fbpx
Connect with us

Ancona

Maltempo, tragedia nelle Marche: sei morti e tre dispersi per una bomba d’acqua

Published

on

ANCONA – L’ondata di maltempo che ha colpito le Marche ha provocato al momento almeno sei vittime. Lo ha reso noto il dipartimento della Protezione Civile dopo una verifica con le autorità locali. Quattro delle sei vittime sono a Ostra (Ancona), una a Trecastelli (Ancona) e una Barbara (Ancona). In quest’ultimo comune risultano anche tre dispersi.

Come riporta l’Ansa, nella provincia di Ancona, dove sei persone sono morte a causa del maltempo, si sono abbattuti “400 millimetri di pioggia in due, tre ore”, ha detto il responsabile delle emergenze del Dipartimento della Protezione Civile, Luigi d’Angelo, che sta seguendo dalla sala operativa l’evolversi della situazione. “È stato un evento estremamente intenso – ha sottolineato -, tutte le forze sono in campo e al lavoro”. Probabilmente, ha aggiunto, “il caldo di questi giorni, scontrandosi con con una cella di aria fredda, ha determinato dei fenomeni così violenti”.

Case allagate fino al primo piano, strade come torrenti e fiumi in piena che minacciano anche i comuni costieri. Il maltempo torna a fare paura nelle Marche, con una persona che risulta al momento dispersa nella zona di Senigallia. Le immagini dei condomini allagati e delle auto trascinate dall’acqua stanno facendo il giro di social e web. L’ondata di piena del fiume Misa minaccia Senigallia, già colpita dall’alluvione nel 2014. Appello social del Comune che invita i cittadini di tenersi lontano dagli argini e di rimanere in casa, portandosi ai piani alti. Piogge e temporali stanno provocando disagi e problemi anche nella zona dell’Aretino, in Toscana, dove una quarantina di famiglie sono rimaste senza luce e acqua. La situazione più preoccupante, al momento, è quella delle Marche dove al momento si registra un disperso. A causare i maggiori danni è stata una bomba d’acqua che si è abbattuta nella zona di Cantiano, trasformando le strade in veri torrenti e causando lo straripamento di diversi fiumi, tra cui il Burano. “L’acqua ha invaso le vie centrali del paese – l’appello del sindaco -. Diverse zone sono già sommerse. La viabilità comunale è interrotta in diversi tratti. Chiusa la statale direzione Gubbio. Invitiamo la cittadinanza a mantenere la calma ed evitare situazioni di rischio”.

Come riporta l’Ansa, a Pergola, sempre in provincia di Pesaro Urbino, una famiglia si è rifugiata all’ultimo piano di una casa e ha chiesto aiuto. Disagi anche sulle strade, con il casello di Senigallia sull’A14 chiuso al traffico in vista dell’ondata di piena del Misa che starebbe arrivando nel centro abitato. Tutte le arterie principali e i ponti della città sono chiusi al traffico. Il maltempo ha provocato situazioni critiche a Serra de’ Conti, Barbara, Corinaldo, dove il fiume Nevola è esondato in zona Burello, e a Ostra, nella frazione di Pianello, dove è esondato il Misa in più punti, trasformando le strade in torrenti che trascinano via le auto. Nell’entroterra di Senigallia, come riferito anche dalla Protezione Civile, ci sarebbe anche un morto, deceduto però molto probabilmente per un malore. ” Le condizioni meteo stanno migliorando – spiega il direttore della Protezione civile della Regione Marche, Stefano Stefoni -, ma la situazione a Senigallia resta critica per la piena del Misa”.

Ancona

Sold-out a Senigallia per “I Due Cavalieri – amori e intrighi nel castello”

Published

on

spettacolo-teatrale-i-due-cavalieri-amori-e-intrighi-nel-castello

Lo spettacolo “I Due Cavalieri – amori e intrighi nel castelloè stato curato dall’organizzatrice e soprano Cristina Corradini e messo in scena dal gruppo “Medioevalis” di Jesi.

SENIGALLIA – Grande successo di pubblico per la rappresentazione teatrale “I Due Cavalieri – amori e intrighi nel castello”, andata in scena lo scorso venerdì 30 settembre presso lo splendido Teatro Fatati del Museo del Giocattolo antico di Senigallia in via Maierini. Lo spettacolo, curato dall’organizzatrice Cristina Corradini, era una rappresentazione scenica in costume realizzata dal gruppo “Medioevalis” di Jesi, diretti da Luigi Ramini, arricchita da curiosità di vita all’epoca, letture storiche e musiche del più grande Troviero francese del 1200, Adam de la Halle, eseguite in lingua d’oil dal soprano Cristina Corradini, con l’accompagnamento di un’arpa medievale.

Notevole interesse che ha suscitato la rappresentazione, al punto che tutti i posti disponibili sono stati assegnati in pochissimi giorni dalla pubblicazione dell’evento facendo scaturire dagli interessati che non sono riusciti a partecipare, diverse richieste di repliche. L’originalità dello spettacolo sta nel fatto che lo spettatore ha potuto viaggiare nel tempo indietro di circa mille anni, nel basso medioevo, trovandosi catapultato tra sfide tra Cavalieri, sgherri fedeli o corrotti, Badesse severe e arcigne,  bellissime dame di corte pronte a sedurre Signorotti ricchi ed ingenui.

Il ritmo delle scene è divenuto davvero incalzante quando la vicenda è scaturita in acerrimi duelli a colpi di spada dove il sangue e la morte hanno preso il sopravvento sul dialogo e la narrazione.

Lo stile teatrale adottato dal gruppo è stato quello della “improvvisazione pura”, tecnica le cui origini si trovano nelle opere di Aristofane, portata agli estremi da Plauto e divenuta poi fondamento della commedia dell’arte, dove i protagonisti erano liberi di recitare e dare “forza” ai personaggi, senza il vincolo di un copione scritto. Gli splendidi abiti storici di scena, che hanno ancor più caratterizzato i personaggi, sono stati realizzati in autonomia dal gruppo stesso e dalle esperte mani di Anna Mastroianni e Paola Ferranti.

Al termine, Cristina Corradini ha poi salutato tutti con un assaggio della Torta Bianca tipico dolce medievale e un brindisi con il Sidro, ricette direttamente tratte dal “Libro de Arte Coquinaria” del Maestro Martino da Como, cuoco e gastronomo italiano.

Continue Reading

Ancona

Fabriano, agganciata sui social e truffata per 180mila euro da una banda

Published

on

FABRIANO – I risparmi di una vita truffati da una banda di 10 persone, alcune extracomunitarie, che hanno fatto leva sul bisogno di interrelazione e di necessità di portare aiuto agli altri della vittima, una 50enne impiegata di Fabriano (Ancona), che ha effettuato una serie di bonifici bancari per una somma complessiva di 180mila euro da febbraio in poi, dopo essere stata adescata su Facebook da un sedicente “amico”.

Un profilo maschile, poi risultato falso, che periodicamente le chiedeva aiuti economici per svariate esigenze: viaggi, un figlio bisognoso di cure. A portare ad una svolta è stato l’intuito del direttore della banca che non ha dato corso all’ennesimo bonifico e ha convocato la donna, permettendole di rendersi conto della vera e propria trappola emotiva in cui era caduta.

Come riporta l’Ansa, si è rivolta alla polizia e l’attività investigativa degli agenti del commissariato di Pubblica sicurezza di Fabriano ha permesso di individuare 10 persone residenti in varie regioni d’Italia (Lombardia, Veneto, Campania, Sardegna) risultate intestatarie delle carte ricaricabili sulle quali la vittima aveva fatto confluire le sue sostanze e che sono state denunciate per truffa in concorso. Si tratta di soggetti non nuovi a truffe dello stesso genere. Per quelli di origine extracomunitaria verrà proposta l’espulsione dal territorio nazionale.

Continue Reading

Ancona

Morro d’Alba, presentato “Marche d’Autore – I Traguardi”, quarto volume dell’opera

Published

on

presentazione-marche-d'autore-morro-d'alba

ANCONA – Nell’ambito della più ampia iniziativa “MarcheStorie”, una serie di eventi culturali e artistici che ha visto coinvolti i piccoli borghi delle Marche, presentato sabato 1 ottobre a Morro d’Alba il libro “Marche d’Autore – I traguardi” presso l’auditorium Santa Teleucania, alla presenza dell’assessore alla Cultura e Turismo Alessandra Boldreghini e del Vicesindaco e assessore allo sport Raniero Romagnoli.

“Marche d’autore” è un progetto nato dalla mente di Jonathan Arpetti, scrittore, e di David Miliozzi, scrittore e critico d’arte, e realizzato grazie al contributo di un centinaio di autori, poeti e artisti, tutti rigorosamente marchigiani. Dopo i volumi dedicati al territorio, ai personaggi e ai prodotti alimentari tipici della nostra regione, il quarto volume, uscito da pochi mesi, è dedicato ai personaggi sportivi. Presenti, oltre i curatori Arpetti e Miliozzi, alcuni degli autori, come Gioia Senesi, Roberta Gregori, Stefano Vignaroli, Lorena Pinciaroli, Andrea Bacianini e Silvana Salati.

“Marche d’Autore – I traguardi”, come spiegato dai curatori, è stato apprezzato anche dal Presidente del CONI Marche, Fabio Luna, che ne ha scritto la prefazione, soprattutto per il fatto che non si tratta solo dei personaggi più noti, come Valentino Rossi, Roberto Mancini, Michele Scarponi o Valentina Vezzali, ma anche di personaggi che sono stati comunque campioni in discipline meno conosciute e apprezzate dal grande pubblico, come l’atletica o il softball o la palla al bracciale, per nominare anche uno sport di altri tempi, ma comunque di rilevanza storica. Ogni campione sportivo è stato “narrato” in maniera più o meno romanzata, a volte facendo anche leva su aspetti inediti della sua personalità, da ciascuno degli autori intervenuti nella stesura del libro. Un libro insomma complesso, e che raccoglie tanta ricchezza e tanta “marchigianità”.

L’evento si è chiaramente concluso con un brindisi a base di Lacrima e con un successivo giro turistico della “Scarpa”, del camminamento di ronda delle mura medievali, uno dei meglio conservati nelle Marche e forse in Italia, dove si è potuto anche assistere allo spettacolo itinerante di figuranti appartenenti agli “Armati dell’Antica Marca”. Il nubifragio finale, con lampi e fulmini, è giunto puntuale a concludere la ricca serata.

Stefano Vignaroli

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.