fbpx
Connect with us

Abruzzo

Teleradiologia, progetto pilota in tre ospedali della Asl di Teramo 

Pubblicato

il

TERAMO – Dal 1° aprile prenderà l’avvio di un progetto pilota di teleradiologia, che prevede un collegamento e raccordo fra i tre ospedali “spoke” di Atri, Sant’Omero e Giulianova. 

In sostanza  è stata organizzata la telegestione di  esami diagnostici radiologici (radiologia tradizionale e Tac senza mezzo di contrasto), da parte di un medico radiologo che svolge un turno di guardia notturna h12, distante dal luogo di esecuzione dell’esame.  Quest’ultimo si avvale della collaborazione del medico richiedente e del tecnico di radiologia medica che, presenti sul luogo dell’esecuzione dell’esame, comunicano con il dirigente medico in tempo reale sia per via telefonica che telematica.

La telegestione si completa con la telediagnosi formalizzata dal referto con firma digitale, validata dal radiologo di guardia responsabile della telegestione.

L’atto clinico radiologico in telegestione viene, dunque, realizzato attraverso un gruppo multiprofessionale composto da: dirigente dell’unità operativa richiedente, tecnico sanitario di radiologia esecutore della prestazione e medico radiologo di guardia che controlla il processo in telegestione e referta l’esame a distanza. Ogni professionista è responsabile degli atti e dei processi nei quali è chiamato a intervenire.

“Il progetto nasce dall’idea di ottimizzare l’utilizzo delle risorse umane, ovvero dei dirigenti radiologi presenti nei vari presidi periferici, al fine di creare una squadra aziendale di professionisti, con l’obiettivo di garantire al paziente, in ogni punto di accesso aziendale, la migliore delle assistenze diagnostiche e terapeutiche, mediante una refertazione tempestiva della prestazione”, dichiara il direttore generale della Asl di Teramo, Maurizio Di Giosia, “tale modello consentirà di elevare il livello di efficacia complessivo della diagnostica per immagini e ottimizzare l’utilizzo delle risorse umane, nel primario interesse del diritto alla salute del paziente, migliorando la performance qualitativa, anche in termini di tempestività delle cure”.

Inoltre viene previsto in ogni presidio periferico un servizio di pronta disponibilità da parte di un medico che sarà a disposizione per l’esecuzione di eventuali indagini radiologiche che richiedono l’utilizzo di mezzo di contrasto intracavitarie o intravasali o per cui non è sufficiente la presenza del solo tecnico radiologo, fermo restando il continuo contatto con il dirigente di guardia.

Il progetto della telegestione da remoto, proposto daFabrizio Scoscina,  Giuseppe Lanni e  Angelo Bottone, rispettivamente responsabili delle radiologie di Sant’Omero, Atri e Giulianova, è stato concordato con il direttore del Dipartimento dei servizi, Gabriella Lucidi Pressanti  e condiviso con la direzione strategica aziendale.

Il progetto pilota verrà attivato dal 1° aprile  prevedendo una guardia a partire dai presidi ospedalieri di Atri e Sant’Omero e successivamente sarà estesa a quello di Giulianova.

“E’ un progetto pilota, applicato al sistema di emergenza e urgenza, che qualifica la Asl non solo nel panorama regionale, ma anche nazionale. Questo progetto di teleradiologia si  somma al teleconsulto, già da tempo attivo nella nostra Asl, utilizzato per consulenze con specialisti  presenti nell’ospedale hub e non in quelli periferici, impiegato soprattutto in caso di patologie tempodipedenti”, conclude il direttore generale.

Teramo

288 comuni abruzzesi nel progetto “Polis – Casa dei Servizi digitali” di Poste Italiane

Pubblicato

il

progetto-Polis-–-Casa-dei-Servizi-digitali-poste-italiani-comuni-abruzzesi

Sono 288 i comuni abruzzesi coinvolti nel progetto “Polis – Casa dei Servizi digitali”, che riguarda 7.000 uffici postali dei comuni con meno di 15.000 abitanti. Tra le molte novità la possibilità per i cittadini di richiedere numerosi servizi della Pubblica Amministrazione. Invitati nella capitale 7.000 sindaci.

PESCARA – Lunedì 30 gennaio a Roma Poste Italiane presenta il progetto “Polis – Casa dei Servizi digitali” e per l’occasione ha invitato 7000 Sindaci da tutta Italia dei Comuni sotto i 15mila abitanti, 288 dei quali abruzzesi.

In Abruzzo infatti sono 288 i comuni coinvolti nel progetto di ristrutturazione degli uffici postali per offrire i servizi della Pubblica Amministrazione e migliorarne l’accoglienza, trasformandoli in Sportello Unico digitale di prossimità attivo 24 ore su 24.  

Il progetto di Poste Italiane vuole favorire la coesione economica, sociale e territoriale del Paese e il superamento del digital divide nei piccoli centri.

I lavori di ristrutturazione sono già stati avviati nell’ufficio postale di Cepagatti (Pescara), che sarà il primo in Abruzzo ad essere interessato dal potenziamento dei servizi.

Continua a leggere

Teramo

Ricercato arrestato a Giulianova: deve scontare 2 anni per lesioni

Pubblicato

il

carabinieri-cc-112-giulianova-arrestato-ricercato

TERAMO – Durante un servizio di controllo del territorio, una pattuglia dei carabinieri della stazione di Giulianova, ha individuato ed arrestato un ricercato di 47 anni. Sul cui capo pendeva un’ordinanza di carcerazione. Lo scorso 11 gennaio infatti, la Procura di Vercelli, da cui il ricercato proviene, lo ha condannato a due anni e un mese di reclusione per “lesioni personali e violenza privata”.

L’uomo da qualche tempo però gravita nel teramano e qui è riuscito a farsi notare e conoscere dalle forze dell’ordine. Tra i numerosi precedenti di polizia che ha accumulato, un foglio di via obbligatorio con divieto di far ritorno per 3 anni dal Comune di Giulianova, emanato lo scorso 9 settembre.

Proprio qui i carabinieri lo hanno riconosciuto e lo hanno arrestato. Dopo le formalità di rito il ricercato arrestato a Giulianova è stato trasferito in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante. Dovrà rispondere ora anche dell’inosservanza del foglio di via obbligatorio emanato nei suoi confronti.

Continua a leggere

Chieti

I trabocchi di Fossacesia si tingono di rosa a 100 giorni dalla Grande Partenza del Giro

Pubblicato

il

costa-trabocchi-rosa-partenza-giro-fossaccesia

Con gli occhi dei media di tutta Europa puntati addosso in vista dell’avvio del Giro d’Italia, Fossacesia tira a lucido la Via Verde della Costa dei Trabocchi e illumina le sue meraviglie: Pesce Palombo e Supporter Punta Rocciosa illuminati di rosa.

CHIETI – A 100 giorni dalla Grande Partenza del Giro d’Italia, Fossacesia mostra a tv, giornali e televisioni d’Europa e oltre, tutta la suggestività della Via Verde della Costa dei Trabocchi, due dei quali sono stati illuminati di rosa due: Pesce Palombo e Supporter Punta Rocciosa.

«Una grande e probabilmente irripetibile pubblicità sulla nostra città a 100 giorni dal via dal Lungomare della Marina, della Grande Partenza dell’edizione 106 del Giro d’Italia – afferma raggiante il sindaco Enrico Di Giuseppantonio -. Vedere le foto dei nostri trabocchi sui giornali e tv così autorevoli accostate a quelle su piazza di Plebiscito di Napoli, di Fontana di Trevi a Roma o delle Dolomiti, solo per citare alcune delle località sedi di tappa della corsa che si sono illuminate di rosa è motivo di orgoglio. Ed è solo l’inizio per un evento che raggiungerà il culmine il 6 maggio prossimo con la crono sulla Via Verde della Costa dei Trabocchi, da Fossacesia ad Ortona».

«Quel giorno l’interesse di milioni di appassionati di ciclismo sarà rivolto a Fossacesia ed alla Costa dei Trabocchi, con i media che coglieranno le nostre bellezze per proiettarle in tutto il mondo – sottolinea Di Giuseppantonio -. Un evento per l’Abruzzo, che ospiterà la Grande Partenza del Giro d’Italia. Fossacesia e Roma, legate insieme da un filo rosa che si snoderà per 21 tappe su e giù per l’Italia, per una corsa che fa parte non solo della storia sportiva, soprattutto del nostro Paese».

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro, Via Gabriele D'annunzio 37, Cap 64014 - Sede Operativa: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.