Abruzzo, lotta agli incendi boschivi, presentata la campagna AIB 2019

campagna AIB 2019

L’AQUILA – Sinergia tra Protezione Civile, Carabinieri Forestali e Vigili del Fuoco per prevenire gli incendi boschivi. Con l’approssimarsi della stagione a più elevato pericolo, dal 1 luglio al 30 settembre, la Regione Abruzzo ha messo a punto una serie di attività per far fronte alle emergenze. La campagna AIB 2019 è stata presentata questa mattina a L’Aquila, a palazzo Silone.

La campagna AIB 2019 è stata presentata ieri mattina, a L’Aquila, a Palazzo Silone, alla presenza del presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio. All’incontro ha partecipato il comandante regionale dei Carabinieri Forestali, generale di Brigata, Giampiero Costantini, il direttore regionale dei Vigili del fuoco, Antonio Angelo Porcu, il vice Prefetto vicario dell’Aquila, Malgari Trematerra, il direttore regionale Pierpaolo Pescara, Silvio Liberatore dirigente del Servizio emergenze di Protezione civile.

L’impiego di uomini e mezzi prevede: 1000 volontari abilitati, 120 mezzi di Protezione civile con modulo di spegnimento incendi, un elicottero regionale, 60 uomini dei vigili del fuoco dedicati giornalmente con 15 mezzi, carabinieri forestali impegnati con 30 uomini ogni giorno e relativi mezzi pronti a raddoppiare in caso di necessità ed emergenza. Il personale della sala operativa regionale e quello della polizia provinciale di L’Aquila abilitati al ruolo di COS (Coodinatore operazioni di spegnimento) per il coordinamento dei volontari. Un finanziamento regionale di 1 milione e 700mila euro per fare il massimo della prevenzione e del controllo sul territorio.

<< Rivolgo un appello a tutti i cittadini- ha commentato il Presidente Marsilio – alle coscienze di quanti frequentano le nostre montagne, in queste settimane di vacanze estive perché è dovere di tutti salvaguardare il nostro inestimabile patrimonio boschivo e laddove si presenti una situazione di criticità di comunicarlo tempestivamente permettendo così l’avvio tempestivo delle operazioni di intervento e di spegnimento. Dalle cause che emergono e che sono all’origine degli incendi boschivi, è possibile delineare un quadro chiaro del fenomeno. Nella quasi totalità dei casi, essi sono attribuibili, per dolo o colpa grave, alla mano dell’uomo, il resto a cause naturali. La prevenzione degli incendi, dunque, parte, prima di tutto, dal senso civico dei cittadini anche con il rispetto di alcune semplici regole di comportamento >>