fbpx
Connect with us

Abruzzo

Intervista a Johnny Cronaca – Scrittore da Chieti a Parigi

Pubblicato

il

Quando conobbi Johnny Cronaca – attenzione, è un nome d’arte, il nostro tiene molto alla sua privacy – mi trovavo nella mia stanzetta e probabilmente fuori pioveva. Ci scrivemmo in merito alle solite cose abruzzesi, questo tempo che non si rimette ancora, le pallotte cace e ove.

Nel 2021 Johnny, già famoso sui social dove è solito dilettare i suoi seguaci per mezzo di argute storie parigine, ha pubblicato il suo primo libro: “Parigi, Amore e Tiramisù”, edito da Echos Edizioni nella collana Latitudini.

Un libro encroyable che diverte – ça va sans dire – e che commuove insospettabilmente, seriamente, intoscibilmente.

Ciao Johnny, come nasce il tuo personaggio e perché?


“Johnny Cronaca nasce per caso durante una passeggiata a Parigi. Avevo appena vissuto un’esperienza traumatica e trascendentale: l’ottenimento di un appartamento, anzi, di un buco, in affitto. Erano tre settimane che vivevo momenti tragicomici in un francese approssimativo e mi sono detto: “E se li mettessi tutti insieme e ne scrivessi una storia umoristica?”. Fu un successo insperato. Quindi il perché è presto detto: condividere una disavventura cercando di far ridere amici e parenti. Poi oh, scrivere cazzate mi è sempre piaciuto”.

Il tuo primo libro, “Parigi, amore e tiramisù”: perché uno se lo dovrebbe accattare?


Innanzitutto perché fa ridere. Ho sempre avuto una venerazione per i grandi comici italiani, a partire da Paolo Villaggio con i suoi libri di Fantozzi, passando da Aldo, Giovanni e Giacomo, Troisi, Verdone, e tanti altri. Ma di letture comiche di valore non ne ho mai trovate più di tre o quattro. Questo libro riempie un po’ questo mio vuoto. In secondo luogo perché fa riflettere; la storia di una coppia di giovani che lascia la propria terra in cerca di fortuna ha con sé sempre delle implicazioni nostalgiche, a volte tragiche. Il tono a volte ha questo sapore amaro che fa parte comunque della vita, e fa crescere. Terzo motivo? Ho ricevuto tanti messaggi entusiasti da sconosciuti e nessuno si è mai lamentato. Finora almeno.

Come è stato presentare il libro in giro per la tua regione e quale è stato il momento più bello vissuto con il pubblico.


Girare per l’Abruzzo è stato magnifico. È stato come dare un volto a tutti quei like e messaggi letti solo dietro uno schermo. Da Parigi poi è come se avessi sempre vissuto la mia esperienza da scrittore umoristico come su un palco, da attore. O forse con un filtro. Incontrare il pubblico ha reso tutto reale e finalmente ho sentito un’emozione autentica (e non virtuale). Il momento più bello? Ero al salone del libro di Torino firmando copie, si avvicina questa ragazza, mi dice: “Io vivo in Germania e mi sento spesso sola, ma ciò che scrivi mi fa sentire a casa.” È stato impagabile.

Hai intenzione di restare a Parigi per l’eternità?


L’eternità è una cosa grossa, me la immagino come il paradiso di Dante, ma con più arrosticini. Parlando con mia moglie ci siamo già detti che la pensione la passeremo in Abruzzo, ma i prossimi anni mi vedono in territorio gallico. Dobbiamo finire ciò che abbiamo iniziato, ovvero conquistare tutto il conquistabile e insegnargli a cucinare. Poi tornerò.

Progetti futuri?


Mi piacerebbe continuare a raccontare storie umoristiche, magari con un secondo libro. Poi l’idea di diventare padre non mi dispiace, mi piacerebbe avere un pargolo. Tuttavia l’idea che mio figlio (o mia figlia!) parli francese come i miei colleghi mi è rivoltante. Dovremo parlare più dialetto in casa per evitare il peggio? Chissà. Sicuramente l’estate lo riporteremo in Italia, per un periodo di rieducazione culturale.

Da teatino doc, saresti d’accordo nel dedicare una piazza di Chieti, una statua, finanche un quartiere a Giustino “steteve a la case”?


Assolutamente sì. Proporrei un mezzobusto in un punto ben visibile della Villa Comunale, tipo vicino la fontana. E chiaramente ci dovrebbe stare scritto “Steteve a la cas’”. D’inverno, con la neve, sono convinto potrebbe diventare una location da pellegrinaggio, già mi immagino le foto in famiglia.

Grazie Johnny, ti saluto caramente.

Idem.

Continua a leggere
Pubblicità

Teramo

Teramo, il sindaco D’Alberto visita l’Istituto Alessandrini-Marino, domenica 23 il Career Day

Pubblicato

il

career day all'Istituto Alessandrini-Marino di Teramo

TERAMO – Sabato 15 e domenica 16 gennaio si sono svolti gli Open Day dell’Istituto di Istruzione Superiore “Alessandrini-Marino” di Teramo, mentre si terrà la prossima domenica 23 gennaio il Career Day. Gli incontri si sono svolti in presenza, nel pieno rispetto delle norme anti-Covid e previa prenotazione della fascia oraria disponibile, ed hanno permesso la visita ai locali dell’Istituto con ingressi contingentati in piccoli gruppi per ogni fascia oraria.

Gli studenti ed i rispettivi genitori che hanno partecipato si sono potuti orientare sui vari indirizzi di studio offerti dalla scuola e sulle dotazioni presenti in essa, incontrandosi con docenti e allievi dell’istituto. Tra i presenti anche il Sindaco di Teramo, Gianguido D’Alberto, che ha visitato i locali della scuola intrattenendosi con docenti, studenti e genitori e congratulandosi con la Dirigenza per l’organizzazione e per le numerose dotazioni tecnologiche ivi presenti.

Questi gli indirizzi che possono essere scelti:

  • Istituto Tecnico Tecnologico “E. Alessandrini”
  • Chimica, Materiali e Biotecnologie
  • Elettronica ed Elettrotecnica (con Curvatura Robotica)
  • Informatica e Telecomunicazioni (con Curvatura Robotica)
  • Meccanica, Meccatronica ed Energia (con Curvatura Robotica)

In particolare, nei tre indirizzi “Elettronica ed Elettrotecnica”, “Informatica e Telecomunicazioni” e “Meccanica, Meccatronica ed Energia”, si è deciso di utilizzare la quota del 20% nell’ambito dall’autonomia, per caratterizzare il curricolo degli studenti, fornendo loro competenze specifiche nell’ambito della Robotica. Ciò è stato possibile rimodulando tre ore delle materie caratterizzanti con percorsi specifici trasversali ed integrando le peculiarità di ogni indirizzo con elementi delle altre specializzazioni.

Pertanto, senza aggiungere ore di scuola, sono state inserite le tre materie Sistemi robotici, Meccanica del Robot e Informatica Industriale al fine di conseguire le seguenti competenze specialistiche:

  • conoscere le diverse parti costitutive del robot (architettura meccanica, elettrica, elettronica, informatica) e saper utilizzare i diversi programmi di simulazione per il loro controllo;
  • saper sfruttare le potenzialità del robot in un ambiente di lavoro al fine di operare ottimizzazioni tecniche ed economiche sui cicli di produzione ed assemblaggio con riferimento alla sicurezza, anche informatica;
  • conoscere i sistemi domotici (casa automatizzata) e della building automation (edificio automatizzato);
  • saper progettare un sistema domotico o robotico valorizzando impatto ambientale ed ecosostenibilità in sistemi di Internet delle Cose (IoT) e di Industria 4.0.
  • Istituto Professionale “E. Marino”
  • Manutenzione e Assistenza Tecnica
  • Operatore Elettrico (con qualifica triennale)
  • Operatore Meccanico (con qualifica triennale)
  • Odontotecnico
  • Gestione delle Acque e Risanamento Ambientale (G.A.R.A.)

Tra gli indirizzi previsti per l’I.P. “Marino si segnala un nuovo indirizzo molto importante per il territorio, cioè quello della Gestione delle Acque e Risanamento Ambientale. Infatti il diplomato di questo indirizzo interviene nella tutela e nella gestione delle acque sotterranee, superficiali interne e marine e si caratterizza per la conoscenza dei processi e degli impianti e per l’acquisizione delle tecniche di intervento operativo per la tutela del territorio con particolare riferimento alla gestione delle risorse idriche ed ambientali ed ha competenze multidisciplinari di base, in ambito tecnico-professionale per poter svolgere mansioni in sicurezza, nel rispetto dell’ambiente, nella gestione delle acque, delle reti idriche e fognarie, degli impianti e nelle attività di risanamento.

Le attività di Orientamento si concluderanno domenica 23 gennaio 2022 con il Career Day, evento che si terrà a partire dalle ore 16:00. L’obiettivo principale di questo evento è quello di far conoscere i possibili sbocchi nel mondo del lavoro, avendo la possibilità di dialogare con i rappresentanti delle maggiori aziende del territorio.

Il Dirigente Scolastico, prof.ssa Stefania Nardini, invita i genitori degli studenti delle classi terze delle scuole secondarie di primo grado della provincia a partecipare al suddetto evento che si svolgerà in presenza, nel rispetto delle norme anti-Covid e previa prenotazione che, per ragioni organizzative, dovrà essere effettuata, entro le ore 11:00 di sabato 22 gennaio 2022, al link https://www.iisteramo.edu.it/prenotazione

Si precisa che tutti i genitori partecipanti dovranno essere in possesso del Green pass rafforzato e indossare la mascherina FFP2

Per ulteriori informazioni è possibile telefonare (nei giorni feriali e in orario antimeridiano) allo 0861/411762 e chiedere di uno dei seguenti Referenti per l’Orientamento:

  • Prof. Marcello Farinelli
  • Prof. Roberto Arduini
  • Prof.ssa Amalia Savini 
  • Prof. Gianfranco Romantini

Continua a leggere

Abruzzo

Covid-19, l’Abruzzo da lunedì in zona Arancione

Pubblicato

il

L’AQUILA – Altre quattro Regioni rischiano il passaggio in zona arancione a partire dal 24 gennaio. Si tratta di Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Piemonte e Sicilia. È quanto emerge dagli indicatori sull’andamento dell’epidemia di Covid-19. È attesa per oggi l’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza che dovrebbe confermare l’abbandono del giallo per i quattro territori. Attualmente, già in zona arancione c’è la Valle d’Aosta. Mentre in zona bianca restano Basilicata, Molise, Puglia, Sardegna e Umbria.

Un territorio passa dalla fascia gialla a quella arancione al superamento simultaneo di tre indicatori considerati cruciali per il contenimento della pandemia: il tasso di occupazione delle terapie intensive al 20%, quello nei reparti ordinari al 30% e l’incidenza settimanale dei casi Covid che arriva a 150 positivi ogni 100mila abitanti.

In Abruzzo l’occupazione in terapia intensiva è al 22% e quella in area medica al 32%. L’incidenza nel periodo dal 17 gennaio al 20 gennaio è di 1.126 positivi ogni 100mila abitanti. Superati tutti i parametri per il passaggio in arancione.

Continua a leggere

Abruzzo

Città Sant’Angelo, Farmacia Comunale: Ffp2 in regalo agli studenti in scuolabus

Pubblicato

il

CITTA’ SANT’ANGELO – Saranno distribuite una ventina di mascherine a ogni bambino dai 6 anni che saranno trasportati sugli scuolabus comunali. Non devono fare richieste o recarsi presso gli uffici, ma verranno distribuite a coloro che usufruiranno del servizio scuolabus perché hanno l’obbligo di indossare le Ffp2.

Le mascherine Ffp2 saranno donate dalla Farmacia Comunale di Città Sant’Angelo: un gesto davvero di sensibilità e di vicinanza alle famiglie: “Nel comprendere quanta preoccupazione vivano le famiglie che quotidianamente mandano i propri figli a scuola, – ha detto Simona Rapagnetta, assessore alle Partecipate – la distribuzione di queste mascherine, specifiche per accedere al trasporto scolastico, vuole rappresentare un segno di vicinanza in un momento tanto concitato e difficile anche per gli studenti così colpiti dalle restrizioni anti-Covid. É un piccolo gesto ma fortemente voluto dalla nostra Amministrazione. È doveroso un ringraziamento a tutto il personale della FCCSA per la particolare dedizione con la quale garantisce un trasporto in piena sicurezza”.

“Ringrazio per la sensibilità che la Farmacia Comunale – ha spiegato il sindaco Perazzetti – ha come società dimostrato: sempre in prima linea nel combattere questa pandemia, oggi dona queste mascherine. Questo è il risultato di un’ottima gestione della società stessa che purtroppo per una scellerata decisione pregressa stava per essere dismessa secondo la Legge Madia, ma che noi, sempre in quell’ottica di rendere tutte le partecipate pubbliche, abbiamo rilanciato cercando una fusione con Ambiente Spa perché le buone società, le società che producono utili e che danno risultati positivi devono essere salvate”.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via Metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.

Privacy Policy