fbpx
Connect with us

Teramo

Roseto, riaffidati i parcheggi a pagamento, a breve riattivate le colonnine sul lungomare

Published

on

parchimetro colonnina parcheggio a pagamento

ROSETO DEGLI ABRUZZI – Nuovo affidamento del servizio dei parcheggi a pagamento e, contestualmente, riattivazione a breve delle colonnine anche per le strisce blu presenti sul lungomare. Sono queste le principali novità contenute nella Determina firmata nelle scorse ore dal Comandante della Polizia Municipale Tarcisio Cava e voluta dall’Amministrazione Comunale di Roseto degli Abruzzi.

Un atto che, come promesso nei giorni scorsi dall’Assessore al Bilancio Zaira Sottanelli, va a sanare la situazione di sospensione del pagamento che ha interessato la zona del lungomare nei tempi annunciati dal Comune (entro il 20 giugno 2022). Ma che prevede, soprattutto, il passaggio della gestione di tutti i parcheggi a pagamento rosetani, per la durata di un anno a partire dal 20 giugno prossimo, alla Abaco Spa di Padova per una somma totale di circa 129mila euro, tramite affidamento diretto.

Nella determina viene rimarcato come la scelta l’affidamento sia ricaduto sulla Abaco, che subentra alla EngiNe Srl, per ragioni riguardanti la comprovata esperienza dell’azienda nel settore e il rispetto del principio di rotazione degli affidamenti.

Nessuna variazione è prevista per quel che riguarda le tariffe di sosta che rimarranno quelle applicate fino ad ora: 1 euro a ora con possibilità di frazionamento orario, 3 euro per la sosta giornaliera dalle 9 alle 20 per i residenti e 6 euro per i non residenti, 15 euro per l’abbonamento mensile per i residenti, 30 euro invece per i non residenti. Previsti anche abbonamenti trimestrali al costo di 40 euro per i residenti, 80 per i non residenti. 120 euro invece è il costo dell’abbonamento annuale riservato ai soli residenti. Anche il periodo di applicazione delle strisce blu per il momento resta invariato, ovvero dal primo giugno al 15 settembre sul lungomare e tutto l’anno nelle altre zone.

Piccole novità, invece, sono previste per quel che riguarda il metodo di pagamento dei parcheggi a Roseto, visto che il nuovo gestore, con l’avvio dell’affidamento, provvederà in questi giorni alla sostituzione delle colonnine presenti. Il sistema di pagamento resterà sostanzialmente lo stesso, ma cambierà la disposizione dei pulsanti e del display da utilizzare da parte degli utenti. Per ovviare a questo piccolo disagio l’azienda ha già provveduto a realizzare dei video tutorial e applicherà sulle colonnine stesse degli adesivi che spiegheranno puntualmente tutte le procedure necessarie.

Previsti anche servizi per le prenotazioni degli ombrelloni e dei lettini; il ricalcolo per chi ha già l’abbonamento; la possibilità di inserire più targhe in un unico abbonamento; l’App per pagare con smartphone e l’abbonamento per diversamente abili che saranno attivati dopo l’installazione delle nuove colonnine.

Abruzzo

Incidente con mezzo pesante tra S. Benedetto e Val Vibrata: A14 chiusa e riaperta dopo ore

Published

on

ASCOLI PICENO – Poco dopo le 16.30 di ieri, sulla A14 Bologna-Taranto è stato temporaneamente chiuso il tratto compreso tra Val Vibrata (Teramo) e San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), in direzione Bologna, a causa di un incidente fra un mezzo pesante e due autovetture, avvenuto all’altezza del km 315. Lo riferisce la società Autostrade.

Come riporta l’Ansa, non risultano persone ferite gravemente nell’incidente. Sul luogo dell’evento, erano tempestivamente intervenuti i soccorsi sanitari e meccanici, le pattuglie della Polizia Stradale e il personale della Direzione 7/o Tronco di Pescara di Autostrade per l’Italia, e il traffico è rmasto bloccato con la formazione di circa 4 km di coda in direzione Bologna e uscita obblitatorio Val Vibrata, da sud.

Il tratto A14 in questione, Val Vibrata-San Benedetto del Tronto è stato poi riaperto in serata. Sul luogo dell’evento, il traffico circola su una corsia in scambio di carreggiata e si registrano, in diminuzione, 4 km di coda in direzione Bologna e 1 km in direzione di Pescara.

Continue Reading

Teramo

Ruba un cellulare in spiaggia a Martinsicuro: denunciato “topo d’ombrellone”

Published

on

Ha individuato un ombrellone incustodito in uno chalet di Martinsicuro ed ha sgraffignato un cellulare che un turista aveva lasciato lì, ma gli altri bagnanti lo hanno visto ed hanno dato l’allarme. I carabinieri lo hanno individuato poco dopo in sella ad una bicicletta, rubata.

MARTINSICURO – I carabinieri hanno denunciato per tentato furto aggravato, ricettazione e inosservanza di foglio di via obbligatorio, un “topo d’ombrellone”, già noto per reati simili, che ha provato a rubare un cellulare, in spiaggia ma è stato scoperto. All’uomo, un campano di 42 anni residente in provincia di Ascoli, era stato già fatto divieto di avvicinarsi al comune di Martinsicuro per tre anni.

Ha rubato il cellulare ad un turista romano che aveva lasciato il telefonino sotto l’ombrellone che aveva affittato in uno chalet di Martinsicuro. L’uomo, dopo aver atteso che l’ombrellone fosse sguarnito, ha arraffato il cellulare, ma è stato notato da alcuni bagnanti nelle vicinanze, i quali hanno gridato, mettendolo in fuga, e dato l’allarme al 112.

I carabinieri di Martinsicuro, che durante la stagione turistica hanno intensificato i controlli, sono giunti immediatamente nei pressi della spiaggia ed hanno bloccato ed identificato il responsabile del tentato furto del cellulare. Questi era arrivato alla chalet in sella ad una bicicletta che mostrava il logo di un B&B di Alba Adriatica, impresso sul cestino. Questo fatto ha insospettito i militi, che in seguito ad un rapido controllo, hanno appurato che anche la bicicletta era stata rubata. Sia il telefono, che il mezzo, sono stati riconsegnati ai legittimi proprietari. Il titolare della struttura ricettiva oltretutto, non si era ancora accorto che mancasse una bici tra quelle a disposizione del B&B.

Continue Reading

Abruzzo

Covid-19, la campagna di comunicazione della Asl di Teramo sulle cure domiciliari

Published

on

TERAMO – La Asl di Teramo ha avviato una campagna di comunicazione per informare i cittadini delle corrette procedure inerenti l’assistenza a domicilio dei positivi al Covid.

Negli ambulatori dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta, nelle farmacie e nei distretti di base e poliambulatori della Asl dall’inizio di agosto vengono affissi manifesti che danno indicazioni chiare al paziente su cosa fare in caso si scopra positivo. I poster illustrano il modello organizzativo messo a punto un mese fa dalla Regione Abruzzo prendendo ispirazione da una sperimentazione avviata dalla Asl di Teramo subito dopo la chiusura delle Usca, avvenuta il 30 giugno.

Come riporta l’Ansa, un modello importante per evitare accessi impropri ai pronto soccorso degli ospedali, ricoveri non necessari e garantire le cure domiciliari ai pazienti asintomatici e con sintomi lievi. In sostanza il paziente dovrà rivolgersi al medico di medicina generale che valuterà il da farsi a seconda dell’entità dei sintomi. In caso ci sia bisogno di un approfondimento, ormai da un mese è stato istituito un numero unico in ciascuna Asl, attivo 24 ore, a disposizione dei medici di medicina generale e contattabile solo da loro.

A questo numero risponde un medico, che fornisce consulenza e attiva, se necessario, un percorso assistenziale ambulatoriale in strutture territoriali della Asl (in cui operano anche i medici ex Usca che hanno scelto di continuare l’attività, per la Asl di Teramo la struttura è nella Rsa di bivio Bellocchio) e in cui il paziente positivo esegue gli esami principali: ecografia polmonare, visita pneumologica, esami del sangue e dove è possibile eseguire anche le terapie con gli antivirali. Nelle giornate festive e prefestive ci si può rivolgere alla guardia medica che mette in contatto il paziente positivo con un team di medici dedicato.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.