fbpx
Connect with us

Teramo

Roseto, a 5 anni dalla scomparsa una sezione della biblioteca intestata a Ester Pasqualoni, vittima di femminicidio

Pubblicato

il

commemorazione Ester Pasqualoni a cinque anni dal suo femminicidio

ROSETO DEGLI ABRUZZI – Il 21 giugno del 2017, la dottoressa Ester Pasqualoni, medico oncologo, stava raggiungendo la sua auto nel parcheggio dell’ospedale di Sant’Omero dopo una giornata di lavoro, quando venne aggredita e uccisa barbaramente. Un uomo armato di coltello la colpì ripetutamente. Non si è trattato di un’aggressione improvvisa, né di un raptus incalcolabile. Il suo assassino, Enrico Di Luca, sessantottenne ritrovato pochi giorni dopo senza vita nel suo appartamento di Martinsicuro, era lo stesso stalker che da più di dieci anni la perseguitava. Ester, più volte ha provato a fermarlo, rivolgendosi alle forze dell’ordine e denunciandolo per sei volte. Tutto vano, quel giorno Di Luca l’ha attesa nel parcheggio per compiere il femminicidio.

Ovviamente il cruento fatto di cronaca scosse molto l’intero territorio, in particolare la comunità rosetana, dove Ester abitava, che dedicò alla sua memoria concorsi letterari ed una targa nel parco comunale. Anche una sezione del Day Hospital oncologico e l’ospedale di Sant’Omero, dove lavorava, sono intitolati a lei. Il prossimo martedì 21 giugno, a cinque anni dalla morte, ad Ester Pasqualoni sarà intitolata anche una sezione della biblioteca comunale, dopo una commemorazione pubblica, organizzata dalla locale Commissione Pari Opportunità e dalla Rete antiviolenza “Ester sono Io”.

«È nostro dovere – afferma il primo cittadino Mario Nugnes – tenere vivo il ricordo di Ester continuando a parlare di temi importanti come il femminicidio e la violenza di genere, tematiche purtroppo sempre troppo attuali, come ci ricorda la fredda cronaca delle ultime settimane. Per questo l’Amministrazione ha deciso di dedicarle una sezione all’interno della nostra Biblioteca Civica, un luogo simbolo della città e nel quale, anche le future generazioni, potranno conoscere e mantenere viva la memoria della Dottoressa Pasqualoni».

«Ricordare Ester significa anche ricordare a tutti noi che purtroppo i numeri sui femminicidi e le violenze sulle donne nel nostro Paese continuano a essere impressionanti, una vera e prioria emergenza sociale che pare non avere fine – spiega la Consigliera delegata alle Pari Opportunità Toriella Iezzi – È necessario agire congiuntamente su più livelli: normativo, colmando dei vuoti che purtroppo continuano a esserci; economico, attivando tutti gli strumenti per supportare e qualificare il lavoro femminile, aiutando contestualmente a reinserire le donne bisognose mondo lavoro; linguistico, eliminando gli stereotipi di genere che ancora rimangono forti. Dobbiamo fare rete tra tutti gli attori che operano sul territorio: CPO, sportelli antiviolenza che operano sul territorio, forze dell’Ordine e strutture sanitarie, tutti assieme con l’obiettivo di supportare le donne in difficoltà».

«Il nostro vuole essere un messaggio forte, un messaggio di cultura, dobbiamo parlarne se vogliamo cambiare lo stereotipo che vede la donna vittima in quanto donna; la violenza sulle donne è un problema innanzitutto degli uomini ed è soprattutto a loro che noi della Commissione Pari Opportunità rivolgiamo l’invito a partecipare, l’uomo, il figlio, il padre, il marito, tutti insieme per parlare un nuovo linguaggio di rispetto e amore autentico» spiega Silvia Mattioli, Presidente della Commissione Pari Opportunità di Roseto degli Abruzzi.

«Facciamo vivere Ester e nel suo nome supportiamo donne vittime di violenza e promuoviamo parità di genere attraverso un cambiamento culturale.  Ester ha lasciato un segno importante e le testimonianze di stima e affetto giungono da chiunque l’abbia conosciuta, da chi ha lavorato al suo fianco, e la sua scomparsa ha lasciato un vuoto immenso, e nel tempo non si è mai spento il ricordo di una donna, una madre, un medico molto speciale» conclude Anna Di Donatantonio, amica di Ester e coordinatrice della rete antiviolenza “Ester siamo noi”.

Durante la commemorazione sarà inaugurata, quindi, una sezione della Biblioteca Comunale intitolata ad Ester Pasqualoni e dedicata ad opere che trattano la violenza di genere, cultura e imprenditoria femminile e sarà posizionata un’opera di ceramica di colore rosso donata alla Città di Roseto di Roseto degli Abruzzi dalla rete “Ester sono Io” e realizzata dal maestro ceramista di Castelli Marcello Melchiorre.  L’opera rimarrà poi esposta in Biblioteca.

Teramo

Illeciti ambientali in un’azienda vitivinicola del teramano

Pubblicato

il

illeciti ambientali azienda del teramano forestali guardia costiera

L’operazione è stata condotta dai militari del Gruppo Carabinieri Forestali di Teramo e dell’Ufficio Circondariale marittimo – Guardia Costiera di Giulianova.

TERAMO – Rifiuti liquidi stoccati in una vasca non idonea allo scopo. E’ quanto hanno trovato i Carabinieri Forestali e la Guardia Costiera in un’azienda vitivinicola del teramano, il cui legale rappresentante è stato deferito per illeciti ambientali.

Grazie al supporto tecnico fornito dal personale di Arta Abruzzo poi, i militari hanno accertato che l’azienda captava acque da un pozzo, senza la preventiva autorizzazione. E’ stata così contestata una sanzione amministrativa, il cui importo sarà determinato dal Servizio Gestione Idrico e Fluviale della Regione Abruzzo per un minimo di € 8.000 ed un massimo di € 50.000.

Al termine delle verifiche, la polizia giudiziaria ha impartito al titolare dell’azienda vitivinicola nella quale sono stati accertati illeciti ambientali, prescrizioni asseverate ai sensi della parte VI bis del Testo Unico Ambientale, volte alla risoluzione delle condotte illecite riscontrate.

Continue Reading

Teramo

28 Daspo, 1 Dacur e 4 avvisi orali per gli scontri tra ultras di Teramo e Giulianova

Pubblicato

il

daspo scontri tifosi teramo giulianova

Prima del derby del febbraio scorso, si sono verificati scontri tra tifosi. All’indomani della partita vennero arrestate 5 persone, mentre oggi sono stati identificati tutti i tifosi del Teramo e del Giulianova che hanno partecipato agli scontri, i quali hanno ricevuto Daspo, Dacur ed avvisi orali.

TERAMO – Lo scorso 4 febbraio, poco prima dell’inizio del derby di calcio Giulianova-Città di Teramo 1913, valevole per il campionato Eccellenza, un gruppo di tifosi della squadra rivale ha ingaggiato uno scontro con i tifosi ospiti. Nei giorni seguenti ai disordini, 5 persone vennero arrestate, mentre oggi la Questura rende noto che sono stati emessi altri 28 Daspo, 1 Dacur, il cosiddetto Daspo urbano, e 4 avvisi orali, oltre ad altri provvedimenti, per gli scontri tra tifosi durante Giulianova-Teramo.

Gli agenti della Digos di Teramo, dopo aver visionato le immagini dei sistemi di videosorveglianza, hanno identificato 17 tifosi teramani e 7 giuliesi. Altri due ultras del Teramo sono invece stati identificati dai Carabinieri. Tutti hanno ricevuto il Daspo, mentre qualcuno di essi, recidivo, ha ricevuto anche l’obbligo di presentazione presso l’Ufficio di Polizia competente in occasione delle partite disputate dal Teramo e dal Giulianova.

Medesimo provvedimento di DASPO è stato adottato nei confronti di un ulteriore sostenitore del Giulianova, che in occasione dell’incontro valevole per la Coppa Italia Eccellenza Abruzzo “Città di Teramo 1913” – “Giulianova”, disputatosi il 1il 17 gennaio allo stadio Gaetano Bonolis di Teramo, aveva scavalcato la recinzione che separa la curva dal terreno di gioco.

Il clima tra le due tifoserie rivali è così teso che lo scorso 12 febbraio, tre tifosi teramani, visibilmente ubriachi, sono entrati in un bar armati di bastoni in cerca di tifosi giuliesi con cui battersi.

Lo scorso 4 febbraio, mentre gli ospiti raggiungevano lo stadio, gli ultras dei padroni di casa hanno ingaggiato lo scontro, incuranti del cordone delle forze dell’ordine. Durante gli scontri, un poliziotto ed un carabinieri rimasero feriti.

Continue Reading

Teramo

Giornata Mondiale delle Malattie Rare, a Teramo un evento di sensibilizzazione

Pubblicato

il

evento sensibilizzazione su malattie rare a teramo

In occasione della Giornata Mondiale delle Malattie Rare (Rare Disease Day) domani, 29 febbraio, a Teramo si terrà una giornata dedicata alla sensibilizzazione sul tema, dalle ore 09.00 alle ore 13.00, presso la sala del Teatro delle Querce di Colleparco.

TERAMO – Dopo l’apertura dell’evento ed i saluti istituzionali, alle ore 09:30 si terrà una conferenza dal titolo “Le Malattie Rare: stato dell’arte, prospettive future e sostenibilità” con la moderazione di Silvia Di Michele (Referente Regionale Malattie Rare) e gli interventi del Dott. Francesco Delle Monache (referente aziendale delle malattie rare della ASL di Teramo e Direttore dell’Unità Operativa Complessa Medicina Interna dell’ospedale di Teramo), del Dott. Antonio Sisto (Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Pediatria dell’ospedale “Mazzini”) e della Dott.ssa. Chiara Di Sciascio (farmacista, referente farmacia ospedaliera di Teramo).

Alle 11.30 interverranno infine due associazioni che si occupano di queste tematiche: Luisa Di Nicola per “L’abbraccio dei prematuri” e Sonia Costantini (di Martinsicuro) per “Insieme per Silvia”.

Scopo dell’evento di sensibilizzazione che si terrà domani a Teramo è accendere le luci su oltre 300 milioni di persone che convivono con malattie rare nel mondo; di queste, oltre 2 milioni di persone in Italia.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro, Via Gabriele D'annunzio 37, Cap 64014 - Sede Operativa: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.