fbpx
Connect with us

Ascoli Piceno

Grottammare dedica una targa al poeta beat Lawrence Ferlinghetti [Video]

Carlo Di Natale

Published

il

GROTTAMMARE – La Città di Grottammare ha in serbo una giornata speciale per i 100 anni di Lawrence Ferlinghetti: una targa commemorativa verrà affissa nella stazione ferroviaria, in ricordo della poesia ‘Grottamare’ che il poeta, autore ed editore statunitense, simbolo della beat generation, compose durante una sosta tecnica del treno sul quale viaggiava, nel 1989.

Grottammare, Lawrence Ferlinghetti (Il Martino - ilmartino.it -) M'Art - Arte e Cultura -Il pannello riporta il testo autografo in inglese e la traduzione in italiano, verrà svelato domenica 24 marzo (giorno di nascita di Ferlinghetti), alle ore 11, nella stazione ferroviaria di Grottammare, nel corso di una cerimonia pubblica.

L’omaggio però non si ferma qui. L’amministrazione comunale ha messo a punto un programma che proseguirà il 6 aprile con una conversazione teatrale (Teatro dell’Arancio, ore 17.30), nel corso della quale verranno proiettati stralci del documentario sulla vita di Ferlinghetti realizzato da Giada Diano, biografa ufficiale di Ferlinghetti, che sarà presente all’incontro.

Lawrence Ferlinghetti (Il Martino - ilmartino.it -) M'Art - Arte e Cultura -

Lawrence Ferlinghetti

Il tributo a Ferlinghetti nasce dall’interazione tra più soggetti – operatori culturali, ricercatori, amministratori, appassionati di storia locale – che pian piano hanno ricostruito la genesi di una piccola ma indelebile storia per la Città di Grottammare.

Tra le tante curiosità emerse, quella riguardante l’esistenza della poesia: la prima lettura pubblica avvenne da parte dello stesso autore a Napoli, nel 1990, nell’ambito di un convegno letterario a cui partecipò un cittadino piceno, che così rese noto il testo alla terra ispiratrice di quei versi, fino a quel momento del tutto ignara.

Va ricordato, inoltre, che in passato, l’attore Giorgio Colangeli ha declamato la poesia di Ferlinghetti per  uno spot promozionale della città.

Grottammare, Lawrence Ferlinghetti (Il Martino - ilmartino.it -) M'Art - Arte e Cultura -CS: Comune di Grottammare

M’Art – Arte e Cultura –

Ascoli Piceno

Grottammare, per “Sguardi di donne 2021” un’edizione on line

Pio Di Leonardo

Published

il

GROTTAMMARE – La Consulta per le pari opportunità del Comune di Grottammare non rinuncia a “Sguardi di donne” e organizza per martedì 9 marzo, alle ore 18.30, un appuntamento  in diretta streaming dedicato alle tematiche femminili, con  storie, libri e approfondimenti in linea con le precedenti edizioni. 

In programma, anche il premio “Saturnina Scaramucci”, che per il 2021 è assegnato a Matilde Menicozzi, ex amministratrice comunale e funzionaria pubblica, oggi scrittrice e pittrice.

L’evento di martedì prossimo – su Facebook, alle pagine  Città di Grottammare o Radio Incredibile – sarà precedutodomenica 7 marzo alle ore 12 da “Sguardi di donne si racconta”, a cura dell’Associazione Artistic Picenum, per la rubrica “Picenum Talk” su Youtube.  

Ricco il programma dell’ottava edizione di “Sguardi di donne”, che si apre con gli interventi degli amministratori locali e della presidente della Consulta Francesca Romana Vagnoni su “Donna: ieri oggi e domani” per raccontare la condizione della donna nel periodo storico attuale, analizzando gli aspetti del lavoro, nella famiglia e nella società e come la pandemia ha inciso sui problemi di genere.

Il Premio “Silvana Scaramucci”, ideato per celebrare le donne che si distinguono nel campo delle arti, e del sociale, va dunque a Matilde Menicozzi  “per la sua forza e determinazione come donna impegnata per  tantissimi  anni nella politica, a servizio della comunità. Figura talentuosa dotata di grande creatività che esprime in vari aspetti dell’arte, dalla pittura alla scrittura di poesie, racconti e romanzi.

Nella stessa edizione verrà presentato il libro “Gli anni del Collettivo donne”, a cura di Lina Lanciotti che, con il contributo di alcune esponenti del Collettivo, ha voluto raccontare l’attività politica sociale e culturale svolta a Grottammare  dal 1980 al 2000.

Con la presentazione del libro, “Sguardi di donne” si rivolge alle nuove generazioni, per trasmettere loro l’importanza della riflessione e dell’attenzione vigile sull’emancipazione della donna e i diritti acquisiti. L’idea di un memoriale, infatti, è nata parecchi anni fa per non disperdere e dimenticare un importante vissuto della comunità locale e condividere con i giovani l’ entusiasmo di quegli anni.

Nel corso della diretta sono previsti gli interventi delle persone che hanno collaborato alla stesura del libro (nota a margine).

A chiudere il programma, è l’antropologa  e avvocato Maria Rita Bartolomei, con un intervento su “La dipendenza affettiva: condizionamenti psicologici e sociali: la situazione della donna nella società attuale”. La dipendenza affettiva è un fenomeno di cui ci si occupa negli ultimi tempi specie inseguito al significativo incremento della violenza domestica e del femminicidio come suo esito letale. 

“Anche se stiamo vivendo un periodo particolare – dichiara l’assessore all’Inclusività Monica Pomili -, non abbiamo voluto rinunciare al nostro cartellone Sguardi di donne, Consegneremo il sesto premio “Silvana Scaramucci” a Matilde Menicozzi,  una donna che nel territorio di Grottammare si è distinta per il suo impegno sociale e per il suo talento. Mai come in questo momento, politico e storico, che la nostra regione sta vivendo, dove si esalta il clima patriarcale e al ruolo della donna come angelo del focolare, l’uscita di questo libro è fondamentale perché testimonianza di tutte le battaglie fatte dal Collettivo donne di Grottammare e non solo, negli anni dove il loro impegno ha dato il contributo al progresso della democrazia e della parità fra i sessi”.

NOTE LIBRO“Gli anni del Collettivo donne”a cura di Lina Lanciotti

Il libro si compone di tre parti.

La prima parte è costituita da una serie di qualificati interventi con l’intento di descrivere il periodo: Costantino Di Santedirettore dell’Istituto provinciale di Storia della liberazione nelle Marche  che ha sintetizzato la storia dell’Emancipazione femminile dal ’68 agli anni 80;

Silvia Casilio autrice di saggi e contributi scientifici dedicati alla storia politica e culturale delle Marche  ed è componente  dell’Osservatorio di genere di Macerata, è riuscita a definire il lavoro del Collettivo contestualizzandolo nel territorio Piceno; 

Maria Teresa Antonelli  giornalista  e autrice del libro “Le vie di Armandino”, analizza il vissuto politico delle femministe di San Benedetto del Tronto;

Domiziana Acciarri  una giovane  attivista politica impegnata su vari fronti racconta “ Cosa vuol dire oggi essere una giovane attivista del Piceno”.

Nella seconda parte è  presentata la ricca  attività del Collettivo in ordine cronologico: “Non è solo un documento di memorie ma anche di emozioni, intrecci di vite, animati confronti, ricordi personali e politici. Tra noi, oltre ad esserci intenti comuni, c’era il privilegio dell’amicizia e il desiderio di migliorare la condizione della donna a  partire dal nostro Paese. Per questo siamo felici e orgogliose del lavoro fatto, che ha sicuramente  contribuito al progresso della democrazia e della parità fra i sessi”. 

Nella terza parte sono riportate le testimonianze di alcune componenti del gruppo.

Continua a leggere

Ascoli Piceno

Grottammare, il futuro dell’Europa secondo Luciano Canfora

Pio Di Leonardo

Published

il

GROTTAMMARE – Per il prossimo appuntamento de “Le giornate della partecipazione”, uno dei massimi storici italiani, Luciano Canfora, analizza la crisi dell’Europa e come questa può affrancarsi dal potente ex alleato oltre Atlantico per diventare finalmente europea mediterranea e continentale.

L’iniziativa si terrà venerdì prossimo, 4 marzo, in diretta streaming alle ore 18, con collegamenti dalle pagine Facebook Città di Grottammare e dell’associazione Radio Incredibile e dal canale YouTube di Radio Incredibile, che collabora all’iniziativa curando la messa in onda. 

L’incontro prende spunto dal libro “Europa, il gigante incatenato”, in cui il prof. Canfora analizza le ragioni,economiche, politiche, strategiche e culturali, per cui l’Europa può salvarsi dalla crisi e diventare padrona dei propri destini sullo scenario mondiale.

Luciano Canfora è ordinario di Filologia greca e latina presso l’Università di Bari. Laureatosi in Storia romana, ha svolto il perfezionamento in Filologia classica alla Scuola Normale di Pisa. Assistente di Storia Antica, poi di Letteratura Greca, ha insegnato anche Papirologia, Letteratura latina, Storia greca e romana. Fa parte del Comitato scientifico della “Society of Classical Tradition” di Boston e della Fondazione Istituto Gramsci di Roma. Dirige la rivista «Quaderni di Storia» e la collana di testi “La città antica”. Fa parte del comitato direttivo di «Historia y critica» (Santiago, Spagna), «Journal of Classical Tradition» (Boston), «Limes (Roma)». Ha studiato problemi di storia antica, letteratura greca e romana, storia della tradizione, storia degli studi classici, politica e cultura del XX secolo. Molti dei suoi libri sono stati tradotti in USA, Francia, Inghilterra, Germania, Grecia, Olanda, Brasile, Spagna, Repubblica Ceca.

“Le giornate della partecipazione” è una rassegna di incontri incentrata sui temi della democrazia della  politica  e della partecipazione, organizzata dalla Città di Grottammare, in collaborazione con l’associazione “I luoghi della scrittura”.

Continua a leggere

Ascoli Piceno

Regione Marche, mobilità elettrica sostenibile: 3 mln di euro per lo scorrimento della graduatoria

Pio Di Leonardo

Published

il

ASCOLI PICENO – La Regione Marche stanzia 3 milioni di euro per lo scorrimento della graduatoria del 18 settembre 2020 relativa ai contributi a favore dei Comuni per l’acquisto di veicoli sostenibili, conversione flotte e parco veicolare della pubblica amministrazione. Il provvedimento proposto dall’assessore ai Trasporti e al Bilancio Guido Castelli è stato approvato ieri dalla giunta.

“Con le risorse stanziate per il bando nel 2019 – spiega Castelli – è stato possibile concedere contributi alle sole prime 31 istanze in graduatoria per 24 Comuni. Per procedere ad un consistente scorrimento della graduatoria finale approvata, insieme alla giunta abbiamo deciso di incrementare le risorse a bando con 3 milioni di euro per il 2021. In questo modo renderemo finanziabili altri 110 interventi circa 

Per la provincia di Ascoli Piceno i Comuni che hanno ottenuto il contributo per i progetti di mobilità elettrica sono: 

Castignano                                        € 5.011,40

Comunanza                                       € 20.790,00 

Montalto delle Marche                   € 40.865,12

Montefiore dell’Aso                         € 23.275,77

Monteprandone                               € 26.039,68 

Roccafluvione                                    € 32.232,00

SBT                                                       € 46.370,50 

All’esaurimento della graduatoria se avremo ulteriori disponibilità a bilancio, pubblicheremo un nuovo bando con la medesima finalità. L’intervento è in linea con il Piano di sviluppo e la diffusione della mobilità elettrica (eMobility ReMa) di cui la Regione Marche si è dotata nel 2018 al fine di creare una rete infrastrutturale per la ricarica dei veicoli elettrici e le policy normative organizzative e finanziarie per lo sviluppo diffuso si una mobilità sostenibile e ad emissioni zero”.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy