fbpx
Connect with us

Teramo

Giulianova, approvato il progetto per riqualificare l’area dell’ex depuratore

Pubblicato

il

riqualificazione-ex-depuratore-giulianova

Saranno impiegate risorse per 1.650.000 euro finanziate dal Pnrr. La zona, ora dismessa, punta a diventare quella di maggior pregio del Parco Annunziata. La riqualificazione dell’area dell’ex depuratore di Giulianova prevede la bonifica e la realizzazione di ripari dall’inquinamento acustico e luminoso.

TERAMO – La Giunta comunale di Giulianova ha approvato il progetto, che sarà finanziato dal Pnrr, relativo alla bonifica e alla riqualificazione dell’area dell’ ex depuratore. Il piano, per un investimento di 1.650.000 euro, consentirà di far diventare una superficie di oltre 13.000 metri quadri, oggi in degrado, la zona di maggior pregio del parco Annunziata. L’area, situata alla foce del Tordino, è costeggiata da un tratto della ciclovia Adriatica e, se da un lato si affaccia sul parco del quartiere, dall’altro guarda direttamente al mare.

L’ex depuratore, sostituito nel 2011 da un impianto più a monte, consta attualmente di vasche  ed edifici tecnici, costruiti con materiali e criteri tipici del dopoguerra.  Oltre un decennio di abbandono ha portato a uno sviluppo di rovi e piante infestanti che lo rendono pressoché inaccessibile.

Il progetto prevede la riqualificazione della struttura del depuratore di Giulianova mediante la sua trasformazione in verde pubblico, andando in tal modo a costituire un ampliamento consistente del Parco Annunziata, di cui diventerà parte integrante. La filosofia di progetto punta comunque a conservare la memoria del luogo, pertanto non è prevista la demolizione e cancellazione integrale delle strutture esistenti. Al contrario, è stata individuata una demolizione selettiva, capace di esaltare il doppio legame che connette il luogo al tema dell’acqua: un legame intrinseco, dato dalla sua passata funzione, ed uno di contesto, dato dal fatto di essere circondato sui due lati dall’acqua, con il fiume a sud ed il mare a est.

La nuova area verde viene pertanto caratterizzata dall’acqua e dalla parziale conservazione delle strutture idriche, costituite soprattutto dalla grandi vasche circolari tipiche dell’impianto di depurazione. Le vasche verranno ribassate a 1 metro dal piano di campagna, così eliminare ostacoli visivi e zone nascoste. Le recinzioni verranno del tutto eliminate ed anche le essenze arboree saranno gestite e selezionate in modo da non costituire ostacoli visivi. L’area sarà coperta da prato rustico. Le vasche, dotate di sistemi di illuminazione notturna, saranno di tipo a sfioro. Lo specifico progetto altimetrico del suolo creerà effetti alterni in cui le vasche da talune prospettive emergeranno, mentre in altre saranno ad altezza di prato. Saranno realizzati anche percorsi pedonali in continuità con la rete di quelli presenti nel parco Annunziata. Sul fronte mare, sono previsti altrettanti giardini tematici. Sostare in quella zona costituirà un’esperienza multisensoriale, visto che passaggi e installazioni, grazie ad orientamenti studiati e a sistemi di audiodiuffusione,  consentiranno la percezione, anche sonora, del vento.

La vasca cilindrica all’angolo sud-ovest, di diametro inferiore alle altre e di altezza maggiore, verrà conservata e riqualificata in tutta la sua volumetria, per motivi sia di memoria sia compositivo- paesaggistici. In adiacenza sarà realizzata una collinetta artificiale a prato alta 2,5 metri.  La vasca cilindrica sarà dotata di un’ apertura e di un portone, per un accesso controllato. L’interno, a cielo aperto, costituirà un luogo-installazione che consentirà l’organizzazione di mostre ed eventi, e soprattutto la contemplazione del cielo (diurno e notturno) in quanto isolato da inquinamento luminoso e sonoro. Lo spazio è stato denominato “Sala del Cielo”.

Un’area di 1.400 mq, a nord- ovest dell’impianto, utilizzata da “Giulianova Patrimonio” per il conferimento di sfalci e potature, costituisce oggi un corpo estraneo nel Parco Annunziata sia per lo stato di sostanziale degrado in cui versa,  sia per il transito quotidiano mezzi, anche pesanti. Si prevede la delocalizzazione dell’attuale attività di conferimento su altro terreno comunale e la riqualificazione dell’attuale in verde pubblico, quale estensione del Parco Annunziata, mediante la semina di prato rustico, la rimozione delle recinzioni esistenti, opportune innovazioni viarie.

Il progetto prevede inoltre, al fine di ampliare la fruizione del parco, la modifica delle recinzioni del centro polifunzionale e l’eliminazione dell’attuale cesura costituita da via dei Pioppi. Prevista, in questo senso, la realizzazione di tre attraversamenti in quota e l’installazione di segnaletica verticale.

Tra l’area ex depuratore e l’arenile vi è un’area privata di circa 3.400 mq delimitata da rete metallica ammalorata, tenuta in stato di totale abbandono, invasa da canne che precludono la vista mare e rendono la permanenza insicura nelle ore serali. L’Amministrazione Comunale ha già previsto in bilancio somme per acquisirla. Su tale area, completamente rivitalizzata con nuovo verde e resa accessibile,  sono previste passerelle in legno per raggiungere la zona dunale e l’arenile.

Il parcheggio fronte mare lungo via dei Pioppi sarà infine riqualificato sia dal punto di vista paesaggistico sia da quello della fruizione.

L’obiettivo sostanziale del progetto è quello di avviare un processo di innovazione, ai fini del miglioramento della sostenibilità ambientale, l’accessibilità e l’inclusione della spiaggia, compatibilmente con la legislazione e gli strumenti urbanistici vigenti.

Come piazza Dalla Chiesa, l’area dell’ex depuratore sarà uno straordinario “pezzo di città”, che amplia e migliora il parco dell’ Annunziata, crea occasioni per vivere la natura e il mare, rende il luogo un angolo nuovo, unico,  affascinante ed attraente, per i turisti e per tutti i cittadini di Giulianova.

Teramo

Sarà inaugurata domani la pala d’altare di Leonardo Carapucci a Martinsicuro

Domenica 16 giugno, nell’ambito di “Historia Magistra Vitae”, sarà svelata la pala d’altare che Leonardo Carapucci ha donato a Martinsicuro.

Pubblicato

il

leonardo carapucci con papa giovanni paolo ii - pala d'altare donata a martinsicuro -
Nella foto il pittore fiorentino di origini martinsicuresi Leonardo Carapucci incontra Papa Giovanni Paolo II

L’evento si inserisce nell’ambito degli appuntamenti con la rassegna Historia Magistra Vitae ed il Memorial Nino Torquati: al via la IV edizione. La pala d’altare è stata donata dal pittore alla comunità truentina.

TERAMO – Ritorna la rassegna “Historia Magistra Vitae” a Martinsicuro, dedicata al professore Nino Torquati, il cui memorial è giunto alla quarta edizione. Si parte domenica 16 giugno presso la Chiesa del Sacro Cuore di Gesù di Martinsicuro, dove sarà inaugurata la Pala d’Altare che il pittore fiorentino di origini martinsicuresi Leonardo Carapucci ha donato alla comunità truentina.

L’Associazione Museo delle Armi Antiche, il presidente del Consiglio Comunale di Martinsicuro Umberto Tassoni e l’Amministrazione tutta, il Comitato di Quartiere e la Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù invitano la cittadinanza alla cerimonia inaugurale della pala d’altare di Leonardo Carapucci. Alle ore 18:00 sarà celebrata una Santa Messa dal Parroco don Anselmo con interventi musicali del soprano italo-canadese Linda Brabant, del M° Sara Torquati e del giovane violinista Davide Di Donato. Alle 19 la presentazione e la benedizione della Pala d’Altare.

Successivamente si terranno gli interventi musicali del soprano Wu Jingyi e del mezzosoprano Wang Luoxi del Conservatorio di Musica A. Casella della città di L’Aquila. L’evento è presentato dal Maestro del Lavoro Salvatorino Puglia.

Continue Reading

Teramo

Da Galimberti ai Matia Bazar, passando per Fausto Leali: presentato il calendario degli eventi estivi a Martinsicuro

Pubblicato

il

Il cartellone degli eventi estivi presentato dal Comune di Martinsicuro è ricco e propone appuntamenti di vario genere: musica e cultura, ma anche tradizione e divertimento.

TERAMO – Appuntamenti per ogni fascia d’età con musica, cultura, rievocazioni storiche e spettacolo: il Comune di Martinsicuro ha approntato un ricco cartellone di eventi estivi per la stagione 2024.

«Il calendario degli eventi estivi 2024 è stato ideato per migliorare quello dello scorso anno – le parole del consigliere con delega al Turismo e al Demanio del comune di Martinsicuro Umberto Barcaroli – credo che ci siamo riusciti. Un grande lavoro in collaborazione con pro loco e associazioni del territorio; molta attenzione agli eventi per i bambini, ideati in collaborazione con l’associazione degli Operatori turistici che ringrazio. Per quanto riguarda gli eventi di spettacolo, insieme a tutta l’amministrazione abbiamo voluto ampliare la scelta ed il numero di manifestazioni rispetto allo scorso anno, soprattutto riportando nel periodo di ferragosto alcuni eventi in Piazza Cavour, in onore della tradizionale festa cittadina che si faceva in passato, come ci è stato richiesto dai cittadini stessi. Non per ultimo volevo ricordare il Carnevale estivo che sta tornando ai vecchi splendori grazie anche al lavoro che stiamo svolgendo insieme ai quartieri e alle associazioni con il grande contributo del consigliere con delega ai quartieri, Marco Massetti».

«Un calendario delle manifestazioni che continua ad esser ricco di eventi culturali di spessore – dichiarano la delegata alla cultura Giuseppina Camaioni e la delegata alla biblioteca Valentina Coccia – siamo soddisfatte dell’organizzazione del progetto cultura 2024 che spazia dall’arte alla musica, dalla storia alle tradizioni, dalla letteratura al teatro e che rappresenta la volontà di dare spazio alla creatività come attrattiva per il territorio. L’obiettivo primario è quello di stimolare la riflessione, favorire la coesione sociale, la partecipazione e anche di far conoscere al turista la nostra storia, il nostro territorio e le nostre tradizioni»

«L’associazione Operatori Turistici Martinsicuro e Villa Rosa è soddisfatta del cartellone eventi 2024 proposto dall’amministrazione comunale – il commento del presidente dell’associazione, Simone Tommolini – quest’anno sono tante le manifestazioni proposte e rappresentano un buon compromesso per quelle che sono le esigenze del mercato turistico sempre più esigente.
La collaborazione tra operatori e amministrazione comunale porta sempre frutti importanti e stiamo recuperando il terreno perso negli ultimi anni. Siamo consapevoli della necessità di dover lavorare ancora molto e offrire ai turisti un calendario eventi sempre più ricco e accattivante. L’inserimento di diversi appuntamenti sia per bambini che per l’intera famiglia ci permette di guardare con ottimismo all’estate 2024».

«Sono felice che anche quest’anno siamo riusciti a realizzare un calendario pieno di eventi per tutti. Segno che questa città sta crescendo sotto tutti i punto di vista. Le nostre società sportive, oltre a quelli calendarizzati, metteranno a disposizione altri eventi che verranno comunicati successivamente. Ci sono tutte le componenti per vivere una grande estate in una città che ogni giorno diventa sempre più bella e accogliente» ha concluso Alessandro Casmirri, consigliere con delega allo sport.

Continue Reading

Teramo

Christian Corsi eletto nuovo rettore di UniTE, è il più giovane d’Italia

Pubblicato

il

christian corsi nuovo rettore unite insieme a dino mastrocola

48 anni, ordinario di Economia Aziendale, Christian Corsi ha ottenuto 239 preferenze, contro le 232 di Salvatore Cimini, fino al marzo scorso direttore generale dell’Università. Entrerà in carica il prossimo primo novembre.

TERAMO – Le elezioni d’ateneo sono concluse e UniTE ha un nuovo rettore: Christian Corsi, 48 anni, ordinario di Economia Aziendale. L’ha spuntata per un una manciata di voti contro l’altro docente in corsa, Salvatore Cimini, già direttore generale d’ateneo. 239 voti il primo, 232 il secondo. Alle elezioni hanno preso parte 262 docenti, 185 unità di personale tecnico-amministrativo e di biblioteca e 86 rappresentanti degli studenti.

Christian Corsi entrerà in carica il prossimo primo novembre, ma nel frattempo già affianca il rettore uscente Dino Mastrocola. Ieri era a Piano D’Accio per accompagnare la stampa in una visita guidata alla necropoli, mentre questa mattina era presente alla solenne cerimonia nell’Aula Magna Benedetto Croce nella quale don Luigi Ciotti è stato insignito dell’onorificenza dell’Ordine al merito dell’Ateneo “Guido II degli Aprutini”.

«Un grande in bocca al lupo a Christian Corsi, eletto oggi nuovo Rettore dell’Università di Teramo. È una grande emozione vedere l’allievo arrivare a questo importante traguardo. A soli 48 anni è il più giovane Rettore di una Università statale italiana. Un orgoglio per Teramo e per l’Abruzzo». Questo il commento di un predecessore, Luciano D’Amico, già Magnifico Rettore dell’Università di Teramo.

«A nome personale e dell’intera giunta regionale porgo le congratulazioni al professor Christian Corsi, che è stato eletto nuovo rettore dell’Università di Teramo. Gli auguro buon lavoro e auspico un’intensa collaborazione con la Regione al fine di far crescere il territorio e offrire ai giovani le strade migliori per il loro futuro». Ha dichiarato invece il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro, Via Gabriele D'annunzio 37, Cap 64014 - Sede Operativa: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.