fbpx
Connect with us

Teramo

Vagnoni: «basta polemiche strumentali, nessuna revoca del finanziamento per il ponte sul Tronto»

Pubblicato

il

fiume-tronto-attesa-ponte-ciclopedonale

Il sindaco di Martinsicuro Massimo Vagnoni ritorna sulla questione del ponte ciclopedonale sul fiume Tronto, dopo che in settimana sono montate polemiche a causa di alcune indiscrezioni delle opposizioni, secondo le quali il finanziamento previsto sarebbe stato dirottato verso il lancio della Grande Partenza del Giro d’Italia.

MARTINSICURO – Continua a tenere banco la questione dell’opera tanto attesa, il ponte ciclopedonale sul fiume Tronto tra Martinsicuro e Porto d’Ascoli, che collegherebbe Marche ed Abruzzo. In settimana i gruppi consiliari di opposizione hanno reso noto che l’opera avrebbe subito un ulteriore slittamento a causa della decisione di Regione Abruzzo di dirottare le risorse necessarie alla sua realizzazione, verso la campagna marketing per il lancio della Grande Partenza del 106° Giro d’Italia. Oggi il primo cittadino di Martinsicuro Massimo Vagnoni, ha diffuso una lettera, che pubblichiamo integralmente, con la quale smentisce questa ricostruzione ed assicura che il Ponte sul Tronto si farà, che la Regione non ha intenzione di bloccare l’opera, né ha previsto revoche del finanziamento. Di seguito la nota di Vagnoni:

«Ennesima inutile strumentalizzazione politica da parte di chi continua solo ad alimentare sterili polemiche senza informarsi su come stanno realmente le cose .Una cosa è rappresentare un disappunto su evidenti ritardi nella realizzazione dell’opera, altra cosa è strumentalizzare politicamente la vicenda veicolando messaggi non veritieri .

Vediamo di fare chiarezza. Innanzitutto l’opera si farà così come confermato più volte dagli enti interessati e dal recente comunicato della Regione Abruzzo con la quale c’è una interlocuzione costante affinché continuino ad essere garantite le risorse necessarie .

Non c’è stata alcuna revoca del finanziamento per il ponte ciclopedonale finalizzata a finanziare altro intervento .Il messaggio che si vuol far passare è fuorviante e dettato solo da ragioni di opportunismo politico .

In realtà , non essendo riuscito il soggetto attuatore dell’intervento – Regione Marche – a completare la progettazione in tempi utili per garantire l’aggiudicazione dei lavori entro il 31.12.2022 (termine entro il quale vi doveva essere l’assunzione di obbligazioni giuridicamente vincolanti per consentire il mantenimento della quota di  finanziamento della Regione Abruzzo) la Regione Abruzzo per non perdere i fondi  li ha riprogrammati per altre finalità.

Se le minoranze si fossero informate meglio avrebbero appreso come vi sia stata nel corso degli ultimi mesi una interlocuzione istituzionale tra le 2 Regioni a seguito della quale la Regione Marche – su sollecitazione della Regione Abruzzo – comunicava di non poter garantire il rispetto del termine del 31\12\2022 per l’assunzione delle obbligazioni giuridicamente vincolanti (OGV) . Ciò anche in considerazione dell’azione in corso di revisione dei prezzi dell’opera .

Capisco che sia faticoso approfondire gli argomenti ma da consiglieri comunali mi aspetterei un atteggiamento più costruttivo e meno populista. Evidentemente è più semplice raccontare le cose per come può far comodo che non spiegare i reali termini della vicenda.

A prescindere da cosa la Regione Abruzzo finanzierà con le somme previste originariamente per co-finanziare il ponte, resta il fatto incontestabile che , purtroppo , quella somma non poteva essere più utilizzata per finanziare il ponte stante – ripetesi – i ritardi nella progettazione dell’opera rispetto all’iniziale cronoprogramma che non sono imputabili alla Regione Abruzzo .

Ora, invece di preoccuparsi di una semplice operazione di bilancio – in quanto le somme necessarie verranno previste con fondi PNRR –  continuiamo a lavorare affinché non si accumulino ulteriori ritardi .

Alcuni giorni fa ho inviato ennesima nota a tutti gli enti interessati per avere un aggiornamento sul nuovo cronoprogramma per la realizzazione dell’opera con indicazione dei tempi e delle fonti di finanziamento , proprio per fornire a tutti i cittadini informazioni chiare sul reale stato delle cose .

Al momento sappiamo che è in corso una verifica sui prezzi al fine di individuare il nuovo importo in modo da consentire alle due regioni di adeguare i propri stanziamenti .

La regione Abruzzo , come ben rappresentato dall’assessore D’amario , ha confermato la propria volontà nel finanziare l’opera con i fondi PNRR nella misura che sarà individuata a seguito della revisione dei prezzi .

A noi non interessano le inutili polemiche ma fare tutto il possibile per arrivare all’esecuzione dell’opera. Su questo obiettivo continueranno a concentrarsi i nostri sforzi.

Teramo

Corropoli si aggiudica il bando “Città che legge 2021” con “Scrittori a Corte”

Pubblicato

il

Il Comune di Corropoli è stato finanziato con un importante contributo di 18 mila euro per il progetto “Scrittori a Corte”, pensato per offrire ai giovani lettori l’occasione di conoscere i loro scrittori preferiti e di presentarli alla comunità, che si è aggiudicato il bando “Città che legge 2021” del Ministero dei Beni Culturali.

TERAMO – E’ di ieri la comunicazione che Il progetto culturale “Scrittori a corte” presentato dal Comune di Corropoli è risultato vincitore del bando “Citta che legge 2021”. Il bando, promosso dal Ministero dei Beni Culturali era rivolto, ai Comuni che hanno ottenuto la qualifica di “Città che legge” per il biennio 2020-2021, mettendo a disposizione un totale di un milione di euro a assegnare a 34 progetti “esemplari”, in grado di coinvolgere scuole, biblioteche, istituzioni e associazioni creando un ecosistema favorevole.

Grazie a questo risultato il Comune di Corropoli è stato finanziato con un importante contributo di € 18.000,00. Il progetto è stato pensato per offrire ai giovani lettori l’occasione di accogliere e conoscere gli scrittori dei loro libri preferiti e di presentare questi autori ad altri studenti, ai propri familiari, alla comunità. Sarà realizzato in collaborazione con la Scuola di Corropoli coinvolgendo le classi di ogni ordine e grado.

«Siamo entusiasti che “Scrittori a Corte” sia tra i 34 progetti esemplari di tutta Italia – dichiara l’Assessore alla Cultura Alessia Lupi – Siamo tra i pochi comuni che hanno scelto di investire ed impegnarsi nella promozione della lettura come strumento di libertà. Un percorso avviato con il Sindaco D’Annuntiis quando nel 2019 il nostro paese ottenne per la prima volta la qualifica di “ Città che legge”».

«Grande soddisfazione – dichiara il Sindaco Dantino Vallese – per questo risultato molto
importante per il nostro paese. Continueremo ad investire sui giovani e nella cultura come
un bene e una ricchezza di tutti».

Continua a leggere

Teramo

288 comuni abruzzesi nel progetto “Polis – Casa dei Servizi digitali” di Poste Italiane

Pubblicato

il

progetto-Polis-–-Casa-dei-Servizi-digitali-poste-italiani-comuni-abruzzesi

Sono 288 i comuni abruzzesi coinvolti nel progetto “Polis – Casa dei Servizi digitali”, che riguarda 7.000 uffici postali dei comuni con meno di 15.000 abitanti. Tra le molte novità la possibilità per i cittadini di richiedere numerosi servizi della Pubblica Amministrazione. Invitati nella capitale 7.000 sindaci.

PESCARA – Lunedì 30 gennaio a Roma Poste Italiane presenta il progetto “Polis – Casa dei Servizi digitali” e per l’occasione ha invitato 7000 Sindaci da tutta Italia dei Comuni sotto i 15mila abitanti, 288 dei quali abruzzesi.

In Abruzzo infatti sono 288 i comuni coinvolti nel progetto di ristrutturazione degli uffici postali per offrire i servizi della Pubblica Amministrazione e migliorarne l’accoglienza, trasformandoli in Sportello Unico digitale di prossimità attivo 24 ore su 24.  

Il progetto di Poste Italiane vuole favorire la coesione economica, sociale e territoriale del Paese e il superamento del digital divide nei piccoli centri.

I lavori di ristrutturazione sono già stati avviati nell’ufficio postale di Cepagatti (Pescara), che sarà il primo in Abruzzo ad essere interessato dal potenziamento dei servizi.

Continua a leggere

Teramo

Ricercato arrestato a Giulianova: deve scontare 2 anni per lesioni

Pubblicato

il

carabinieri-cc-112-giulianova-arrestato-ricercato

TERAMO – Durante un servizio di controllo del territorio, una pattuglia dei carabinieri della stazione di Giulianova, ha individuato ed arrestato un ricercato di 47 anni. Sul cui capo pendeva un’ordinanza di carcerazione. Lo scorso 11 gennaio infatti, la Procura di Vercelli, da cui il ricercato proviene, lo ha condannato a due anni e un mese di reclusione per “lesioni personali e violenza privata”.

L’uomo da qualche tempo però gravita nel teramano e qui è riuscito a farsi notare e conoscere dalle forze dell’ordine. Tra i numerosi precedenti di polizia che ha accumulato, un foglio di via obbligatorio con divieto di far ritorno per 3 anni dal Comune di Giulianova, emanato lo scorso 9 settembre.

Proprio qui i carabinieri lo hanno riconosciuto e lo hanno arrestato. Dopo le formalità di rito il ricercato arrestato a Giulianova è stato trasferito in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante. Dovrà rispondere ora anche dell’inosservanza del foglio di via obbligatorio emanato nei suoi confronti.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro, Via Gabriele D'annunzio 37, Cap 64014 - Sede Operativa: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.