fbpx
Connect with us

Ascoli Piceno

Peschereccio contro la petroliera, ma è solo un’esercitazione della Guardia Costiera

Pubblicato

il

peschereccio-contro-piattaforma-petroliera-esercitazione-guardia-costiera

FERMO – Si è svolta martedì 15 novembre mattina, a largo di Porto Sant’Elpidio, un’esercitazione antinquinamento da idrocarburi in mare. L’attività addestrativa, denominata “Pollex 2022”, è stata pianificata e coordinata dalla Capitaneria di porto di San Benedetto del Tronto. Lo scenario ipotizzato ha previsto la simulazione di una collisione tra un peschereccio e la Piattaforma Sarago Mare A – distante circa 3 chilometri dalla costa – con conseguente falla a bordo dell’unità da pesca e fuoriuscita di idrocarburi.

Oltre 400 i litri di prodotto inquinante riversatisi in mare, che si sono espansi fino a coprire una superficie di circa 120.000 m2 (pari, a grandi linee, alla superficie di due campi da calcio).

Allo scopo di assistere il peschereccio sinistrato e, soprattutto, i marittimi imbarcati (potenzialmente feriti), è stato dato avvio alle operazioni di ricerca e soccorso (SAR), derivanti dalla Convenzione di Amburgo del 1979.

Immediatamente dopo, sono seguite le operazioni di contrasto, contenimento ed abbattimento dell’inquinamento a mare, secondo le procedure previste dal Piano Operativo di pronto intervento locale, contro gli inquinamenti marini da idrocarburi ed altre sostanze nocive.

Parallelamente, sono state compiute una serie di azioni volte a verificare l’integrità strutturale della piattaforma off-shore.

Diverse, quindi, le variabili messe a sistema in uno scenario a dir poco complesso: salvaguardia della vita umana in mare, sicurezza della navigazione, tutela dell’ambiente marino e costiero. In sintesi, il leitmotiv della Guardia Costiera.

L’esercitazione si è protratta per l’intera mattinata, per le attività di soccorso e di contenimento e bonifica dell’inquinamento.

Sotto il coordinamento operativo della Sala Operativa della Capitaneria di porto picena, sono intervenute 2 motovedette veloci (una di stanza a San Benedetto del Tronto ed una proveniente da Porto San Giorgio), due mezzi navali antinquinamento ed un elicottero della Società concessionaria dell’impianto (Energean Italy Spa).

Non è mancato, infine, l’intervento di una squadra del 1° Nucleo Subacquei della Guardia Costiera, espressamente richiesta dal Capo del Compartimento Marittimo di San Benedetto del Tronto – Capitano di Fregata (CP) Alessandra Di Maglio – per una ricognizione delle parti sommerse dell’impianto estrattivo.

«Per testare la prontezza operativa di uomini e mezzi, nonché la capacità di coordinamento della mia Sala Operativa, abbiamo volutamente ipotizzato di dover gestire un evento così complesso, generato da una collisione, con conseguenze, potenzialmente letali, per la vita dei marittimi e per l’ambiente marino e costiero». Queste le parole con cui il Comandante Di Maglio ha voluto commentare la lunga attività addestrativa, aggiungendo: «L’occasione è stata fondamentale per verificare la capacità di risposta alle emergenze e l’azione di raccordo tra la Sala operativa della Guardia Costiera e la Sala Crisi della Società Energean Italy spa, concessionaria della piattaforma, che ha impiegato le proprie risorse antinquinamento per far fronte all’evento».

Alla esercitazione hanno attivamente partecipato anche gli alunni dell’Istituto Tecnico Nautico G. e M. Montani di Fermo: una occasione per “toccare con mano” una attività marittima complessa, interagendo con il personale tecnico operante e rafforzando la sensibilità verso la tutela del mare e delle sue risorse, ambiente nel quale si troveranno – presto, si auspica – impiegati.

La Pollex 2022 si è conclusa ufficialmente questa mattina, in sede di de-briefing: un rapido e costruttivo momento di confronto tra tutti i partecipanti, ove sono state analizzate le novità introdotte e le criticità emerse. Il tutto, alla ricerca di un continuo perfezionamento della capacità di risposta, “al servizio degli altri, al servizio del mare”.

Ascoli Piceno

Grottammare, partiti i lavori per la nuova scogliera alla foce del Tesino

Pubblicato

il

lavori-scogliera-erosione-tesino-nord-grottammare

ASCOLI PICENO – Stop all’erosione della Terrazza sul mare. E’ partito in questi giorni nel comune di Grottammare il cantiere della realizzazione di una nuova scogliera a protezione della suggestiva area verde immediatamente a nord della foce del torrente Tesino.

Le maestranze della ditta pugliese “F.lli Di Carlo srl”, affidataria dei lavori, hanno iniziato ad allestire l’area di cantiere sulla terraferma, depositando il materiale della nuova barriera frangiflutti, che allungherà di oltre 80 metri verso sud l’attuale linea di protezione.

«Andiamo finalmente a risolvere un problema annoso che attendevamo da diverso tempo. La zona è molto frequentata in tutte le stagioni dell’anno e in periodi di mareggiate abbiamo spesso dovuto interdire alcuni tratti per ragioni di sicurezza”, afferma l’assessore ai Lavori pubblici, Manolo Olivieri.

La nuova scogliera, infatti, va a completare le misure antierosione esistenti in quel tratto di costa a Grottammare, da anni soggetto a violente mareggiate e smottamenti di terreno che rischiavano di cambiare l’aspetto morfologico del luogo, molto frequentato e apprezzato da turisti e residenti amanti del verde e delle attrezzature sportive presenti sulla Terrazza sul mare. Solo negli ultimi anni, per la manutenzione delle scogliere esistenti e il rifacimento della scarpata di sabbia che sostiene l’area verde sono stati spesi oltre 300 mila euro di fondi regionali.

La barriera in corso di realizzazione avrà un’altezza complessiva di 5,65 metri, di cui 4,15 sommersi, per una lunghezza di 85. Il progetto era da tempo inserito nel Piano di Gestione delle Zone Costiere delle Marche, il documento cioè che descrive cosa è possibile realizzare lungo la costa marchigiana, ma fino alla primavera scorsa non aveva mai ottenuto il riconoscimento finanziario della Regione per avviare i lavori. I costi dell’investimento (330 mila €) sono coperti per 231.000 euro con fondi regionali e per 99.000 con fondi comunali.

Intanto, ieri mattina, l’Amministrazione comunale ha presentato il riepilogo dei progetti e delle opere pubbliche in corso o in partenza sul territorio comunale, con le relative fonti di finanziamento. Il documento è consultabile a questo indirizzo.

Continua a leggere

Ascoli Piceno

Comunanza, pompiere colpito da un tronco durante un intervento: ferito in modo serio

Pubblicato

il

Insieme alla sua squadra, stava mettendo in sicurezza alcune piante rese pericolose dalla neve, nel comune di Comunanza, quando è avvenuto l’incidente ed è stato travolto da un tronco. Il 118 lo ha trasportato al Trauma Center di Torrette di Ancona. Sul posto anche i carabinieri.

ASCOLI PICENO – pompiere è rimasto ferito in modo serio mentre si trovava in servizio nel Comune di Comunanza, dove è stato colpito da un tronco. Il vigile del fuoco era impegnato insieme ai colleghi nelle operazioni di messa in sicurezza di alcune piante diventate pericolose e pericolanti a causa della troppo neve accumulatasi su essi.

Durante l’intervento a Comunanza si è verificato l’incidente, la cui dinamica è ancora da chiarire, e il tronco ha travolto il pompiere, che è rimasto ferito. I colleghi gli hanno prestato il primo soccorso, mentre il personale sanitario del 118 lo ha trasferito al Trauma Center dell’ospedale regionale di Torrette di Ancona.

Sul posto è intervenuta anche una pattuglia dei carabinieri per effettuare i rilevi previsti e ricostruire cause e dinamica dell’incidente.

Continua a leggere

Ascoli Piceno

Gli studenti del liceo “Locatelli” di Grottammare in visita alle unità navali della GdF di San Benedetto

Pubblicato

il

visita-studenti-locatelli-a-reparto-aeronavale-gdf-guardia-di-finanza-117-san-benetto-del-tronto

ASCOLI PICENO – Nelle mattinate dei giorni 23 e 24 gennaio, presso la banchina Molo Nord del Porto di San Benedetto del Tronto, dove sono ormeggiate le unità navali della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza, ha avuto luogo la visita degli studenti delle classi 3^, 4^ e 5^ dell’Istituto Tecnico-Liceo Scientifico Aeronavale “Antonio Locatelli” di Grottammare.

I Finanzieri di mare hanno accolto la richiesta del professor Giuseppe di Giminiani, Dirigente scolastico dell’Istituto, per una visita alle unità navali del Corpo, finalizzata a far conoscere agli studenti del triennio ad indirizzo navale, le caratteristiche tecniche e di impiego istituzionale dei mezzi navali in uso al Corpo.

A riceverli vi era il Comandante della Sezione Operativa Navale di San Benedetto del Tronto, Luogotenente c.s. Mauro Cieri, che con l’ausilio del personale di bordo, ha illustrato alle scolaresche, le molteplici attività istituzionali Demandate al comparto navale della Guardia di Finanza e nello specifico, i compiti in qualità di “Polizia del mare”.

Gli studenti hanno così potuto visitare da vicino le unità navali della Guardia di Finanza, salendovi a bordo e ascoltando con particolare attenzione le spiegazioni fornite dai finanzieri specializzati, in merito alle caratteristiche tecnico-nautiche del naviglio in dotazione e al funzionamento degli apparati e delle strumentazioni di bordo.

La visita alle unità navali delle fiamme gialle a San Benedetto del Tronto ha riscosso il vivissimo interesse nei giovani studenti e tra i docenti del “Locatelli” intervenuti e suscitato il ringraziamento e il compiacimento del Dirigente del predetto Istituto di istruzione.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro, Via Gabriele D'annunzio 37, Cap 64014 - Sede Operativa: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.