fbpx
Connect with us

L'Aquila

Fotografato dopo lo scippo, denunciato 56enne a Sulmona

Deunciato uomo 56enne per scippo a monorenni.

Pubblicato

il

fotografato dopo lo scippo

SULMONA – Martedì 26 ottobre, due ragazze 14enni stavano aspettando di entrare in una libreria nei pressi di Sulmona, quando sono scippate. All’improvviso, si è avvicinato un uomo in biciletta che ha strappato la borsa ad una delle due minorenni, rubando i soldi e un cellulare. Subito si è dileguato, ma era già stato immortalato da uno scatto. Così è stato rintracciato e denunciato il ladro fotografato dopo lo scippo.

Aveva approfittato di un momento di distrazione della giovane, che si era fermata a parlare con alcune amiche, per rubarle la borsa che aveva lasciato incustodita. Si è poi dato alla fuga allontanandosi in via Carrese, scomparendo tra auto e folla. L’uomo però era stato fotografato dopo lo scippo da una delle due ragazzine, che lo ha immortalato con il suo smartphone mentre girava l’angolo di via Carrese e si dirigeva verso piazza XX Settembre.

La foto, insieme alla denuncia, è stata consegnata ai carabinieri per ritrovare lo scippatore. I carabinieri, oggi, sono riusciti a risalire a lui grazie alle immagini delle telecamere e alla foto che una delle due ragazze aveva scattato dopo il furto. L’uomo è A.D.S, 56 anni, originario di Sulmona. I carabinieri lo hanno denunciato per furto dopo due giorni di indagini.

Nella borsa c’erano uno smartphone e una banconota da 50 euro. I militari di Sulmona hanno subito attivato le indagini e sono riusciti a ricostruire quanto è accaduto. Sono state fondamentali le testimonianze raccolte, la foto e l’esame dei filmati dei sistemi di videosorveglianza della zona.

L'Aquila

Omicidio Aliona Oleinic: ergastolo per il muratore che la uccise

Pubblicato

il

Confermata la condanna all’ergastolo per Roland Bushi. Il muratore 30enne che sferrò 11 coltellate ad Aliona Oleinic.

FRANCAVLLA AL MARE – Per l’omicidio di Aliona Oleinic, 33enne moldava, è finalmente giunta giustizia. La Corte d’Assise d’appello dell’Aquila ha condannato Roland Bushi, il 30enne albanese all’ergastolo.

Il difensore dell’imputato, l’avvocato Antonello D’Alosio, ha chiesto la concessione delle attenuati generiche per far meno aggravante i futili motivi. Roland Bushi, il 3 Settembre del 2019, sferrò undici coltellate alla donna per un rifiuto e dopo aver perso la testa la uccise.

L’uomo, accusato dell‘omicidio di Aliona Oleinic ha ribadito il suo pentimento e di non aver agito con l’intenzione di ucciderla. Il difensore valuterà se presentare ricorso in Cassazione. Il deposito delle motivazioni è atteso per il 15 aprile 2022.

Continua a leggere

Abruzzo

Covid Abruzzo: nuove disposizioni per i certificati di fine isolamento

Pubblicato

il

PESCARA – Un’ordinanza del Presidente Marsilio che va a risolvere un problema segnalato più volte in questi giorni dai cittadini abruzzesi: il ritardo con cui le Asl rilasciano i certificati di fine isolamento Covid, a causa dell’aumento esponenziale del numero dei nuovi casi positivi che si registra dalla fine dello scorso anno.

“D’ora in avanti – spiega l’assessore alla Salute, Nicoletta Verì – nell’attesa dell’arrivo della certificazione da parte dei Siesp delle Asl, il cittadino asintomatico potrà esibire (ad esempio per il rientro a scuola, al lavoro, in caso di mancata riattivazione del green pass o di controllo da parte delle forze dell’ordine) i referti del tampone positivo da cui si evince la data di inizio dell’isolamento e del test negativo effettuato alla fine del periodo previsto dalle norme nazionali, che varia a seconda dello stato vaccinale di ciascuno”.

La circolare ministeriale del 30 dicembre scorso prevede un intervallo di isolamento di 7 giorni per gli asintomatici che abbiano completato il ciclo vaccinale primario da meno di 4 mesi e di 10 giorni negli altri casi.

La facoltà prevista nella nuova ordinanza potrà essere esercitata se, nelle 24 ore successive alla data di fine isolamento, il cittadino non riceve la certificazione Asl.

Continua a leggere

Abruzzo

Covid-19, l’Abruzzo da lunedì in zona Arancione

Pubblicato

il

L’AQUILA – Altre quattro Regioni rischiano il passaggio in zona arancione a partire dal 24 gennaio. Si tratta di Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Piemonte e Sicilia. È quanto emerge dagli indicatori sull’andamento dell’epidemia di Covid-19. È attesa per oggi l’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza che dovrebbe confermare l’abbandono del giallo per i quattro territori. Attualmente, già in zona arancione c’è la Valle d’Aosta. Mentre in zona bianca restano Basilicata, Molise, Puglia, Sardegna e Umbria.

Un territorio passa dalla fascia gialla a quella arancione al superamento simultaneo di tre indicatori considerati cruciali per il contenimento della pandemia: il tasso di occupazione delle terapie intensive al 20%, quello nei reparti ordinari al 30% e l’incidenza settimanale dei casi Covid che arriva a 150 positivi ogni 100mila abitanti.

In Abruzzo l’occupazione in terapia intensiva è al 22% e quella in area medica al 32%. L’incidenza nel periodo dal 17 gennaio al 20 gennaio è di 1.126 positivi ogni 100mila abitanti. Superati tutti i parametri per il passaggio in arancione.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via Metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.

Privacy Policy