fbpx
Connect with us

Abruzzo

Assemblea dei Sindaci del teramano

Dopo la riunione virtuale rinviata, il primo incontro di persona

Pubblicato

il

Riunita dalla Provincia, questa mattina, l’Assemblea dei Sindaci ha votato all’unanimità un documento per far fronte insieme alla Fase 2 del COVID 19. La riunione, rispettando il distanziamento sociale, si è svolta grazie alla collaborazione del Comune di Teramo, al Parco della Scienza.

Il documento proposto dalla Provincia e integrato dopo il confronto in aula con una serie di punti programmatici ritenuta prioritaria, propone un approccio di metodo rispetto alle tante e drammatiche conseguenze socio economiche del lockdown e della crisi sanitaria non ancora superata. La prima decisione, quella ritenuta strategica e che fa seguito alle numerose richieste delle parti sociali – incontrate dalla Provincia il 24 aprile scorso –  è quella di affrontarle insieme utilizzando l’Assemblea dei Sindaci come luogo decisionale; costituendo gruppi di lavoro, monitorando le misure di Governo e Regione, programmando e progettando insieme delle proposte per il territorio.

Dobbiamo giocare una partita nostra fermo restando la nostra totale adesione a quando già elaborato dall’Associazione dei Comuni e dall’Unione delle Province, in particolare sugli aspetti finanziari dei bilanci degli enti locali che a fronte delle minori entrate di tasse locali rischiano il collasso mentre i cittadini rischiano di rimanere senza servizi essenzial. Una partita costruttiva e propositiva, se serve anche rivendicativa;  farlo insieme avrà un peso specifico molto diverso rispetto alle singole e legittime azioni che ogni ente locale può fare” commenta il presidente Diego Di Bonaventura che aggiunge: “senza sottovalutare il fatto che questa tragica vicenda ci pone di fronte a scelte nuove che dovranno essere coraggiose e innovative: il confronto ci aiuterà a fare scelte migliori guardando al futuro. Aspettiamo il nuovo Decreto ma è chiaro che abbiamo due obiettivi: nell’immediato non far chiudere le imprese che abbiamo e a medio termine produrre  progetti specifici per accompagnare in maniera proattiva le inevitabili trasformazioni che ci saranno”.

Il documento proposto al voto è stato integrato con una serie di aspetti ritenuti prioritari che saranno affrontati nei tavoli di lavoro: risorse straordinarie per gli enti locali per l’abbattimento delle tasse locali; potenziamento dell’offerta sanitaria;  protocollo unico sanitario; far partire la ricostruzione post sisma; la richiesta alla Regione di un percorso condiviso con i Comuni e la Provincia nella rimodulazione dei fondi Masterplan; difesa dei presidi economici con particolare riferimento alla crisi della Popolare di Bari;  zona rossa, impresa e lavoro; poteri commissariali ai Sindaco come già chiesto dall’Anci; ascolto su tutte le problematiche riguardanti le modalità di ripresa delle lezioni per il nuovo anno scolastico.
Sarà costituita una cabina di regia, i Sindaci coordineranno singoli gruppi di lavoro. Come illustrato all’inizio dal consigliere provinciale Lanfranco Cardinale, delegato dal presidente a seguire le iniziative della Fase 2: “La Provincia intende affiancare i Sindaci con autorevoli esperti avvalendosi delle risorse istituzionali e professionali del territorio a partire dall’Università perché la nostra ambizione è quella di presentare progetti: serviranno finanziamenti per sostenere la ripresa e al di là delle misure di Regione e Governo vogliamo lavorare sulla prospettiva dopo aver individuato obiettivi precisi. Un nuovo Patto Territoriale, come quello che trent’anni fa fu promosso dalla Provincia, prima in Italia ad attuarlo”.

Il dibattito animato dai Sindaci è stato ricco di interventi, spunti e riflessioni, qui il link al video integrale:  https://www.youtube.com/watch?v=kf-p1YYleEU&pbjreload=10


Un focus particolare sarà dedicato alla filiera del turismo che in provincia di Teramo interessa tutti i sette comuni della costa, i borghi, l’area montana e in sinergia con l’agricoltura rappresenta una risorsa peculiare e specifica trainando anche commercio e artigianato. “Questo è un settore dove il nostro territorio può rivendicare una vera specificità. I problemi nell’immediato sono tanti, con l’estate alle porte e l’impossibilità per tanti, dagli stabilimenti balneari agli alberghi ai ristoranti, di poter contare su un utile e garantire i posti di lavoro. Attenzione massima, quindi, ma anche uno sforzo progettuale per tornare ad attrarre turisti e visitatori. Soprattutto in questo caso un progetto che veda insieme tutti i Comuni per la prima volta costa, montagna borghi e città avrà un forte valore aggiunto” ha specificato Lanfranco Cardinale.

Ascolta le interviste del Presidente e del consigliere Lanfranco Cardinale

Il link alla delibera proposta (le integrazioni sono quelle elencate sopra)

In apertura di seduta il Presidente ha dedicato qualche minuto a ricordare la figura di Italo Di Dalmazio, scomparso due giorni fa; è stato Amministratore provinciale e Sindaco di Civitella del Tronto. Prima dell’Assemblea,  Di Bonaventura, ha voluto essere presente ai funerali che si sono svolti questa mattina a Teramo a Piazza Garibaldi.

Dal comunicato stampa della Provincia di Teramo.

Continue Reading
Pubblicità

Teramo

Riqualificazione via Battisti a Martinsicuro, la proposta alternativa della consigliera Lattanzi

Pubblicato

il

simona lattanzi candidata sindaco martinsicuro

TERAMO – Via Battisti a Martinsicuro, strada parallela al lungomare, è oggetto di un progetto di sistemazione che non trova tutti d’accordo dal momento che prevede l’abbattimento di tutti i pini presenti per il rifacimento del marciapiede. La consigliera comunale Simona Lattanzi, all’opposizione, ha protocollato nei giorni scorsi un documento contenente una proposta alternativa per la riqualificazione di via Battisti a Martinsicuro che permetterebbe di salvare gli alberi.

La proposta non ha motivazioni esclusivamente di carattere ambientalista, ma anche storico ed economico: «Nel 1963, la prima Amministrazione Comunale di Martinsicuro, mise a dimora questi pini, come quelli in via Piemonte, per celebrare il passaggio all’autonomia dal Comune di Colonnella. Rappresentano quindi un grande valore storico e di identità da preservare per le generazioni presenti e future. Inoltre ciascuno di questi alberi è un condominio di biodiversità che va considerato come presidio di salute pubblica ed ha un valore economico di circa 20.000 euro».

Secondo Simona Lattanzi si potrebbe evitare il taglio dei pini realizzando «un solo piano viabile, senza marciapiede». Via Battisti diventerebbe a senso unico per i veicoli a motore, lasciando spazio alla pista ciclabile, al parcheggio ed una porzione di terreno permeabile ad ogni pino.

La nota con cui la consigliera Lattanzi ha illustrato la sua proposta alternativa per quanto riguarda la riqualificazione di via Battisti a Martinsicuro conclude: «Una progettazione conservativa e funzionale per un effettivo recupero di vivibilità nella zona; una soluzione che risulterebbe anche meno complicata e dispendiosa e che, oltretutto, eliminerebbe tutte le barriere architettoniche, pur lasciando intatta la morfologia storica della via.
Nel ‘Piano del Verde’ a disposizione dell’Amministrazione, ma che inspiegabilmente non è ancora stato reso operativo dal Consiglio, vengono illustrate dettagliatamente le corrette modalità di intervento per affrontare le criticità create al manto stradale e alle pertinenze private, con soluzioni efficaci che permettono di preservare il valore insostituibile di queste alberature. Basterebbe avvalersi di questo strumento, già pagato dai cittadini, per ottenere il massimo risultato anche in termini sociali e di inclusione».

Continue Reading

Pescara

Ricercato internazionale rintracciato a Pescara: arrestato

Pubblicato

il

polizia arresto rancitelli pescara

Un cittadino polacco di 24 anni sul quale pendeva un mandato di cattura europeo è stato individuato ed arrestato a Pescara.

PESCARA – Nel 2021 aveva commesso una serie di reati finanziari in ambito europeo e da allora pendeva un mandato di cattura internazionale sul cittadini di 24 anni arrestato dalla Squadra Volante.

Il giovane è stato individuato presso una struttura ricettiva del centro città, in seguito ad alcuni controlli. Il provvedimento nei suoi confronti è emerso dall’analisi della banca dati a disposizione delle forze dell’ordine.

Nei giorni scorsi la Squadra volante ha compiuto anche un secondo arresto, questa volta nei confronti di un uomo di 39 anni di origine senegalese. L’uomo è stato colpito da un provvedimento restrittivo quale aggravamento della precedente misura della detenzione domiciliare. È stato notato nel quartiere Rancitelli, mente si aggirava in una struttura abbandonata. Intuendo che gli operatori si stavano avvicinando per un controllo, ha tentato vanamente di allontanarsi, ma è stato subito raggiunto, identificato e, a seguito degli accertamenti, arrestato.

Continue Reading

Teramo

Spaccio di cocaina a Castiglion Messer Raimondo, arrestati marito e moglie

Pubblicato

il

spaccio castiglion messer raimndo

Due coniugi di 47 e 45 anni con precedenti alle spalle sono stati sorpresi con 150 grammi di cocaina nella loro casa di Castiglion Messer Raimondo e sono stati arrestati per spaccio e trasferiti nella casa circondariale di Teramo.

TERAMO – Erano già noti alle forze dell’ordine i coniugi sorpresi con 150 grammi di cocaina ed arrestati in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio a Castiglion Messer Raimondo. si tratta di marito e moglie di 47 e 45 anni che si trovano ora a Castrogno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

La Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Teramo ha effettuato una perquisizione presso la loro abitazione, scoprendo lo stupefacente: era nascosto in cucina, all’interno di cinque involucri, quattro dei quali custoditi in una borsa termica, uno in una dispensa sul piano di un piccolo mobile.

Nella borsa erano custoditi anche 1.230 euro in contanti ritenuti proventi dell’attività di spaccio. Oltre a droga e denaro, gli agenti hanno trovato anche un bilancino elettronico,  una confezione di mannitolo ed una pressa artigianale in ferro ad azione meccanica. Tutto è stato posto sotto sequestro.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro, Via Gabriele D'annunzio 37, Cap 64014 - Sede Operativa: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.