Vive emozioni in nome dell’arte nella meravigliosa città di Firenze [FOTO]

L’associazione culturale Irdidestinazionearte presieduta dal prof. Massimo Pasqualone, critico e storico dell’arte nonché poeta e prof. universitario, con il patrocinio del Comune di Firenze e del Museo “Ugo Guidi” di Forte dei Marmi, ha organizzato il premio Internazionale “Ut Pictura poesis 2017 Città di Firenze” che l’anno prossimo si trasferirà nella Repubblica di San Marino.

Non accade molto spesso che un’associazione culturale abruzzese organizzi un evento di tale portata “fuori porta” e addirittura in una città d’arte del calibro di Firenze, culla della civiltà artistica mondiale. Forse è stato proprio per questo che oltre 200 artisti hanno accolto l’invito a partecipare.

Il 17 settembre alle ore 17 si è tenuta la cerimonia di premiazione nella sala dell’Auditorium al Duomo, proprio vicino ai monumenti più celebri della città come il Duomo appunto ed il meraviglioso campanile di Giotto. Il concorso prevedeva diverse sezione, Pittura, Fotografia e Letteratura.

Io, insieme a Sara Palladini che con me fa parte dell’associazione Martinbook, ho avuto l’onore di far parte della giuria per la sezione Letteratura insieme alla preside del liceo scientifico di Vasto Maria grazia Angelini e naturalmente insieme al presidente, prof. Massimo Pasqualone. Per la sezione Pittura-Fotografia la giuria era invece composta da Carlo Gentili, Patrizio Moscardelli, Rosaria Piccione e per la sezione pittura da Silvia Checchia, Claudio Cecamore e Gino Palone. La mostra delle opere in concorso resterà aperta fino al 1 ottobre.

Devo ammettere che, pur avendo già fatto parte di una giuria di un concorso letterario, questa volta le emozioni sono state veramente intense. Oltre alla responsabilità che inevitabilmente si viene a sentire quando si affronta un impegno del genere con attenzione e serietà, sintonizzarsi sulle onde emotive di chi si appresta a ricevere un premio dalle tue mani è stato veramente toccante vuoi anche per la location d’eccezione, vuoi per la qualità della platea, pittori, fotografi, scrittori e poeti provenienti da ogni parte d’Italia ma anche dall’Estero, dal Belgio, dalla Germania e dalla Slovacchia.

Penso che aldilà della premiazione vera e propria che ha comunque elargito piogge di emozioni a tutti i parteciparti, con numerosi premi e menzioni per tutte le categorie, la cosa più bella sia stato proprio l’incontro tra tante personalità dal profondo spirito artistico che hanno condiviso un pomeriggio all’insegna dell’amore per l’arte in una delle città più belle del mondo.