fbpx
Connect with us

Sport

Serie C: si torna in campo

Decretate promozioni e retrocessioni. Elenco promosse dalla serie D. PlayOff e PlayOut a luglio.

Pubblicato

il

Decretate le promozioni di Monza, Vicenza e Reggina, la Serie C ripartirà con playoff e playout. 

Il 27 giugno si giocherà la finale di Coppa Italia di Serie C tra Ternana e Juve U23, mentre il 1° luglio partiranno i playoff di Serie C.

Gozzano, Rimini e Rieti, ultime nei rispettivi gironi, invece sono retrocesse in Serie D.

Si va inoltre verso i playout anche nel Girone C di Serie C malgrado quartultima e quintultima avessero un vantaggio tale da non permettere la disputa dei playout. 

Dalla serie D: Ufficiali anche le promozioni dalla Serie D alla Serie C, campionato dove giocheranno a partire dalla prossima stagione: Palermo, Campodarsego, Lucchese, Pro Sesto, Mantova, Grosseto, Matelica, Turris e Bitonto.

Ecco le date della Lega Pro: via con la Coppa Italia il 27 giugno. Il Presidente Ghirelli: “La responsabilità di questo percorso è mia”
8 Giugno 2020

Dopo il Consiglio Federale di oggi, sono ufficiali le date che riguardano la continuazione della stagione della Lega Pro: si ripartirà il 27 giugno con la finale in gara unica di Coppa Italia tra Ternana e Juventus Under 23. Sempre il 27 giugno si disputeranno le gare di andata dei play out, mentre le partite di ritorno sono in programma il 30 giugno. Per quello che riguarda i play off, invece, avranno inizio il 1° luglio e si terminerà il 22 luglio con la finale.

Il Presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli precisa: “E’ mia, in quanto Presidente, la responsabilità di questo percorso. Non ho cambiato idea dall’assemblea del 7 maggio. Erano due le linee di pensiero che si sono affrontate. Io le rispetto entrambe, ma una, che è prevalsa, premia il merito sportivo guadagnato sul campo. L’altra, invece, riguarda la circostanza che ci siamo trovati di fronte ad un evento eccezionale. A me dispiace per le società che retrocedono, però è la posizione che ha preso la maggioranza del Consiglio Federale e deriva anche dalle possibilità attribuite alla FIGC dal Decreto Rilancio. Mi auguro si possa concludere il campionato in maniera serena, per quanto possibile: ci sono ferite che saranno difficili da rimarginare. Abbiamo scongiurato attacchi pesanti, diretti a mettere in discussione la Serie C. Alcuni hanno aperto anche dall’interno varchi per un progetto assurdo come B1 o B2. Noi siamo per le riforme: quando entreremo nel merito vedremo chi ha bluffato o meno. Le riforme riguardano la A, la B, la C, la D: se qualcuno pensa di giocare sulla distruzione della C ha già perso. Ora la partita si gioca sulla qualità della riforma”.

CONSIGLIO FEDERALE SERIE C

Il Campionato di Lega Pro non viene riavviato secondo il calendario ordinario. Il Consiglio Federale ha deliberato, con voto favorevole di tutti i consiglieri e l’astensione dei rappresentanti degli atleti e del presidente della Lega B Balata, che l’esito del Campionato verrà individuato utilizzando la classifica finale dei tre gironi di Lega Pro definita in base alla classifica di ciascun girone come cristallizzatasi alla data di sospensione del Campionato con l’utilizzo dei criteri correttivi di cui all’allegato 1, e, ove possibile, attraverso lo svolgimento di play – off e play – out come di seguito disciplinati.

Promozioni

Le squadre classificate al primo posto di ciascun girone sono promosse direttamente in Serie B; inoltre, è promossa in Serie B come quarta squadra la vincitrice dei play-off.
I play-off verranno disputati a decorrere dal 5 luglio 2020 dalle 27 squadre che alla data della sospensione del Campionato di cui al C.U. n. 179/A del 10 marzo 2020, si sono classificate dal secondo al decimo posto dei tre gironi in base alla classifica di cui all’allegato 2 e dalla vincitrice della Coppa Italia, la cui finale si svolgerà in data 28 giugno 2020. Nel caso in cui la squadra vincitrice della Coppa Italia si sia classificata tra le prime dieci del girone, ai play-off avrà accesso la squadra classificatasi all’undicesimo posto del girone in cui milita la squadra vincitrice della Coppa Italia.
I play-off si svolgeranno secondo il Regolamento di cui all’allegato 3, che fa parte integrante della presente delibera;
– nel caso in cui, non fosse possibile riavviare il Campionato con la disputa dei play-off, è promossa in Serie B come quarta squadra la migliore classificata dei tre gironi secondo la classifica di cui all’allegato 2;
– nel caso in cui i play-off dovessero avere inizio ma essere sospesi e, pertanto, non fosse possibile concludere gli stessi entro il 20 agosto 2020, è promossa in Serie B come quarta squadra la migliore classificata dei tre gironi secondo la classifica di cui all’allegato 2 tra le squadre ancora in lizza nei play-off.

Retrocessioni

Le retrocessioni al Campionato di Serie D sono determinate nel seguente modo:
– le squadre classificate all’ultimo posto di ciascun girone sono retrocesse direttamente al Campionato di Serie D;
– le ulteriori sei retrocessioni al Campionato di Serie D sono determinate a seguito della disputa dei play – out tra le squadre classificate al penultimo, al terzultimo, al quartultimo e al quintultimo posto di ogni girone;
– nel caso in cui, a causa di provvedimenti relativi alla emergenza epidemiologica da COVID – 19, non fosse possibile concludere il Campionato con la disputa dei play – out, sono retrocesse in Serie D le squadre classificate all’ultimo, penultimo e terzultimo posto di ogni girone;
– nel caso in cui lo svolgimento dei play – out dovesse essere sospeso e, pertanto, non fosse possibile concludere gli stessi entro il 20 agosto 2020, sono retrocesse in Serie D le squadre classificate all’ultimo, penultimo e terzultimo posto di ogni girone secondo la classifica di cui all’allegato 2, fatti salvi gli eventuali esiti definitivi determinati dai play – out già disputati;
– alle società della Lega Pro che, pur avendone titolo, decideranno di non prendere parte ai play-off o ai play–out dandone comunicazione nei termini previsti dal Regolamento di cui all’allegato 3, verrà inflitta esclusivamente la sanzione della perdita della gara non disputata.

In base a quanto determinato, sono promosse in Serie B Monza, Vicenza e Reggina, mentre retrocedono direttamente in Serie D Gozzano, Rimini e Rieti.

Rispetto dei protocolli sanitari Covid-19

Le società professionistiche sono tenute all’osservanza dei Protocolli Sanitari finalizzati al contenimento dell’emergenza epidemiologia da COVID-19 emanati dalla FIGC e validati dalle Autorità sanitarie e governative competenti. In caso di violazione, a carico della società responsabile si applicano, a seconda della sua gravità, le sanzioni di cui all’art. 8, comma 1, lett. b), c), g), h) e i) del C.G.S. della FIGC (dall’ammenda all’esclusione dal campionato). La gravità della violazione è valutata in funzione del rischio per la salute dei calciatori, degli staff, degli arbitri e di tutti gli addetti ai lavori esposti al contagio da COVID-19, nonché dell’accertata volontà di alterare lo svolgimento o il risultato di una gara o di una competizione. La norma si applica ai fatti commessi nella stagione sportiva 2019/2020. Nel contempo, il Consiglio ha integrato l’organico della Procura Federale con 31 nuovi collaboratori proprio per rafforzare il pool ispettivo con professionalità esperte in materie medico-sanitarie.

Termini tesseramento in ambito professionistico per la stagione 2020/2021

Il Consiglio Federale ha stabilito i termini di tesseramento per la prossima stagione sportiva: dal 1 settembre al 5 ottobre 2020; dal 4 gennaio al 31 gennaio 2021.

ALLEGATO 1

CRISTALLIZZAZIONE DELLA CLASSIFICA CON APPLICAZIONE DI COEFFICIENTI CORRETTIVI AI SENSI DELL’ART. 6 DEL CU FIGC N. 196/A DEL 20 MAGGIO 2020

In tutte le ipotesi in cui, in ragione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, non fosse possibile riavviare le competizioni della stagione 2019/2020 secondo il formato ordinario o, una volta riprese con il calendario ordinario o con un formato diverso, le stesse dovessero essere nuovamente sospese in via definitiva, gli esiti delle competizioni, ivi comprese promozioni e retrocessioni, verranno individuati dal Consiglio Federale in base alla classifica cristallizzatasi al momento della definitiva interruzione applicando i seguenti coefficienti correttivi:

1) ad ogni società partecipante al Campionato o al girone (in caso di Campionato articolato su più gironi) viene attribuito un punteggio finale determinato dalla somma dei seguenti tre addendi: (i) punti totali accumulati in classifica fino al momento della sospensione definitiva (PT); (ii) punti risultanti dalla moltiplicazione della media punti realizzati nelle gare disputate in casa fino al momento della sospensione definitiva (MPc) per il numero di partite rimanenti da giocare in casa secondo il calendario ordinario (NPc); (iii) punti risultanti dalla moltiplicazione della media punti realizzati nelle gare disputate in trasferta fino al momento della sospensione definitiva (MPt) per il numero di partite rimanenti da giocare in trasferta secondo il calendario ordinario (NPt);

2) la proiezione del punteggio che determina l’ordine finale in classifica è pertanto individuata dalla formula:
PUNTEGGIO FINALE SOCIETÀ = PT + (MPc x NPc) + (MPt x NPt)

3) nel caso in cui, una volta attribuite le diverse posizioni finali in classifica utilizzando i punteggi come sopra determinati, si dovessero registrare situazioni di parità di punteggio tra due o più squadre, l’ordine finale in classifica delle stesse viene determinato mediante la compilazione di una graduatoria (cd “classifica avulsa”) fra le squadre interessate, tenendo conto nell’ordine:

a) dei punti conseguiti negli incontri diretti (solo se tutte le squadre coinvolte li hanno disputati entrambi);
b) a parità di punti, della differenza tra le reti segnate e quelle subite negli stessi incontri (solo se tutte le squadre coinvolte li hanno disputati entrambi);
c) della differenza fra reti segnate e subite negli incontri diretti fra le squadre interessate (solo se tutte le squadre coinvolte li hanno disputati entrambi);
d) della differenza fra la media a partita delle reti segnate e la media a partita delle reti subite nelle partite disputate fino alla sospensione definitiva del Campionato o del girone;
e) del maggior numero di reti segnate in media a partita nelle partite disputate fino alla sospensione definitiva del Campionato o del girone;
f) del minor numero di reti subite in media a partita nelle partite disputate fino alla sospensione definitiva del Campionato o del girone;
g) del sorteggio.

4) Laddove la sospensione definitiva del Campionato avvenga nel corso dei play-off o dei play-out, il Consiglio Federale definirà l’esito del Campionato in base agli eventuali esiti definitivi già determinati dai play-off o dai play-out disputati e, per le eventuali residue posizioni che determinino promozioni o retrocessioni o l’attribuzione di altri titoli sportivi, in base alla classifica cristallizzatasi al termine della regular season applicando i criteri correttivi di cui ai punti che precedono, tenendo conto solo delle posizioni delle squadre ancora in lizza nei play-off o nei play-out.

ALLEGATO 2 (Comunicato Ufficiale consultabile nelle prossime ore sul sito www.figc.it)

ALLEGATO 3 (Comunicato Ufficiale consultabile nelle prossime ore sul sito www.figc.it)

Fonte: https://www.ilmartino.it/2020/06/consiglio-federale/

Abruzzo

UNITE SPORT DAY a Teramo

Presentazione del Master in “Comunicazione e politiche per lo sport” dell’ateneo teramano

Pubblicato

il

UNITE SPORT DAY e Presentazione del Master in “Comunicazione e politiche per lo sport” all’Università degli Studi di Teramo.

Ecco la documentazione fotografica dell’incontro.

Continua a leggere

Ancona

Jesina – Valdichienti Ponte 0 a 1, padroni di casa beffati a 5 dal termine

Pubblicato

il

jesina - valdichienti ponte 0 a 1

JESI – I padroni di casa conducono per lunghi tatti di gara, ma sprecano troppo. Ospiti sicuramente più cinici, capitalizzano al meglio e tornano a casa con tre punti pesanti: Jesina – Valdichienti Ponte 0 a 1.

Partita molto intensa, caratterizzata da diversi falli, fin dalle prime battute vede i padroni di casa spingere con maggiore convinzione. Gli attacchi però si infrangono contro il muro degli ospiti. Al 15’, primo episodio chiave: l’arbitro assegna un calcio di rigore ai leoncelli, sul dischetto si presenta Ferri, che però sbaglia. Grande rammarico tra i padroni di casa e partita che cresce di intensità ed agonismo. Si susseguono azioni da entrambe le parti, ma con scarsa incisione. Continuano a non mancare contrasti al limite e entrate dure. Si va all’intervallo con le reti inviolate.

Nella ripresa, la Jesina prova a ingranare la marcia, prendendo in mano le redini del gioco soprattutto a centrocampo, tenendo il Valdichienti nella propria trequarti. Ma al 39’ viene beffata: i padroni di casa si lamentano per un fallo in attacco degli ospiti, ma il direttore di gara non fischia e l’azione si sviluppa velocemente, la palla arriva a Del Brutto, che batte in rete. Nei minuti rimanenti i leoncelli si lanciano in avanti e si riversano in attacco, lasciando però grandi porzioni di campo scoperte e rischiando addirittura di subire il secondo gol su ripartenza. Ma le rete non si gonfiano più e il risultato no cambia: Jesina – Valdichienti Ponte 0 a 1.

Pierpaolo Mascia

Continua a leggere

Ancona

Volley femminile, Pieralisi Volley Jesi – Europea 92 Isernia 3 a 1

Pubblicato

il

Pieralisi Volley Jesi - Europea 92 Isernia 3 a 1 volley femminile

JESI – Grande prestazione della Pieralisi Volley Jesi contro un’agguerrita Europea 92 Isernia. Partita accesa e combattuta che le padrone di casa riescono ad aggiudicarsi a fatica per 3 set a 1, contro avversarie mai dome. A complicare il tutto, tanti, troppi, errori.

Le ospiti vincono il primo set, grazie agli errori delle jesine, soprattutto sotto rete. Secondo set molto combattuto, ma la Pieralisi riesce a costruisre un nutrito  vantaggio e ad aggiudicarselo. Terzo set aggressivo e convinto tanto è che le ragazze di Sabbatini creano un vantaggio cospicuo, ma le Isernine non mollano e lottano su tutte le palle, fino ad arrivare ad un punto di distanza. Le jesine pagano ancora caro i troppi errori, finché Beatrice Malatesta sale in cattedra e al fotofinish chiude il terzo e soffertissimo set

Con l’inizio del quarto, le cose si mettono inizialmente bene per le padrone di casa, che però riescono ancora a complicarsi la vit a da sole. Distrazione e imprecisione, portano le avversarie allenate da Francesco Montemurlo a mettere in discussione il set. Ma le leonesse si svegliano e mettono il turbo, in particolare Martina  Pirro che prende in mano la situazione e dà un contributo notevole per chiudere il set. Si chiude così una gara molto combattuta nella quale nessuna ha mai mollato: Pieralisi Volley Jesi – Europea 92 Isernia 3 a 1.

Pierpalo Mascia

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy