fbpx
Connect with us

Abruzzo

Crecchio entra nel Club de “I Borghi più belli d’Italia”

Pubblicato

il

CRECCHIO – Con il Consiglio Direttivo del 12 ottobre scorso, Crecchio (CH) entra nel Club de “I Borghi più belli d’Italia”!

Con l’ingresso di Crecchio, l’Abruzzo sale a quota 25 Comuni appartenenti al Club, che offre percorsi turistici e culturali tra i più prestigiosi a livello nazionale!

Oggi, assieme a Giovanni Enzo Di Rito, delegato nel Direttivo Nazionale, abbiamo dato il benvenuto nel Club de “I borghi più belli d’Italia” a Crecchio, al Sindaco Nicolino Di Paolo, all’amministrazione e a tutta la comunità!

Antonio Di MarcoUn importante nuovo ingresso nell’associazione de “I borghi più belli d’Italia”; con Crecchio l’Abruzzo taglia il traguardo dei 25 borghi certificati, ampliando l’offerta dei presidi di qualità sul territorio che rendono la nostra Regione una meta sempre più attraente nei circuiti turistici nazionali e internazionali. 

Ci tengo a ribadire che questo risultato per il Comune di Crecchio e la sua comunità deve essere considerato un punto di partenza e non di arrivo e in sinergia con gli altri Borghi dell’Associazione perseguiremo obiettivi ambiziosi ma raggiungibili!

Il paese di Crecchio conserva l’aspetto di un piccolo borgo medievale che in passato rappresentava un sito di rilevante importanza strategica, e si presenta agli occhi del visitatore con un notevole centro storico, ricco di un patrimonio culturale artistico inestimabile a partire dal Castello Ducale: il nucleo originario del castello è costituito dalla torre “dell’ulivo“ in stile duecentesco ed al suo l’interno si trova il Museo dell’Abruzzo Bizantino ed Altomedievale.

Famoso l’evento estivo “a cena con i bizantini”, festa che rievoca la presenza bizantina in Abruzzo attraverso costumi e danze dell’epoca e prodotti tipici del paese.

Cosa vedere:

•          il Castello Ducale;

•          la Chiesa di Santa Maria da Piedi;

•          la Chiesa del Santissimo Salvatore;

•          Il Santuario di Santa Elisabetta.

IL CASTELLO DUCALE

L’antica fortezza di Crecchio è un edificio a pianta regolare quadrangolare con quattro torri posti agli angoli. La muratura è realizzata in pietrame squadrato su una sola faccia, impilata, con blocchi di arenaria compatta ben squadrata agli angoli. Gli spessori delle mura variano da circa 1,80 a 0,80 metri. La torre di avvistamento, la più antica, più grande ed alta delle altre tre, rappresenta una tipica torre normanna del XII secolo, e, fino al 1943, era sormontata da merli irregolari, a testimonianza della sua funzione difensiva. La torre è detta dell’ulivo, ed è formata da tre livelli. Il piano terra era destinato a deposito per viveri ed era accessibile solo attraverso una botola ubicata al primo piano. L’accesso al primo piano invece era possibile solo attraverso una scala a levatura che si andava a chiudere in caso di attacco. L’accesso al piano superiore ed al piano esterno di avvistamento era possibile solo attraverso una stretta scala a chiocciola in pietra che salendo gira a destra; tale accorgimento, utilizzato nelle costruzioni strettamente militari, avvantaggiava i soldati posti a difesa, in quanto, chi attaccava era costretto a portare le armi con la mano sinistra. Oggi nel castello di Crecchio è possibile visitare il Museo Archeologico dell’Abruzzo Bizantino e Altomedievale nato grazie alla preziosa e fattiva collaborazione fra istituzioni e volontariato. Il Museo espone oggetti rinvenuti durante i campi di ricerca che l’Archeoclub d’Italia sede di Crecchio ha condotto, dal 1988 al 1991, in stretta collaborazione con la Soprintendenza Archeologica dell’Abruzzo, sul sito di una villa romano-bizantina scoperta in località Vassarella di Crecchio. Vi sono inoltre altri reperti ostrogoti e longobardi provenienti dal territorio abruzzese, che insieme riescono a ricostruire la vita dei Bizantini in Abruzzo, la guerra contro i goti, le vicende che riguardarono la zona costiera tra fine del VI e l’inizio del VII secolo. Il percorso espositivo ospita la sala Alberto Carlo Fraracci che espone invece una collezione etrusca, donata all’Archeoclub d’Italia sede di Crecchio nel 1995. La sezione storica del museo è dedicata alla storia del castello. Gli anni d’oro del Castello Ducale di Crecchio sono poi illustrati anche da una eccezionale documentazione fotografica che conferma il Castello di Crecchio come meta e rifugio di sovrani, principi e personalità che hanno segnato un’epoca della nostra storia.

Teramo

Domani sera il filosofo Umberto Galimberti a Martinsicuro

Pubblicato

il

umberto galimberti a martinsicuro

Ultimo appuntamento della rassegna letteraria Neon, martedì 25 giugno alle 21:30 presso la Torre Carlo V a Martinsicuro con la lectio di Umberto Galimberti.

TERAMO – Sarà la lectio di Umberto Galimberti a concludere l’edizione 2024 della rassegna letteraria Neon del comune di Martinsicuro. Alle 21:30 di martedì 25 giugno, il filosofo tratterà de “L’io e il Noi. Il primato della relazione”.

Molto soddisfatte le organizzatrici della rassegna delegata alla cultura Giuseppina Camaioni e la consigliera delegata alla biblioteca Valentina Coccia: «Volevamo offrire alla cittadinanza un evento di alto spessore, con autori di fama internazionale e il coinvolgimento di tutti gli attori della filiera del libro, di lettori giovani e adulti e non potevamo chiuderla in maniera migliore, con il grande filosofo e saggista Umberto Galimberti, autore di innumerevoli pubblicazioni. Crediamo nel potere del libro quale potente punto di convergenza generazionale e relazionale e strumento di crescita culturale del territorio».

«La seconda edizione» commenta la direttrice artistica Valeria Di Felice «è stata all’insegna del confronto con l’altro: sei incontri che hanno messo in luce le diverse modalità della relazione, dalla filosofia alla psicanalisi, dai rapporti affettivi a quelli storico-sociali, dalla dimensione dell’identità individuale alle grandi sfere del collettivo. Il tutto attraverso la voce di libri eterogenei, destinati al pubblico adulto e anche dei ragazzi».

Anche il sindaco Massimo Vagnoni esprime soddisfazione: «Siamo davvero entusiasti del successo che la rassegna letteraria Neon ha raggiunto già alla sua seconda edizione. Martinsicuro è una città ricca di storia e cultura, che ci impegniamo a valorizzare sempre più anche attraverso iniziative come queste, che rafforzano la nostra qualifica di Città che Legge e valorizzano la nostra preziosa Torre Carlo V.»

La serata sarà presentata dalla giornalista Dorotea Mazzetta. In caso di pioggia l’evento si farà all’Hotel Park and Dependance (via Don Sturzo 9, Villa Rosa di Martinsicuro). Neon è una rassegna organizzata dall’amministrazione comunale – dalla consigliera delegata alla cultura Giuseppina Camaioni e dalla consigliera delegata alla biblioteca Valentina Coccia, con la direzione artistica di Valeria Di Felice, e la collaborazione della Di Felice Edizioni e dell’Istituto Comprensivo Pertini di Martinsicuro. Ha come partner il Punto Einaudi di San Benedetto del Tronto e Nati per leggere Abruzzo. È patrocinato dalla Regione Abruzzo e dalla Provincia di Teramo, ed è finanziato dalla Presidenza del Consiglio Regionale Abruzzese.

Continue Reading

Teramo

Maltrattamenti in famiglia: un arresto a Martinsicuro

Sempre a Martinsicuro un uomo è stato arrestato per furto, mentre ad Alba Adriatica si è verificato un arresto per truffa.

Pubblicato

il

arresto notaresco 112 cc carabinieri

Dopo la denuncia presentata da una donna nei confronti del marito è scattato il codice giallo. L’uomo è stato arrestato e tradotto in carcere.

TERAMO – I Carabinieri di Martinsicuro hanno tratto in arresto un uomo per maltrattamenti in famiglia a seguito della denuncia presentata nei suoi confronti dalla moglie. Dopo gli accertamenti del caso da parte dei militari, la Procura di Teramo ha attivato il “codice giallo”.

Il giudice ha accolto la richiesta della Procura ed ha emesso una misura cautelare nei confronti dell’uomo residente a Martinsicuro, che è stato arrestato e tradotto nel carcere di Teramo per maltrattamenti in famiglia.

Sempre a Martinsicuro i Carabinieri hanno rintracciato un soggetto sul quale pendeva un mandato di arresto emesso dall’A.G. di Ancona, dal momento che deve scontare una pena residua di 6 mesi di reclusione in carcere per il reato di furto. Ad Alba Adriatica invece i Carabinieri hanno arrestato un uomo condannato a scontare 6 mesi ai domiciliari per il reato di truffa.

Nei controlli del territorio svolti la notte scorsa tra Alba Adriatica, Tortoreto e Martinsicuro sono stati controllati complessivamente 83 mezzi ed identificati 153 soggetti. 3 automobilisti sono stati sorpresi alla guida con un tasso alcolemico superiore ai limiti del consentito e gli è stata ritirata la patente. 7 i locali ispezionati e 20 le persone sottoposte a misure cautelari che sono state oggetto di controllo.

Continue Reading

Teramo

Secondo appuntamento con Historia Magistra Vitae 2024 a Martinsicuro

Pubblicato

il

seconda serata historia magistra vitae 2024

Nella serata di domani secondo appuntamento con “Historia Magistra Vitae museo da vivere 2024” a Martinsicuro, dedicato alla tradizione del “Cummar a Fiur” ed all’ascolto di scritti e poesie della tradizione dialettale abruzzese.

TERAMO – Dopo il successo dell‘evento inaugurale, con l’inaugurazione della pala d’altare donato alla comunità di Martinsicuro dal pittore Leonardo Carapucci, che ha riscosso un’ampia ed entusiasta partecipazione, domani sera, domenica 23 giugno, torna “Historia Magistra Vitae Muso da Vivere 2024”, con la seconda serata.

Il presidente del Consiglio comunale Umberto Tassoni insieme al pittore Leonardo Carapucci

Alle ore 18:00 presso il Museo delle Armi Antiche a Martinsicuro si svolgerà il secondo appuntamento della rassegna di Eventi organizzati dall’Associazione omonima per ricordare la figura del suo Fondatore Nino Torquati.

Nello spazio all’aperto antistante il Museo, dopo i saluti del Sindaco Massimo Vagnoni, la maestra Valentina Cicconi racconterà il rito antico delle “Cummar a Fiur”, ovvero come suggellare un’amicizia importante tra persone che si scelgono liberamente anche senza vincoli di parentela. Il pubblico sarà invitato ad interagire scambiandosi i mazzolini di fiori ed altri piccoli omaggi che sugellano il legame speciale. Saranno messi a disposizione del pubblico dei fiori freschi per comporre il ben noto “ ramajett….” da scambiare.

Poi Gabriele Ruggieri, noto autore in vernacolo teramano e depositario della tradizione dialettale abruzzese, reciterà scritti di Giuseppe Savini e poesie in vernacolo di sua composizione, accompagnato dalla musica di Du’ Bott suonata dai giovanissimi Vincenzo Aleandri, Manuel Mazza e Jan Galiffa.
Cornice dell’evento, l’esposizione le opere della pittrice Loredana Tosi in un originale percorso nel giardino del Museo.

E’ gradita la prenotazione al 3356627564.

seconda serata historia magistra vitae 2024 locandina

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro, Via Gabriele D'annunzio 37, Cap 64014 - Sede Operativa: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.