fbpx
Connect with us

L'Aquila

Vù compra

Pubblicato

il

Abruzzo

Film Commission Abruzzo: “Diventerà Fondazione a capitale pubblico”

Pubblicato

il

L’AQUILA – La Film Commission Abruzzo diventerà una Fondazione di diritto privato a capitale pubblico. Lo annuncia l’assessore alla Cultura e Turismo, Daniele D’Amario, anticipando i contenuti della riforma che toccherà direttamente l’ente considerato strategico per la promozione del territorio e del turismo. “È un’operazione di grande respiro – chiarisce D’Amario – che permetterà alla struttura di programmare facendo leva su risorse economiche certe. È questa la risposta della Giunta Marsilio alle strumentalizzazioni del Pd regionale sulla Film Commission che il precedente governo regionale ha fatto nascere sulla carta, ma non prevedendo per essa alcuna forma di finanziamento né modalità gestionali. Una scatola vuota, senza alcuna programmazione e senza risorse umane e economiche. Insomma, un’esperienza votata al fallimento. Il coraggio della svolta – ha insistito D’Amario – è arrivato da questa Giunta in due momenti distinti. Il primo portato avanti dal precedente assessore Mauro Febbo che già nel novembre del 2019 a Los Angeles ha intessuto rapporti partecipando all’ American Film Market, uno dei principali mercati audiovisivi al mondo e successivamente, nel novembre del 2020, con un ‘avviso ponte’ di 300 mila euro per erogare contributi per la realizzazione di opere audiovisive, produzione di film con legame storico-artistico-culturale e ambientale. Il secondo momento si sta concretizzando in questi giorni con la decisione della Giunta regionale di dare all’organismo una nuova veste giuridica in grado di gestire direttamente i fondi strutturali europei”. La nuova forma giuridica di Fondazione di diritto privato a capitale pubblico permette alla Film Commission di fungere da organismo intermedio del Fesr in quanto sottoposto a controllo analogo. Questa nuova collocazione apre ampi spiragli per una programmazione che potrà contare sui fondi strutturali europei 2021-2027, il cui Piano operativo regionale (Por) è in fase di elaborazione e a breve verrà sottoposto all’esame della Commissione europea. Una strategia che supera di gran lunga il semplice rifinanziamento di una legge regionale che si è dimostrata ampiamente fallimentare, come erroneamente auspicato dal consigliere Pierpaolo Pietrucci. Fin qui “il certosino lavoro di trasformazione della Film Commission”, ma la Giunta regionale ha voluto connotare questo impegno con la decisione di alzare la propria quota di compartecipazione. “Proprio così – aggiunge D’Amario – il Presidente Marsilio ha confermato che la quota di compartecipazione regionale ai fondi europei destinati all’attività della Film Commission sarà del 14% anziché l’8%, come previsto da obbligo di legge. Oltre alla forma anche la sostanza. L’esatto opposto di quello che ha fatto la precedente Giunta D’Alfonso”, conclude l’assessore Daniele D’Amario. 

Continua a leggere

L'Aquila

L’Aquila, arrestati 4 giovani per spaccio di droga

4giovani sono stati arrestati per droga.

Pubblicato

il

Di

L’AQUILA – Venerdì 22 Ottobre, sono stati arrestati quattro giovani per spaccio di droga nel quartiere Colle Pretara. In manette anche una 33enne per resistenza a pubblico ufficiale. I ragazzi, di nazionalità albanese, ma residenti in città sono: H.K. 19 anni, E.G. 20 anni , A.D. 18 anni e E.D. 20 anni.

Insieme ai 4 giovani, è stata arrestata anche una donna, C.C. 33 anni, per resistenza a pubblico ufficiale. I militari, da giorni stavano tenendo sotto controllo il quartiere Colle Pretara con appostamenti e intercettazioni ambientali, al fine di ricostruire il giro di spaccio venutosi a creare.

Attraverso riprese video e fotografiche, hanno immortalato diversi scambi di singole dosi di cocaina. I quattro giovani arrestati per spaccio di droga nel quartiere Colle Pretara avevano allestito un traffico organizzato e fiorente. Due agivano in strada per le consegne dello stupefacente e gli altri due presidiavano la casa da dove confezionavano e smistavano la cocaina.

I carabinieri, hanno bloccato i due uomini che distribuivano la droga per strada e hanno perquisito l’abitazione. Nella casa sono state sequestrate 35 dosi di cocaina, di circa 15 grammi, altri 20 grammi di marjuana, sostanze da taglio e materiale per il confezionamento e lo spaccio dello stupefacente. All’intervento dei militari, la donna che stava acquistando la cocaina, ha reagito con violenza ed è stata arrestata per resistenza a pubblico ufficiale.

I giovani sono stati arrestati in flagranza di reato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Il sostituto procuratore della repubblica dell’ Aquila, ha disposto il trattenimento dei 4 giovani in camera di sicurezza, mentre la ragazza è stata posta agli arresti domiciliari. Tutti rimarranno a disposizione della magistratura in attesa della convalida degli arresti da parte del giudice competente.

Continua a leggere

L'Aquila

Chiedeva soldi in cambio di terapie, medico della ASL arrestato

Medico arrestato per richiesta di denaro sulla somministrazione di un farmaco.

Pubblicato

il

Di

Carabinieri notte (ilmartino.it)

SULMONA – Un medico chirurgo del 118 della ASL Avezzano-Sulmona-L’Aquila, è stato arrestato per concussione aggravata. In base alle accuse, chiedeva soldi in cambio della somministrazione di terapie. Indagini partite in seguito alla denuncia di una malata oncologica. Venerdì 22 ottobre, L.P. è stato sorpreso mentre intascava 230 euro per inoculare un farmaco ad una paziente fragile.

Il medico stava per somministrare, con una flebo per via endovenosa il farmaco, senza alcun piano terapeutico, ad una paziente che sta affrontando cure salvavita. I carabinieri hanno anche certificato che il dispositivo medico era scaduto.

La denuncia è partita da una paziente, malata oncologica, che si era vista fare la vergognosa richiesta dal medico durante una visita di emergenza presso l’ospedale di Sulmona. L.P. aveva richiesto somme di denaro per la somministrarle a domicilio terapie adiuvanti provenienti dalla Svizzera.

I militari, d’accordo con la vittima, sono intervenuti e hanno sorpreso il medico mentre chiedeva soldi in cambio di terapie. Arrestato in flagranza di reato con l’accusa di concussione è stato condotto al carcere “San Donato” di Pescara. Le perquisizioni, hanno portato al sequestro di ingente materiale ritenuto utile alle indagini.

Tra i medicinali trovati in suo possesso, infatti, c’erano alcuni flaconi per uso ospedaliero dei quali si sta accertando la provenienza. L’uomo già diversi anni fa era stato protagonista di un’inchiesta e coinvolto per esercizio abusivo della professione di dentista. Dovrà ora rispondere del reato di concussione, perché ha preteso somme di denaro per la somministrazione di un farmaco sulla condizione della fragilità della vittima.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy