fbpx
Connect with us

Abruzzo

Serie B, 27a giornata: programma e precedenti

Pubblicato

il

SERIE B BKT – Torna in campo la Serie BKT con il turno infrasettimanale che vedrà il Benevento in scena in casa di un Perugia a caccia di riscatto.

S’infiamma la lotta per il secondo posto con il Frosinone che va in casa di un Livorno rinvigorito dal successo del Bentegodi mentre per il Crotone l’impegno è casalingo contro il Pisa.

Molto coinvolgente anche la lotta per la salvezza: il Trapani riceve la Virtus Entella, il Cosenza trova il Cittadella.

Per l’Ascoli c’è il ChievoVerona del neotecnico Aglietti, il Venezia invece va all’Arechi ad affrontare la Salernitana.

Dopo il primo k.o. alla guida dell’Empoli, Pasquale Marino vuole subito rifarsi per continuare la scalata in classifica ma per farlo servirà molta attenzione contro un Cosenza che punta al bottino pieno per non perdere terreno dalla zona che vale la permanenza in cadetteria.

Dopo il ritorno alla vittoria in trasferta, cerca il bis in casa il Pordenone che giocherà contro la Juve Stabia.

Chiude il quadro Spezia-Pescara.



Martedì 3 marzo ore 21

Cosenza-Cittadella (Diretta Dazn)

A Cosenza i confronti ufficiali tra le due squadre sono 3 e hanno sempre vinto i rossoblu, ultima volta nella B dell’anno scorso, 2-0.

Calabresi a secco in casa da 348’: ultima rete firmata Baez al 12’ di Cosenza-Empoli 1-0 del 26 dicembre scorso, da cui si sommano i residui 78’ di quella gara e le 3 intere perse, le prime 0-1 con Crotone e Benevento, poi 0-2 con il Frosinone.

Di fronte due delle 3 squadre che fanno più punti fuori casa che tra le mura amiche: 14-10 per il Cosenza, 21-19 il bilancio del Cittadella.

Granata distratti dopo la pausa: 8 le reti subite dal Cittadella tra 46’ e 60’, primato negativo in questa fase di gara.

Fuori casa Cittadella reduce da 10 punti nelle ultime 4 trasferte: ultima sconfitta 0-1 ad Ascoli, lo scorso 14 dicembre.

Paleari imbattuto da 248’: ultima rete subita da Zappa al 22’ di Pescara-Cittadella 1-2 del 14 febbraio scorso, poi si contano i residui 68’ all’Adriatico e le due intere contro Juve Stabia (3-0) e Cremonese (0-0), ambedue in casa.

Probabili formazioni:

Cosenza (3-5-2): Perina; Idda, Schiavi, Legittimo; Casasola, Bruccini, Broh, Sciaudone, D’Orazio; Machach, Carretta. All. Pillon.

Cittadella (4-3-1-2): Paleari; Mora, Ventola, Frare, Benedetti; Vita, Iori, Branca; D’Urso; Diaw, Luppi. All. Venturato.

Arbitro: Di Martino.

Diffidati: Kanoute, Legittimo, Sciaudone (Cosenza); Diaw, Iori, Perticone (Cittadella).

Squalificati:


Cremonese-Empoli (Diretta Dazn e Sky DAZN1)

Nei 14 confronti ufficiali fra le due squadre in Lombardia il bilancio vede 7 successi grigiorossi (ultimo 1-0 nel dicembre scorso, in Coppa Italia), 5 pareggi (ultimo 1-1 nella Serie B 2017/18) e 2 affermazioni toscane (ultima 1-0 nella Serie B 1996/97, gara che diede l’aritmetica promozione in A agli azzurri, ultima giornata di campionato, con rete di Carmine Esposito).

Empoli distratto prima della pausa, con 11 reti subite tra 31’ e 45’ di gioco inclusi recuperi, record nella Serie BKT 2019/20.

Probabili formazioni:

Cremonese (3-5-2): Ravaglia; Ravanelli, Claiton, Bianchetti; Zortea, Arini, Valzania, Gaetano, Migliore; Piccolo, Marigini. All. Rastelli.

Empoli (4-3-3): Brignoli; Fiamozzi, Sierralta, Nikolau, Balkovec; Frattesi, Stulac, Henderson; Bajrami, La Mantia, Tutino. All. Marino.

Arbitro: Ros.

Diffidati: Arini, Claiton, Gustafson, Migliore, Terranova (Cremonese); Frattesi (Empoli).

Squalificati:


Crotone-Pisa (Diretta Dazn)

Primo confronto ufficiale fra le due squadre in Calabria.

Crotone in gol da 11 partite di fila, per un totale di 21 gol totali, con ultimo stop nello 0-1 in casa del Pordenone, l’8 dicembre scorso.

Il Pisa è la squadra che nelle riprese perde più punti rispetto ai risultati al 45’, -8 il saldo negativo toscano. Quest’ultimo dato è probabilmente spiegabile col fatto che i nerazzurri hanno subito 17 dei 34 gol totali nei 30’ finali di gara, inclusi recuperi, di fatto il 50% esatto del dato complessivo.

Quella toscana è la cooperativa del gol nella Serie BKT 2019/20 con 16 marcatori diversi mandati in gol con almeno una rete in 26 giornate.

D’Angelo fin qui ha fatto il pieno di sostituzioni, 78 su 78 in 26 giornate, come Venezia, Juve Stabia e Pescara.

Probabili formazioni:

Crotone (3-5-2): Cordaz; Golemic, Marrone, Cuomo; Molina, Benali, Messias, Barberis, Mazzotta; Armenteros, Simy. All. Stroppa.

Pisa (4-3-2-1): Gori; Belli, Caracciolo, Benedetti, Lisi; Gucher, Marin, Pinato; Soddimo; Marconi, Vido. All. D’Angelo.

Arbitro: Prontera.

Diffidati: Benali, Messias (Crotone); Lisi, Pinato, Siega (Pisa).

Squalificati: Fabbro (Pisa).


Livorno-Frosinone (Diretta Dazn)

A Livorno 3 i precedenti ufficiali fra le due squadre: amaranto di casa imbattuti con 2 successi (ultimo 2-1 nella Serie B 2010/11) e 1 pareggio (0-0 nella Serie B 2014/15).

L’ultima vittoria interna amaranto risale al 2 novembre scorso, 2-1 sulla Juve Stabia.

Frosinone con porta inviolata in assoluto da 576’: ultima rete subita da Pobega al 54’ di Frosinone-Pordenone 2-2 del 17 gennaio scorso, da cui si contano i restanti 36’ di quella gara e le intere – di cui le prime 4 vinte per 1-0 – su Ascoli (fuori casa), Virtus Entella (in casa), Venezia (trasferta) e Perugia (allo Stirpe), poi il 2-0 a Cosenza e l’1-0 casalingo sulla Salernitana. Il Frosinone è capolista nel girone di ritorno con 19 punti ottenuti sui 21 disponibili dopo 7 giornate.

Quella ciociara è la formazione cadetta che guadagna nelle riprese il maggior numero di punti rispetto ai risultati del 45’: +14 in 26 turni e anche quella che fa meno cambi: 69 sui 78 disponibili dopo 26 giornate.

Probabili formazioni:

Livorno (3-4-3): Plizzari; Di Gennaro, Silvestre, Bogdan; Del Prato, Awua, Agazzi, Porcino; Marras, Ferrari, Marsura. All. Breda.

Frosinone (3-5-2): Bardi; Brighenti, Ariaudo, Capuano; Zampano, Rohden, Maiello, Haas, Beghetto; Novakovich, Dionisi. All. Nesta.

Arbitro: Minelli.

Diffidati: Beghetto, Capuano (Frosinone).

Squalificati:


Perugia-Benevento (Diretta Dazn e Rai Sport)

Al Curi i confronti ufficiali tra le due compagini sono 7: in bilancio 3 vittorie biancorosse (ultima 3-1 nella Serie B 2016/17), 2 pareggi (ultimo 1-1 nei playoff cadetti 2016/17) e 2 successi sanniti (ultimo 4-2 nella Serie B 2018/19).

I biancorossi non segnano da 379’; ultimo gol firmato Iemmello su rigore al 71’ del match vinto 2-1 a Castellammare lo scorso 2 febbraio, poi si contano i residui 11’ del Menti e le intere gare perse da Spezia (0-3 al Curi), Frosinone (0-1 esterno), Empoli (0-1 in casa) e Pisa (0-1 fuori casa).

Benevento dominatore della Lega B 2019/20 anche sulla base delle cifre: squadra che ha vinto di più (19 partite), perso di meno (1 volta su 26 giornate), attacco-record (48 reti segnate) e difesa bunker (14 soli gol subiti).

Campani scatenati nei primi 15’ e nei 15’ finali di gioco: dal 1’ al 15’ di gara 8 i gol, dal 76’ al 90’ più recupero 15.

Sanniti imbattuti da 17 giornate con bilancio di 14 vittorie e 3 pareggi e ultimo k.o. datato 26 ottobre scorso, 0-4 a Pescara. In queste 17 gare giallorossi sempre in gol, 35 reti complessive.

Benevento squadra regina dei gol con subentranti: 7 le reti giallorosse firmate da giocatori entrati a partita in corso.

Probabili formazioni:

Perugia (3-5-2): Vicario; Rosi, Sgarbi, Rajkovic; Mazzocchi, Kouan, Carraro, Greco, Di Chiara; Buonaiuto, Iemmello. All. Cosmi.

Benevento (4-3-2-1): Montipò; Tuia, Barba, Caldirola, Letizia; Hetemaj, Schiattarella, Viola; Kragl, Improta; Coda. All. Inzaghi.

Arbitro: Ghersini.

Diffidati: Carraro, Di Chiara, Vicario (Perugia); Caldirola, Coda, Kragl, Letizia (Benevento)

Squalificati:


Pordenone-Juve Stabia (Diretta Dazn)

In terra friulana un solo incrocio ufficiale tra le due compagini, vittoria dei neroverdi di casa per 3-0 nella Supercoppa di Lega Pro 2018/19.

Il Pordenone ha segnato 10 gol nei 15’ finali del primo tempo, dal 31’ al 45’ incluso extratime, record nella Serie BKT 2019/20.

Juve Stabia una delle 4 formazioni cadette 2019/20 che hanno fatto il pieno di sostituzioni, 78 su 78 in 26 giornate, come Pisa, Venezia e Pescara.

Da 10 gare esterne la Juve Stabia subisce gol: 18 i gol incassati, con ultima porta inviolata nello 0-0 a Perugia del 14 settembre scorso.

Probabili formazioni:

Pordenone (4-3-1-2): Di Gregorio; Semenzato, Vogliacco, Bassoli, De Asgostini; Misuraca, Burrai, Pobega; Gavazzi; Candellone, Bocalon. All. Tesser.

Juve Stabia (4-3-3): Provedel; Fazio, Troest, Tonucci, Germoni; Addae, Calò, Mallamo; Bifulco, Cissè, Canotto. All. Caserta.

Arbitro: Illuzzi.

Diffidati: Burrai, Mazzocco, Strizzolo (Pordenone); Addae, Fazio, Forte, Germoni, Mallamo, Tonucci, Vitiello (Juve Stabia).

Squalificati: Camporese (Pordenone); Forte (Juve Stabia).


Salernitana-Venezia (Diretta Dazn)

A Salerno precedente ufficiale numero 18 tra le due squadre: score di 10 vittorie granata (ultima 2-1 nei play-out di Serie B 2018/19), 6 pareggi (ultimo 1-1 nella Lega B 2018/19, regular season) e 1 affermazione arancioneroverde (1-0 nella B 2000/01).

Amarcord per Giampiero Ventura che si è seduto sulla panchina lagunare in serie B dal luglio al settembre 1994 e dal dicembre 1994 all’aprile 1995: il suo score in arancioneroverde è stato di 11 vittorie, 7 pareggi ed 8 sconfitte in 26 match ufficiali.

Da 256’ Salernitana con rete inviolata in casa: ultimo gol subito da Asencio al 14’ di Salernitana-Cosenza 2-1 del 25 gennaio scorso, poi si sommano i residui 76’ di quella gara e le intere contro Trapani e Livorno (duplice 1-0 campano).

Venezia reduce da 10 punti nelle ultime 4 trasferte, con ultima sconfitta datata 21 dicembre, 0-2 in casa della Juve Stabia. I lagunari sono una delle 3 compagini cadette 2019/20 che fanno meglio in trasferta che tra le mura amiche (come Cosenza e Cittadella): per gli arancioneroverdi 11 punti al Penzo e 21 fuori casa.

Venezia una delle 4 formazioni cadette 2019/20 che hanno fatto il pieno di sostituzioni, 78 su 78 in 26 giornate, come Pisa, Juve Stabia e Pescara.

Probabili formazioni:

Salernitana (3-5-2): Micai; Aya, Migliorini, Jaroszynski; Cicerelli, Akpa Akpro, Capezzi, Maistro, Lopez; Cerci, Gondo. All. Ventura.

Venezia (4-3-1-2): Pomini; Fiordaliso, Riccardi, Casale, Molinaro; Firenze, Fiordilino, Maleh; Aramu; Longo, Capello. All. Dionisi.

Arbitro: Maggioni.

Diffidati: Gondo, Jallow, Lombardi, Maistro (Salernitana); Aramu, Capello, Ceccaroni, Cremonesi, Lollo, Modolo, Montalto (Venezia).

Squalificati:


Trapani-Virtus Entella (Diretta Dazn)

In Sicilia i precedenti ufficiali tra le due compagini sono 4: padroni di casa imbattuti, con bilancio di 2 successi (ultimo 2-0 nella Serie B 2016/17) e 2 pareggi (ultimo 2-2 nella Serie B 2014/15).

L’ultimo successo siciliano risale al 18 gennaio scorso, 3-1 sull’Ascoli.

Trapani distratto nei 15’ finali di partita: 15 i gol subiti dai granata dal 76’ al 90’ più recuperi, primato negativo del torneo.

In Trapani-Entella di fronte le due formazioni più “svagate” nei primi 15’ di gara dopo 26 turni: 9 le reti incassate dal 1’ al 15’ di gara da siciliani e liguri.

Probabili formazioni:

Trapani (3-5-2): Carnesecchi; Strandberg, Buongiorno, Pirrello; Kupisz, Colpani, Taugourdeau, Coulibaly, Grillo; Dalmonte, Pettinari. All. Castori.

Virtus Entella (4-3-1-2): Contini; Poli, Crialese, Pellizzer, Sala; Dezi, Paolucci, Settembrini; Schenetti; Morra, De Luca G. All. Boscaglia.

Arbitro: Ayroldi.

Diffidati: Del Prete, Grillo, Scognamillo (Trapani); De Luca G., Dezi, Schenetti (Virtus Entella).

Squalificati: Luperini (Trapani); Mazzitelli (Virtus Entella).


Mercoledì 4 marzo ore 18.50

Ascoli-ChievoVerona (Diretta Dazn) Telecronaca: Giorgio Basile

Ad Ascoli i confronti ufficiali tra le due squadre sono 4 con bilancio in perfetta parità: 1 successo marchigiano (3-0 nella Serie A 2006/07), 2 pareggi (ultimo 2-2 nella Serie A 2005/06) e 1 vittoria scaligera (2-1 nella Serie B 2007/08).

Una vittoria nelle ultime 7 giornate per l’Ascoli, 3-0 a Livorno lo scorso 1 febbraio; nel mezzo 1 pareggio e 5 sconfitte per i bianconeri marchigiani.

ChievoVerona imbattuto fuori casa da 5 partite, di cui 1 vinta e 4 pareggiate, ultimo k.o. lo 0-1 di Trapani dell’1 dicembre scorso.

Probabili formazioni:

Ascoli (4-3-1-2): Leali; Pucino, Valentini, Brosco, Padoin; Eramo, Troiano, Cavion; Morosini; Scamacca, Trotta. All. Stellone.

ChievoVerona (4-3-1-2): Semper; Frey, Leverbe, Cesar, Renzetti; Segre, Obi, Esposito; Giaccherini; Meggiorini, Djordjevic. All. Aglietti.

Arbitro: Abbattista.

Diffidati: Brosco, Cavion, Padoin, Pucino (Ascoli); Frey, Segre (ChievoVerona).

Squalificati: Gravillon (Ascoli).


Ore 21

Spezia-Pescara (Diretta Dazn e DAZN1) Telecronaca: Dario Mastroianni – Commento Tecnico: Massimo Gobbi
Bordocampo ed interviste: Federico Sala

Al Picco i precedenti ufficiali tra le due squadre sono 10: in bilancio 3 successi dei padroni di casa (ultimo 4-0 nella B 2017/18), 4 pareggi (ultimo 2-2 nella Lega B 2014/15) e 3 affermazioni biancazzurre (ultima 3-1 nella B 2018/19).

Spezia in striscia positiva in casa: 7 successi e 2 pareggi nelle ultime 9 uscite ufficiali al Picco, con ultimo k.o. lo 0-1 subito dal Benevento il 5 ottobre scorso.

Liguri scatenati nella mezz’ora finale di gara, dove i liguri hanno segnato 19 gol sui 37 totali dopo 26 turni, di fatto il 51,3% del dato generale.

Pescara una delle 4 formazioni cadette 2019/20 che hanno fatto il pieno di sostituzioni, 78 su 78 in 26 giornate, come Pisa, Juve Stabia e Venezia.

Biancazzurri scatenati dopo la pausa, con 8 reti segnate tra 46’ e 60’ di gioco, record nella Serie BKT 2019/20.

Probabili formazioni:

Spezia (4-3-3): Scuffet; Ferrer, Erlic, Capradossi, Marchizza; Maggiore, Ricci M., Acampora; Gyasi, Nzola, Bidaoui. All. Italiano.

Pescara (4-3-2-1): Fiorillo; Zappa, Scognamiglio, Bettella, Crecco; Melegoni, Palmiero, Busellato; Clemenza, Galano; Bocic. All. Legrottaglie.

Arbitro: Pezzuto.

Diffidati: Ferrer, Gudjohnsen, Maggiore, Mastinu, Nzola (Spezia); Drudi, Palmiero, Scognamiglio (Pescara).

Squalificati: Mora (Spezia); Memushaj (Pescara).

Precedenti segnalati da Football Data.

Foto Getty Images.



Abruzzo

Pescara, Aldo Cazzullo e Piero Pelù in scena al teatro Massimo

Pubblicato

il

PESCARA – Aldo Cazzullo con “A riveder le stelle” sarà di scena venerdì 3 dicembre, dalle 21, al Teatro Massimo di Pescara per condurre il pubblico alla scoperta di Dante, il poeta che inventò l’Italia.

Un percorso attraverso la ricostruzione dell’esperienza del poeta nell’Inferno descritto nella “Divina Commedia”. Gli incontri più noti, i personaggi grandiosi e maledetti, le incursioni nella storia e nell’attualità e un incredibile viaggio in Italia da nord a sud. Il fondamento della nostra identità nazionale. In scena ad accompagnarlo un ospite d’eccezione, il fiorentino Doc Piero Pelù.

Biglietti disponibili sui circuiti TicketOne www.ticketone.it e Ciaotickets www.ciaotickets.com (online e punti vendita): primo settore 40,25 – secondo settore 34,50 – palchetto 32,20 – galleria 28,75 (diritti di prevendita inclusi).

Dante è il poeta che inventò l’Italia. Non ci ha dato soltanto una lingua; ci ha dato soprattutto un’idea di noi stessi e del nostro Paese.

Una terra unita dalla cultura e dalla bellezza, destinata a un ruolo universale: perché raccoglie l’eredità dell’Impero Romano e del mondo classico; ed è la culla della cristianità e dell’umanesimo. L’Italia non nasce da una guerra o dalla diplomazia; nasce dai versi di Dante.

Non solo, Dante è il poeta delle donne. È solo grazie alla donna – scrive – se la specie umana supera qualsiasi cosa contenuta nel cerchio della luna, vale a dire sulla Terra. La donna è il capolavoro di Dio, la meraviglia del creato; e Beatrice, la donna amata, per Dante è la meraviglia delle meraviglie. Sarà lei a condurlo alla salvezza. Ma il poeta ha parole straordinarie anche per le donne infelicemente innamorate, e per le vite spente dalla violenza degli uomini: come quella di Francesca da Rimini.

Aldo Cazzullo ha ricostruito parola per parola il viaggio di Dante nell’Inferno e ne ha scelto – in questo che è anche un percorso tra le innumerevoli bellezze d’Italia –  gli incontri più noti, con frequenti incursioni nella storia e nell’attualità.  Dante infatti è severo con i compatrioti. Denuncia i politici corrotti, i Papi simoniaci, i banchieri ladri, gli usurai, e tutti coloro che antepongono l’interesse privato a quello pubblico. Ma nello stesso tempo esalta la nostra umanità e la nostra capacità di resistere e rinascere dopo le sventure, le guerre, le epidemie.

“A riveder le stelle” vuole essere un racconto teatrale sul più grande poeta della storia dell’umanità e sulla sua opera più famosa. Un racconto che avrà proprio come la Commedia due guide: un narratore, Aldo Cazzullo, accompagnato nel suo racconto da musiche e immagini a testimonianza quanto sia importante e ancora attuale l’eredità dell’Alighieri, ed un lettore che riporterà la lingua di Dante e la musicalità dei suoi versi, il fiorentino Doc Piero Pelù.

La regia e le videoproiezioni sono di Angelo Generali, la produzione è di Corvino Produzioni.

Continua a leggere

Teramo

Trovato il pirata della strada che aveva investito un muratore

Il pirata della strada che ha investito a Villa Pavone un muratore 45enne ha confessato.

Pubblicato

il

Di

TERAMO – E’ stato trovato il pirata della strada fuggito dopo aver investito un muratore lo scorso sabato 9 Ottobre, intorno alle ore 21. L’uomo è scappato dopo aver travolto la vittima di 45 anni sul ciglio della strada in viale Europa a Villa Pavone.

Ieri è arrivata la confessione. Si tratta di un operaio 46enne, con alle spalle alcuni precedenti collegati all’uso di stupefacenti. Sabato sera guidava la propria auto sprovvisto di patente, che gli era stata ritirata.

Il pirata della strada fuggito dopo l’incidente è stato trovato grazie alle dichiarazioni dei testimoni e le immagini delle telecamere, che hanno reso possibile risalire alla vettura. Dopo il ritrovamento della Ford Fusion di colore scuro, la Polizia Stradale ha confrontato i danni che erano presenti con le lesioni riportate dall’investito. Erano perfettamente compatibili con la dinamica dell’incidente.

La Polizia, nella ricerca dell’auto pirata, aveva setacciato tutte le attività commerciali, comprese quelle di autocarrozzeria e autodemolizioni. L’uomo, in un primo momento ha negato tutto, ma nel pomeriggio di ieri, ha confessato alla Polizia i fatti.

All’operaio 46enne, gli sono state contestate le lesioni gravissime, l’omissione di soccorso, la fuga e la guida senza patente. Lo stesso si sarebbe giustificato dicendo di aver agito per paura, dal momento che sapeva bene di non poter guidare, perché privo di patente.

Continua a leggere

Teramo

Auto in fiamme nel Traforo del Gran Sasso, illesi gli occupanti

Una Peugeot 206 ha preso fuoco dentro la galleria del Gran Sasso.

Pubblicato

il

Di

TERAMO – Intorno alle ore 8:30 di questa mattina, traffico congestionato sull’Autostrada A24 in direzione Roma, a causa di un’auto in fiamme nel Traforo del Gran Sasso. Il rogo ha coinvolto una Peugeot 206 con tre persone a bordo, che ha preso fuoco proprio mentre percorreva il tratto della galleria.

Il conducente, dopo aver notato il fumo dal motore, si sarebbe subito fermato e avrebbe messo in scurezza gli occupanti del mezzo. Mentre l’auto veniva gradualmente avvolta dalle fiamme, hanno allertato i soccorsi. I vigili del fuoco sono giunti sul posto con un’autopompa ed un’autobotte. Hanno spento l’incendio sulla auto e provveduto a mettere in sicurezza il veicolo. Sul posto è intervenuto anche il personale del 118 che ha prestato le cure necessarie al conducente e la sua famiglia. Fortunatamente sono rimasti tutti illesi.

La galleria dove si è sviluppato l’incendio è stata riaperta dopo appena 20 minuti, alle 9.07, in accordo con Polizia Stradale e VVF, permettendo di smaltire una coda lunga circa da mezz’ora. Controlli di sicurezza da parte anche dei tecnici di SdP all’interno della galleria. Alle 9.55 i resti dilaniati dell’auto in fiamme nel Traforo del Gran Sasso sono stati rimossi dalla galleria.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy