Teramo, chiuso il contenzioso tra il Braga e la Provincia

Al Conservatorio un fondo da 100 mila euro. Provengono dalla prima variazione di Bilancio del 2018, approvata ieri. Di Sabatino: "questione annosa, Braga un gioiello, doveroso chiudere positivamente".

Nella foto la firma del presidente Renzo Di Sabatino

TERAMO – Chiuso il contenzioso tra la Provincia e l’Istituto Musicale Superiore “Braga”. Al Conservatorio, andrà un fondo di 100 mila euro. Da anni rivendicava il pagamento di contributi arretrati, precedenti alla statizzazione, frutto di un Protocollo d’intesa firmato con Regione, Provincia e Comuni di Teramo e Giulianova.

<<Il Conservatorio ha già raggiunto un’intesa stragiudiziale con la Regione e anche sulla base dei pareri legali, credo sia giusto perseguire questa strada e chiudere una vicenda annosa – ha dichiarato Di Sabatino che ha aggiunto – stiamo parlando di uno dei nostri gioielli di alta formazione, nato su impulso della Provincia. Ora, grazie alla statizzazione, il Braga ha un futuro garantito e mi pare doveroso chiudere definitivamente e positivamente questa pagina>>.

Questi fondi provengono dalla prima variazione di Bilancio del 2018, approvata ieri pomeriggio dal Consiglio Provinciale. Il saldo è positivo, 8 milioni e 300 mila euro in entrata, 6 milioni e 850 mila euro in uscita. La manovra è stata illustrata dal consigliere delegato Mario Nugnes che ha spiegato che si è resa necessaria per iscrivere in bilancio i fondi Masterplan destinati alla manutenzione straordinaria delle strade provinciale con i primi sei lotti in gara e anche il milione di euro che il Governo ha “restituito” alla Provincia sempre per la manutenzione della rete viaria.

Il Consiglio ha anche nominato i propri rappresentanti in senso alle Assemblee della ASP (Aziende pubbliche di servizi alla persona) numero 1 di Teramo e numero 2 di Atri. Sulla base di quanto stabilito dalla Legge regionale istitutiva delle ASP possono essere nominati due componenti, uno per la maggioranza e uno per la minoranza.

Il Consiglio, quindi, ha nominato Valeria Melozzi e Roberto Zilli alla ASP di Teramo e Barbara Ferretti e Francesca Assogna alla Asp di Atri.

Approvato l’affidamento alla società in house Agena del servizio di verifica degli impianti termici con una serie di modifiche al regolamento in materia di catasto, certificazione e ispezione. modifiche che mirano a migliorare la qualità del servizio e la formazione degli addetti. Parere definitivo e positivo, infine, alla variante generale del Piano regolatore del Comune di Bellante.