fbpx
Connect with us

Abruzzo

Teramo, progetto “L’Elefante Bianco”: un nuovo servizio per prevenire la violenza di genere. Si agisce sugli uomini maltrattanti

Pubblicato

il

TERAMO – Finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri apre a Teramo, nella sede della Provincia di Piazza Garibaldi a Teramo a cura della Cooperativa “L’Elefante Bianco” un nuovo servizio contro la violenza di genere rivolto, questa volta, agli uomini maltrattanti.

L’obiettivo, laddove ve ne sono le condizioni, è quello di avviare un “percorso di responsabilizzazione degli autori di violenza”: un luogo ed un riferimento per quegli uomini che vogliono intraprendere un percorso di cambiamento ed assumersi la responsabilità del loro comportamento sbagliato di maltrattamento fisico e/o psicologico, economico, sessuale, di stalking. 

La cooperativa segue il protocollo del CAM di Firenze (Centro Ascolto Uomini) il primo ad essere nato in Italia grazie anche al sostegno della ASL 10: un protocollo sperimentato che in questi anni ha fatto da apripista nel nostro Paese seguendo l’esempio di innovative esperienze europee. 

Sedi del servizio: Atri (Asp2); Pineto (complesso Poseidon); Silvi (via Piave); Teramo, sede della Provincia, Piazza Garibaldi (martedì e giovedì).

Due, sostanzialmente, i filoni di intervento:

  • percorso di responsabilizzazione per autori di violenza, con supervisione del CAM 
  • interventi di prevenzione primaria nelle scuole e sul territorio.

L’équipe specializzata è composta da 8 unità ed è attualmente formata da un’assistente sociale coordinatrice, una sociologa, quattro psicoterapeuti e due psicologi, tutti formati presso ilCam. Il centro si rivolge a due tipologie di utenza: gli uomini presi in carico su indicazione dell’Autorità giudiziaria e gli uomini che contattano il centro spontaneamente per prendere il primo appuntamento o anche solo per ricevere delle informazioni attraverso il contatto telefonico, i social o per email.

Il percorso di responsabilizzazione per autori di violenza è strutturato in incontri motivazionali e percorsi di gruppo. Durante gli incontri, condotti da un operatore, si indaga la disponibilità al cambiamento, la consapevolezza dei propri agiti e si rilevano la storia della violenza e il suo impatto. I percorsi di gruppo, cogestiti da un operatore e un’operatrice, si dividono in psicoeducativi e psicoterapeutici.

Il percorso psicoeducativo è strutturato e affronta i temi della violenza di genere, le emozioni, gli stereotipi, e da quest’anno anche il tema della genitorialità e del rilassamento progressivo. Nel gruppo psicoterapeutico, l’uomo continua il lavoro su di sé e sui propri comportamenti, anche attraverso due nuove metodologie di intervento: il libro “scrivermi per leggermi”, adottato già da alcuni anni dal Cam di Firenze e tecniche psicocorporee per la gestione della rabbia

In tutte le fasi del percorso, viene favorito il contatto con il partner con l’intento di rilevare le informazioni sulla violenza perpetuata dal maltrattate in una visione a 360° utile nel lavoro con l’uomo; indicare alla donna i centri presenti sul territorio per supportarla e, nel caso in cui gli operatori dovessero riscontrare un alto rischio per la donna e i minori, comunicarglielo tempestivamente. 

Il trattamento è considerato concluso quando l’uomo ha raggiunto la consapevolezza sulle motivazioni alla base dei comportamenti violenti ed è in grado di cessarli dopo aver compiuto azioni riparative rispetto alle vittime.

Particolare attenzione è data alla valutazione del rischio di recidiva, per cui il servizio si avvale di fondamentali strumenti per la rilevazione somministrati sia alle vittime, sia agli uomini in carico.

Teramo

Domenica 28 luglio a Villa Rosa la terza edizione del Colormob

Pubblicato

il

III colormob villa rosa 2024

Musica, colori e tanto divertimento animeranno il lungomare Italia a Villa Rosa, all’angolo con via Fregene, dalle 17 di domenica 28 luglio, per la terza edizione del Colormob.

TERAMO – Dopo la grande partecipazione di pubblico registrata negli scorsi anni, a Villa Rosa di Martinsicuro torna il Colormob, giunto alla sua terza edizione. «Un evento che nasce dalla volontà innanzi tutto di stare insieme – le parole del consigliere con delega alle politiche giovanili, Lorenzo Ritrovati – e di lanciare un grido contro ogni forma di discriminazione: il tuo colore non è uguale al mio, ma solo accogliendo l’unicità di ogni colore si ha l’arcobaleno».
Un evento, quindi, che mira a promuovere l’uguaglianza e la tolleranza avvicinando quanti più possibile le persone tra loro. Per partecipare si consigliano indumenti bianchi per permettere ai colori di prendere ancora più risalto.

III colormob villa rosa 2024 alessandro casmirri lorenzo ritrovati

«Un ringraziamento va a tutti gli uffici comunali che si sono adoperati, come ogni anno, con tanto impegno e professionalità per questo evento, in particolare all’Ufficio Sport e Politiche Giovanili e all’Ufficio Turismo – commenta invece Alessandro Casmirri, delegato allo Sport –
Un grazie anche a Archagency Fashion Art per aver organizzato l’evento, gli On Air Band e la bravissima Antonella Ciocca che presenterà l’evento».

Continue Reading

Pescara

Operazione Stop Fake: disarticolata filiera del falso tra Roma e Pescara

bigiotteria sequestrata pescara 2

Pubblicato

il

bigiotteria sequestrata pescara

Oltre 400 mila articoli di bigiotteria, per un valore complessivo di circa 260 mila euro, sono stati sequestrati dalle fiamme gialle di Pescara. Le indagini sono partite da un negozio di Pescara e si sono estese fino a coinvolgere il grossista ed importatore, con sede a Roma.

PESCARA – Packaging inadeguato ed assenza di informazioni sulla composizione dei materiali. La Guardia di Finanza di Pescara ha sequestrato oltre 400 mila articoli di bigiotteria non conformi, tra orecchini, ciondoli, piercing e collane non sicuri. Le fiamme gialle hanno disarticolato una vera e propria filiera del falso che agiva sull’asse tirreno-adriatico. Le indagini sono partite da un negozio di Pescara e si sono estese fino a raggiungere la capitale, dove il grossista aveva sede.

Questi è stato denunciato per per frode in commercio, poiché sprovvisto della documentazione afferente i test di laboratorio sui metalli pesanti presenti nei prodotti venduti, nelle percentuali massime previste.

Il Comandante Provinciale, il tenete colonnello Antonio Caputo, ha evidenziato che «il piano di azione Stop Fake delle Fiamme Gialle pescaresi, si inscrive nell’ambito del dispositivo a tutela del Made in Italy e della salute dei consumatori. In questo caso le indagini, partite dal controllo economico del territorio, hanno consentito di mappare le attività delle società locali, quantificandone il rischio di contraffazione. La diagnosi investigativa e il conseguente follow up sul falso destinato al territorio della provincia, hanno portato, quindi, ad intervenire con sopralluoghi nei punti vendita target. Da qui la risalita della filiera, che, attraverso l’analisi della documentazione contabile, ha permesso di individuare i canali di approvvigionamento dei beni illegali e gli ulteriori soggetti coinvolti».

Continue Reading

Chieti

Controlli della GdF allo Shock Wave Festival: droga e mancati scontrini

Pubblicato

il

controlli gdf shock wave festival unità cinofila

In occasione dello Shock Wave Festival tenutosi lo scorso fine settimana a Francavilla al Mare, i finanzieri hanno eseguito controlli straordinari con l’ausilio delle unità cinofile.

CHIETI – 22 giovani segnalati per possesso di stupefacenti e 5 attività sanzionate per violazioni di natura fiscale. E’ il bilancio dei controlli effettuati lo scorso fine settimana a Francavilla al Mare dai finanzieri del Comando Provinciale di Chieti, in occasione dello Shock Wave Festival, che ha visto la partecipazione di circa 15 mila ragazzi.

I controlli antidroga sono stati effettuati dai militari della Tenenza di Ortona, coordinati dal Tenente Giancarlo Passeri, con l’ausilio delle unità cinofile del Gruppo di Pescara. Le ispezioni hanno riguardato sia le aree dei concerti, che le zone limitrofe e le vie di accesso alla manifestazione. Sono stati sequestrati 44 spinelli già confezionati e circa 30 grammi tra cocaina, marijuana e hashish.

Sempre dentro e fuori la zona dei concerti, le fiamme gialle hanno effettuato verifiche anche all’interno delle attività commerciali presenti.  Per la metà delle attività controllate sono state elevate contestazioni a partire da un minimo di € 500 di sanzione amministrativa, ma l’attività investigativa è in ancora in corso con il fine di individuare possibili altre irregolarità celate.

controlli scontrini gdf shock wave festival

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro, Via Gabriele D'annunzio 37, Cap 64014 - Sede Operativa: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.