – salgono a quattro le destinazioni raggiungibili a bordo degli aeromobili Volotea da Ancona: non vanno dimenticati, infatti, i voli già operativi alla volta di Palermo (fino a 4 frequenze settimanali ogni lunedì, mercoledì, venerdì e domenica) e Catania (frequenza giornaliera)”. La riattivazione dei voli da Ancona, sottolinea Volotea, “riconferma l’impegno della low-cost nell’offrire collegamenti comodi, veloci e diretti dai principali aeroporti verso Sardegna e Sicilia e, allo stesso tempo, punta a sostenere la ripresa del comparto turistico, traino fondamentale per la ripresa economica dell’Italia”.

Durante il periodo estivo, Volotea opererà nel suo network con una flotta di 41 aeromobili (contro i 36 dell’estate 2019): a seguito dell’arrivo di Airbus A320 aggiuntivi, arricchirà la sua offerta, grazie alla maggiore capacità dei nuovi aeromobili e al loro raggio di volo più ampio. In termini di volume, Volotea “aumenterà la capacità dei posti di circa il 40% rispetto al 2019, quando lofferta era di 8 milioni di posti. La compagnia prevede di trasportare tra i 9 e i 9,5 milioni di passeggeri quest’anno, circa il 32% in più rispetto al suo record assoluto registrato nel 2019, quando sono stati trasportati 7,6 milioni di passeggeri”. 

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.