fbpx
Connect with us

Macerata

Comitato per l’Ordine e la Sicurezza a Civitanova, in arrivo misure straordinarie: «serve il pugno di ferro»

Published

on

CIVITANOVA MARCHE – Si è riunito ieri mattina, martedì 9 agosto, a Macerata, il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza pubblica convocato d’urgenza a seguito della morte del giovane tunisino accoltellato durante una colluttazione di martedì 10 agosto sera sul lungomare sud di Civitanova Marche.

Il sindaco Fabrizio Ciarapica, dopo essere immediatamente intervenuto sul posto a pochi minuti dall’accaduto, si è sentito telefonicamente con il Prefetto per organizzare la riunione il giorno dopo con le forze dell’ordine. «Ieri sera [martedì ndr] – spiega il sindaco di Civitanova Ciarapica – appena accaduto il fatto sono andato sul posto, ho sentito il Prefetto e stamattina [ieri ndr] ho preso parte, insieme all’assessore Giuseppe Cognigni, al Comitato per l’Ordine e la sicurezza pubblica. Come noto, l’uomo gravemente ferito è stato subito soccorso, ma è deceduto durante il trasferimento in ospedale. Le indagini sono in corso, le forze dell’ordine hanno ricostruito il fatto e attendiamo a breve che l’autore sia assicurato alla giustizia. Fondamentale, anche questa volta, il sistema delle telecamere di cui è ben servita la zona. Da una prima ricostruzione le persone coinvolte sono di nazionalità nordafricana, avulse dal contesto civitanovese. Le indagini faranno presto luce su ogni aspetto, ma nell’immediato sono tornato a rappresentare la necessità di un rafforzamento delle misure di sicurezza, su molteplici piani di azione.

La Prefettura ha fatto richiesta al Ministero di risorse straordinarie, che arriveranno già da stasera vista la situazione di apprensione che si è venuta a creare in questi giorni, con l’arrivo anche di unità cinofile. Saranno dunque ulteriormente rafforzati i controlli, perché occorre ripristinare quella condizione di sicurezza in cui era la città grazie ai numerosi interventi e al lavoro messi in campo in questi anni.

L’Amministrazione comunale si occuperà di implementare la videosorveglianza, che rappresenta sempre un valido strumento in questi frangenti, ma sta già agendo per allargare il campo verso altre situazioni. Stiamo predisponendo l’approvazione di un piano strategico di illuminazione pubblica delle zone più buie, rafforzeremo ulteriormente i controlli con la polizia locale.

Ho chiesto al Prefetto una risposta forte da parte degli organismi preposti, Civitanova deve tornare ad essere un modello di sicurezza, perché i cittadini non devono sentirsi insicuri in nessuna zona della città. Serve sforzo corale da parte di tutti, ho chiesto il pugno di ferro e l’Amministrazione farà come sempre la sua parte per attuare ogni misura preventiva e di controllo».

Macerata

Civitanova, la Gdf sequestra 640 mila euro ad una ditta di vernici

Published

on

Civitanova-gdf-sequestro-640-mila-euro

Operazione frutto dell’accordo di collaborazione tra Guardia di Finanza, Agenzia delle Entrate e Procura di Macerata. Sequestro da circa 640 mila euro ad una ditta di vernici di Civitanova per indebita compensazione di credito d’imposta.

CIVITANOVA MARCHE – Ingente il sequestro disposto nei confronti di una ditta operante nel settore delle vernici. Circa 640 mila euro, sequestrati dai conti correnti, e dai beni, della ditta per indebita compensazione del credito d’imposta.

Il sequestro, si inserisce nell’ambito dell’accordo di collaborazione che le fiamme gialle nel 2015 hanno stretto con la Procura di Macerata e l’Agenzia delle Entrate, al fine di rafforzare i controlli in materia di evasione fiscale.

E così, per quanto riguarda la vicenda in questione, la segnalazione partita dall’Agenzia delle Entrate, è stata girata dalla Procura alla Compagnia di Civitanova della Guardia di Finanza. In base alle accuse, la ditta avrebbe dichiarato crediti d’imposta non veritieri. In seguito alle indagini, coordinate dalla Procura, il Gip ha disposto il sequestro preventivo finalizzato alla confisca.

Continue Reading

Macerata

Contatori in fiamme, intero condominio evacuato a Civitanova

Published

on

CIVITANOVA MARCHE – A seguito di un incendio di contatori elettrici all’interno di un condominio di tre piani a Civitanova Marche (Macerata), l’intero edificio stato evacuato per i danni allo stabile e una persona è dovuta ricorrere alle cure del 118 per via del fumo che aveva inalato.

Come riporta l’Ansa, è accaduto verso le ore 14 in un palazzo in via Andrea Dorian. La squadra dei vigili del fuoco di Civitanova Marche ha provveduto a spegnere le fiamme e, in un primo momento, a evacuare le due famiglie presenti nello stabile con l’ausilio degli auto-protettori per facilitargli la respirazione. Un uomo è stato affidato alle cure dei sanitari per una intossicazione da fumo. L’intero condominio è stato poi successivamente evacuato per i danni provocati dall’incendio. In seguito i pompieri hanno messo in sicurezza l’area dell’intervento.

Continue Reading

Macerata

Cede una dose di cocaina in un bar a Civitanova: arrestato

Published

on

La GdF di Civitanova Marche e Porto Recanati ha sequestrato 5600 articoli potenzialmente pericolosi

La Guardia di Finanza ha arrestato per spaccio un uomo dopo aver eseguito un controllo in un bar di Civitanova Marche con l’ausilio dell’unità cinofila, che ha fiutato una dose di cocaina in tasca ad un ragazzo. Questi, interrogato dalle forze dell’ordine, ha detto loro dove e quando l’aveva acquistata.

CIVITANOVA MARCHE – Durante un’attività di controllo del territorio, le fiamme gialle maceratesi hanno arrestato in flagranza di reato un uomo, già gravato da numerosi precedenti per episodi analoghi, per spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli uomini della Guardia di Finanza hanno effettuato un controllo in un bar, con l’ausilio dell’unità cinofila. Al fiuto dei cani non è sfuggita una dose di cocaina che un ragazzo celava. Interrogato dai militi, questi ha rivelato loro di averla acquistata poco prima, all’interno dello stesso esercizio commerciale.

I militi allora hanno identificato l’uomo che gliela aveva ceduta e lo hanno perquisito. Sono così spuntate fuori altre nove dosi e una somma in contanti di diverso taglio superiore ai due mila euro. L’uomo, disoccupato, è stato quindi arrestato per detenzione ai fini di spaccio e porto abusivo di armi.

Questo perchè dalla successiva perquisizione presso la sua abitazione, le fiamme gialle hanno rinvenuto anche un coltello a molla detenuto illegalmente, oltre a quasi nove grammi di hashish e più di 50 grammi di sostanze da taglio. Tutto è stato sequestrato.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.