fbpx
Connect with us

Ascoli Calcio

La Nazionale ringrazia il personale ospedaliero: “Facciamo il tifo per voi”

Marco Capriotti

Published

il

Si conclude oggi la campagna di comunicazione #leregoledelgioco, promossa dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio che attraverso gli Azzurri e le Azzurre vuole contribuire a sensibilizzare i cittadini sulle regole da seguire per contenere la diffusione del Covid-19. Nell’ultimo video pubblicato sui social della FIGC oggi, la chiusura è affidata ai capitani della Nazionale maschile e femminile Giorgio Chiellini e Sara Gama: “Facciamo il tifo per voi, a nome degli Azzurri e delle Azzurre un ringraziamento speciale ai dottori, agli infermieri ed a tutto il personale ospedaliero. Un abbraccio grande e grazie per tutto quello che state facendo”. Il messaggio è stato pubblicato anche sulle tre testate sportive La Gazzetta dello Sport, Il Corriere dello Sport e Tuttosport.

In questa settimana, i CT Roberto Mancini e Milena Bertolini e tanti calciatori e calciatrici delle Nazionali hanno voluto sostenere i comportamenti positivi indicati dalle istituzioni attraverso una social activation con la quale sono state spiegate 11 regole del gioco. Ciascun protagonista della campagna ha realizzato una storia e un breve video in cui ha spiegato la propria regola invitando il pubblico a condividere il messaggio e ad interagire con l’hashtag ufficiale della campagna.

I contenuti pubblicati sui profili social della Nazionale Maschile e della Nazionale Femminile – Facebook, Twitter e Instagram – hanno ottenuto complessivamente circa 4milioni e 500mila impression con oltre 220mila interazioni.

“La campagna ha riscosso un grande successo – dichiara il presidente della FIGC Gabriele Gravina – soprattutto per l’adesione da parte delle Azzurre e degli Azzurri che hanno dimostrato disponibilità e grande senso di responsabilità. Desidero per questo ringraziarli tutti, insieme ai loro Club, che molto stanno facendo nel campo della solidarietà in un momento così difficile. L’impegno della FIGC non si ferma qui: nei prossimi giorni lanceremo altre iniziative a sostegno di tutti coloro che stanno fronteggiando l’emergenza in prima linea”.  

Hanno aderito alla campagna della FIGC oltre ai due Commissari Tecnici, i calciatori e le calciatrici Federico Bernardeschi, Leonardo Bonucci, Federico Chiesa, Andrea Cistana, Gianluigi Donnarumma, Cristiana Girelli, Manuela Giugliano, Pierluigi Gollini, Alia Guagni, Ciro Immobile, Lorenzo Insigne, Jorginho, Nicolò Zaniolo, oltre appunto ai Capitani Giorgio Chiellini e Sara Gama.

Questa sera, la campagna #leregoledelgioco sarà protagonista anche nella trasmissione “Che tempo che fa” su Rai 2: il CT della Nazionale Roberto Mancini sarà ospite in collegamento con Fabio Fazio per parlare dell’iniziativa, insieme ad alcuni video di altri Azzurri (Lorenzo Insigne, Francesco Acerbi, Andrea Belotti, Federico Bernardeschi) che manderanno un loro messaggio al pubblico.

La campagna, inoltre, ha avuto l’obiettivo di sostenere le strutture sanitarie in prima linea in questa emergenza invitando tutti gli italiani a devolvere; al riguardo, la FIGC ha deciso di donare un contributo di 100.000 euro all’Istituto Nazionale per le malattie infettive “Lazzaro Spallanzani” di Roma.

La FIGC ha inoltre aderito alla campagna promossa dal Ministero dello Sport #distantimauniti: in questi giorni hanno pubblicato contenuti dedicati alla campagna Leonardo Bonucci, Sara Gama e Ciro Immobile.

Si legge dal comunicato ufficiale.

Ascoli Calcio

Ascoli, Dionigi: “Sono soddisfatto, ma c’è ancora tanto da lavorare”.

Il trainer bianconero al termine della gara vinta a Cosenza.

Published

il

Davide Dionigi, allenatore dell'Ascoli Calcio.
Mister Dionigi commenta a caldo la sua prima vittoria con l’Ascoli nell’importantissimo scontro salvezza del San Vito-Marulla di Cosenza:

L’Ascoli torna alla vittoria dopo cinque mesi e lo fa nel momento cruciale della stagione, contro un avversario diretto per la lotta salvezza. Il passo in avanti che aveva chiesto alla squadra erano i tre punti?

“Oltre ai tre punti volevo passi in avanti sulla manovra; quando parlo di possesso palla non mi riferisco a quello sterile, fatto nella propria metà campo, ma esplicitamente alla manovra, che, soprattutto nel primo tempo, siamo riusciti a fare con questo posizionamento tattico. La squadra ha palleggiato, ha tenuto gioco, il passo in avanti c’è stato, è chiaro che i giorni di lavoro erano soltanto due, ma quel poco che abbiamo provato in allenamento i ragazzi lo hanno fatto bene”.

Bella l’azione che ha portato al gol di Scamacca su assist di Ninkovic. In generale il reparto avanzato si è trovato molto bene:

“Sì, davanti si sono mossi bene e si sono interscambiati: a volte era Ninkovic che veniva a giocare sotto, altre volte era Morosini. Tutto questo è frutto del nostro lavoro. Il gol di Scamacca è venuto fuori da una bellissima intuizione di Ninkovic e da un bel movimento del reparto avanzato”.

Dal suo arrivo la squadra è cresciuta anche caratterialmente.

“Sono soddisfatto, anche se sappiamo che c’è ancora tanto da lavorare. Sta venendo fuori un grande spirito di sacrificio, in ogni partita perdiamo dei pezzi, Brosco prima della partita col Crotone, Andreoni ieri, ma riusciamo a reagire caratterialmente, lottiamo e sudiamo perché abbiamo voglia di fare qualcosa di grande. Va dato merito ai ragazzi, mi stanno seguendo, nonostante la grande mole di lavoro che sto imponendo loro”.

Finalmente ci sarà una settimana per preparare il prossimo match con la Salernitana. E con questa vittoria il morale sarà ancora più alto:

“Abbiamo bisogno di recuperare le energie, questa era la terza partita in una settimana. Quella di stasera è una vittoria che ci voleva per tutta Ascoli, so che non abbiamo fatto ancora nulla, ma sarebbe bello poter condividere questi momenti con i nostri tifosi, che finora non ci hanno fatto mancare il loro sostegno. In questi dieci giorni credo che la squadra abbia dimostrato di tenere davvero alla causa”.

Continua a leggere

Ascoli Calcio

Dopo 5 mesi l’Ascoli torna a sorridere.

I bianconeri espugnano Cosenza con un gol di Scamacca.

Published

il

3 luglio 2020. Cosenza Ascoli 0-1

L’Ascoli (oggi, di nuovo, con i calzettoni rossi) espugna Cosenza e torna alla vittoria dopo cinque mesi (1° febbraio a Livorno 3-0).

Un secondo tempo intenso dei ragazzi di Dionigi consegna ai bianconeri l’importantissima sfida salvezza.

L’uomo gol è Scamacca, alla sua nona rete, che sul filo del fuorigioco al quarto d’ora della ripresa batte la retroguardia avversaria.

Il Cosenza gioca bene nel primo tempo ma nella seconda frazione di gioco cala d’intensità e di tenuta atletica favorendo il ritorno dei marchigiani che prendono il pallino del gioco, trovano la rete della vittoria, non corrono tanti rischi e conquistano la vittoria.

Tre punti nelle ultime nove gare e ora una vittoria che porta molta fiducia nella compagine ascolana prima del doppio impegno casalingo contro Salernitana (venerdì 10) e Empoli (lunedì 13) al “Del Duca” dove l’Ascoli nel 2020 non ha mai vinto.

LA CRONACA

Primo tempo con il Cosenza più pericoloso dell’Ascoli che difende gli attacchi dei lupi calabresi.

All’8° minuto Riviere sfrutta una buona ripartenza e di sinistro impegna l’estremo difensore bianconero.

Dieci minuti più tardi ci prova Carretta sempre di sinistro ma la palla non inquadra la porta.

Al 21° l’Ascoli tira in porta con Brosco, di testa: para facile Perina.

Un minuto più tardi il Cosenza va vicino al gol: il colpo di testa di D’Orazio sfiora la traversa.

Alla mezzora Baez da fuori area spara a rete chiamando alla respinta il portiere dell’Ascoli Leali.

I calabresi sfiorano di nuovo il vantaggio al 42°: Baez se ne va sul fondo destro d’attacco e serve basso Riviere, provvidenzialmente anticipato da Ferigra che mette in angolo sfiorando l’autorete.

Ripresa di marca bianconera.

Al 3° minuto Perina respinge un velenoso calcio di punizione di Ninkovic.

Quattro minuti dopo Baez tira al volo, Leali para.

All’11° Perina compie un vero miracolo su tiro ravvicinato di Scamacca.

Sei minuti dopo l’attaccante ascolano non sbaglia: imbeccato sul filo del fuorigioco da Ninkovic scarica il destro e batte l’estremo difensore calabrese. Per Scamacca è il nono gol stagionale.

Il Cosenza accusa il colpo e non riesce a reagire.

La squadra di Occhiuzzi sembra sulle gambe e non riesce ad imbastire il gioco profuso nella prima frazione di gioco.

L’Ascoli, invece, è più tonico atleticamente e al primo minuto di recupero sfiora il raddoppio con Pinto fermato fuori area dalla provvidenziale uscita di Perina.

Finale: Cosenza-Ascoli 0-1.

I migliori: Baez (Cosenza) e Ninkovic (Ascoli).


IL TABELLINO

COSENZA-ASCOLI 0-1 (0-0)

RETE: 62′ Scamacca.

COSENZA (3-4-3): Perina; Idda, Monaco (73′ Capela), Legittimo (67′ Bruccini); Casasola (67′ Corsi), Prezioso (81′ Lazaar), Sciaudone, D’Orazio; Carretta (73′ Asencio), Rivière, Baez.

A disp.: Saracco, Broh, Bahlouli, Schiavi, Machach, Kone, Bittante.

All.: Occhiuzzi

ASCOLI (3-4-2-1): Leali; Ferigra, Brosco, Ranieri; Padoin, Cavion, Brlek (80′ Eramo), Sernicola; Morosini (72′ Petrucci), Ninkovic (80′ Costa Pinto); Scamacca (67′ Trotta).

A disp.: Marchegiani, Novi, Valentini, Troiano, Piccinocchi, Maurizii, Matos, De Alcantara.

All.: Dionigi

ARBITRO: Abbattista di Molfetta

NOTE: ammoniti Sciaudone (C), Prezioso (C), Sernicola (A), Cavion (A).

Rec. 0′ pt, 6′ st.

Continua a leggere

Ascoli Calcio

Cosenza-Ascoli: i probabili schieramenti

Stasera ore 21 allo Stadio San Vito-Marulla di Cosenza.

Published

il

L’Ascoli di mister Dionigi cerca stasera a Cosenza la prima vittoria post CoViD19 e dopo nove giornate nelle quali ha raccolto 3 punti, tutti in casa contro Juve Stabia, ChievoVerona e Crotone.

Probabile un modulo 3-4-2-1 con Leali in porta e la difesa composta da Ferigra (in vantaggio su Valentini), Brosco e Ranieri.

Sulle fasce Padoin e Sernicola, nella zona nevralgica del campo il rientrante Cavion e Brlek.

Sulla trequarti Morosini e Ninkovic a supporto del centravanti Scamacca (oppure Trotta).

Meno probabile ma da prendere in considerazione uno schieramento 3-5-2 con l’esclusione di Morosini e l’inserimento a centrocampo di uno tra Petrucci e Troiano.

Mister Dionigi non può contare sullo squalificato Gravillon e sugli infortunati Pucino, Andreoni, Rosseti e Beretta.


PROBABILI FORMAZIONI

COSENZA (3-4-3): Perina; Idda, Schiavi, Legittimo; Casasola, Bruccini, Sciaudone, Bittante; Carretta, Rivière, Baez.

A disposizione: Saracco, Corsi, Capela, Monaco, D’Orazio, Lazaar, Prezioso, Broh, Bahlouli, Kone, Machach, Asencio.

Allenatore: Occhiuzzi

ASCOLI (3-4-2-1): Leali; Ferigra, Brosco, Ranieri; Padoin, Cavion, Brlek, Sernicola; Morosini, Ninkovic; Scamacca.

A disposizione: Marchegiani, Novi, Valentini, De Alcantara, Maurizii, Troiano, Petrucci, Piccinocchi, Eramo, Costa Pinto, Matos, Trotta.

Allenatore: Dionigi

Arbitro: Eugenio Abbattista della sezione di Molfetta.


Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Noris Cretone