fbpx
Connect with us

Abruzzo

PNRR, Marsilio: “Così rivive Rocca Calascio, gioiello di storia e cultura”

Published

on

CALASCIO – “L’antico paese vivrà una nuova dimensione. Un piccolo gioiello di cultura e storia che punta a promuovere un sistema integrato di investimenti sul patrimonio culturale, naturalistico e abitativo, allo scopo di attivare una nuova sorgente di sviluppo, nuove economie funzionali al ripopolamento e al recupero di un patrimonio inestimabile. Oggi è un giorno storico non solo per questo centro dell’area interna ma per l’intero Abruzzo”.

Sono parole del presidente della giunta regionale Marco Marsilio che, nella splendida cornice di Rocca Calascio, ha partecipato all’evento di presentazione del progetto ‘Rocca Calascio Luce d’Abruzzo’ vincitore nell’ambito della misura contenuta nel PNRR per la rigenerazione dei borghi a rischio abbandono.

Si tratta del bando ‘Attrattività dei Borghi’ di rigenerazione culturale, sociale ed economica dei borghi, da 20 milioni di euro, voluto dal Mibact con i fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), stanziati dall’Europa.

Sono intervenuti, oltre al presidente Marsilio  il sindaco di Calascio Paolo Baldi a fare gli onori di casa, gli assessori regionali Guido Quintino Liris e Daniele D’Amario, Cristina Collettini, soprintendente per le province di L’Aquila, Teramo, Chieti e Pescara.

“In Abruzzo – ha commentato l’assessore Liris – ci sono luoghi di indiscutibile bellezza, che negli ultimi anni stanno conoscendo una riscoperta anche grazie ai media e ad alcune produzioni cinematografiche, ma che devono ancora colmare un importante gap per raggiungere la popolarità e l’attrattività di altre destinazioni del resto del paese. Calascio con la sua Rocca è uno di questi, dove coesistono un contesto ambientale di pregio e pressoché incontaminato, un patrimonio storico-architettonico di rilievo e la riconoscibilità di un monumento che, negli anni, si è riusciti, in un modo o nell’altro, a far rappresentare l’Abruzzo fino all’altro capo del mondo. Bene, tutti questi elementi, a nostro avviso – e non solo nostro, considerando che l’ambizioso progetto finanziato a valere sui fondi del Pnrr è stato esaminato e giudicato da commissioni di esperti – sono sufficienti per puntare su questa icona della nostra terra, concentrando le nostre energie affinché questo ‘tesoretto’ venga speso bene, ma soprattutto inneschi un indotto capace di portare beneficio all’intero comprensorio e al resto d’Abruzzo”.

“Il progetto del comune di Calascio – ha aggiunto D’Amario – è destinato a scrivere una pagina nuova sul fronte dello sviluppo dei piccoli borghi delle aree interne. Per la prima volta esiste un progetto ben definito che verrà interamente finanziato con risorse pubbliche del Pnrr e che, a cascata, produrrà sviluppo e occupazione. Il momento di svolta non riguarderà solo il comune di Calascio ma l’intero sistema dei piccoli borghi abruzzesi che rappresenta un valore aggiunto sul fronte della promozione turistica. Calascio sarà progetto di riferimento anche a livello nazionale e questo dovrà coincidere con una generale crescita di consapevolezza di tutti quei borghi che popolano il territorio regionale e che rappresentano una ricchezza unica fatta di storia e tradizione”.

Il progetto, partendo dalla cultura, investe tutti gli aspetti più importanti: sociale, economico, infrastrutturale, ambientale, di innovazione per rispondere alle tempistiche previste dal Pnrr. Sono 21 in totale i borghi scelti dalle Regioni per i Progetti pilota per realizzare la misura contenuta nel Pnrr per la rigenerazione dei borghi a rischio abbandono.

Abruzzo

Elezioni: a Pescara e San Nicolò, prima il fatidico “si”, poi il voto

Published

on

PESCARA – Prima in chiesa a giurare amore eterno e poi alle urne, a votare. Come riporta l’Ansa, è accaduto domenica in Abruzzo dove a Villa Raspa di Spoltore (Pescara) una giovane sposa si è recata alle urne in abito da sposa, suscitando l’interesse dei presenti nel plesso scolastico dove c’era il seggio.

A San Nicolò a Tordino di Teramo una coppia di neo sposi, Debora e Marco hanno votato subito dopo il matrimonio, come evidenziato sulla pagina Facebook dell’emittente televisiva Super J.

Continue Reading

Teramo

Bonificata la discarica abusiva alla Fonte del Latte a Castagneto

Published

on

discarica-abusiva-fonte-del-latte-castagneto-teramo

TERAMO – Su disposizione della Provincia il personale della Team questa mattina ha bonificato una discarica abusiva a Fonte del Latte, in località Castagneto. Lungo la provinciale 50, che attraversa un territorio di particolare bellezza paesaggistica, le piazzole di sosta sono invase da tempo da tante micro discariche. Sul ciglio e sulle piazzole, di competenza dell’Ente, la tipologia di rifiuti è, per lo più, di tipo urbano mentre sulle scarpate e nei fossi si intravedono anche rifiuti ingombranti di diversa tipologia.

Come specificato dal consigliere delegato Luca Corona: «La Provincia può intervenire per competenza solo su piazzole di sosta e sul ciglio delle strade provinciali anche per questo, nel corso dell’ultima Assemblea dei Sindaci abbiamo chiesto la collaborazione dei Comuni che con le Polizie Urbane e le società partecipate per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti possono compiere un’attività di controllo più capillare. E’ anche un problema di informazione ed educazione dei cittadini, l’ideale sarebbe arrivare ad una Convenzione con la quale, Province, Comuni e società partecipate, ognuno per la sua parte, collaborano alla risoluzione del problema. Noi, con l’approvazione del bilancio, abbiamo destinato delle somme all’acquisto di nuove video trappole e alle associazioni volontarie che ci supporteranno nell’attività di controllo coordinate dalla Polizia Provinciale». 

Per tali comportamenti la legge prevede sanzioni amministrative molto pesanti e, in alcuni casi, come per l’abbandono dei rifiuti pericolosi o tossici, sanzioni penali  e grazie alle video trappole la Polizia Provinciale ha già individuato molti trasgressori.

«In ogni Comune e anche a Teramo considerando il caso specifico di Fonte del Latte – dove questa mattina è stata bonificata una discarica abusiva – c’è un centro per il conferimento dei rifiuti – chiosa il Consigliere – per i rifiuti ingombranti basta telefonare e prenotare la raccolta, oppure recarsi direttamente al centro invece di inquinare e devastare pezzi di territorio».

Continue Reading

Teramo

Giulianova, controlli a tappeto dei carabinieri: un arresto, una denuncia e decine di ispezioni

Published

on

posto-di-blocco-cc-carabinieri-112

GIULIANOVA – Controlli capillari del territorio finalizzati alla prevenzione ed alla repressione di reati da parte dei carabinieri, che hanno battuto le principali arterie di comunicazioni e i luoghi più sensibili. I militi, oltre ad aver presidiato le strade del territorio, hanno pattugliato punti di ritrovo, banche e uffici postali, eseguito controlli presso gli esercizi commerciali e verificato che le persone sottoposte dall’Autorità Giudiziaria agli arresti domiciliari stessero rispettando le misure di sicurezza previste.

Un uomo, per il quale è scatta l’ordinanza di custodia cautelare, è stato arrestato e accompagnato presso la sua abitazione dove dovrà scontare una pena di 4 mesi di reclusione agli arresti domiciliari per aggressione. Un automobilista invece è stato sorpreso alla guida della sua automobile con un tasso alcolico 5 volte superiore ai limiti previsti dalla legge. Per lui sono scattati dunque la denuncia, il ritiro della patente e il sequestro del veicolo.

In totale i carabinieri di Giulianova hanno eseguito controlli in 12 esercizi commerciali, identificato 100 persone e controllato 48 mezzi. 15 le persone sottoposte ad arresti domiciliari che hanno ricevuto una visita da parte dei militi.

I controlli dei carabinieri a Giulianova rientrano in un servizio di pattugliamento straordinario del territorio disposto dal Comando Provinciale di Teramo, ma non terminano con le operazioni in esame. Le gazzelle continueranno a battere le strade del territorio insieme ai carabinieri Forestali e quelli di Nas, Noe, Tpc e al personale del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Teramo, al fine di reprimere e prevenire qualsiasi forma di illegalità.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.