fbpx
Connect with us

Pescara

Nuova Pescara, la fusione slitta al 2027

Pubblicato

il

comune-di-nuova-pescara-municipio

Si chiamerà solo Pescara, l’area urbana da oltre 200 mila abitanti che nascerà nel 2027 dalla fusione del capoluogo con Montesilvano e Spoltore. Esprimono soddisfazione i sindaci, deluso invece il promotore dell’iniziativa. Legge regionale approvata con i voti solo della maggioranza, ha votato contro il PD: «danno ai cittadini che si sono espressi con un referendum».

PESCARA – La più grande fusione di comuni della storia della Repubblica si farà, ma nel 2027 e non nel 2024, come inizialmente previsto. Con i voti della sola maggioranza, più quello della consigliera Sara Marcozzi, la nuova legge regionale è stata approvata ieri, martedì 28 febbraio. Nuova Pescara si chiamerà solo Pescara e comprenderà i territori e le popolazioni di Spoltore e Montesilvano, circa 200 mila abitanti.

Il presidente del Consiglio Regionale Lorenzo Sospiri, nella seduta di ieri ha più volte ribadito che i ritardi accumulati sono dovuti principalmente alle complicanze dovute dalla pandemia. rimane comunque amareggiato il promotore del referendum sulla fusione approvato nel 2014, Carlo Costantini, che afferma: «Delusione profonda, perché si tratterà di tre anni sprecati e perché la soluzione che porterà al rinvio sarà una soluzione di basso profilo e totalmente estemporanea. […] . È concreto il rischio che questi tre anni siano il presupposto per ulteriori rinvii o addirittura per il sabotaggio definitivo».

Esprimono soddisfazione invece i primi cittadini di quei comuni che nel 2027 si fonderanno nella Nuova Pescara. «E’ un ottimo risultato. Da parte nostra non c’è nessuna volontà di sabotare, ma semplicemente di fare le cose per bene e avere più tempo ci consentirà di lavorare al meglio», afferma Chiara Trulli sindaco di Spoltore. Le fa eco il “collega” di Montesilvano e presidente della Provincia di Pescara, Ottavio De Martinisi: «Il fattore tempo, che considerato in maniera sana eviterà danni al territorio, servirà a rendere più funzionale il tutto». Il sindaco di Pescara Carlo Masci, invece ha espresso soddisfazione per la decisione del Consiglio di ribattezzare la nuova area urbana con il nome storico del capoluogo: «La legge approvata oggi dal Consiglio regionale ha deciso secondo logica e secondo la storia di conservare il nome della città dannunziana».

Ha espresso invece voto contrario il Partito Democratico secondo il quale «si sono persi quattro anni» per la nuova legge. Con una nota stampa, il gruppo regionale dem motiva il suo voto contrario: «un danno ai cittadini che si sono espressi col referendum. La fusione resta ancora tutta da vedere».

Pescara

Ricercato internazionale rintracciato a Pescara: arrestato

Pubblicato

il

polizia arresto rancitelli pescara

Un cittadino polacco di 24 anni sul quale pendeva un mandato di cattura europeo è stato individuato ed arrestato a Pescara.

PESCARA – Nel 2021 aveva commesso una serie di reati finanziari in ambito europeo e da allora pendeva un mandato di cattura internazionale sul cittadini di 24 anni arrestato dalla Squadra Volante.

Il giovane è stato individuato presso una struttura ricettiva del centro città, in seguito ad alcuni controlli. Il provvedimento nei suoi confronti è emerso dall’analisi della banca dati a disposizione delle forze dell’ordine.

Nei giorni scorsi la Squadra volante ha compiuto anche un secondo arresto, questa volta nei confronti di un uomo di 39 anni di origine senegalese. L’uomo è stato colpito da un provvedimento restrittivo quale aggravamento della precedente misura della detenzione domiciliare. È stato notato nel quartiere Rancitelli, mente si aggirava in una struttura abbandonata. Intuendo che gli operatori si stavano avvicinando per un controllo, ha tentato vanamente di allontanarsi, ma è stato subito raggiunto, identificato e, a seguito degli accertamenti, arrestato.

Continue Reading

Pescara

In giro per Manoppello con gli attrezzi da scasso nell’auto e nel furgone: denunciati

Pubblicato

il

attrezzi da scasso manoppello

I Carabinieri hanno sorpreso tre soggetti di origine straniera domiciliati nel Lazio senza un valido motivo per trovarsi a Manoppello: attrezzi da scasso sequestrati.

PESCARA – Durante i controlli straordinari del territorio per prevenire e contrastare reati di tipo predatorio predisposti dal Comando Provinciale, i Carabinieri della Stazione di Popoli hanno sorpreso tre soggetti in possesso di attrezzi da scasso a Manoppello.

I tre, di origine straniera, si aggiravano con fare sospetto a bordo di un’auto e di un furgone ed i militi hanno deciso di effettuare un controllo. Sono risultati essere domiciliati nel Lazio e non hanno saputo spiegare per quale motivo si trovassero a Manoppello, tanto meno per quale motivo avessero con sé attrezzi da scasso.

A bordo dell’auto e del furgone infatti, i Carabinieri hanno trovato arnesi per forzare le serrature, dispositivi per intercettare o interrompere conversazioni telefoniche o sistemi d’allarme. Tutti gli attrezzi sono stati sequestrati ed i tre sono stati deferiti.

I controlli dei Carabinieri si sono concentrati in particolare nei comuni di Scafa, San Valentino in Abruzzo Citeriore, Lettomanoppello e Manoppello. 220 le persone identificate, a bordo di 185 veicoli. Tra le numerose violazioni al codice della strada, un veicolo e due carte di circolazione sono state ritirate.

Continue Reading

Pescara

Picchia un ragazzo per rubargli lo smartphone: arrestato a Pescara

Pubblicato

il

polizia squadra volante pescara arrestati parcheggiatori abusivi

Prima ha cercato di strappargli il telefono dalle mani, nei pressi della stazione ferroviaria, poi, non riuscendoci, gli ha scagliato un pugno in pieno volto.

PESCARA – E’ stato fermato ed arrestato a poco più di 500 metri dalla stazione, luogo della tentata rapina, l’uomo che ha picchiato un ragazzo di 19 anni per rubargli lo smartphone. Il giovane era impegnato in una telefonata quando il rapinatore ha cercato di strappargli il telefono dalle mani.

Il giovane, però, è riuscito a non farsi sorprendere e stringere a sé il cellulare, ma l’uomo non si è arreso, anzi, ha cercato di mettere fuori gioco il ragazzo scagliandoli un pugno in pieno volto.

Neanche questo è servito ed il proprietario dello smartphone non ha mollato la presa. A questo punto l’uomo si è dato alla fuga, inseguito però da un amico della vittima della tentata rapina di uno smartphone avvenuta in zona stazione a Pescara che, contestuamente, ha avvisato dell’accaduto le forze dell’ordine al 113, fornendo loro tutti i dettagli del caso.

Poco dopo, una pattuglia della Squadra Volante ha intercettato e bloccato l’uomo. Si trovava a poco più di 500 metri dalla stazione.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro, Via Gabriele D'annunzio 37, Cap 64014 - Sede Operativa: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.