fbpx
Connect with us

Musica&Retroscena

Roseto degli Abruzzi, Emozioni in musica con Roby Facchinetti presso lo Stadio Fonte dell’Olmo

Published

on

concerto Roby Fachinetti a Roseto degli Abruzzi per il festival Emozioni in Musica
Roby Fachinetti al piano sul palco dello stadio "Fonte dell'Olmo" (foto di Andrea Cusano)

ROSETO DEGLI ABRUZZI – Ieri sera presso lo Stadio Fonte Dell ‘Olmo è stata inaugurata la settima edizione di “Emozioni in musica”, il noto festival della musica italiana che da diversi anni richiama nella cittadina adriatica importanti artisti del panorama musicale italiano.  Ad aprire questa nuova edizione, dopo due anni di silenzio forzato causato dalla pandemia, è stato l’artista bergamasco Roby Facchinetti che sta girando l’Italia con il suo Tour “Symphony” che ieri ha fatto appunto tappa a Roseto.

Il nuovo progetto diretto dal maestro Diego Basso con la Ritmico Sinfonico Young Orchestra e il Coro pop Art Voice Academy, propone brani del repertorio classico dei Pooh e degli album di Roby, trascritti in versione sinfonica dal Maestro Basso che, esaltando le melodie e le armonie originali dei pezzi, è riuscito a trasformarle in pura sinfonia. Sul palco, ad aprire la serata, il Patron del festival Silvio Brocco e il direttore artistico Morgan Fascioli che inaugurano questa nuova ripartenza per la musica, dopo due anni di dure restrizioni.

Alle 21.30 in punto la serata ha inizio con l’Overture scritta dal Maestro Basso, che mescolando sonorità originali dei pezzi storici dei Pooh con la tradizione operistica, apre il concerto trasportando il pubblico quasi in un’atmosfera fiabesca da sogno. Sulle note di Un mondo che non c’è l’artista bergamasco fa il suo ingresso sul palco, sedendosi al piano.

Facchinetti al termine del brano conquista il centro del palco salutando il pubblico -«Sarà un viaggio attraverso la musica e tante emozioni, lasciatevi trasportare dalla musica» – ed è proprio il brano Che meraviglia a trasportare il pubblico in un concerto emozionante che va avanti per due ore.

Facchinetti omaggia e ricorda l’amico di sempre Stefano D’orazio , con il brano Invisibili scritto proprio dall’amico scomparso: «Questa canzone è un atto di grande generosità perché Stefano ha pensato a tutte quelle persone invisibili».

Il concerto di Roseto prosegue sia attraverso i brani più recenti da solista di Roby Facchinetti che quelli storici del gruppo. Si va da L’ultima parola dedicata a Valerio Negrini e a Stefano D’Orazio a Noi due nel mondo e nell’anima, La donna del mio amico, Uomini soli e Pierre, che vale all’artista bergamasco una standing ovation del pubblico. Pezzi che sono dei veri e propri capolavori entrati a far parte della storia della musica italiana. Non poteva mancare Rinascerò rinascerai, scritta da Stefano D’Orazio durante i primi mesi di pandemia e che riportano il pubblico indietro nel tempo. Chi fermerà la musica invece è il brano che chiude l’evento; un pezzo che con il suo dinamismo e il suo messaggio invita il pubblico a ballare e cantare assieme all’artista che ha regalato al pubblico e alla città di Roseto una serata speciale, ricca di emozioni.

Un estartto della canzone “Pierre” di roby fachinetti, in concerto a Roseto degli abruzzi

Abruzzo

Emozioni in Musica, grande successo per il concerto dell’iconica Loredana Bertè

Published

on

Loredana Bertè a Roseto

ROSETO DEGLI ABRUZZI – Ieri sera record di presenze per l’ultima serata di Emozioni in Musica, firmata Loredana Bertè. Il grande spettacolo dell’icona pop della musica italiana ha chiuso la settima edizione di Emozioni in Musica presso lo Stadio Fonte Dell’Olmo di Roseto degli Abruzzi. La Bertè con la sua voce graffiante e il suo stile unico e inconfondibile ha portato in scena un grande show che ha letteralmente travolto il pubblico. L’indiscussa protagonista del rock italiano è salita sul palco inaugurando a Roseto la prima data dell’attesissimo Manifesto Summer Tour 2022 che la porterà in giro per l’Italia con numerose tappe.

L’apertura del concerto è affidata al rapper Harsenico ( di Roseto degli Abruzzi) che poi lascia il palco all’iconica artista e alla sua band: Aida Cooper e Annastella Camporeale cori , Alberto Linari tastiere, Stefano Cerisoli e Marco Grasselli chitarre, Pierluigi Mingotti basso; Ivano Zanotti batteria. Un grande concerto, una miscela esplosiva di grinta, energia dove pezzi storici si sono amalgamati con Hit più recenti Che cosa vuoi da me ( Sanremo2019) Figlia di…, Mare e Malinconia che hanno reso la performance della Bertè unica e indimenticabile. Un grande show dove non è mancata la grinta , la forza ma allo stesso tempo anche la delicatezza nella preziosa collezione di pezzi che l’artista ha regalato al pubblico. Da Amici non ne ho, Il mare d’inverno , calda e sentita interpretazione, in cui la cantante lascia che sia il pubblico ad intonare il ritornello, In alto mare, Non sono una signora, E la Luna busso, passando per Ho smesso di tacere, pezzo ( scritto per l’artista da Luciano Ligabue) drammaticamente amaro ma allo stesso tempo simbolo di forza e resilienza, che rappresenta una chiara denuncia sulla violenza sulle donne, tematica sulla quale la Bertè è in prima linea da sempre.

Loredana, artista indiscussa sulla scena del pop e del rock italiano, è riuscita con la sua musica e il suo stile a coinvolgere più generazioni , in un grande spettacolo di due ore, un vero e proprio viaggio tra le strade pop, del rock e del blues. Il grande show sarà ricordato non solo per il record di presenze ma soprattutto per il caloroso affetto che il suo pubblico le ha trasmesso durante l’intero spettacolo. Un affetto che l’artista ha ripagato con la sua straordinaria interpretazione sul palco.

Un grande finale che ancora una volta evidenzia il successo di Emozioni in Musica Festival che, si dalla prima edizione, continua a portare nella cittadina adriatica un pezzo della storia della musica Italiana.

Continue Reading

Musica&Retroscena

Edoardo Bennato, il moderno Peter Pan tra Rock and Blues sul palco di Emozioni in Musica

Published

on

Edoardo Bennato in concerto a Roseto degli Abruzzi per il festival Emozioni in Musica
Edoardo Bennato in concerto a Roseto degli Abruzzi (Foto di Sebastiano Tavolazzi)

ROSETO DEGLI ABRUZZI – «Ciao ragazzi e ragazze!» con queste parole Edoardo Bennato, il Peter Pan della musica italiana, ieri sera ha salutato il pubblico di Roseto nella seconda serata del festival “Emozioni in Musica” L’artista infatti è stato protagonista sul palco con il suo “Peter Pan Tour”, organizzato per celebrare i 40 anni dall’uscita di “Sono solo canzonette”. Bennato ieri ha emozionato e travolto la platea di Roseto regalando due ore piene di spensieratezza ed energia tra Rock, Blues e il suo inconfondibile stile cantautorale. Uno spettacolo intenso arricchito dai più grandi successi della sua carriera che hanno fatto cantare ma allo stesso tempo riflettere su tematiche di scottante attualità, raccontate attraverso le sue canzoni.

Carico e in piena sinergia con la sua storica BeBand , composta da Giuseppe Scarpato alle chitarre, Raffaele Lopez alle tastiere, Gennaro Porcelli alle chitarre, Arduino Lopez al basso e Roberto Perrone alla batteria, l’artista partenopeo rompe il ghiaccio con il primo pezzo Abbi dubbi ,- «L’unica cosa su cui non avrò mai dubbi è la carica vitale, provocatoria, magica, reazionaria del rock’n’roll».

Non potevano mancare gli storici capolavori Arrivano i buoni, Sono solo canzonette, il gatto e la volpe , Mangiafuoco passando per Stop America, A cosa serve la guerra, A Napoli 55 è a musica, brano nel quale l’artista racconta se stesso agli inizi della carriera, il suo rapporto con la musica e con il numero 55 che nella cabala napoletana rappresenta la musica.

«Sono nato a Napoli, a Bagnoli, periferia industriale, sono nato in viale dei Campi Flegrei 55, un numero che mi piace e che mi ha portato fortuna perché a Napule cinquantacinque è a musica».

Bennato come un moderno cantastorie , ieri sera è stato ancora una volta in grado di raccontare con la sua musica e i suoi personaggi, uno spaccato del nostro tempo, del nostro mondo fatto di buoni e cattivi; in cui il divario tra gli antagonisti alla fine si può risolvere con con l’arma più potente di tutti i tempi: l’amore. Il no alla guerra e numerose tematiche sociali vengono affrontate dal rocker di Bagnoli in un dialogo aperto con gli spettatori, che diventa una vera e propria denuncia sociale arguta e onesta.

Lo spettacolo oramai è decollato e non può che travolgere con la sua carica esplosiva di Rock, folk e blues, raggiungendo il suo apice con Il Rock di Capitan Uncino che fa ballare e scatenare il pubblico. Performance pazzesca che sembra chiudere il concerto. Infatti il rocker e la band abbandonano il palco per poi ritornare, acclamati a gran voce dal pubblico, regalando ultime perle musicali fino a Nisida che segna la conclusione della serata.

Il Peter Pan della musica italiana, tra gli applausi del pubblico, saluta invitando tutti a non dimenticare il bambino che c’è in noi, perché in fondo ognuno di noi è alla ricerca dell’isola che non c’è.

Continue Reading

L'Aquila

L’Aquila, al via la quarta edizione di “Nell’Ombra della Musica Italiana” con Tiromancino in Piazza Duomo

I Tiromancino si esibiranno il 1 agosto in Piazza Duomo a L’Aquila

Published

on

Tiromancino concerto L'Aquila

L’AQUILA – La Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” presenta la quarta edizione della rassegna “Nell’ombra della musica italiana”, inserita anche nel cartellone estivo de I Cantieri dell’Immaginario del Comune de L’Aquila, con i Tiromancino ad aprire la rassegna, lunedì 1 agosto in Piazza Duomo.

I Tiromancino fondati da Federico Zampaglione nascono nel 1989 e durante gli anni 90 pubblicano quattro album: Tiromancino (1992), Insisto (1994), Alone alieno(1995), Rosa spinto (1997. Nel marzo 2000 debuttano su Virgin con il loro quinto album, La descrizione di un attimo, che li porta al definitivo successo. A giugno del 2019 l’inedito Vento del Sud e l’anno successivo Finché ti va sono i brani tra i più programmati dalle radio. Nel 2021 esce Cerotti, brano che farà parte della colonna sonora del film “Morrison”. Ho cambiato tante case è il tredicesimo album ed è stato pubblicato nell’ottobre 2021.

Nello spettacolo live Best of – Tour 2022, le canzoni del nuovo album si alterneranno agli innumerevoli successi che hanno costellato l’ormai trentennale carriera della band romana. Lo show che i Tiromancino portano sul palco è un vero e proprio viaggio che scandaglia rapporti familiari importanti, parole rivolte dai figli ai genitori e dai genitori ai figli, sentimenti legati alle relazioni amorose e all’amicizia, ma anche il rapporto con il pianeta, il legame con il cinema e con la musica ed i suoi maestri.

INFO

Ingresso Euro 15,00. Biglietteria on line circuito Ciaotickets dai siti www.cantieriimmaginario.it e www.barattelli.it. Punto vendita Info Point in via Cimino 11 0862295927 e 3701508492 e presso la sede della Società Aquilana dei Concerti su Corso Vittorio Emanuele II 95 int. 6 dal lunedì al venerdì ore 9,30-13 e 16-19 tel 086224262 e 3286765097.

Sarà possibile acquistare gli eventuali biglietti residui per il concerto dei Tiromancino anche direttamente in Piazza Duomo a L’Aquila poco prima l’inizio del concerto.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.