fbpx
Connect with us

Abruzzo

Meritocrazia Italia su situazione vaccini

Pubblicato

il

Riceviamo e pubblichiamo da Meritocrazia Italia.

Fedele al suo impegno di cittadinanza attiva e animata dal desiderio di garantire che ogni riflessione politica riservi centralità alla Persona, Meritocrazia Italia presenterà un esposto alla Procura della Repubblica di Roma per sollecitare un’indagine sulle reali utilità e sicurezza delle dosi vaccinali in distribuzione.

La vita umana deve essere al centro di ogni azione politica. Ed è ora che anche i cittadini mostrino più interesse a queste vicende e termini il periodo della stasi e della ‘non indignazione’.

È IN GIOCO LA VITA DELLA INTERA UMANITÀ.

Eppure, nel momento più delicato della gestione della fase emergenziale, nonostante gli apprezzabili sforzi organizzativi, resta una forte disomogeneità di qualità e quantità della cura erogata su base territoriale. A fronte dell’imponenza del dato emergenziale, manca una direzione chiara e univoca.

La sospensione della distribuzione del vaccino AstraZeneca in alcuni Paesi d’Europa e il ritiro in via precauzionale di un lotto anche in Italia sollecitano la richiesta di una più attenta analisi dei rischi clinici e maggiore sicurezza per i cittadini, con accorto monitoraggio centralizzato (e non su base puramente locale) delle sintomatologie post vaccinazione, per evitare che i tentativi di recupero si traducano in una nuova ragione d’ansia, creino controproducente allarmismo e aggiungano affanno all’affanno.

Sono fondamentali correttezza e neutralità nellecomunicazionie maggiore trasparenza informativa sui rischi reali della vaccinazione e sull’indice di risoluzione del problema di esposizione al Covid per chi è stato vaccinato. Meritocrazia Italia ritiene chesoltanto assicurando verità è possibile favorire un’adesione consapevole e convinta alla campagna di vaccinazione.

Meritocrazia chiede alle Istituzioni, europee e nazionali, di attivarsi per azionare ogni scrupoloso controllo per salvare TUTTE le vite umane. Anche una sola morte imporrebbe l’immediata sospensione nella distribuzione dei vaccini.

Abruzzo

Teramo: due auto in fiamme nella notte

Pubblicato

il

TERAMO: Stanotte,alle 4:30 circa,i vigili del fuoco di Teramo sono accorsi in via Tirso a Teramo, per l’incendio di alcune autovetture in sosta. Le fiamme hanno bruciato una Citroen C5 e una Mercedes classe A. A causa dell’incendio sono rimaste danneggiate altre quattro auto: una Fiat Punto, una Ford Focus, una Fiat 500 e un Fiat Doblò, parcheggiate a ridosso del marciapiede. I vigili del fuoco hanno spento rapidamente le fiamme che hanno distrutto le due auto, evitando ulteriori danni alle altre auto interessate nell’incendio. Sul posto sono intervenute due pattuglie dei Carabinieri e della Polizia di Stato di Teramo per gli adempimenti di competenza.

Continua a leggere

Abruzzo

Abruzzo: cade dallo scooter e perde la vita

Pubblicato

il

PAGLIETA(CH): Nicola M., 68 anni, ha perso la vita sulla Fondovalle Sinello, in territorio di Scerni. L’uomo era alla guida del suo scooter, quando ha perso il controllo del mezzo, finendo a terra e battendo la testa contro un cordolo di cemento per la raccolta delle acque piovane. Immediatamente sono scattati i soccorsi, ma quando è arrivata l’ambulanza non hanno che potuto costatarne il decesso. A causare l’incidente, potrebbe essere stato un malore. Sul posto, oltre ai sanitari, sono intervenuti i carabinieri delle stazioni di Scerni e Paglieta per i rilievi. 

Continua a leggere

Abruzzo

Abruzzo: ladri di auto dalla Puglia a Ortona sorpresi

Pubblicato

il

ORTONA(CH): Dalla Puglia, erano arrivati a Ortona per rubare auto, i due uomni un 30enne e un 36enne entrambi di Orta Nova (Foggia),già noti alle forze dell’ordine, per reati contro il patrimonio, in particolare per furti d’auto nelle regioni della dorsale centro-nord adriatica. Questa mattina sono stati individuati su di una Toyota Yaris blu che percorreva a bassa velocità le strade del centro. Il sospetto dei carabinieri è stato che i due fossero alla ricerca di qualcosa o qualcuno,li hanno fermati e sprovvisti di documenti hanno dato risposte vaghe.I carabinieri,hanno perquisito l’auto, dove sono stati trovati,  diversi arnesi da scasso,una grossa mazza in ferro e un cacciavite modificato per forzare le portiere delle auto. I due uomini sono stati condotti in caserma edidentificati tramite fotosegnalamento. Oltre alla denuncia, sono stati segnalati al questore di Chieti per il rimpatrio ad Orta Nova con il foglio di via obbligatorio vietando di fare ritorno a Ortona per 3 anni.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy