fbpx
Connect with us

Sport Focus

Otto anni senza “BorgoGol”

Pubblicato

il

STEFANO BORGONOVO nasce a Giussano (MB) il 17 marzo 1964.
Cresce calcisticamente nelle giovanili del Como che nell’estate del 1984 (Stefano ha 20 anni) lo passa in prestito alla Samb.

L’”infinito lottatore” di Giussano, dal dribbling vincente e dalle reti impossibili, sarà l’ultimo idolo e “gladiatore” della “Fossa dei Leoni” dello stadio “Ballarin”, fortezza inespugnabile e teatro per oltre cinquant’anni delle gesta della grande Sambenedettese Calcio;

la Samb dei record d’imbattibilità del campo, quella della memorabile “SamBergamasco”, quella che lottava dal primo all’ultimo secondo di gioco allo stesso modo in cui ha lottato Stefano sul rettangolo verde e poi durante tutta la malattia…

E dal Ballarin, che chiude i battenti proprio con la partenza di Borgonovo, l’attaccante lombardo spicca il volo verso prati di gioco più prestigiosi, in Italia, in Europa e nel Mondo portando con sé tutte le qualità sbocciate, sviluppate e maturate in quell’anno con la maglia rossoblù della Samb, verso la quale avrà sempre riconoscenza, orgoglioso d’averla indossata.

Purtroppo, l’”infinito lottatore” di Giussano, dopo quasi dieci anni di dure battaglie, il 27 giugno 2013, viene sconfitto dalla S.L.A. (“la stronza” come lui la chiama), la “cruenta” malattia contro la quale il nostro campione ha combattuto strenuamente fino alla fine.

Ma, ne siamo certi, il suo CUORE ROSSOBLU continuerà a pulsare forte in tutti coloro che amano la Samb, quella che lui ha amato tanto!!!

“Muore giovane chi è caro agli Dei”.

Eternamente con noi, grazie “Borgo”!!!

TUTTI I NUMERI DI STEFANO BORGONOVO CON LA MAGLIA DELLA SAMB

TORNEO DI SERIE B 1984/85, L’ULTIMO GIOCATO DALLA SAMB AL “BALLARIN”.
GARE UFFICIALI DELLA SAMB: 38 di Campionato + 5 di Coppa Italia, primo turno.

Presenze totali: 38 (33 in Campionato + 5 in Coppa Italia).
Salta 5 gare: con Arezzo, Taranto e Lecce in trasferta e contro il Parma e il Taranto (per squalifica) in casa.
Esordio: 22 agosto 1984, Samb-Cagliari 0-2 (Coppa Italia).
Ultima gara: 16 giugno 1985, Parma-Samb 2-2.
Minuti totali giocati: 3290 (2885+ 405)
Sostituito: 8 volte (8+0), in casa con Lecce (al 36’st), Bologna (44’st) e Pescara (37’st); Fuori casa con Catania (38’st), Triestina (26’st), Varese (20’st), Cagliari (37’st) e Campobasso (37’st).
Entrato: 1 volta (0+1), in Coppa contro il Taranto in casa (al 1’st) (1-1).
Reti totali: 13 (13+0), di cui una su calcio di rigore.
Prima rete: 16 settembre 1984, Samb-Lecce 1-3 (gol dell’1-2 all’11’st).
Ultima rete: 16 giugno 1985, Parma-Samb 2-2 (gol del 2-2 al 35’st)
Espulsioni: 1 (1+0) il 2 giugno 1985 al 45’st di Samb-Arezzo 2-0 (36a giornata), arbitro Tullio Lanese di Messina.
Giornate di squalifica: 1 (1+0) il 9 giugno 1985, 37a giornata, contro il Taranto in casa (2-1).

Di seguito, in ordine cronologico, le tredici reti realizzate da Stefano Borgonovo con la maglia rossoblù della Samb: una su rigore, 5 in casa e 8 fuori, 6 nel primo tempo e 7 nella ripresa, una doppietta, undici decisive!!!!

1) 16 set 1984- 1a giornata- Samb-Lecce 1-3: realizzata all’11’ del secondo tempo (st) (segna l’1-2).
2) 23 set 1984- 2a giornata- Catania-Samb 1-1: 20’pt (1-1).
3) 14 ott 1984- 5a giornata- Samb-Cagliari 1-0: 24’pt.
4) 28 ott 1984- 7a giornata- Samb-Campobasso 1-0: 43’st su rigore.
5) 04 nov 1984- 8a giornata- Triestina-Samb 1-1: 5’pt (0-1).
6) 02 dic 1984- 12a giornata- Samb-Cesena 1-0: 33’st.
7) 23 dic 1984- 15a giornata- Varese-Samb 1-1: 41’pt (0-1).
8) 10 mar 1985- 24a giornata- Cagliari-Samb 0-1: 35’st.
9) 24 mar 1985- 26a giornata- Campobasso-Samb 0-1: 34’st.
10) 21 apr 1985- 30a giornata- Perugia-Samb 1-1: 10’pt (0-1).
11) 05 mag 1985- 32a giornata- Samb-Pescara 2-0: 29’st (2-0).
12) 16 giu 1985- 38a giornata- Parma-Samb 2-2: 24’pt (0-1).
13) 16 giu 1985- 38a giornata- Parma-Samb 2-2: 35’st (2-2).

Alla fine del torneo con la Sambenedettese, Stefano Borgonovo verrà insignito del “Guerin d’oro” , premio annuale istituito dal mensile calcistico italiano “Guerin Sportivo” ,come miglior giocatore del campionato di serie B 1984/85. Con lui, quell’anno, verranno premiati Diego Armando Maradona del Napoli (serie A) e Roberto Baggio del L.R.Vicenza (serie C1).

Luigi Tommolini


ARTICOLI CORRELATI

Stories, Stefano Borgonovo (Documentario)


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Macerata

Cesena-Matelica, il commento della DG Roberta Nocelli: “Ho pianto come una bambina…”

Pubblicato

il

“Più diventa difficile vincere, più grande è la felicità della vittoria”.

Con queste parole la DG del Matelica Roberta Nocelli aveva salutato la vigilia del match tra Cesena e Matelica che ieri ha visto i ragazzi di mister Colavitto espugnare con merito al fotofinish l’Orogel Stadium, per un’altra pagina indelebile della storia biancorossa.

“Ho pianto come una bambina mentre apre i regali di Natale – ha scritto la DG – e scopre che i genitori le hanno donato proprio la bambola che desiderava. Quando vivi questo sport intensamente, quando ti fai tutte le trasferte in pullman con la squadra e annusi quel clima di tensione e fame di vittoria non puoi mascherare le tue emozioni, le tue gioie e i tuoi dolori. Non puoi non scendere in campo anche tu e soffrire su ogni palla”.

“Quanto amo quello che sto facendo! Grazie Nonna, perché ogni volta che guardo lassù so che ci sei, ti mando un bacio, so che mi guardi, mi incoraggi e mi dici ‘Cocca de nonna sta tranquilla che ce la fai’. Il triplice fischio della gara con il Cesena chiude il cassetto delle amarezze di qualche anno fa – ha concluso la Nocelli – per far spazio ad una gioia immensa. Abbiamo scritto un’altra pagina della nostra storia. Siamo gente genuina, vera e seria. Siamo una famiglia di cui tanti vorrebbero entrare a far parte. Grazie per le migliaia di messaggi di complimenti. Domenica torneremo all’Helvia Recina per la gara di andata della Fase Nazionale dei play off contro il Renate. Continuate a fare il tifo per noi, non si molla un centimetro!”.

Il gol-qualificazione di Balestrero al 99° minuto


ARTICOLI CORRELATI

Serie C, PlayOff. Stoico e storico Matelica: battuto il Cesena al 99°minuto


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Sport

Giro, l’analisi della tappa di Campo Felice

Pubblicato

il

Egan Bernal ha conquistato la nona tappa imponendosi sul traguardo in sterrato di Campo Felice. Il colombiano ha ripreso i due corridori in fuga Geoffrey Bouchard e Koen Bouwmans negli ultimi metri ottenendo il suo primo successo di tappa in un grande giro e andando ad indossare la Maglia Rosa.
Giulio Ciccone e Aleksandr Vlasov hanno chiuso alle spalle del colombiano dopo 7″, precedendo Remco Evenepoel e Daniel Martin giunti a 10″. Damiano Caruso, Romain Bardet, Marc Soler, Davide Formolo, Simon Yates, Emanuel Buchmann e Hugh Carthy a 12″ mentre l’ex Maglia Rosa Attila Valter è giunta al traguardo dopo 49″.
In classifica generale Bernal ha 15″ di vantaggio su Evenepoel.

Continua a leggere

Macerata

Matelica-Samb: i precedenti in casa biancorossa

Pubblicato

il

Sono tre i precedenti in casa biancorossa, i primi due giocati in serie D allo Stadio Comunale – Centro Sportivo Giovanni Paolo II di Matelica, l’ultimo in serie C sul terreno dell’ “Helvia Recina” di Macerata.

Il bilancio è in perfetto equilibrio: una vittoria rossoblù, un pareggio e una vittoria biancorossa.

Il primo precedente è datato 19 aprile 2015, al termine dell’ultima stagione Moneti-Bucci. In panchina siede Silvio Paolucci. La gara è a due facce. Il primo tempo è tutto a favore dei locali che vanno al riposo in doppio vantaggio, 2-0. Apre le marcature a metà tempo Alex Ambrosini, raddoppia Stefano Mandorino al 43° minuto. Ripresa tutta rossoblù che in centoventi secondi riescono a riequilibrare l’incontro. Al 27° Davide Carteri su assist di Massimo D’Angelo accorcia le distanze. Due minuti dopo Ettore Padovani s’invola sulla sinistra, entra in area e batte Filippo Spitoni sul secondo palo: 2-2.

La stagione seguente, sabato 20 febbraio 2016, la Samb di patron Fedeli e mister Ottavio Palladini vince 3-1 davanti a oltre ottocento tifosi rossoblù. Il primo tempo termina a reti bianche ma la Samb al quarto d’ora sfiora il gol con Lorenzo Sorrentino che di testa manda la sfera a colpire la traversa. Cinque minuti dopo lo stesso attaccante rossoblù è fermato dalla parata di Tommaso Nobile, ora in forza alla Samb. Il secondo tempo si apre con il vantaggio di Mario Titone al secondo minuto di gioco. Al decimo, dopo un’altra occasione sciupata dalla Samb, il Matelica perviene al pareggio con Denis Pesaresi che trasforma un calcio di rigore. E’ quasi la mezzora quando da un contropiede Mario Titone “pesca” sul filo del fuorigioco Lorenzo Sorrentino che sigla il nuovo vantaggio. Al secondo minuto di recupero un rinvio errato di Tommaso Nobile è intercettato da Kevin Candellori che a porta vuota fissa il risultato sul 3-1 per la gioia dei tifosi rossoblù. Cinquanta giorni dopo la Samb festeggerà il ritorno matematico in serie C sette anni dopo i maledetti PlayOut persi contro il Lecco e due fallimenti societari.

Un mese fa, sabato di Pasqua 3 aprile, all’ “Helvia Recina” di Macerata la Samb, imbattuta da cinque partite, viene sconfitta di “rigore”. Al quarto d’ora della ripresa il fallo in area di Goicoechea su Tofanari determina l’assegnazione del Penalty trasformato dal capitano biancorosso De Santis. La Samb potrebbe riequilibrare l’incontro alla mezzora con Maxi Lopez che si guadagna un calcio di rigore. Il tiro debole dell’argentino è facilmente parato da Cardinali.

Luigi Tommolini

 

I PRECEDENTI IN CASA MATELICA


ARTICOLI CORRELATI

PlayOff, Matelica-Samb: data e orario. Il programma completo


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy