fbpx
Connect with us

Cronaca

Corpo rinvenuto sulla spiaggia, ignota l’identità

Avatar

Published

il

corpo rinvenuto a riva San Benedetto

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Funereo risveglio questa mattina sul litorale sambenedettese. Un corpo è stato rinvenuto a riva questa mattina all’alba. La macabra scoperta è stata effettuata sulla battigia del lungomare, all’altezza dello chalet Il Pescatore.

Secondo le prime ricostruzioni, la vittima sarebbe un uomo tra i 35 e i 40 anni, forse originario dell’est Europa. Verosimilmente, la salma è stata spinta a riva dalla corrente.

Risulta ancora ignota l’identità del corpo rinvenuto a riva, così come non si conoscono le cause del decesso. Guardia Costiera e Carabinieri sono al lavoro per scoprirlo.

Abruzzo

Pescara: annuncia rapina al 112 per rivalsa d’amore, arrestato

Avatar

Published

il

Vendetta contro il rivale, dovrà rispondere di procurato allarme

Ha allertato in forma anonima il 112 per annunciare una rapina ai danni di un ufficio postale – poi rivelatosi un falso allarme – per vendicarsi del rivale in amore: protagonista della vicenda un 36enne di Pescara arrestato dai carabinieri per procurato allarme, in esecuzione dell’ordinanza di aggravamento dell’attuale misura cautelare in atto con quella della custodia in carcere.

La vicenda risale all’8 gennaio scorso quando l’uomo, chiamando il 112, aveva annunciato che due persone – di una aveva fornito anche le generalità – armate di pistole, avrebbero di lì a poco fatto una rapina ai danni di un ufficio postale cittadino.

I carabinieri dopo aver adottato tutte le precauzioni del caso, capirono che si trattava di una notizia infondata concentrandosi sull’identificazione dell’autore della telefonata.

Le indagini condotte dalla Sezione Operativa del Nucleo Operativo Radiomobile hanno permesso di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico dell’uomo, nonché di ricostruire il movente del procurato allarme: in base agli accertamenti effettuati l’uomo aveva inventato la rapina nel tentativo di mettere nei guai la persona segnalata quale rapinatore poiché i due si erano invaghiti della stessa donna.

L’uomo all’epoca dei fatti era sottoposto ad una misura con obblighi, è stato così denunciato all’autorità giudiziaria che ha richiesto l’aggravamento della misura cautelare in atto, provocandone l’arresto. (ANSA).


Per info su Il Martinohttps://ilmartino.it/ e la pagina Facebook:  https://www.https://www.facebook.com/ilMartino.it/

Continua a leggere

Ancona

Frontale tra furgone e auto morto 43enne

Avatar

Published

il

Vittima era residente ad Ancona. Sul posto Vvf, 118 e Ps Stradale

Un furgone e una Fiat Punto si sono scontrati frontalmente in un incidente stradale avvenuto poco prima delle 17.30 lungo la Strada provinciale 2 a Offagna (Ancona): il conducente della vettura, un 43enne residente ad Ancona, è deceduto. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, i sanitari del 118 e la Polizia Stradale.

I pompieri hanno estratto il 43enne dall’interno della vettura, in collaborazione con il personale sanitario e il medico del 118, che ne ha successivamente dichiarava il decesso.

Poi i vigili del fuoco hanno provveduto alla messa in sicurezza dell’area coinvolta. La dinamica dell’incidente è al vaglio della Stradale. (ANSA).


Per info su Il Martinohttps://ilmartino.it/ e la pagina Facebook:  https://www.https://www.facebook.com/ilMartino.it/

Continua a leggere

Cronaca

La scomparsa di Alfredo Giammarini. Fu lui a filmare le atroci immagini del “Rogo Ballarin”

Luigi Tommolini

Published

il

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Riviera delle palme piange un altro Uomo che ha fatto la sua storia nella Comunicazione.

Se n’è andato nella sua casa di Via Piemonte Alfredo Giammarini, 79 anni, videoreporter e fotografo.

Artefice insieme a Valeri e Ciabattoni della nascita di TeleCavo, televisione privata sambenedettese sorta nei primi anni ’70, una delle prime se non la prima su tutto il territorio nazionale.

Alfredo Giammarini con il suo obiettivo e la sua cinepresa ha immortalato gran parte degli ultimi decenni di vita sambenedettese.

Purtroppo è stato testimone anche delle più immani tragedie: quella del MotoPesca “Il Rodi” nel 1970 e quella drammatica del “Rogo Ballarin”.

In quest’ultima occasione va il mio diretto e personale ricordo.

Nel realizzare il mio omaggio video per ricordare le due vittime, Carla Bisirri e MAria Teresa Napoleoni e tutta la tragedia (in fondo all’articolo) ho dovuto caricare le immagini di quel 7 giugno 1981 all’interno del “Fratelli Ballarin”: dalla festa prima dell’incendio alla tragedia avvenuta all’interno della Gradinata Sud dello Stadio.

Fu lui a riprenderle con la sua cinepresa mentre lavorava con il giornalista Remo Croci, autore dei vari servizi.

Così lo ricorda il sindaco Pasqualino Piunti: “Con la scomparsa di Alfredo Giammarini, la città perde un altro attento e appassionato testimone delle vicende che hanno segnato la storia recente di San Benedetto. Non abbiamo finito di piangere la morte di Giorgio Sgattoni che dobbiamo a dare l’addio ad un altro grande autore di documentazioni filmiche e fotografiche di fatti essenziali per la memoria collettiva cittadina. Il modo migliore per onorare la memoria di Giammarini sarà quello di valorizzare, oltre a quanto già fatto con le rievocazioni nel 50esimo della tragedia del Rodi, il materiale che ha realizzato in decenni di lavoro con macchina fotografica, cinepresa e telecamera”.

I funerali saranno celebrati lunedì 11 gennaio alle 15.30 nella chiesa di Sant’Antonio di Padova.

Il sottoscritto e la Redazione tutta de “Il Martino” porgono le più sentite condoglianze alla famiglia Giammarini.



Per info su Il Martinohttps://ilmartino.it/ e la pagina Facebook:  https://www.https://www.facebook.com/ilMartino.it/

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy