fbpx
Connect with us

Pescara

Scoppiate due liti: prima in un locale e poi al pronto soccorso

Pubblicato

il

Sono scoppiate due liti, la prima in un locale e l’altra mentre cercano di entrare al Pronto soccorso.

PESCARA – Nella stessa notte intorno le ore 03:00 sono scoppiate due liti. Dei giovani universitari in stato di ebrezza sono i protagonisti dei due episodi accaduti. La prima lite è avvenuta in un locale pubblico di Pescara, dove uno studente è stato aggredito. Il 21enne, originario del posto, ha riferito che dentro il locale è stato colpito alle spalle. Il giovane, inoltre, ha raccontato di aver preso un pugno al naso senza riuscire a vedere il volto dell’aggressore.

Sul posto quando è giunta la Squadra Mobile, gli agenti hanno identificato un ragazzo e una ragazza, maggiorenni in compagnia dell’aggredito. I ragazzi, sono stati trovati tutti in stato di ubriachezza e sono stati multati da una sanzione amministrativa dell’articolo 688 C.P. per ubriachezza. La seconda lite è accaduta intorno alle 4,40, al Pronto Soccorso . La segnalazione alla Squadra Mobile è avvenuta per quattro ragazzi che hanno tentato di accedere con forza all’ospedale.

I giovani volevano entrare per visitare un’ amica giunta per un infortunio accaduto nello stesso locale dell’aggressione. Intervenuti gli agenti, i quattro giovani sono stati informati di non potere accedere al Pronto Soccorso a causa delle norme Covid. Nonostante sono stati invitati di attendere all’esterno, i ragazzi, sono entrati da un altro accesso.

A quel punto, i quattro, sono stati fermati dagli addetti al servizio di portierato ed è scoppiata una discussione. Due dei quattro giovani, sono stati identificati nel locale dell’aggressione. I ragazzi, hanno dichiarato che nella lite sono stati aggrediti fisicamente. I due, sono stati medicati allo stesso Pronto Soccorso e giudicati guaribili in 3 giorni.

Abruzzo

Città Sant’Angelo, Farmacia Comunale: Ffp2 in regalo agli studenti in scuolabus

Pubblicato

il

CITTA’ SANT’ANGELO – Saranno distribuite una ventina di mascherine a ogni bambino dai 6 anni che saranno trasportati sugli scuolabus comunali. Non devono fare richieste o recarsi presso gli uffici, ma verranno distribuite a coloro che usufruiranno del servizio scuolabus perché hanno l’obbligo di indossare le Ffp2.

Le mascherine Ffp2 saranno donate dalla Farmacia Comunale di Città Sant’Angelo: un gesto davvero di sensibilità e di vicinanza alle famiglie: “Nel comprendere quanta preoccupazione vivano le famiglie che quotidianamente mandano i propri figli a scuola, – ha detto Simona Rapagnetta, assessore alle Partecipate – la distribuzione di queste mascherine, specifiche per accedere al trasporto scolastico, vuole rappresentare un segno di vicinanza in un momento tanto concitato e difficile anche per gli studenti così colpiti dalle restrizioni anti-Covid. É un piccolo gesto ma fortemente voluto dalla nostra Amministrazione. È doveroso un ringraziamento a tutto il personale della FCCSA per la particolare dedizione con la quale garantisce un trasporto in piena sicurezza”.

“Ringrazio per la sensibilità che la Farmacia Comunale – ha spiegato il sindaco Perazzetti – ha come società dimostrato: sempre in prima linea nel combattere questa pandemia, oggi dona queste mascherine. Questo è il risultato di un’ottima gestione della società stessa che purtroppo per una scellerata decisione pregressa stava per essere dismessa secondo la Legge Madia, ma che noi, sempre in quell’ottica di rendere tutte le partecipate pubbliche, abbiamo rilanciato cercando una fusione con Ambiente Spa perché le buone società, le società che producono utili e che danno risultati positivi devono essere salvate”.

Continua a leggere

Abruzzo

Coronavirus Abruzzo, dati aggiornati al 20 gennaio: oggi 4004 nuovi positivi e 248 guariti

Pubblicato

il

PESCARA – Sono 4004 (di età compresa tra 1 mese e 102 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall’inizio dell’emergenza – al netto dei riallineamenti  a 180855. Dei positivi odierni, 2554 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 6 nuovi casi (di età compresa tra 71 e 98 anni, 1 in provincia di Pescara, 3 in provincia di Chieti e 1 in provincia di Teramo, mentre l’ultimo risale ai giorni scorsi ed è stato comunicato solo oggi dalla Asl) e sale a 2726

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 96670 dimessi/guariti (+248 rispetto a ieri).  

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 81459* (+3748 rispetto a ieri). 

*(nel totale sono ricompresi anche 69054 casi riguardanti pazienti persi al follow up dall’inizio dell’emergenza, sui quali sono in corso verifiche)

418 pazienti (+7 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 40 (+3 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 81001 (+3738 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. 

Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 7382 tamponi molecolari (1853489 in totale dall’inizio dell’emergenza) e 24313 test antigenici (2372512).  

Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 12.63 per cento. 

Del totale dei casi positivi, 38482 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+775 rispetto a ieri), 49397 in provincia di Chieti (+1043), 42988 in provincia di Pescara (+996), 45187 in provincia di Teramo (+1048), 2327 fuori regione (+39) e 2474 (+101) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. 

Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità. 

Continua a leggere

Abruzzo

Disincagliato peschereccio nel porto di Pescara

Pubblicato

il

PESCARA – Si sono concluse nel primo pomeriggio del 18 gennaio le operazioni di disincaglio del Motopesca rimasto insabbiato in fase di uscita dal porto nella notte tra domenica e lunedì scorsi.

Le operazioni, eseguite dal Motopontone Guglielmo, si sono svolte sotto il coordinamento e la costante vigilanza dell’Autorità Marittima di Pescara che ha supervisionato le stesse per prevenire ed evitare ogni eventuale situazione di pericolo, interdicendo il traffico marittimo durante le operazioni. Nonostante le difficoltà derivate dalle condizioni createsi a seguito del verificarsi dell’evento, la risoluzione della problematica in tempi ristretti, grazie anche all’azione sinergica con le altre autorità locali, ha permesso di rimuovere un pericolo che si era venuto a creare.

Sono in corso da parte della Capitaneria di Porto le indagini tese a verificare la dinamica di quanto accaduto.

L’armatore dell’unità, attualmente agli ormeggi in banchina Nord, è stato intimato di porre in essere, con la massima urgenza, ogni misura volta ad assicurare le condizioni di galleggiabilità, verificando costantemente le condizioni di sicurezza dell’unità, la quale potrà intraprendere la navigazione solo dopo le necessarie visite cui sarà sottoposta da parte dell’Organismo di Verifica Riconosciuto

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via Metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.

Privacy Policy