Ascoli Piceno, corruzione sulla gestione macerie sisma: arrestata un’imprenditrice

Misure Cautelari per un'imprenditrice e di un dipendente per la gestione delle macerie del post-sisma

Sisma, Corruzione Macerie. Arresto (Il Martino - ilmartino.it -)

ASCOLI PICENO – Sono due le persone tratte in arresto dalla Guardia di Finanza nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Ascoli Piceno riguardante la gestione delle macerie post-sisma delle due Province marchigiane: Ascoli e Fermo.

Si tratta di un’imprenditrice dell’azienda Dimensioni scavi, C. P., e di un dipendente della Regione Marche, S. M. Entrambi accusati di corruzione e rivelazione di segreti di ufficio.

Secondo l’accusa non ci sarebbero stati passaggi di soldi ma solo di importati informazioni da parte del pubblico funzionario a favore dell’impresa privata.

È stata disposta per gli indacati la custodia in carcere da parte del gip di Ascoli, che verranno prossimamente interrogati.