fbpx
Connect with us

Abruzzo

Fuochi d’artificio nella pineta storica di Pineto: “A rischio incendio l’Area protetta di Cerrano”

Pubblicato

il

PINETO – Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa da parte dell’Associazione “Paliurus – natura, storia ed ecoturismo” e della Stazione Ornitologica Abruzzese ONLUS.

“Mentre una larga parte di Italia brucia, comprese diverse località della costa abruzzese, dobbiamo segnalare un atto di superficialità e incoscienza civica e ambientale a pochi passi dalla pineta di Pineto.

Infatti, sabato notte, i nostri volontari si sono accorti dei fuochi d’artificio di iniziativa privata realizzati in spiaggia a ridosso della pineta storica della cittadina adriatica, rischiando di causare danni alle persone, agli stessi stabilimenti balneari e alla preziosa biodiversità dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano, uno dei siti di interesse europeo della Rete Natura 2000 della costa abruzzese.

Un video, pubblicato da altre persone su facebook, ha pure ripreso e rilanciato l’evento.

In questi giorni, poi, assistiamo all’assalto disordinato dei bagnanti con tavolate in pineta, giochi in ogni angolo delle aree demaniali, rifiuti sparsi e accumulati in quantità senza una raccolta differenziata e addirittura a fumatori impuniti dove sarebbe vietato, a dimostrazione dell’insostenibilità di abitudini improprie che rischiano di consolidarsi. A queste situazioni incresciose, si sono aggiunti i festeggiamenti immotivati a tarda notte con fuochi d’artificio di elevata potenza a ridosso del patrimonio arboreo.Facciamo notare che proprio ieri a Vasto, come in tante altre circostanze, l’uso di materiale pirotecnico ha scatenato un pericoloso incendio, come riportano le cronache dei giornali.

Non dimentichiamo che nelle aree protette è vietata per legge l’accensione di fuochi. Nel caso particolare dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano il Regolamento di Esecuzione e Organizzazione ribadisce espressamente il divieto di “accendere fuochi per qualsiasi scopo ed uso” (art. 4 comma 8 lett. b).

Vorremo capire che intenzione hanno in futuro gli enti preposti al controllo del demanio costiero per preservare la nostra biodiversità e il futuro di aree verdi altamente identificative di intere comunità come quella di Pineto.

Abbiamo visto purtroppo cosa l’incuria e la mancanza di prevenzione hanno causato in altri suggestivi angoli della costa abruzzese, purtroppo sempre più rari perché assediati da infrastrutture, cemento e dalla logica imperante del “divertimento”. La sostenibilità vantata solo a parole presenterà prima o poi il suo conto salato. È notizia di ieri che a Vasto un rogo è partito proprio da fuochi pirotecnici!

Proponiamo che:

1) Si rimetta mano al piano demaniale costiero per ristabilire un equilibrio ambientale nel territorio comunale di Pineto, allo stesso modo che in altri Comuni costieri, in quanto lo sfruttamento della costa a vantaggio del turismo di massa sta prendendo il sopravvento a scapito della tutela ambientale così pomposamente ventilata a parole;

2) gli operatori economici che operano all’interno dell’AMP Torre del Cerrano siano concretamente informati sui comportamenti e le regole da rispettare e che siano impegnati con responsabilità quali prime sentinelle ambientali del territorio, dal momento che sono i primi a beneficiarne del capitale naturale, per cui appare assurdo testimoniare comportamenti così in contrasto con la salvaguardia del bene;

3) gli enti preposti si impegnino a investire le adeguate risorse per la prevenzione degli incendi e la lotta attiva, rendendo esecutivo un efficace piano antincendio all’interno delle pinete.

Concludiamo il nostro pensiero prendendo in prestito questa frase: «L’ambiente è dove tutti noi ci incontriamo; dove tutti abbiamo un interesse comune; è l’unica cosa che tutti noi condividiamo» (Lady Bird Johnson)”.

Abruzzo

La storia dell’ebreo internato a Civitella e della moglie morta a Giulianova sul libro della scrittrice Teresa Cremisi “Chroniques du désordre”

Pubblicato

il

GIULIANOVA – La vicenda della coppia tedesca, Ignaz Hain (ebreo, morto nel campo di concentramento di Mauthausen nel marzo 1945) e Margarete Wagner (cattolica, morta nell’ospedale di Giulianova nel gennaio 1945), vissuta durante la Seconda Guerra Mondiale a Civitella del Tronto, è stata pubblicata sul libro “Chroniques du désordre” per la collana Folio della casa editrice francese Gallimard. Dopo l’articolo uscito sul Corriere della Sera del 6 novembre 2020, a firma del giornalista Nicola Catenaro, sul principale settimanale francese “Le Journal du dimanche” del 22 novembre veniva commentato nella rubrica “actualité Sociétè” con il titolo “La valise oubliée” a firma di Teresa Cremisi. Recentemente, tutti questi articoli usciti dal 2018, sono stati raccolti nel libro edito in Francia. Teresa Cremisi è nata ad Alessandria d’Egitto ed è stata redattrice in Italia e Francia; autrice di un romanzo dal titolo “La Triomphante”. Grazie alle ricerche storiche portate avanti da Walter De Berardinis, ricercatore giuliese, hanno permesso di far conoscere al grande pubblico la vicenda di una coppia perseguitata prima dal nazismo in Germania e poi dal fascismo in Italia. Il lavoro certosino di ricostruzione dell’intera vicenda è stato reso possibile grazie alla consultazione dei documenti conservati nel Museo Nina di Civitella del Tronto diretto da Guido Scesi e dalla collaborazione di Giuseppe Graziani sulla storia del campo d’internamento di Civitella.

Continua a leggere

Abruzzo

Giulianova, acqua, luce, gas, affitti: arrivano le agevolazioni per i pagamenti

Pubblicato

il

GIULIANOVA – Gli uffici comunali rendono noto che a partire da domani, 19 Ottobre, e fino alle 14 di lunedì 8 Novembre, i cittadini residenti a Giulianova, in possesso dei requisiti richiesti, possono presentare domanda per accedere alle agevolazioni per il pagamento delle bollette di luce, acqua o gas,  oppure, a loro scelta, del canone di affitto dell’immobile in cui risiedono. I fondi a disposizione sono destinati a sostenere i nuclei familiari in difficoltà economica per gli effetti derivanti dall’emergenza Covid 19. Le risorse impiegate provengono dal fondo per la solidarietà alimentare disposto dal Governo. La domanda deve essere presentata dall’intestatario dell’utenza o del contratto di locazione scegliendo una delle due linee di intervento, quella relativa alle utenze o quella inerente gli affitti. Potrà essere presentata una sola domanda per nucleo familiare. Per accedere ai contributi, i cittadini interessati dovranno farne richiesta tramite l’apposito modulo, dichiarando di essere in possesso dei requisiti necessari. Tra questi, quello di essere residente nel Comune di Giulianova e di disporre di un’attestazione Isee del valore non superiore a 12.000 euro. Hanno diritto alle agevolazioni le famiglie che si trovino in difficoltà per motivi derivanti dalla pandemia da Covid 19. L’Ufficio Servizi Sociali e Politiche di Genere procederà alla istruttoria delle istanze pervenute stilando una graduatoria unica per entrambe le linee di intervento. Le domande devono essere consegnate a mano, nei termini previsti,
all’Ufficio protocollo dell’Ente o inviate tramite PEC all’indirizzo protocollogenerale@comunedigiulianova.it “ Riceviamo spesso persone – commenta il Vicesindaco e assessore alle Politiche Sociali Lidia Albani- che necessitano di un sostegno economico e che non riescono a fronteggiare le necessità del quotidiano. Le agevolazioni da domani a disposizione, che arrivano ad alleggerire situazioni a volte complesse, costituiscono un sostegno utile, in vista di un miglioramento stabile delle condizioni socio-economiche territoriali”.

Continua a leggere

Abruzzo

Scuola: Marsilio in visita all’Istituto Agrario di Alanno

Pubblicato

il

PESCARA – Il presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio, questa mattina, ha visitato, ad Alanno, in provincia di Pescara, i locali dell’Istituto tecnico Agrario “Pietro Cuppari”.

Per l’adeguamento ed il miglioramento sismico dell’edificio, recentemente, sono stati stanziati 2 milioni 688mila euro mentre ulteriori 817mila 237 euro serviranno per l’adeguamento simico della palestra.

Si tratta di risorse, fuori dal cratere sismico, che la Struttura commissariale ha indirizzato al polo didattico di Alanno e che si aggiungono ai fondi stanziati dalla Giunta regionale, con una delibera dello scorso mese di aprile, per complessivi 850mila euro, in attuazione di un accordo tra la Regione ed il ministero per il Sud e la Coesione territoriale del luglio 2020, teso a favorire il superamento degli effetti negativi connessi all’emergenza sanitaria da Covid-19. Nello specifico, si tratta di interventi infrastrutturali in ambito scolastico rivolti al completamento della messa in sicurezza del Convitto annesso all’Istituto Cuppari.

Ad accogliere il presidente Marsilio, sono stati il sindaco di Alanno, Oscar Pezzi, e la dirigente scolastica, Maria Teresa Marsili, alla presenza del presidente della Provincia, Antonio Zaffiri, e del consigliere regionale, Guerino Testa.

“Si tratta di un intervento a valere sui fondi derivanti dal sisma del 2016 – ha spiegato Marsilio –. Complessivamente sono stati stanziati dalla Giunta regionale quasi 200 milioni di euro che, a breve, attendiamo di poter deliberare con la Cabina di regia della ricostruzione. In sostanza, questo significa che tutte le scuole, sia dentro che fuori dal cratere sismico del 2016, verranno ricostruite o ristrutturate e saranno, comunque, messe in sicurezza. Stiamo parlando di un intervento tombale, globale, molto importante, di cui questa scuola è uno dei simboli. Abbiamo visto poi anche il resto del complesso a partire dalla parte storica di questo edificio che, invece, è ancora in attesa dei fondi del sisma 2009. A tal proposito, – ha proseguito – abbiamo stanziato dei fondi regionali per poter riaprire almeno una parte del convitto. Per la parte restante, invece, attendiamo notizie dal governo centrale che ha la competenza sulle risorse relative al sisma 2009. Del resto, – ha sottolineato- è un edificio troppo prezioso per essere lasciato in queste condizioni e dobbiamo assolutamente recuperarlo”.

Sulla tempistica per l’inizio dei lavori, il presidente Marsilio si è detto fiducioso sul completamento della progettazione, in tempi rapidi, da parte della Provincia di Pescara. “Da qui a pochi mesi – ha concluso il Presidente – vedremo anche l’apertura dei cantieri”. 

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy