fbpx
Connect with us

Ancona

Trasporto pubblico: finanziati 81 adeguamenti delle fermate degli autobus. Investiti 1,23 milioni

Carlo Di Natale

Published

il

Regione Marche, autobus e pensilina (Il Martino - ilmartino.it -)

ANCONA – Saranno 81 i primi interventi di adeguamento delle fermate degli autobus che verranno finanziati con il milione di euro stanziato dalla Regione nella Finanziaria 2019 e con i 230 mila euro del sisma: 68 riguarderanno Comuni non terremotati, 13 quelli del sisma, dove le aree Sae (Soluzioni abitative in emergenza) saranno dotate di fermate a servizio dei nuovi collegamenti.

In collaborazione con le aziende di trasporto pubblico locale su gomma, la Giunta regionale aveva predisposto una lista di fermate su cui intervenire prioritariamente. Aveva poi invitato tutte le amministrazioni comunali e le Unioni di Comuni a presentare (entro il 31 agosto scorso) la propria manifestazione di interesse al finanziamento.

Sono pervenute – si legge nel comunicato della Regione – richieste da 85 Comuni non terremotati, per 396 interventi proposti, pari a un investimento complessivo di oltre 5 milioni di euro e altri 44 interventi da 12 Comuni terremotati, per un ulteriore contributo richiesto di 644 mila euro.

Il milione disponibile della Finanziaria regionale consente di realizzare, entro il 2021, le prime 68 fermate in graduatoria, mentre le risorse del terremoto altre 13 postazioni nelle zone del sisma. I lavori, per entrambe le tipologie di Comuni, verranno finanziati al 100 per cento della spesa ammissibile e nella misura massima di 20 mila euro.

Angelo Sciapichetti (Il Martino - ilmartino.it -)

Angelo Sciapichetti

‘Le risorse, messe a disposizione, consentono di migliorare l’accessibilità dei trasporti partendo dall’adeguamento delle fermate – sottolinea l’assessore ai Trasporti, Angelo SciapichettiSi tratta di micro interventi, diffusi sul territorio, utilissimi a riqualificare le aree di accesso a bus e tram, che elevano la qualità del servizio e l’accessibilità allo stesso da parte degli utenti. Interveniamo subito per migliorare le situazioni di maggiore criticità rilevate localmente e per dotare le Sae dei servizi necessari, a partire dalla mobilità pubblica che ha subito, inevitabilmente, una variazione dei percorsi a seguito del sisma’.

Gli interventi che verranno realizzati riguarderanno la sicurezza pedonale per raggiungere le fermate, il miglioramento degli spazi di attesa, l’allestimento di attrezzature adeguate. Gli altri progetti in graduatoria, potranno essere finanziati con economie o nuove risorse disponibili.

I Comuni interessati ai primi interventi (anche con più fermate), sono: Falconara Marittima, Fano, Pesaro, Cingoli, Treia, Monte Roberto, Sant’Angelo in Pontano, Monte San Giusto, Magliano di Tenna, San Ginesio, Porto Sant’Elpidio, Poggio San Vicino, Chiaravalle, Cartoceto, Piobbico, Castelleone di Suasa, Lunano, Carpegna, Acquasanta Terme, Mondolfo, Apiro, Grottazzolina, Monte Vidon Combatte. Gli interventi nell’area sisma riguardano, invece: Camerino (10 postazioni), Petriolo e Visso (2 postazioni).

Ancona

Un solo decesso per Covid, oggi. E 11 vittime in meno perché no Covid

Carlo Di Natale

Published

il

ANCONA – L’aggiornamento delle ore 18 del Gruppo Operativo Regionale Emergenza Sanitaria di venerdì 29 maggio 2020.

Il Gores ufficializza un solo decesso da Covid avvenuto nel territorio marchigiano, aveva 47 e possedeva patologie pregresse. Inoltre viene segnalato che ‘11 decessi precedentemente segnalati, da una prima revisione non risultano classificabili come COVID-19 positivi’: le vittime positive al Coronavirus sono, secondo gli ultimi dati, 987 – 591 uomini e 396 donne.

Dati del 28 maggio: morte del Coronavirus.

Continua a leggere

Abruzzo

Scuola Fase 3: mascherine durante la lezione e ingressi scaglionati

Carlo Di Natale

Published

il

Tramite il documento del Comitato tecnico-scientifico possiamo comprendere le linee guida della nuova e futura visione di scuola. A partire da settembre – in via di definizione – i bambini, gli studenti, dovranno durante tutta la lezione indossare le mascherine e toglierle solo se interrogati o mentre svolgeranno attività fisiche (meglio se all’aperto), essere distanziati e, non solo, gli ingressi saranno scaglionati fino alle 10 del mattino con conseguente uscita fino alle 16.

Ma seguiamo ciò che ‘orizzonte scuola‘ ci specifica:

Mascherine

Accompagneranno la vita degli studenti e dei docenti. Dovranno essere indossate durante tutto l’arco delle lezioni.

I bambini della scuola d’infanzia non dovranno indossare la mascherina.

Distanziamento

Si dovrà garantire all’interno delle classi il distanziamento dei banchi fino ad un metro. In palestra i metri dovranno essere 2.

Anche per tutto il personale non docente, negli spazi comuni dovranno essere garantite le stesse norme di distanziamento di almeno 1 metro, indossando altresì la mascherina chirurgica.

Per i bambini della scuola dell’infanzia, sarà particolarmente critico mantenere il distanziamento fisico: dovranno essere applicati particolari accorgimenti organizzativi e comportamentali del personale scolastico.

Didattica a distanza:

Nel documento del Comitato Tecnico Scientifico, si dice che ogni istituzione scolastica potrà definire, in virtù dell’autonomia scolastica, modalità di alternanza / turnazione / didattica a distanza proporzionate all’età degli alunni e al contesto educativo complessivo.

In particolare, per gli ordini di scuola secondaria di I e II grado, al fine di ridurre la concentrazione di alunni negli ambienti scolastici, potranno essere in parte riproposte anche forme di didattica a distanza.

Ingressi scaglionati

In base al grado di scuola, gli ingressi potrebbero essere scaglionati fino alle 10 del mattino con conseguente uscita fino alle 16.

Il consiglio della task force è di consentire gli ingressi ogni 45 minuti, dalle 8 alle 10 e 15. Per le fasce d’età delle elementari e medie potrebbe essere consentito, invece, l’ingresso alle 8 per tutti.

Lezione da 40/45 minuti

Potrebbe essere il nuovo standard per le lezioni, almeno fino a che non miglioreranno le condizioni legate al contagio Covid.

Docenti di potenziamento ritornino in cattedra

Secondo quanto riporta Corrado Zunino su Repubblica, la task force nominata dal Ministro, ha consigliato che, per far fronte alla necessità di un aumento di docenti, quelli su potenziamento rientrino in cattedra.

Scuole negli oratori

Per far fronte alla necessità di mantenimento del distanziamento sociale, vengano utilizzati anche locali messi a disposizione da enti pubblici o privati per effettuare le lezioni.

Presenza genitori

Il CTS consiglia di adottare misure per limitare al minimo la presenza dei genitori nelle scuole.

Composizioni classi

Non ci sono indicazioni sul numero di studenti per classe che dipenderà dalla dimensione delle stanze.

Continua a leggere

Ancona

Condoglianze alla famiglia Covid, per il quarto decesso avuto quest’anno

Carlo Di Natale

Published

il

ANCONA – Rinnoviamo le condoglianze alla famiglia Coronavirus. Un’altra disgrazia la colpisce visto che nelle ultime 24 ore il Covid  ha perso la vita per la quarta volta. Lo rende noto, e lo afferma, il Gores, il Gruppo Operativo Regionale Emergenza Sanitaria, che tramite il suo aggiornamento quotidiano fa di nuovo respirare i marchigiani, e non solo.

La tabella di ieri, 27 maggio 2020.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Noris Cretone