fbpx
Connect with us

Abruzzo

Teramo, progetto “L’Elefante Bianco”: un nuovo servizio per prevenire la violenza di genere. Si agisce sugli uomini maltrattanti

Pubblicato

il

TERAMO – Finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri apre a Teramo, nella sede della Provincia di Piazza Garibaldi a Teramo a cura della Cooperativa “L’Elefante Bianco” un nuovo servizio contro la violenza di genere rivolto, questa volta, agli uomini maltrattanti.

L’obiettivo, laddove ve ne sono le condizioni, è quello di avviare un “percorso di responsabilizzazione degli autori di violenza”: un luogo ed un riferimento per quegli uomini che vogliono intraprendere un percorso di cambiamento ed assumersi la responsabilità del loro comportamento sbagliato di maltrattamento fisico e/o psicologico, economico, sessuale, di stalking. 

La cooperativa segue il protocollo del CAM di Firenze (Centro Ascolto Uomini) il primo ad essere nato in Italia grazie anche al sostegno della ASL 10: un protocollo sperimentato che in questi anni ha fatto da apripista nel nostro Paese seguendo l’esempio di innovative esperienze europee. 

Sedi del servizio: Atri (Asp2); Pineto (complesso Poseidon); Silvi (via Piave); Teramo, sede della Provincia, Piazza Garibaldi (martedì e giovedì).

Due, sostanzialmente, i filoni di intervento:

  • percorso di responsabilizzazione per autori di violenza, con supervisione del CAM 
  • interventi di prevenzione primaria nelle scuole e sul territorio.

L’équipe specializzata è composta da 8 unità ed è attualmente formata da un’assistente sociale coordinatrice, una sociologa, quattro psicoterapeuti e due psicologi, tutti formati presso ilCam. Il centro si rivolge a due tipologie di utenza: gli uomini presi in carico su indicazione dell’Autorità giudiziaria e gli uomini che contattano il centro spontaneamente per prendere il primo appuntamento o anche solo per ricevere delle informazioni attraverso il contatto telefonico, i social o per email.

Il percorso di responsabilizzazione per autori di violenza è strutturato in incontri motivazionali e percorsi di gruppo. Durante gli incontri, condotti da un operatore, si indaga la disponibilità al cambiamento, la consapevolezza dei propri agiti e si rilevano la storia della violenza e il suo impatto. I percorsi di gruppo, cogestiti da un operatore e un’operatrice, si dividono in psicoeducativi e psicoterapeutici.

Il percorso psicoeducativo è strutturato e affronta i temi della violenza di genere, le emozioni, gli stereotipi, e da quest’anno anche il tema della genitorialità e del rilassamento progressivo. Nel gruppo psicoterapeutico, l’uomo continua il lavoro su di sé e sui propri comportamenti, anche attraverso due nuove metodologie di intervento: il libro “scrivermi per leggermi”, adottato già da alcuni anni dal Cam di Firenze e tecniche psicocorporee per la gestione della rabbia

In tutte le fasi del percorso, viene favorito il contatto con il partner con l’intento di rilevare le informazioni sulla violenza perpetuata dal maltrattate in una visione a 360° utile nel lavoro con l’uomo; indicare alla donna i centri presenti sul territorio per supportarla e, nel caso in cui gli operatori dovessero riscontrare un alto rischio per la donna e i minori, comunicarglielo tempestivamente. 

Il trattamento è considerato concluso quando l’uomo ha raggiunto la consapevolezza sulle motivazioni alla base dei comportamenti violenti ed è in grado di cessarli dopo aver compiuto azioni riparative rispetto alle vittime.

Particolare attenzione è data alla valutazione del rischio di recidiva, per cui il servizio si avvale di fondamentali strumenti per la rilevazione somministrati sia alle vittime, sia agli uomini in carico.

Teramo

288 comuni abruzzesi nel progetto “Polis – Casa dei Servizi digitali” di Poste Italiane

Pubblicato

il

progetto-Polis-–-Casa-dei-Servizi-digitali-poste-italiani-comuni-abruzzesi

Sono 288 i comuni abruzzesi coinvolti nel progetto “Polis – Casa dei Servizi digitali”, che riguarda 7.000 uffici postali dei comuni con meno di 15.000 abitanti. Tra le molte novità la possibilità per i cittadini di richiedere numerosi servizi della Pubblica Amministrazione. Invitati nella capitale 7.000 sindaci.

PESCARA – Lunedì 30 gennaio a Roma Poste Italiane presenta il progetto “Polis – Casa dei Servizi digitali” e per l’occasione ha invitato 7000 Sindaci da tutta Italia dei Comuni sotto i 15mila abitanti, 288 dei quali abruzzesi.

In Abruzzo infatti sono 288 i comuni coinvolti nel progetto di ristrutturazione degli uffici postali per offrire i servizi della Pubblica Amministrazione e migliorarne l’accoglienza, trasformandoli in Sportello Unico digitale di prossimità attivo 24 ore su 24.  

Il progetto di Poste Italiane vuole favorire la coesione economica, sociale e territoriale del Paese e il superamento del digital divide nei piccoli centri.

I lavori di ristrutturazione sono già stati avviati nell’ufficio postale di Cepagatti (Pescara), che sarà il primo in Abruzzo ad essere interessato dal potenziamento dei servizi.

Continua a leggere

Teramo

Ricercato arrestato a Giulianova: deve scontare 2 anni per lesioni

Pubblicato

il

carabinieri-cc-112-giulianova-arrestato-ricercato

TERAMO – Durante un servizio di controllo del territorio, una pattuglia dei carabinieri della stazione di Giulianova, ha individuato ed arrestato un ricercato di 47 anni. Sul cui capo pendeva un’ordinanza di carcerazione. Lo scorso 11 gennaio infatti, la Procura di Vercelli, da cui il ricercato proviene, lo ha condannato a due anni e un mese di reclusione per “lesioni personali e violenza privata”.

L’uomo da qualche tempo però gravita nel teramano e qui è riuscito a farsi notare e conoscere dalle forze dell’ordine. Tra i numerosi precedenti di polizia che ha accumulato, un foglio di via obbligatorio con divieto di far ritorno per 3 anni dal Comune di Giulianova, emanato lo scorso 9 settembre.

Proprio qui i carabinieri lo hanno riconosciuto e lo hanno arrestato. Dopo le formalità di rito il ricercato arrestato a Giulianova è stato trasferito in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante. Dovrà rispondere ora anche dell’inosservanza del foglio di via obbligatorio emanato nei suoi confronti.

Continua a leggere

Chieti

I trabocchi di Fossacesia si tingono di rosa a 100 giorni dalla Grande Partenza del Giro

Pubblicato

il

costa-trabocchi-rosa-partenza-giro-fossaccesia

Con gli occhi dei media di tutta Europa puntati addosso in vista dell’avvio del Giro d’Italia, Fossacesia tira a lucido la Via Verde della Costa dei Trabocchi e illumina le sue meraviglie: Pesce Palombo e Supporter Punta Rocciosa illuminati di rosa.

CHIETI – A 100 giorni dalla Grande Partenza del Giro d’Italia, Fossacesia mostra a tv, giornali e televisioni d’Europa e oltre, tutta la suggestività della Via Verde della Costa dei Trabocchi, due dei quali sono stati illuminati di rosa due: Pesce Palombo e Supporter Punta Rocciosa.

«Una grande e probabilmente irripetibile pubblicità sulla nostra città a 100 giorni dal via dal Lungomare della Marina, della Grande Partenza dell’edizione 106 del Giro d’Italia – afferma raggiante il sindaco Enrico Di Giuseppantonio -. Vedere le foto dei nostri trabocchi sui giornali e tv così autorevoli accostate a quelle su piazza di Plebiscito di Napoli, di Fontana di Trevi a Roma o delle Dolomiti, solo per citare alcune delle località sedi di tappa della corsa che si sono illuminate di rosa è motivo di orgoglio. Ed è solo l’inizio per un evento che raggiungerà il culmine il 6 maggio prossimo con la crono sulla Via Verde della Costa dei Trabocchi, da Fossacesia ad Ortona».

«Quel giorno l’interesse di milioni di appassionati di ciclismo sarà rivolto a Fossacesia ed alla Costa dei Trabocchi, con i media che coglieranno le nostre bellezze per proiettarle in tutto il mondo – sottolinea Di Giuseppantonio -. Un evento per l’Abruzzo, che ospiterà la Grande Partenza del Giro d’Italia. Fossacesia e Roma, legate insieme da un filo rosa che si snoderà per 21 tappe su e giù per l’Italia, per una corsa che fa parte non solo della storia sportiva, soprattutto del nostro Paese».

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro, Via Gabriele D'annunzio 37, Cap 64014 - Sede Operativa: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.