fbpx
Connect with us

Abruzzo

Intervista a Ilaria Di Giandomenico, creatrice della pagina “Lu salabbarije de lu cafone”

Pubblicato

il

Fra le pagine Facebook storicamente più importanti del web abruzzese, svetta “Lu salabbarije de lu cafone”, creata finanche nell’ottobre 2010, attualmente seguita da oltre 40.000 persone.

Con un programma chiaro fin dai primi tempi – insegnare il dialetto abruzzese – “il sillabario” ha sfornato negli anni migliaia di vignette didattiche, sempre fra il serio e il faceto.

La mente dietro tale lavoro è quella di una donna, Ilaria Di Giandomenico, la quale per la prima volta ha deciso di raccontarsi un poco.

Ciao Ilaria, grazie per aver accettato l’invito. A secco dai: di chi si la fije, qual è il tuo paese e tutte cose.

Grazie a te per avermi invitato. Ho creato questa pagina 10 anni fa e, a parte qualche amico, ho sempre cercato di restare in anonimato, forse anche un po’ per pudore. Vi racconto un aneddoto: un giorno, un ragazzo che aveva saputo che ero la “coccia” del salabbario, venne nel negozio dove lavoro e mi disse: “dunque tu sei quella del salabbario!? Incredibile, mi aspettavo una grezzona!”. Ed io: “in realtà lo sono, ma solo per hobby”. Dunque eccomi qua, sono Ilaria Di Giandomenico, nata e cresciuta ad Alanno da “Ndunetta” ed Ernino de li Cappillise. Dal soprannome si deducono le origini della mia famiglia, infatti il mio bisnonno Orgonio (scine li sacce ca è strane, nome unico al mondo) era di Cappelle sul Tavo. Ho 49 anni, un compagno belle e pazziarelle ma senza suldarelle di nome Marcelle, due figli, Greta di 21 e Paride di 16 anni. Attualmente vivo e lavoro a Scafa come commessa in un negozio di “ddurine, sapunette e Olà”.

Perché decidesti di creare una pagina dedicata ai dialetti abruzzesi?

Essendo nata e cresciuta in campagna da una famiglia agricola, insieme ai nonni, ovviamente la mia lingua madre è il dialetto e quando 10 anni fa mi sono iscritta su Facebook, mi sono resa conto che le pagine dialettali scrivevano un abruzzese italianizzato, proprio perché molti termini e modi di dire si sono persi negli ultimi anni. Da qui l’idea di un sillabario che riproponesse un vocabolario dimenticato o in disuso, cercando di mantenere un linguaggio non offensivo o volgare, nei limiti del possibile. Ma si une è cafone manche pò parlà pizzute!

Il tuo sillabario spazia fra vari dialetti agricoli, pur concentrandosi – mi è sempre parso – su quelli del Pescarese. Sbaglio? Come lavori in tal senso?

Spesso mi viene fatto notare che il dialetto della mia pagina non appartiene a tutta la regione. In effetti l’abruzzese ha varianti linguistiche persino tra paesi confinanti. Io uso quello della zona pescarese non solo perché è quello che conosco meglio, ma anche perché se l’abruzzese deve essere rappresentato, non potrà che essere quello esportato da poeti come Modesto Della Porta e comici come Nduccio. Sciccise la zappe!

Qual è stata la soddisfazione più bella che hai avuto grazie alla pagina?

Le soddisfazioni arrivano tutti i giorni con i commenti e le interazioni dei fan. Mi piace pensare che, a volte, riuscire a strappare un sorriso ad una persona che ha avuto una brutta giornata non sia cosa da poco e molti messaggi rivolti alla pagina me lo confermano. Io mi ci ardicreo!

Le tue vignette – storicamente – vengono “rubate” e riproposte a tutte le vie, sovente senza citazione. Come vivi questo fatto discretamente fatticcio?

In tutti i social vige questo sistema di “frecaggio” e anche se a volte mi si arruvellano le videlle, per lo più vivo la cosa con filosofia, tipo jì puzza vinì ‘na cacarelle a fischiette!

Vista la mole ormai decennale di lavoro, non hai mai pensato di raccogliere il tutto in un sillabario cartaceo?

L’idea del libro c’è da molto tempo, in effetti ho iniziato a buttare giù degli appunti. Vorrei riuscire a creare sia una raccolta di vecchie fiabe abruzzesi, tipo la versione di mia nonna di Cappuccetto rosso (molto più cruenta di quella dei fratelli Grimm) e anche una raccolta di vignette con personaggi agricoli. Le idee sono tante ma tra famiglia e lavoro, manca sempre il tempo. Però, nzì pò mai sapè!

So che sei impegnata anche in altri progetti.

Sì, tra i vari hobby, sono anche un’attrice teatrale, stranamente non dialettale, ed insieme al mio compagno abbiamo creato un canale youtube chiamato “i voccapertos”… tutto un programma!

Grazie assai commà.

Grazie a te e a tutta la redazione del Martino, è stato un onore per me.

Continua a leggere
Pubblicità

Teramo

Teramo, il sindaco D’Alberto visita l’Istituto Alessandrini-Marino, domenica 23 il Career Day

Pubblicato

il

career day all'Istituto Alessandrini-Marino di Teramo

TERAMO – Sabato 15 e domenica 16 gennaio si sono svolti gli Open Day dell’Istituto di Istruzione Superiore “Alessandrini-Marino” di Teramo, mentre si terrà la prossima domenica 23 gennaio il Career Day. Gli incontri si sono svolti in presenza, nel pieno rispetto delle norme anti-Covid e previa prenotazione della fascia oraria disponibile, ed hanno permesso la visita ai locali dell’Istituto con ingressi contingentati in piccoli gruppi per ogni fascia oraria.

Gli studenti ed i rispettivi genitori che hanno partecipato si sono potuti orientare sui vari indirizzi di studio offerti dalla scuola e sulle dotazioni presenti in essa, incontrandosi con docenti e allievi dell’istituto. Tra i presenti anche il Sindaco di Teramo, Gianguido D’Alberto, che ha visitato i locali della scuola intrattenendosi con docenti, studenti e genitori e congratulandosi con la Dirigenza per l’organizzazione e per le numerose dotazioni tecnologiche ivi presenti.

Questi gli indirizzi che possono essere scelti:

  • Istituto Tecnico Tecnologico “E. Alessandrini”
  • Chimica, Materiali e Biotecnologie
  • Elettronica ed Elettrotecnica (con Curvatura Robotica)
  • Informatica e Telecomunicazioni (con Curvatura Robotica)
  • Meccanica, Meccatronica ed Energia (con Curvatura Robotica)

In particolare, nei tre indirizzi “Elettronica ed Elettrotecnica”, “Informatica e Telecomunicazioni” e “Meccanica, Meccatronica ed Energia”, si è deciso di utilizzare la quota del 20% nell’ambito dall’autonomia, per caratterizzare il curricolo degli studenti, fornendo loro competenze specifiche nell’ambito della Robotica. Ciò è stato possibile rimodulando tre ore delle materie caratterizzanti con percorsi specifici trasversali ed integrando le peculiarità di ogni indirizzo con elementi delle altre specializzazioni.

Pertanto, senza aggiungere ore di scuola, sono state inserite le tre materie Sistemi robotici, Meccanica del Robot e Informatica Industriale al fine di conseguire le seguenti competenze specialistiche:

  • conoscere le diverse parti costitutive del robot (architettura meccanica, elettrica, elettronica, informatica) e saper utilizzare i diversi programmi di simulazione per il loro controllo;
  • saper sfruttare le potenzialità del robot in un ambiente di lavoro al fine di operare ottimizzazioni tecniche ed economiche sui cicli di produzione ed assemblaggio con riferimento alla sicurezza, anche informatica;
  • conoscere i sistemi domotici (casa automatizzata) e della building automation (edificio automatizzato);
  • saper progettare un sistema domotico o robotico valorizzando impatto ambientale ed ecosostenibilità in sistemi di Internet delle Cose (IoT) e di Industria 4.0.
  • Istituto Professionale “E. Marino”
  • Manutenzione e Assistenza Tecnica
  • Operatore Elettrico (con qualifica triennale)
  • Operatore Meccanico (con qualifica triennale)
  • Odontotecnico
  • Gestione delle Acque e Risanamento Ambientale (G.A.R.A.)

Tra gli indirizzi previsti per l’I.P. “Marino si segnala un nuovo indirizzo molto importante per il territorio, cioè quello della Gestione delle Acque e Risanamento Ambientale. Infatti il diplomato di questo indirizzo interviene nella tutela e nella gestione delle acque sotterranee, superficiali interne e marine e si caratterizza per la conoscenza dei processi e degli impianti e per l’acquisizione delle tecniche di intervento operativo per la tutela del territorio con particolare riferimento alla gestione delle risorse idriche ed ambientali ed ha competenze multidisciplinari di base, in ambito tecnico-professionale per poter svolgere mansioni in sicurezza, nel rispetto dell’ambiente, nella gestione delle acque, delle reti idriche e fognarie, degli impianti e nelle attività di risanamento.

Le attività di Orientamento si concluderanno domenica 23 gennaio 2022 con il Career Day, evento che si terrà a partire dalle ore 16:00. L’obiettivo principale di questo evento è quello di far conoscere i possibili sbocchi nel mondo del lavoro, avendo la possibilità di dialogare con i rappresentanti delle maggiori aziende del territorio.

Il Dirigente Scolastico, prof.ssa Stefania Nardini, invita i genitori degli studenti delle classi terze delle scuole secondarie di primo grado della provincia a partecipare al suddetto evento che si svolgerà in presenza, nel rispetto delle norme anti-Covid e previa prenotazione che, per ragioni organizzative, dovrà essere effettuata, entro le ore 11:00 di sabato 22 gennaio 2022, al link https://www.iisteramo.edu.it/prenotazione

Si precisa che tutti i genitori partecipanti dovranno essere in possesso del Green pass rafforzato e indossare la mascherina FFP2

Per ulteriori informazioni è possibile telefonare (nei giorni feriali e in orario antimeridiano) allo 0861/411762 e chiedere di uno dei seguenti Referenti per l’Orientamento:

  • Prof. Marcello Farinelli
  • Prof. Roberto Arduini
  • Prof.ssa Amalia Savini 
  • Prof. Gianfranco Romantini

Continua a leggere

Abruzzo

Covid-19, l’Abruzzo da lunedì in zona Arancione

Pubblicato

il

L’AQUILA – Altre quattro Regioni rischiano il passaggio in zona arancione a partire dal 24 gennaio. Si tratta di Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Piemonte e Sicilia. È quanto emerge dagli indicatori sull’andamento dell’epidemia di Covid-19. È attesa per oggi l’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza che dovrebbe confermare l’abbandono del giallo per i quattro territori. Attualmente, già in zona arancione c’è la Valle d’Aosta. Mentre in zona bianca restano Basilicata, Molise, Puglia, Sardegna e Umbria.

Un territorio passa dalla fascia gialla a quella arancione al superamento simultaneo di tre indicatori considerati cruciali per il contenimento della pandemia: il tasso di occupazione delle terapie intensive al 20%, quello nei reparti ordinari al 30% e l’incidenza settimanale dei casi Covid che arriva a 150 positivi ogni 100mila abitanti.

In Abruzzo l’occupazione in terapia intensiva è al 22% e quella in area medica al 32%. L’incidenza nel periodo dal 17 gennaio al 20 gennaio è di 1.126 positivi ogni 100mila abitanti. Superati tutti i parametri per il passaggio in arancione.

Continua a leggere

Abruzzo

Città Sant’Angelo, Farmacia Comunale: Ffp2 in regalo agli studenti in scuolabus

Pubblicato

il

CITTA’ SANT’ANGELO – Saranno distribuite una ventina di mascherine a ogni bambino dai 6 anni che saranno trasportati sugli scuolabus comunali. Non devono fare richieste o recarsi presso gli uffici, ma verranno distribuite a coloro che usufruiranno del servizio scuolabus perché hanno l’obbligo di indossare le Ffp2.

Le mascherine Ffp2 saranno donate dalla Farmacia Comunale di Città Sant’Angelo: un gesto davvero di sensibilità e di vicinanza alle famiglie: “Nel comprendere quanta preoccupazione vivano le famiglie che quotidianamente mandano i propri figli a scuola, – ha detto Simona Rapagnetta, assessore alle Partecipate – la distribuzione di queste mascherine, specifiche per accedere al trasporto scolastico, vuole rappresentare un segno di vicinanza in un momento tanto concitato e difficile anche per gli studenti così colpiti dalle restrizioni anti-Covid. É un piccolo gesto ma fortemente voluto dalla nostra Amministrazione. È doveroso un ringraziamento a tutto il personale della FCCSA per la particolare dedizione con la quale garantisce un trasporto in piena sicurezza”.

“Ringrazio per la sensibilità che la Farmacia Comunale – ha spiegato il sindaco Perazzetti – ha come società dimostrato: sempre in prima linea nel combattere questa pandemia, oggi dona queste mascherine. Questo è il risultato di un’ottima gestione della società stessa che purtroppo per una scellerata decisione pregressa stava per essere dismessa secondo la Legge Madia, ma che noi, sempre in quell’ottica di rendere tutte le partecipate pubbliche, abbiamo rilanciato cercando una fusione con Ambiente Spa perché le buone società, le società che producono utili e che danno risultati positivi devono essere salvate”.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via Metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.

Privacy Policy