Pescara, 18enne morto: c’è un indagato, si attende l’autopsia

PESCARAIl 22 gennaio è stato trovato morto dalla madre nella sua camera da letto il 18enne Federico Giampietro. Il medico legale Sara Sablone effettuerà l’autopsia sul corpo del ragazzo.

L’esito dell’autopsia è di fondamentale importanza perché è già stato individuato un indagato. Si tratta di un 23enne che avrebbe ceduto, illegalmente, a Federico un flacone di metadone trovato sul comodino accanto al corpo. Non si può ancora affermare con certezza se sia stato il metadone a causare la morte del ragazzo, ma se così fosse questo porterebbe all’ipotesi di reato di morte come conseguenza di altro delitto. I genitori avevano chiesto un sostegno dagli psicologi del Sert, i quali non hanno però fornito del metadone al 18enne. Tra le altre ipotesi non si esclude l’assunzione, da parte del giovane, di antidepressivi che possano essere causa della morte. Aspettiamo i risultati dell’esame autoptico.