fbpx
Connect with us

Abruzzo

4 Novembre, Fossacesia celebra la Giornata delle Forze Armate

Pubblicato

il

FOSSACESIA – “Nella memoria collettiva degli Italiani non si è mai dimenticata l’immane tragedia della Prima Guerra Mondiale, ed in ogni città, da allora, di fronte al Monumento ai Caduti, il 4 novembre di ogni anno si celebrano la ricorrenza della Vittoria e del ricordo dei Caduti. Questo giorno non è però solo la celebrazione della fine della Grande Guerra contro l’Austria ma è pure la Celebrazione della “Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate”: una ricorrenza che esprime la vicinanza e l’affetto di un popolo, e di noi cittadini di Fossacesia alle Forze Armate, fondamentale strumento a garanzia della pace, della sicurezza e delle libere e democratiche istituzioni in Italia e nel mondo, nelle aree flagellate da conflitti, per promuovere la pace e la sicurezza. Oggi, nel Centenario della traslazione e della solenne tumulazione del Milite Ignoto nel sacello dell’Altare della Patria, celebriamo anche quel soldato sconosciuto, al quale il Consiglio comunale, su proposta dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani, insieme a tante altre amministrazioni comunali italiane, ha deciso di conferire la cittadinanza onoraria. E’ il segno dei nostri sentimenti verso tutti coloro che quel Milite rappresenta, e che oggi sentiamo tutti ugualmente figli di Fossacesia”. E’ quanto ha sottolineato nel suo intervento il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, in occasione delle Celebrazione della Festa dell’Unità Nazionale, delle Forze Armate e della commemorazione dei Caduti in Guerra che si è tenuta a Fossacesia, città Medaglia d’Argento al Merito Civile. Alla manifestazione, che si è svolta con deposizioni di fiori al cippo dei Caduti in piazza del Popolo e al Monumento dedicato alle vittime di guerra in piazza Alessandro Fantini, presenti gli assessori comunali Maura Sgrignuoli e Giovanni Finoro, i consiglieri comunali Umberto Petrosemolo, Mariella Arrizza e Nicola Allegrini, il comandante della Stazione Carabinieri Cefaratti, rappresentanti delle associazioni combattentistiche, della Protezione Civile comunale e alcune classi di studenti dell’Istituto Comprensivo di Fossacesia. Questi ultimi hanno letto alcune riflessioni sul valore della pace, contro ogni guerra e per il dialogo tra i popoli. “Fossacesia ripudia la guerra, che ha portato lutti nella nostra comunità soprattutto nel secondo conflitto mondiale – ha proseguito il sindaco Di Giuseppantonio -. Ringrazio le Forze dell’ordine per il lavoro quotidiano che svolgono per garantire la nostra sicurezza. Presto la nostra Stazione dei Carabinieri sarà potenziata e ringrazio l’Arma per la considerazione che ha avuto riservare nei nostri confronti e per le comunità di Mozzagrogna, Rocca San Giovanni e Santa Maria Imbaro”.

Teramo

Rotary e Università di Teramo per il settore agro-alimentare: opportunità per i giovani

Pubblicato

il

forum settore agro-alimentare rotary club 3

Presso l’università degli Studi di Teramo si è tenuto il forum distrettuale dei Rotary Club, alla presenza del Governatore Distrettuale, incentrato sulle sfide e sulle opportunità del settore agro-alimentare.

TERAMO – Forum Sviluppo di culture ed allevamenti sostenibili, nuove frontiere e sfide del comparto agroalimentare, valorizzazione e tutela delle peculiarità del territorio, sostegno ed affiancamento ai giovani imprenditori per l’avvio di nuove attività. Questi sono stati alcuni degli argomenti cardine discussi sabato 13 aprile all’Università di Teramo durante il forum distrettuale dei Rotary Club Teramo, Teramo Est, Teramo Nord Centenario ed Hatriaticum Piceno Roseto che aveva per oggetto del dibattito il settore agro-alimentare.

Presso la Sala delle Lauree del Polo Didattico “S. Spaventa”, i relatori hanno affrontato diverse tematiche legate al comparto agroalimentare. Dopo i saluti del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Teramo Dino Mastrocola, del Prefetto di Teramo Fabrizio Stelo, del Presidente del Rotary Club Teramo Nord Centenario Paolo Bonaduce e del Governatore del Distretto 2090 Gesualdo Angelico, la parola è passata ai relatori.

Il Direttore del Dipartimento di Bioscienze e tecnologie agro-alimentari ed ambientali dell’Università degli Studi di Teramo Enrico Dainese ha parlato di “Visione, Ricerca e Formazione nell’Agri-Food System”. Successivamente, il professor Donato Angelino ha trattato di “Cibo, salute, uomo e pianeta: i 4 ingredienti del cocktail gastronomico”. La professoressa Carla Di Mattia, presidente del corso di studio in Scienze e tecnologie alimentari, ha tenuto la sua relazione dal titolo “Qualità sicurezza innovazione: il ruolo virtuoso delle tecnologie alimentari”. L’ultima relazione accademica l’ha tenuta il professor Fabio Stagnari, che ha affrontato “Il ruolo della formazione e della ricerca agronomica nella gestione degli agrosistemi”.

La parola è poi passata a Erminio Pensa, presidente di Giovani Confagricoltura Abruzzo, il quale ha discusso di “Agricoltura e Giovani: narrazione social e realtà”. Andrea Passacantando, presidente Copagri Marche Giovani ha discusso di “Giovani, Innovazione e Ricerca. Connettere l’agricoltura del futuro!”. Antonio Forlini, Presidente di Unaitalia, ha affrontato l’ultima relazione dal titolo “La zootecnia avicola fra tradizione e innovazione”.

Al termine degli interventi, prima della chiusura dei lavori da parte del Governatore Angelico, Matteo Ciccone della Ciccone Vini di Bisenti e Francesco Core, titolare dell’Agriturismo BioCore 2 di Giulianova, hanno portato la loro testimonianza di imprenditori, raccontando le sfide che affrontano quotidianamente e gli obiettivi che si sono posti per il futuro.

Continue Reading

Teramo

Sventata dai Carabinieri una truffa agli anziani ad Alba Adriatica

Pubblicato

il

tentata truffa finto maresciallo ad anziani sventata ad alba adriatica

Una signora di 78 anni ed il marito di 84 sono stati contattati da un finto maresciallo che chiedeva soldi per liberare il figlio coinvolto in un incidente. Fortunatamente con loro c’era la figlia.

TERAMO – I Carabinieri di Alba Adriatica hanno già avviato le indagini per risalire ai responsabili della tentata truffa del finto maresciallo a due anziani del luogo, sventata grazie all’intervento della figlia dei due coniugi.

La prima ad essere stata contattata, è stata la signora, di 78 anni. A questa il sedicente militare ha raccontato che serviva pagare una cauzione per liberare il figlio, che, sempre secondo quanto raccontato dal falso milite, aveva provocato un grave incidente stradale. La donna ha spiegato di non aver soldi con sé e, dopo ripetute insistenze, ha fornito all’interlocutore il numero del marito, di84 anni.

A questi, il finto maresciallo della truffa sventata ad Alba Adriatica ha ripetuto lo stesso copione. Ma in macchina con lui c’era la figlia, che si è fatta passare la telefonata ed ha capito che qualcosa non andava.

La donna ha interrotto la telefonata ed ha subito allertato le forze dell’ordine, le quali si sono messe all’opera per individuare i responsabili. I Carabinieri ricordano a tutti che nessuna Forza di Polizia, avvocato, ente, assicurazione e via discorrendo, chiede il versamento di denaro per liberare un congiunto, ovvero per pagare una assicurazione o un debito. Nei casi dubbi è sempre consigliabile prima di intraprendere qualsiasi iniziativa contattare il 112, ovvero le altre Forze di Polizia presenti sul territorio.

Continue Reading

Teramo

«I lavori al cimitero di Martinsicuro creano troppi disagi ai cittadini: l’amministrazione intervenga»

Pubblicato

il

nuovi loculi cimitero martinsicuro

Il circolo truentino del Partito Democratico dopo aver ricevuto diverse segnalazioni da parte dei cittadini, invita l’Amministrazione «a farsi parte attiva nella mitigazione degli inevitabili disagi».

TERAMO – I lavori di ampliamento del cimitero di Martinsicuro hanno inevitabilmente comportato alcuni disagi per i cittadini che si recano a presentar omaggio alla memoria dei propri defunti. Il circolo locale del Pd, «pur comprendendo i naturali ed inevitabili disagi che le attività di opere civili possano portare», chiede all’Amministrazione di adoperarsi per trovare una soluzione che possa in qualche modo allievare i disagi dei cittadini in visita al cimitero di Martinsicuro.

«In seguito alle segnalazioni pervenute da concittadini relativamente alla cura e al decoro delle sepolture dei propri cari nel cimitero di Martinsicuro,  Il Circolo del Partito Democratico di Martinsicuro invita l’Amministrazione Comunale a farsi parte attiva nella mitigazione degli inevitabili disagi che derivano dai doverosi lavori di ampliamento in sopraelevazione del cimitero di Martinsicuro».

«I cittadini – prosegue la nota dei dem – ci segnalano che in alcuni padiglioni sono stati demoliti i lavatoi ed i rubinetti dell’acqua, costringendo alcuni concittadini a percorsi lunghi e tortuosi attraverso camminamenti provvisori per l’approvvigionamento dell’acqua, mentre basterebbe un’ installazione provvisoria di una linea d’acqua, anche con un economico tubo in gomma, per evitare quanto sopra, ci viene segnalato anche che parte della terra di scavo, non sia stata conferita in maniera rispettosa riguardo i loculi di tumulazione, situazione che oltre ad urtare particolari sensibilità, potrebbe provocare una risalita di umidità sui manufatti che ne comprometterebbe quantomeno il decoro».

«Il Circolo del PD di Martinsicuro- conclude il comunicato – pur comprendendo i naturali ed inevitabili disagi che le attività di opere civili possano portare a chi si reca al cimitero, vuole sensibilizzare chi ha la gestione e il controllo sulle attività dell’Impresa Appaltatrice aggiudicataria dei lavori, affinché si adoperi quanto più possibile ad attenuare tali disagi».

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro, Via Gabriele D'annunzio 37, Cap 64014 - Sede Operativa: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.