fbpx
Connect with us

Ascoli Piceno

Incidente mortale in autostrada tra San Benedetto e Grottammare

Pubblicato

il

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’autista di un mezzo pesante è deceduto questa mattina in seguito ad uno scontro che ha coinvolto, oltre al suo camion, altri due veicoli. L’incidente mortale in autostrada è avvenuto sulla A14, nel tratto della Bologna-Taranto compreso tra Grottammare e San Benedetto del Tronto.

Sul posto sono subito intervenuti i soccorsi sanitari, oltre che i meccanici ed il personale di Autostrade per l’Italia. La polizia Stradale sta indagando per accertare la dinamica che condotto all’incidente mortale in autostrada, nel quale ha perduto la vita il conducente di un tir.

Per permettere le operazioni di soccorso e lo svolgimento dei rilievi della polizia in seguito all’incidente mortale verificatosi in autostrada tra Grottammare e San Benedetto del Tronto, quest’ultimo casello è stato chiuso, il traffico è stato canalizzato su una sola corsia e questo ha provocato rallentamenti e code.

Ancona

57a edizione della Tirreno Adriatico: presentazione in Regione Marche, tra novità e tradizione

Pubblicato

il

ANCONA – Si presenta con due novità, la 57a edizione della “Corsa dei Due Mari”, in programma dal 7 al 13 marzo 2022, con partenza da Lido di Camaiore e tradizionale arrivo, nelle Marche, a San Benedetto del Tronto. Oltre a concludersi con una tappa in linea (la cronometro aprirà invece la competizione), quest’anno la gara terminerà di domenica e sarà contraddistinta da un ritorno ai “Muri Bassi”, con un percorso agile ma impegnativo, senza dislivelli accentuati e arrivi in salita che non fanno parte della tradizione della competizione. Un rientro nella “classicità” della corsa, dove i distacchi, molto ristretti, valorizzeranno gli abbuoni di tappa accumulati dai ciclisti. La competizione è stata presentata, a livello nazionale, con una video conferenza organizzata da Rcs Sport, da Palazzo Li Madou della Regione Marche (Ancona). Erano presenti in sala l’assessore al Bilancio delle Marche Guido Castelli e dello Sport Giorgia Latini, insieme a Mauro Vegni (direttore ciclismo Rcs Sport) e Stefano Allocchio (direttore di corsa Rcs Sport). In collegamento sono intervenuti il presidente della Federazione ciclistica italiana Cordiano Dagnoni, il commissario tecnico della nazionale italiana ciclismo Daniele Bennati, i sindaci delle città di tappa (Lido di Camaiore, Sovicille, Murlo, Terni, Bellante, Sefro, Fermo, Apecchio, Carpegna, San Benedetto del Tronto).

Nel suo saluto il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli ha parlato della corsa come di un “appuntamento fisso e imperdibile del calendario ciclistico internazionale. La Corsa dei Due Mari attraverserà l’entroterra marchigiano percorrendo luoghi e scenari incantevoli. Sarà un bel biglietto da visita per la nostra regione che punta anche sullo Sport per promuovere le proprie bellezze e peculiarità. Le aree interne delle Marche sono uno scrigno di tesori e suggestioni che la competizione saprà apprezzare e valorizzare, contribuendo a rilanciarne la vitalità”. L’assessore Latini ha parlato dello Sport come di “un grande volano di crescita per le Marche. Sport e turismo rappresentano un binomio vincente come evidenziato dalla scelta del testimonial Roberto Mancini, CT della nazionale di calcio. Con questo evento apriamo la stagione del ciclismo, offrendo l’occasione di scoprire le bellezze del nostro territorio”.

L’assessore Castelli ha sottolineato come la volontà della Regione di puntare “ancora una volta sulla Tirreno Adriatico, rafforza la strategia di porre le Marche tra i luoghi ideali da scoprire sulle due ruote. L’arrivo di domenica colloca le tappe marchigiane nel week end, assicurando grande visibilità alla promozione della nostra regione”.

Mauro Vegni ha parlato della conclusione domenicale della corsa come di “una novità assoluta, non solo per la visibilità delle Marche, ma per il prestigio della corsa stessa che assume una nuova prospettiva e maggiore interesse. Con la 57a edizione torniamo un po’ al passato: meno tappe di montagna, ma con un ritorno ai Muri che hanno fatto la storia di questa corsa. Non troppo lunghi, con pendenze normali e una sequenza tale da consentire di rimanere sulle gambe, rendendo la tappa di San Benedetto del Tronto non una passerella conclusiva, ma potenzialmente decisiva per la vittoria finale, come è già accaduto in passato”.

Il CT Daniele Bennati ha parlato di un percorso “che mi piace molto. Si preannuncia una manifestazione spettacolare che offrirà spunti interessanti per valutare gli atleti”. Anche il presidente della Federazione ciclistica Cordiano Dagnoni ha parlato di “una manifestazione di altissimo livello che evidenzierà i risultati della preparazione invernale in vista della classicissima Milano Sanremo”.

TIRRENO-ADRIATICO 2022: TRA NOVITÀ E TRADIZIONE 

La Corsa dei Due Mari, per la prima volta nella sua storia, si disputerà da lunedì a domenica. L’unica cronometro, individuale, si svolgerà sulla Riviera della Versilia, nella prima tappa, con partenza e arrivo a Lido di Camaiore, mentre la frazione conclusiva a San Benedetto del Tronto sarà adatta ai velocisti. Nel mezzo due tappe adatte ai velocisti ma che si prestano anche a colpi di mano, una tappa per finisseur con arrivo sullo strappo di Bellante, la tradizionale tappa dei Muri nelle Marche da Sefro a Fermo e una tappa di Montagna (da scalare due volte il Monte Carpegna). Di seguito le sette tappe previste:

07.03.2022          Tappa n. 1           Lido di Camaiore – Lido di Camaiore (cronometro individuale), 13.9 KM

08.03.2022          Tappa n. 2           Camaiore – Sovicille, 219 KM

09.03.2022          Tappa n. 3           Murlo – Terni, 170 KM

10.03.2022          Tappa n. 4           Cascata delle Marmore – Bellante, 202 KM

11.03.2022          Tappa n. 5           Sefro – Fermo, 155 KM

12.03.2022          Tappa n. 6           Apecchio – Carpegna, 213 KM

13.03.2022          Tappa n. 7           San Benedetto del Tronto – San Benedetto del Tronto, 159 KM

Continua a leggere

Ascoli Piceno

A San Benedetto del Tronto arriva Rosario Fiorello

Pubblicato

il

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Rosario nazionale torna al calore del pubblico marchigiano calcando il palcoscenico  del Palariviera a San Benedetto del Tronto il 27 e il 28 gennaio 2022, dopo i successi straordinari delle serate a Senigallia, Civitanova e Ascoli che hanno registrato il sold out in ogni data.

Uno spettacolo coinvolgente, in continua evoluzione e – di serata in serata – mai uguale a se stesso, marchio di fabbrica di un artista che lascia ogni volta la sua impronta personalissima nel copione dello show. 

Improvvisazioni ed esperimenti scenici, invenzioni mimiche, interazione con il pubblico in sala e incursioni di ospiti a sorpresa, una scaletta musicale fluida e l’innesto di momenti di spettacolo fuori copione: è questa la libertà dello showman. Quella di portare in teatro uno show che mai andrà in scena così come è stato scritto. 

Non mancheranno ovviamente i riferimenti all’attualità, lo sguardo acuto e ironico dell’artista sull’Italia e gli italiani, sui cambiamenti degli usi e costumi, sempre all’insegna della leggerezza e del buonumore.

Un rapporto lungo e speciale quello di Fiorello con il suo pubblico, conquistato e rinnovato ogni volta durante le sue tournée di successo in questi anni: Stasera paghi te! (2001-2003), Fiore, nessuno e centomila (2003-2004), Volevo fare il ballerino… (2005-2007), Volevo fare il ballerino … e non solo! (2007), Fiorello Show (2009-2010), Buon Varietà (2011), L’ora del Rosario (2015-2016).

Sul palco, accanto a Fiorello, la consolidata band di sempre con musicisti che strizzano l’occhio al varietà, capaci di accompagnare Rosario anche nelle sue mille improvvisazioni.

Scritto da Rosario Fiorello insieme a Francesco Bozzi, Pigi Montebelli e Federico Taddia

La parte musicale è curata da Enrico Cremonesi.

Continua a leggere

Ascoli Piceno

Controlli nelle stazioni, 2 arresti e 6 denunce

Pubblicato

il

SAN BENEDETTO DEL TRONTO  I controlli effettuati dalla Polizia presso le stazioni ferroviarie di Abruzzo e Marche, hanno portato a 2 arrestati, 6 denunciati, su 7.303 persone controllate. Nel complesso sono stati 571 i servizi di pattuglie nelle stazioni e 64 quelli a bordo di 124 treni. 27 i servizi antiborseggio in abiti civili, potenziati per prevenire e contrastare reati come furti e truffe, solitamente in aumento nei periodi di festa anche in ragione del maggiore afflusso di passeggeri.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via Metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.

Privacy Policy