fbpx
Connect with us

Ancona

Convegno di Filt e Cgil sul porto di Ancona: “qui si gioca il futuro delle Marche”

Published

on

convegno Filt e Cgil sul porto ad Ancona

ANCONA – La Camera del Lavoro CGIL di Ancona, insieme alla FILT (federazione dei trasporti), a fronte delle crescenti difficoltà economiche, in aggravamento  con la guerra in Ucraina, propone  agli operatori del porto, alle istituzioni e all’Autorità di Sistema del Medio Adriatico Centrale, di avviare una rinnovata e convergente iniziativa per lo sviluppo delle infrastrutture intermodali della provincia, in un’ottica di sostegno all’intero sistema produttivo regionale. E’ quanto emerge dal convegno di ieri, giovedì 12 maggio, in programma alla sala Marconi dell’Autorità di sistema portuale di Ancona, promosso da Cgil e Fil, su: “Porto di Ancona, interporto e aeroporto: integrazione modale, sviluppo e occupazione”, presenti, tra gli altri, Valeria Talevi, segretaria generale Filt Cgil Marche, Stefano Malorgio, segretario nazionale Filt e Vincenzo Garofalo, presidente Autorità di sistema portuale M.A.C.  

Occorre  agire presto e bene, come non è accaduto per Amazon a Jesi, per invertire i non certo buoni dati che la statistica offre in tema di PIL, quantità e qualità dell’occupazione: nelle Marche come nell’Anconetano.

Il tutto partendo dai dati di ripresa dei traffici, sopratutto cargo, nel porto; dati che hanno raggiunto i livelli pre- pandemia  con incrementi anche del 22 % in più rispetto al 2019. Il primo trimestre 2022 conferma il trend della risalita.

Occorre sfruttare la dinamicità dello scalo, in una logica di rafforzamento strutturale dell’intermodalità, grazie alla vicinanza sia dell’aeroporto sia dell’interporto, oltrechè della A14 e della ferrovia. Si tratta di compiere finalmente il salto dall’isolamento al pieno inserimento nelle Direttrici Europee (Reti TEN-T e Corridoi marittimi trasversali), realizzando  quegli investimenti strutturali attesi da decenni. A partire dal riallineamento costiero a nord  con RFI e conseguente ultimo miglio stradale al completamento della ferrovia Ancona-Roma. Il tutto passando per il completamento  della nuova darsena. L’interporto va  riportato alla sua vocazione ed operazioni come quella di Amazon, tanto più in periodi difficili come l’attuale, vanno favorite per quel che sono: una notevole occasione lavorativa ed un volano per l’ulteriore arricchimento del territorio.

Il sindacato invoca una gestione coesa per non disperdere le risorse che arriveranno sul nostro territorio con il PNRR-PNIC e con gli altri fondi europei.  Seguendo gli esempi  del  Partenariato Mare e dando concretezza alle indicazioni legate ai protocolli  sul PNRR, è indispensabile coinvolgere i sindacati nelle scelte per una forte relazione sul governo delle strategie, sui temi più generali ma anche su quelli più specifici. In caso contrario, se le risorse sono declinate rispetto a interessi di parte o ai vari campanili, l’uscita dall’isolamento e lo sviluppo del nostro territorio rimarranno una chimera e non si riuscirà a colmare  i ritardi fino ad oggi registrati. In questo senso, l’ipotesi di una ZES (Zona economica Speciale) per le Marche, può essere utile solo se, partendo proprio dalla piattaforma logistica che afferisce il porto, diviene reale occasione di crescita imprenditoriale e di nuova occupazione; non semplice riparto utili per qualcuno.

Il tutto considerando che i lavoratori attualmente occupati nelle imprese del porto di Ancona sono 5.998 con una crescita dell’1,6% rispetto 2017 quando erano 5.903; a questi si sommano altre 530 unità, occupate nelle pubbliche amministrazioni con competenza esclusiva in ambito portuale per un totale di 6528 addetti. All’aeroporto, tra diretti e indiretti,  si contano 475 lavoratori. 

Ancona

Monsano, sabato 28 maggio si terrà la IX giornata di “Prevenzione e Sicurezza” della Protezione Civile

Published

on

Monsano, IX giornata di prevenzione e sicurezza della Protezione Civile

ANCONA – Sabato 28 maggio, dalle ore 8:00 alle ore 13:00, presso il bosco urbano della zona industriale di Monsano, in via Emilia Romagna, si terrà la IX giornata della prevenzione e sicurezza, a che vedrà protagonisti gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Gioacchino Rossini” di San Marcello, Belvedere, Morro d’Alba e Monsano. Il progetto “prevenzione e sicurezza” è stato ideato dieci anni fa e realizzato dai volontari del Gruppo di Protezione Civile di Castelplanio con lo scopo di rendere i più giovani consapevoli di come vanno affrontate le emergenze.

Giovedì 19 maggio, presso la sala consiliare del Comune di Monsano, sono stati presentati progetto e programma della IX giornata di prevenzione e sicurezza, alla presenza del Sindaco di Monsano Roberto Campelli, il coordinatore della Protezione civile della provincia di Ancona Lorenzo Mazzieri, l’ingegner Alessio Avaltroni, il coordinatore regionale Marche della Protezione civile, dott. Mauro Perugini.

Mazzieri, “motore” dell’organizzazione e uno dei protagonisti dell’attività didattica proposta agli alunni delle scuole dell’Istituto Rossini, ricorda lo spirito del progetto ringraziando il referente, ingegner Avaltroni, l’ingegner Michele Fabbretti, la dottoressa Veronica Giovannelli e la formatrice Federica Mosca del gruppo Cinofilo di Jesi, oltre a congratularsi per l’entusiasmo con cui la Dirigente dell’Istituto, prof.ssa Paola Gobbi, gli alunni e le loro famiglie hanno abbracciato l’iniziativa. Ricordando l’impegno e la disponibilità dell’amministrazione comunale di Monsano e dei sindaci dei paesi dell’unione San Marcello, Belvedere e Morro d’Alba, Mazzieri sottolinea l’imponenza dell’iniziativa, che vedrà presenti 450 alunni, 140 operatori di forze civili e militari, 250 volontari della Protezione civile della provincia di Ancona, circa 60 autorità dei corpi militari e dei dipartimenti nazionale e regionale. Nel corso della mattinata i ragazzi che hanno seguito a scuola le lezioni tenute dai formatori del gruppo Protezione civile di Castelplanio dovranno superare dei test e di fatto “gareggiare” per mettere alla prova quanto acquisito.

«L’obiettivo è dimostrare che la macchina del soccorso funziona bene quando tutti rispettano il proprio ruolo e determinate regole», aggiunge Mazzieri. Prende la parola l’ingegner Avaltroni, che sottolinea come lo scopo non sia quello di fare proseliti per la Protezione civile, ma far capire ai ragazzi cosa hanno a disposizione in termini di prevenzione e sicurezza. «Questa è una iniziativa didattica – spiega Avaltroni – le parole d’ordine sono rispetto e collaborazione nella differenza, perché solo tutti insieme, unendo le nostre diversità e le nostre unicità potremo superare gli ostacoli, insieme, rispettandoci, possiamo fare tutto».

tocca al sindaco di Monsano Roberto Campelli ricordare che in questo particolare momento è essenziale coinvolgere le giovani generazioni in progetti educativi come questo, che faccia loro realizzare quante persone e quante forze sono impegnate ogni giorno per tutelare la loro sicurezza e incolumità. «Oggi i giovani hanno bisogno di sentirsi parte di un progetto più grande di loro, è fondamentale che capiscano quanto sia importante il rispetto di sé e degli altri». Il sindaco ringrazia l’ufficio tecnico del Comune e la Protezione Civile di Monsano per il duro lavoro e l’impegno con cui hanno affiancato e sostenuto l’iniziativa e in generale le emergenze di questi ultimi anni, ringrazia inoltre perché Monsano è stato scelto come luogo della manifestazione del 28 maggio.

Interviene quindi il dott. Mauro Perugini, referente della Protezione Civile della Regione Marche, che ribadisce l’importanza della giornata in quanto la scuola rappresenta il veicolo più efficace per raggiungere le famiglie e sviluppare così una vera cultura della prevenzione, insieme ai Comuni e soprattutto ai volontari, persone che mettono il loro tempo a disposizione per affrontare anche emergenze nuove, come quella recente del Covid, o della guerra in Ucraina, volontari ai quali va il ringraziamento più sentito.

Continue Reading

Ancona

Il CT Roberto Mancini ha tagliato il nastro del nuovo campus sportivo di Maiolati Spontini

Col commissario Tecnico della Nazionale, il Presidente di Regione Marche Acquaroli e l’assessore allo sport Giorgia Latini

Published

on

Il CT della Nazionale Roberto Mancini ha inaugurato il campus sportivo di Maiolati Spontini

MAIOLATI SPONTINI – Si è svolta mercoledì 16 maggio la cerimonia di inaugurazione del nuovo campus sportivo e della palestra realizzati nel polo scolastico Mics di Moie. Il taglio del nastro del campus del comune di Maiolati Spontini, è stato affidato al Commissario Tecnico della Nazionale italiana di calcio, Roberto Mancini.

Il CT saluta i ragazzi

«La cultura è fondamentale per la vostra vita e vi dovete impegnare sempre al massimo a scuola. Un’altra grande fortuna è avere oggi una palestra così bella cosa che noi non avevamo. Cercate di impegnarvi nello sport perché vi aiuterà nella vita rispettando le regole, i compagni, gli avversari e accettare il saper vincere, ma anche il saper perdere» le parole che il CT Mancini ha rivolto a Maiolati Spontini ai ragazzi , che lo hanno accolto con immenso entusiasmo.

Alla cerimonia di inaugurazione ha collaborato l’Istituto comprensivo “Carlo Urbani” che ha curato il benvenuto musicale degli studenti della scuola secondaria di primo grado a indirizzo musicale. L’opera si estende su circa 620 metri quadrati e comprende un campo da basket ed uno da pallavolo, l’infermeria e gli spogliatoi, accessibili anche da persone con ridotta capacità motoria. Il costo totale della struttura ammonta a 2,6 milioni di euro.

Il taglio del nastro del campus sportivo

«Oggi stiamo vivendo una pagina importante per Maiolati Spontini e sono convinto che per il tramite di questa nuova struttura e del vostro impegno si potranno festeggiare tanti risultati. Questi grandi risultati partono proprio da strutture scolastiche come queste che inauguriamo nel migliore dei modi», ha commentato il Presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli, mentre l’assessore allo sport Giorgia Latini ha affermato: «abbiamo un’attenzione particolare alla scuola e allo sport portando avanti il progetto Marche in Movimento attraverso un investimento di oltre 1 milione e 45 mila euro nei due anni proprio per garantire lo sport anche nelle scuole primarie».

Continue Reading

Ancona

Falconara, incidente sulla Statale. Donna soccorsa con l’eliambulanza

Published

on

Elicottero del 118: eliambulanza (Il Martino - ilmartino.it -)

FALCONARA – I Vigili del fuoco sono intervenuti alle ore 09.00 circa lungo la SS.16 nel Comune di Falconara Marittima (AN), per un incidente stradale tra un autoarticolato ed un’autovettura. Per cause in fase di accertamento i due mezzi si sono scontrati frontalmente tra loro. La squadra di Ancona in collaborazione con i Sanitari del 118 ha provveduto ad estrarre la conducente dell’auto con tecniche specifiche, per poi affidarla alle cure dei sanitari i quali successivamente hanno trasportato la paziente con l’Eliambulanza al Pronto soccorso dell’Ospedale di Torrette di Ancona. I VVF hanno poi messo in sicurezza l’area dell’intervento. Sul posto anche la Polizia Stradale.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.