fbpx
Connect with us

Abruzzo

Teramo, Raissa e Vladimir: gli ospiti ucraini transitati alla Casa di riposo “G. De Benedictis”

Pubblicato

il

TERAMO – Sarà una Pasqua da ricordare, quella di questo anno difficile tormentato dalla guerra e dalle incertezze, nella piccola vita quotidiana della Casa di Riposo “G. De Benedictis”. Da ricordare perché proprio nella struttura teramana dell’Asp1 sono stati accolti per alcune settimane due ospiti “di passaggio” sulla tratta della loro fuga dal conflitto.

Le immagini scattate possono solo in minima parte raccontare l’emozione vissuta incrociando la storia di Raissa e Vladimir, due coniugi ucraini ospitati per questo breve arco di tempo in città, nella Casa di riposo cittadina. Un incontro di vite che, per quanto breve sia stata l’esperienza umana condivisa, ha lasciato molto in eredità. Raissa e Vladimir sono ripartiti ieri, diretti in un Comune del torinese, dopo essersi ricongiunti con la loro nipote di 14 anni anche lei fuggita dagli orrori della guerra.

La mamma della ragazza, figlia della coppia ucraina, è morta e c’è  quindi un legame fortissimo tra i due nonni e la ragazza che, in questo periodo, è stata invece ospite all’ Istituto “Castorani” di Giulianova. Chiaramente la scelta più felice dal punto di vista degli affetti e dei sentimenti era che Raissa e Vladimir, messi così a dura prova dalla devastazione di quanto hanno visto e vissuto, potessero tornare ad avere al loro fianco la nipote e iniziare così, tutti e tre insieme, un nuovo percorso di vita.

Raissa e Vladimisr, a cui la struttura ha cercato di attutire nel modo migliore possibile le piccole criticità concrete che dovranno affrontare in questa fase, sono quindi ripartiti per il Piemonte portandosi dietro anche il ricordo – una piccola condivisione di una diversa cultura – dei dolci tipici della Pasqua teramana, la tradizionale pizza all’anice e la “pizza cola”. Perché un altro aspetto della struttura è quello fatto di umanità e condivisione. Così, le parole dei due coniugi ucraini, hanno piacevolmente sorpreso i sanitari: “Siamo molto grati per la calorosa accoglienza e attitudine di tutto lo staff del Centro sotto la guida di Roberto. Ci hanno visto partire come una famiglia anche se siamo stati lì per tre settimane. Grazie mille per averci ospitato, ma abbiamo dovuto lasciare il centro per stare finalmente con la nostra nipotina”.

Teramo

Grande successo per Segura Tempora a Martinsicuro

Pubblicato

il

martinsicuro segura tempora 2024 marcello monti
Martin de Segura quest'anno è stato impersonato dall'assessore Marcello Monti

Un emozionante viaggio nel tempo che ha riportato Martinsicuro alle origini, ovvero ai tempi di Martin de Segura, nobile spagnolo e alto funzionario del Regno di Napoli che ha dato il nome alla città.

TERAMO – Una due giorni ricca di storia, cultura e spettacolo, che ha visto una grande partecipazione di cittadini e turisti a Martinsicuro, in occasione della IV edizione di Segura Tempora.

Ampia platea sia al sabato con lo spettacolo di falconeria di Alessandra Giampaoli e il banchetto storico, che per il gran finale di domenica con il corteo che ha animato il lungomare fino a piazza Cavour dove è andato in scena lo spettacolo “Luce” a cura della Compagnia dei folli, aperto dalla suggestiva esibizione di sbandieratori e tamburini.

«È stata una bellissima edizione – le parole di una soddisfatta Giuseppina Camaioni, delegata alla Cultura del Comune di Martinsicuro – ogni anno Segura Tempora si arricchisce grazie alla straordinaria collaborazione con i comitati di quartiere della città e tutte le associazioni coinvolte. Un grazie di cuore a tutti loro e al Gruppo Archeologico del medio Adriatico che, nella persona del presidente Lino Tucci, ha curato magistralmente la direzione artistica dell’evento cogliendo in maniera impeccabile l’obiettivo che ci siamo posti: ossia valorizzare la millenaria storia di Martinsicuro e dei suoi beni culturali, ma anche degli usi e delle tradizione di quel preciso periodo storico».

Continue Reading

Teramo

Malmenato e rapinato alla stazione di Giulianova: tre arresti

Pubblicato

il

rapinato in stazione arresti della polfer polizia ferroviaria treni

I fatti si sono svolti in aprile, ma le indagini si sono concluse soltanto nei giorni scorsi. Oltre a questo episodio, a carico dei tre presunti responsabili sono stati ascritti altri reati commessi in concorso.

TERAMO – Nell’aprile scorso hanno aggredito e rapinato un cittadino straniero nel piazzale antistante la stazione dei treni di Giulianova. In quell’occasione, sono stati immortalati dalle telecamere dei sistemi di videosorveglianza e questo ha permesso agli agenti di Polizia Ferroviaria di riconoscerli, nei pressi del luogo del delitto.

Tre persone di cittadinanza italiana sono stati arrestati per la rapina aggravata ed altri reati commessi in concorso. Per due di essi sono scattati i domiciliari, mentre un altro è finito in carcere.

Quando sono stati riconosciuti ed avvicinati nei pressi della stessa stazione, uno di loro ha cercato di aggredire gli agenti di Polfer intervenuti, con un paio di forbici che aveva in tasca. Immobilizzato, è stato arrestato, mentre gli altri due sono stati indagati a piede libero. Dai successivi approfondimenti però sono emersi nuovi indizi nei confronti dei tre che hanno rapinato una persona alla stazione di Giulianova, legati ad altri episodi delittuosi, che hanno portato alle misure emesse dal Gip lo scorso 20 luglio.

Continue Reading

Teramo

Anziano truffato e rapinato al bancomat a Teramo: un arresto

Pubblicato

il

squadra-mobile-polizia

Lo scorso 4 aprile un uomo ha truffato un anziano a Teramo, convincendolo ad inserire il suo pin ad un bancomat: prelevati 1000 euro.

TERAMO – Le indagini sono durate alcuni mesi, ma alle prime dello scorso sabato 20 luglio, la Squadra Mobile ha arrestato e condotto in carcere l’uomo di 47 anni che lo scorso 4 aprile ha truffato e derubato un anziano ad un bancomat.

Con una scusa e con fare amichevole, l’uomo ha agganciato la sua preda in Viale Bovio. spacciandosi per un rappresentante di oggetti preziosi, proponeva all’anziano un affare imperdibile: tutto a 100 euro. Il signore vittima del raggiro ha accettato, ma non avendo con sé il denaro si è recato ad uno sportello bancomat, in compagnia del truffatore.

Qui, con il pretesto di essere più pratico e spostando letteralmente di peso l’anziano, l’uomo si è impadronito dei comandi dello sportello, quando il pin era ormai già stato inserito. Ha prelevato 500 euro e li ha fatti sparire in tasca, senza che la vittima del raggiro si accorgesse di nulla. L’assenza di scontrino è stata giustificata come un errore dell’ATM.

Sembra difficile riuscire a prelevare il denaro dalla cassa automatica senza farsi scoprire, eppure il quarantasettenne ci è riuscito. Due Volte. L’anziano infatti si è dimostrato interessato all’acquisto e l’intera operazione è stata ripetuta. In questo modo il malintenzionato ha prelevato mille euro. E consegnando in cambio paccottiglia di scarsissimo valore.

Una volta resosi conto di essere stato truffato, l’anziano ha sporto denuncia in Questura e sono state avviate le indagini per risalire al presunto responsabile.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro, Via Gabriele D'annunzio 37, Cap 64014 - Sede Operativa: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.