fbpx
Connect with us

Teramo

Ad Alba Adriatica si è insediato il Consiglio Comunale, l’opposizione chiede un ufficio

Pubblicato

il

alba adriatica piazza comune municipio

Durante la prima seduta del Consiglio Comunale di Alba Adriatica, insediatosi ieri sera, il sindaco Antonietta Casciotti ha illustrato le linee programmatiche di mandato. Nel frattempo, la lista civica Siamo Alba ha chiesto uno spazio con cui «vigilare sull’operato di chi amministra, dare suggerimenti e anche aiuti, se necessario, nell’interesse della collettività e il bene comune».

TERAMO – Nei giorni scorsi sono state illustrate le deleghe e la composizione della Giunta di Alba Adriatica dopo le elezioni che hanno visto la riconferma a sindaca di Antonietta Casciotti e ieri sera, lunedì 5 giugno, si è insediato il Consiglio Comunale.

Eletta presidente del consiglio Comunale di Alba Adriatica Alessandra Cardelli. Capogruppo di maggioranza è Luca Maria Falò, mentre quello di minoranza sarà Massimo Marconi, che aveva espresso la sua candidatura a sindaco.

Nel frattempo l’opposizione intende esercitare la sua funzione in maniera stringente ed ha avanzato formale richiesta di un ufficio dotato di pc dove poter esercitare le proprie funzioni. «I cittadini ci hanno chiamato ad un non facile impegno con il compito di vigilare sull’operato di chi amministra, di dare suggerimenti e anche aiuti, se necessario, nell’interesse della collettività e il bene comune».

E in merito all’opposizione in Consiglio Comunale ad Alba Adriatica, c’è già un’istanza: la salvaguardia del decoro pubblico, in particolare per quanto riguarda lo sfalcio del verde pubblico. «Un cittadino è stato biasimato dal Sindaco solo per aver sollevato uno stato di degrado e incuria in cui versa la pineta, raffigurando una pessima immagine della città con i turisti e ospiti che la frequentano. Dispiace che qualche amministratore sia intollerante alle critiche e dispiace perché chiunque amministri sa bene che deve confrontarsi quotidianamente con l’opinione pubblica, alla quale deve rendere conto e con la quale non deve scontrarsi, soprattutto se i fatti sono evidenti. […] È necessario cambiare rotta con un intervento immediato, volto a ripristinare il decoro pubblico, attraverso lo sfalcio erba del lungomare, della pineta e altri parchi della città».

Teramo

Domenica 28 luglio a Villa Rosa la terza edizione del Colormob

Pubblicato

il

III colormob villa rosa 2024

Musica, colori e tanto divertimento animeranno il lungomare Italia a Villa Rosa, all’angolo con via Fregene, dalle 17 di domenica 28 luglio, per la terza edizione del Colormob.

TERAMO – Dopo la grande partecipazione di pubblico registrata negli scorsi anni, a Villa Rosa di Martinsicuro torna il Colormob, giunto alla sua terza edizione. «Un evento che nasce dalla volontà innanzi tutto di stare insieme – le parole del consigliere con delega alle politiche giovanili, Lorenzo Ritrovati – e di lanciare un grido contro ogni forma di discriminazione: il tuo colore non è uguale al mio, ma solo accogliendo l’unicità di ogni colore si ha l’arcobaleno».
Un evento, quindi, che mira a promuovere l’uguaglianza e la tolleranza avvicinando quanti più possibile le persone tra loro. Per partecipare si consigliano indumenti bianchi per permettere ai colori di prendere ancora più risalto.

III colormob villa rosa 2024 alessandro casmirri lorenzo ritrovati

«Un ringraziamento va a tutti gli uffici comunali che si sono adoperati, come ogni anno, con tanto impegno e professionalità per questo evento, in particolare all’Ufficio Sport e Politiche Giovanili e all’Ufficio Turismo – commenta invece Alessandro Casmirri, delegato allo Sport –
Un grazie anche a Archagency Fashion Art per aver organizzato l’evento, gli On Air Band e la bravissima Antonella Ciocca che presenterà l’evento».

Continue Reading

Teramo

Donna morta in casa a Teramo da almeno 10 giorni: disposta l’autopsia

Pubblicato

il

L’ipotesi più accreditata rimane quella del malore. La figlia, che avrebbe provato a camuffare l’odore della morte con saponette e coperte, si trova ricoverata in psichiatria a Giulianova.

TERAMO – E’ stata disposta ieri, lunedì 23 luglio, l’autopsia sul corpo di Franca D’Agostino, la donna di 77 anni morta da almeno 10 giorni e vegliata dalla figlia nella sua casa. Entrambe in passato avrebbero sofferto di disagi di natura psichica, tali per cui si sarebbe reso necessario il ricovero in psichiatria. Attualmente la figlia della donna, Sara, 43 anni, si trova ricoverata in psichiatria a Giulianova.

La donna conferma la prima versione: stava vegliando l’anziana perché convinta che si sarebbe svegliata. Invece la donna trovata in avanzato stato di decomposizione a Teramo era morta da almeno 10 giorni. L’ipotesi del decesso più accreditata rimane quella del malore, ma sarà l’autopsia a chiarire ogni dubbio. Dall’ispezione cadaverica iniziale tuttavia, non sono emersi segni di violenza. La difesa, assunta dall’avvocato Daniele Contrisciani, ha deciso di non avvalersi di un consulente tecnico di parte.

A chiamare le forze dell’ordine, la scorsa domenica 21 luglio, sono stati i vicini, allarmati dall’odore nauseabondo proveniente dall’appartamento delle due. La figlia avrebbe provato a camuffare l’odore con coperte e saponette, ma senza successo. Una volta capito che avrebbe ricevuto visite, si sarebbe allontanata, prendendo un treno diretto a Giulianova. Qualche ora dopo però ha telefonato alle forze dell’ordine ed ha detto dove si trovava. Una volta recuperata è stata accompagnata in psichiatria.

L’indagine per appurare le causa della morte dell’anziana sono condotte dal Pubblico Ministero Greta Aloisi, che ha convalidato il sequestro dei dispositivi elettronici alla quarantatreenne. E’ possibile che la Procura possa conferire l’incarico per l’esame irripetibile sui dispositivi.

Continue Reading

Teramo

Calci e pugni alla compagna: arrestato un uomo a Nereto

Pubblicato

il

cc 112 carabinieri teramo arresto daspo tifoso scalmanato

Al culmine di un violento litigio, dopo averla minacciata di morte, ha aggredito la compagna, che ha chiamato i Carabinieri, a Nereto.

TERAMO – Una donna ha chiamato il numero unico per le emergenze 112, al culmine di un violento litigio con il compagno con il quale conviveva a Nereto, denunciando di aver subito maltrattamenti e lesioni.

I militari sono prontamente intervenuti presso l’abitazione dalla quale è partita la segnalazione, interrompendo l’aggressione. La donna, durante l’aggressione, era stata colpita con calci e pugni. I Carabinieri hanno perquisito l’uomo, trovandolo in possesso di un coltello a serramanico che è stato sequestrato.

La donna ha dovuto ricorrere alle cure dell’ospedale di Sant’Omero, dove il personale sanitario ha giudicato le sue lesioni guaribili in 20 giorni.

Il compagno della donna invece, ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia e lesioni nei confronti della convivente, è stato arrestato e sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso l’abitazione di congiunti, a Nereto.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro, Via Gabriele D'annunzio 37, Cap 64014 - Sede Operativa: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.