fbpx
Connect with us

Abruzzo

Serie B, 27a giornata: programma e precedenti

Pubblicato

il

SERIE B BKT – Torna in campo la Serie BKT con il turno infrasettimanale che vedrà il Benevento in scena in casa di un Perugia a caccia di riscatto.

S’infiamma la lotta per il secondo posto con il Frosinone che va in casa di un Livorno rinvigorito dal successo del Bentegodi mentre per il Crotone l’impegno è casalingo contro il Pisa.

Molto coinvolgente anche la lotta per la salvezza: il Trapani riceve la Virtus Entella, il Cosenza trova il Cittadella.

Per l’Ascoli c’è il ChievoVerona del neotecnico Aglietti, il Venezia invece va all’Arechi ad affrontare la Salernitana.

Dopo il primo k.o. alla guida dell’Empoli, Pasquale Marino vuole subito rifarsi per continuare la scalata in classifica ma per farlo servirà molta attenzione contro un Cosenza che punta al bottino pieno per non perdere terreno dalla zona che vale la permanenza in cadetteria.

Dopo il ritorno alla vittoria in trasferta, cerca il bis in casa il Pordenone che giocherà contro la Juve Stabia.

Chiude il quadro Spezia-Pescara.



Martedì 3 marzo ore 21

Cosenza-Cittadella (Diretta Dazn)

A Cosenza i confronti ufficiali tra le due squadre sono 3 e hanno sempre vinto i rossoblu, ultima volta nella B dell’anno scorso, 2-0.

Calabresi a secco in casa da 348’: ultima rete firmata Baez al 12’ di Cosenza-Empoli 1-0 del 26 dicembre scorso, da cui si sommano i residui 78’ di quella gara e le 3 intere perse, le prime 0-1 con Crotone e Benevento, poi 0-2 con il Frosinone.

Di fronte due delle 3 squadre che fanno più punti fuori casa che tra le mura amiche: 14-10 per il Cosenza, 21-19 il bilancio del Cittadella.

Granata distratti dopo la pausa: 8 le reti subite dal Cittadella tra 46’ e 60’, primato negativo in questa fase di gara.

Fuori casa Cittadella reduce da 10 punti nelle ultime 4 trasferte: ultima sconfitta 0-1 ad Ascoli, lo scorso 14 dicembre.

Paleari imbattuto da 248’: ultima rete subita da Zappa al 22’ di Pescara-Cittadella 1-2 del 14 febbraio scorso, poi si contano i residui 68’ all’Adriatico e le due intere contro Juve Stabia (3-0) e Cremonese (0-0), ambedue in casa.

Probabili formazioni:

Cosenza (3-5-2): Perina; Idda, Schiavi, Legittimo; Casasola, Bruccini, Broh, Sciaudone, D’Orazio; Machach, Carretta. All. Pillon.

Cittadella (4-3-1-2): Paleari; Mora, Ventola, Frare, Benedetti; Vita, Iori, Branca; D’Urso; Diaw, Luppi. All. Venturato.

Arbitro: Di Martino.

Diffidati: Kanoute, Legittimo, Sciaudone (Cosenza); Diaw, Iori, Perticone (Cittadella).

Squalificati:


Cremonese-Empoli (Diretta Dazn e Sky DAZN1)

Nei 14 confronti ufficiali fra le due squadre in Lombardia il bilancio vede 7 successi grigiorossi (ultimo 1-0 nel dicembre scorso, in Coppa Italia), 5 pareggi (ultimo 1-1 nella Serie B 2017/18) e 2 affermazioni toscane (ultima 1-0 nella Serie B 1996/97, gara che diede l’aritmetica promozione in A agli azzurri, ultima giornata di campionato, con rete di Carmine Esposito).

Empoli distratto prima della pausa, con 11 reti subite tra 31’ e 45’ di gioco inclusi recuperi, record nella Serie BKT 2019/20.

Probabili formazioni:

Cremonese (3-5-2): Ravaglia; Ravanelli, Claiton, Bianchetti; Zortea, Arini, Valzania, Gaetano, Migliore; Piccolo, Marigini. All. Rastelli.

Empoli (4-3-3): Brignoli; Fiamozzi, Sierralta, Nikolau, Balkovec; Frattesi, Stulac, Henderson; Bajrami, La Mantia, Tutino. All. Marino.

Arbitro: Ros.

Diffidati: Arini, Claiton, Gustafson, Migliore, Terranova (Cremonese); Frattesi (Empoli).

Squalificati:


Crotone-Pisa (Diretta Dazn)

Primo confronto ufficiale fra le due squadre in Calabria.

Crotone in gol da 11 partite di fila, per un totale di 21 gol totali, con ultimo stop nello 0-1 in casa del Pordenone, l’8 dicembre scorso.

Il Pisa è la squadra che nelle riprese perde più punti rispetto ai risultati al 45’, -8 il saldo negativo toscano. Quest’ultimo dato è probabilmente spiegabile col fatto che i nerazzurri hanno subito 17 dei 34 gol totali nei 30’ finali di gara, inclusi recuperi, di fatto il 50% esatto del dato complessivo.

Quella toscana è la cooperativa del gol nella Serie BKT 2019/20 con 16 marcatori diversi mandati in gol con almeno una rete in 26 giornate.

D’Angelo fin qui ha fatto il pieno di sostituzioni, 78 su 78 in 26 giornate, come Venezia, Juve Stabia e Pescara.

Probabili formazioni:

Crotone (3-5-2): Cordaz; Golemic, Marrone, Cuomo; Molina, Benali, Messias, Barberis, Mazzotta; Armenteros, Simy. All. Stroppa.

Pisa (4-3-2-1): Gori; Belli, Caracciolo, Benedetti, Lisi; Gucher, Marin, Pinato; Soddimo; Marconi, Vido. All. D’Angelo.

Arbitro: Prontera.

Diffidati: Benali, Messias (Crotone); Lisi, Pinato, Siega (Pisa).

Squalificati: Fabbro (Pisa).


Livorno-Frosinone (Diretta Dazn)

A Livorno 3 i precedenti ufficiali fra le due squadre: amaranto di casa imbattuti con 2 successi (ultimo 2-1 nella Serie B 2010/11) e 1 pareggio (0-0 nella Serie B 2014/15).

L’ultima vittoria interna amaranto risale al 2 novembre scorso, 2-1 sulla Juve Stabia.

Frosinone con porta inviolata in assoluto da 576’: ultima rete subita da Pobega al 54’ di Frosinone-Pordenone 2-2 del 17 gennaio scorso, da cui si contano i restanti 36’ di quella gara e le intere – di cui le prime 4 vinte per 1-0 – su Ascoli (fuori casa), Virtus Entella (in casa), Venezia (trasferta) e Perugia (allo Stirpe), poi il 2-0 a Cosenza e l’1-0 casalingo sulla Salernitana. Il Frosinone è capolista nel girone di ritorno con 19 punti ottenuti sui 21 disponibili dopo 7 giornate.

Quella ciociara è la formazione cadetta che guadagna nelle riprese il maggior numero di punti rispetto ai risultati del 45’: +14 in 26 turni e anche quella che fa meno cambi: 69 sui 78 disponibili dopo 26 giornate.

Probabili formazioni:

Livorno (3-4-3): Plizzari; Di Gennaro, Silvestre, Bogdan; Del Prato, Awua, Agazzi, Porcino; Marras, Ferrari, Marsura. All. Breda.

Frosinone (3-5-2): Bardi; Brighenti, Ariaudo, Capuano; Zampano, Rohden, Maiello, Haas, Beghetto; Novakovich, Dionisi. All. Nesta.

Arbitro: Minelli.

Diffidati: Beghetto, Capuano (Frosinone).

Squalificati:


Perugia-Benevento (Diretta Dazn e Rai Sport)

Al Curi i confronti ufficiali tra le due compagini sono 7: in bilancio 3 vittorie biancorosse (ultima 3-1 nella Serie B 2016/17), 2 pareggi (ultimo 1-1 nei playoff cadetti 2016/17) e 2 successi sanniti (ultimo 4-2 nella Serie B 2018/19).

I biancorossi non segnano da 379’; ultimo gol firmato Iemmello su rigore al 71’ del match vinto 2-1 a Castellammare lo scorso 2 febbraio, poi si contano i residui 11’ del Menti e le intere gare perse da Spezia (0-3 al Curi), Frosinone (0-1 esterno), Empoli (0-1 in casa) e Pisa (0-1 fuori casa).

Benevento dominatore della Lega B 2019/20 anche sulla base delle cifre: squadra che ha vinto di più (19 partite), perso di meno (1 volta su 26 giornate), attacco-record (48 reti segnate) e difesa bunker (14 soli gol subiti).

Campani scatenati nei primi 15’ e nei 15’ finali di gioco: dal 1’ al 15’ di gara 8 i gol, dal 76’ al 90’ più recupero 15.

Sanniti imbattuti da 17 giornate con bilancio di 14 vittorie e 3 pareggi e ultimo k.o. datato 26 ottobre scorso, 0-4 a Pescara. In queste 17 gare giallorossi sempre in gol, 35 reti complessive.

Benevento squadra regina dei gol con subentranti: 7 le reti giallorosse firmate da giocatori entrati a partita in corso.

Probabili formazioni:

Perugia (3-5-2): Vicario; Rosi, Sgarbi, Rajkovic; Mazzocchi, Kouan, Carraro, Greco, Di Chiara; Buonaiuto, Iemmello. All. Cosmi.

Benevento (4-3-2-1): Montipò; Tuia, Barba, Caldirola, Letizia; Hetemaj, Schiattarella, Viola; Kragl, Improta; Coda. All. Inzaghi.

Arbitro: Ghersini.

Diffidati: Carraro, Di Chiara, Vicario (Perugia); Caldirola, Coda, Kragl, Letizia (Benevento)

Squalificati:


Pordenone-Juve Stabia (Diretta Dazn)

In terra friulana un solo incrocio ufficiale tra le due compagini, vittoria dei neroverdi di casa per 3-0 nella Supercoppa di Lega Pro 2018/19.

Il Pordenone ha segnato 10 gol nei 15’ finali del primo tempo, dal 31’ al 45’ incluso extratime, record nella Serie BKT 2019/20.

Juve Stabia una delle 4 formazioni cadette 2019/20 che hanno fatto il pieno di sostituzioni, 78 su 78 in 26 giornate, come Pisa, Venezia e Pescara.

Da 10 gare esterne la Juve Stabia subisce gol: 18 i gol incassati, con ultima porta inviolata nello 0-0 a Perugia del 14 settembre scorso.

Probabili formazioni:

Pordenone (4-3-1-2): Di Gregorio; Semenzato, Vogliacco, Bassoli, De Asgostini; Misuraca, Burrai, Pobega; Gavazzi; Candellone, Bocalon. All. Tesser.

Juve Stabia (4-3-3): Provedel; Fazio, Troest, Tonucci, Germoni; Addae, Calò, Mallamo; Bifulco, Cissè, Canotto. All. Caserta.

Arbitro: Illuzzi.

Diffidati: Burrai, Mazzocco, Strizzolo (Pordenone); Addae, Fazio, Forte, Germoni, Mallamo, Tonucci, Vitiello (Juve Stabia).

Squalificati: Camporese (Pordenone); Forte (Juve Stabia).


Salernitana-Venezia (Diretta Dazn)

A Salerno precedente ufficiale numero 18 tra le due squadre: score di 10 vittorie granata (ultima 2-1 nei play-out di Serie B 2018/19), 6 pareggi (ultimo 1-1 nella Lega B 2018/19, regular season) e 1 affermazione arancioneroverde (1-0 nella B 2000/01).

Amarcord per Giampiero Ventura che si è seduto sulla panchina lagunare in serie B dal luglio al settembre 1994 e dal dicembre 1994 all’aprile 1995: il suo score in arancioneroverde è stato di 11 vittorie, 7 pareggi ed 8 sconfitte in 26 match ufficiali.

Da 256’ Salernitana con rete inviolata in casa: ultimo gol subito da Asencio al 14’ di Salernitana-Cosenza 2-1 del 25 gennaio scorso, poi si sommano i residui 76’ di quella gara e le intere contro Trapani e Livorno (duplice 1-0 campano).

Venezia reduce da 10 punti nelle ultime 4 trasferte, con ultima sconfitta datata 21 dicembre, 0-2 in casa della Juve Stabia. I lagunari sono una delle 3 compagini cadette 2019/20 che fanno meglio in trasferta che tra le mura amiche (come Cosenza e Cittadella): per gli arancioneroverdi 11 punti al Penzo e 21 fuori casa.

Venezia una delle 4 formazioni cadette 2019/20 che hanno fatto il pieno di sostituzioni, 78 su 78 in 26 giornate, come Pisa, Juve Stabia e Pescara.

Probabili formazioni:

Salernitana (3-5-2): Micai; Aya, Migliorini, Jaroszynski; Cicerelli, Akpa Akpro, Capezzi, Maistro, Lopez; Cerci, Gondo. All. Ventura.

Venezia (4-3-1-2): Pomini; Fiordaliso, Riccardi, Casale, Molinaro; Firenze, Fiordilino, Maleh; Aramu; Longo, Capello. All. Dionisi.

Arbitro: Maggioni.

Diffidati: Gondo, Jallow, Lombardi, Maistro (Salernitana); Aramu, Capello, Ceccaroni, Cremonesi, Lollo, Modolo, Montalto (Venezia).

Squalificati:


Trapani-Virtus Entella (Diretta Dazn)

In Sicilia i precedenti ufficiali tra le due compagini sono 4: padroni di casa imbattuti, con bilancio di 2 successi (ultimo 2-0 nella Serie B 2016/17) e 2 pareggi (ultimo 2-2 nella Serie B 2014/15).

L’ultimo successo siciliano risale al 18 gennaio scorso, 3-1 sull’Ascoli.

Trapani distratto nei 15’ finali di partita: 15 i gol subiti dai granata dal 76’ al 90’ più recuperi, primato negativo del torneo.

In Trapani-Entella di fronte le due formazioni più “svagate” nei primi 15’ di gara dopo 26 turni: 9 le reti incassate dal 1’ al 15’ di gara da siciliani e liguri.

Probabili formazioni:

Trapani (3-5-2): Carnesecchi; Strandberg, Buongiorno, Pirrello; Kupisz, Colpani, Taugourdeau, Coulibaly, Grillo; Dalmonte, Pettinari. All. Castori.

Virtus Entella (4-3-1-2): Contini; Poli, Crialese, Pellizzer, Sala; Dezi, Paolucci, Settembrini; Schenetti; Morra, De Luca G. All. Boscaglia.

Arbitro: Ayroldi.

Diffidati: Del Prete, Grillo, Scognamillo (Trapani); De Luca G., Dezi, Schenetti (Virtus Entella).

Squalificati: Luperini (Trapani); Mazzitelli (Virtus Entella).


Mercoledì 4 marzo ore 18.50

Ascoli-ChievoVerona (Diretta Dazn) Telecronaca: Giorgio Basile

Ad Ascoli i confronti ufficiali tra le due squadre sono 4 con bilancio in perfetta parità: 1 successo marchigiano (3-0 nella Serie A 2006/07), 2 pareggi (ultimo 2-2 nella Serie A 2005/06) e 1 vittoria scaligera (2-1 nella Serie B 2007/08).

Una vittoria nelle ultime 7 giornate per l’Ascoli, 3-0 a Livorno lo scorso 1 febbraio; nel mezzo 1 pareggio e 5 sconfitte per i bianconeri marchigiani.

ChievoVerona imbattuto fuori casa da 5 partite, di cui 1 vinta e 4 pareggiate, ultimo k.o. lo 0-1 di Trapani dell’1 dicembre scorso.

Probabili formazioni:

Ascoli (4-3-1-2): Leali; Pucino, Valentini, Brosco, Padoin; Eramo, Troiano, Cavion; Morosini; Scamacca, Trotta. All. Stellone.

ChievoVerona (4-3-1-2): Semper; Frey, Leverbe, Cesar, Renzetti; Segre, Obi, Esposito; Giaccherini; Meggiorini, Djordjevic. All. Aglietti.

Arbitro: Abbattista.

Diffidati: Brosco, Cavion, Padoin, Pucino (Ascoli); Frey, Segre (ChievoVerona).

Squalificati: Gravillon (Ascoli).


Ore 21

Spezia-Pescara (Diretta Dazn e DAZN1) Telecronaca: Dario Mastroianni – Commento Tecnico: Massimo Gobbi
Bordocampo ed interviste: Federico Sala

Al Picco i precedenti ufficiali tra le due squadre sono 10: in bilancio 3 successi dei padroni di casa (ultimo 4-0 nella B 2017/18), 4 pareggi (ultimo 2-2 nella Lega B 2014/15) e 3 affermazioni biancazzurre (ultima 3-1 nella B 2018/19).

Spezia in striscia positiva in casa: 7 successi e 2 pareggi nelle ultime 9 uscite ufficiali al Picco, con ultimo k.o. lo 0-1 subito dal Benevento il 5 ottobre scorso.

Liguri scatenati nella mezz’ora finale di gara, dove i liguri hanno segnato 19 gol sui 37 totali dopo 26 turni, di fatto il 51,3% del dato generale.

Pescara una delle 4 formazioni cadette 2019/20 che hanno fatto il pieno di sostituzioni, 78 su 78 in 26 giornate, come Pisa, Juve Stabia e Venezia.

Biancazzurri scatenati dopo la pausa, con 8 reti segnate tra 46’ e 60’ di gioco, record nella Serie BKT 2019/20.

Probabili formazioni:

Spezia (4-3-3): Scuffet; Ferrer, Erlic, Capradossi, Marchizza; Maggiore, Ricci M., Acampora; Gyasi, Nzola, Bidaoui. All. Italiano.

Pescara (4-3-2-1): Fiorillo; Zappa, Scognamiglio, Bettella, Crecco; Melegoni, Palmiero, Busellato; Clemenza, Galano; Bocic. All. Legrottaglie.

Arbitro: Pezzuto.

Diffidati: Ferrer, Gudjohnsen, Maggiore, Mastinu, Nzola (Spezia); Drudi, Palmiero, Scognamiglio (Pescara).

Squalificati: Mora (Spezia); Memushaj (Pescara).

Precedenti segnalati da Football Data.

Foto Getty Images.



Abruzzo

Coronavirus Abruzzo, dati aggiornati al 25 gennaio: oggi 4627 nuovi positivi e 288 guariti

Pubblicato

il

PESCARA – Sono 4627 (di età compresa tra 2 mesi e 101 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall’inizio dell’emergenza – al netto dei riallineamenti  a 197797. Dei positivi odierni, 3617 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 7 nuovi casi (di età compresa tra 53 e 89 anni, 1 in provincia di Pescara, 2 in provincia di Teramo, 2 in provincia dell’Aquila, mentre 2 risalgono ai giorni scorsi e sono stati comunicati solo oggi dalla Asl) e sale a 2765

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 98041 dimessi/guariti (+288 rispetto a ieri).  

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 96991* (+4330 rispetto a ieri). 

*(nel totale sono ricompresi anche 80271 casi riguardanti pazienti persi al follow up dall’inizio dell’emergenza, sui quali sono in corso verifiche)

417 pazienti (-2 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 38 (+1 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 96536 (+4331 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. 

Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 6837 tamponi molecolari (1885889 in totale dall’inizio dell’emergenza) e 32427 test antigenici (2481126).  

Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 11.78 per cento. 

Del totale dei casi positivi, 41877 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+1048 rispetto a ieri), 54116 in provincia di Chieti (+1229), 47142 in provincia di Pescara (+1147), 49335 in provincia di Teramo (+1073), 2515 fuori regione (+55) e 2812 (+73) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. 

Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità.

Continua a leggere

Chieti

Fassacesia, percepiva indebitamente il RdC e si trovava in carcere

Pubblicato

il

Macerata, furbetti del reddito di Cittadinanza

Un uomo percepiva indebitamente il RdC, dopo aver dichiarato di abitare in una casa di fatto in stato d’abbandono. Come se non bastasse, si trova in carcere per alcune rapine. Il beneficio, già in fase di sospensione, ora sarà revocato.

FOSSACESIA – Si trovava in carcere con l’accusa di aver preso parte ad una serie di rapine commesse nel lancianese, eppure percepiva il RdC. Aveva ottenuto il sostegno del reddito di Cittadinanza, indirizzato alle persone che si trovano in uno stato di difficoltà economica, dichiarando di essere residente in un’abitazione risultata in stato d’abbandono e ubicata a Mezzogrogna, sempre in provincia di Chieti. Dai controlli dei carabinieri è emerso che era priva di allacci di acqua, luce e gas.

In questo modo l’uomo, che al momento si trova in carcere, è riuscito ad ottenere indebitamente oltre 4 mila euro perchè percepiva il RdC. Adesso Inps revocherà il contributo, che era già in fase di sospensione, a causa della misura cautelare al quale era stato posto.

Continua a leggere

Abruzzo

Lanciano, Green Pass: “No divieti a ragazzi”. Si dimette dirigente basket

Pubblicato

il

Green Pass falsi Ancona 50 custodie cautelari infermiere arrestato in carcere

LANCIANO – Invoca lo “Sport, quello con la S maiuscola!” e non vuole “far parte di una federazione che discrimina fra i ragazzi”, per questo si è dimesso il dirigente responsabile dell’Unibasket Lanciano Valerio Di Battista, spiegando che non sarà lui a vietare “a decine di ragazzini e atleti non in regola con le nuove normative della Fip di entrare in palestra per giocare: non sono un Dirigente buono per tutte le stagioni”. Le norme per contenere la diffusione del Covid ora “non hanno a che fare con la sicurezza degli atleti – dichiara all’ANSA – Ho detto ai miei soci che finché ci sarà obbligo del Super Green pass non voglio starci. Ho visto genitori venire da me piangendo a chiedere ‘perché mio figlio non può più giocare?’ Possibile non ci si renda conto delle conseguenze psicologiche di questi provvedimenti per ragazzini di 12, 13 anni?”.

Con la prima squadra nel Campionato C gold interregionale Abruzzo Marche Umbria e Molise e oltre 250 ragazzi, compreso il settore giovanile, Unibasket Lanciano perde il suo dirigente dopo 12 anni, come lui stesso ha annunciato sulla pagina Facebook della società. “Nel 2021 abbiamo speso 10mila euro per farci carico di 2000 tamponi – ricorda – e permettere ai tesserati di giocare in sicurezza, ho allestito un campo all’aperto per permettere ai ragazzini del Minibasket di allenarsi dopo mesi di stop forzato, ho garantito corsi di Minibasket gratuito a tutti i bambini”.

Come riporta l’Ansa, non si sono fatti attendere, sui social, i commenti dei genitori. “Prendere posizione e fare scelte coerenti in questo momento storico è cosa rara. Grazie a nome di tutti i ragazzi sportivi!”, e poi “Grande ammirazione, se tutti facessero così le cose cambierebbero. I ragazzi hanno il diritto di praticare sport senza vincoli”. E ancora, con l’hashtag #sportnegato “Grazie infinite, abbiamo tutti bisogno di persone come lei, che sappiano riconoscere le storture del sistema e scelgano di non assecondarle”. E poi ci sono i ragazzi che di discriminazione non vogliono sentir parlare. “C’è la possibilità – rivela Di Battista – che i compagni di squadra degli atleti ritenuti non in regola decidano, per solidarietà, di ritirarsi dal campionato”. 

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via Metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.

Privacy Policy