fbpx
Connect with us

Cronaca Sportiva

Samb: quando la “Longobarda” conquistò la serie A al “Ballarìn”. (Le mie Foto dall’alto della Sud).

Luigi Tommolini

Published

il

Eh sì, anche lo storico stadio sambenedettese “Fratelli Ballarìn” è stato protagonista di una  pellicola rimasta impressa nella storia.

Era domenica 3 giugno 1984 e nell’impianto cittadino, che sarebbe andato in “pensione” proprio l’anno successivo, si giocava Samb-Pistoiese valevole per la penultima giornata del campionato di serie B.

La Samb del compianto mister Roberto Clagluna aveva 35 punti in classifica, 3 in più dalla zona retrocessione in cui stazionava la Pistoiese di Enzo Riccomini (all’epoca i punti assegnati per la vittoria erano 2).

Alla Samb sarebbe bastato anche un punticino per la matematica salvezza prima della trasferta di Bergamo contro l’Atalanta dell’ex Nedo Sonetti che sarebbe tornata in serie A (poi la gara terminò 4-2 a favore degli orobici).

La Pistoiese dell’ex Pierluigi Giani, del futuro rossoblù Tiziano Manfrin e dell’ex dell’Ascoli Marcello Grassi (quella domenica in panchina; in porta c’era Guido Bistazzoni) avrebbe “accettato” anche un punto prima di ricevere in casa la Cavese, in una sorta di scontro salvezza.

Ebbene, quella domenica furono effettuate le riprese del film “L’Allenatore nel Pallone” (CLICCA QUI: 4° minuto del filmato), attore protagonista Lino Banfi.

I momenti di quella gara furono immortalati nella “celluloide”.

La “Longobarda” (con le maglie color bianco-arancio della Pistoiese) sarebbe salita in A proprio nella “pseudo-gara” contro i rossoblù della Sambenedettese.

Sul campo-reale fu un “moscio” e “cinematografico” 1-1……..

… alla fine ci fu l’invasione di campo, non per festeggiare la promozione della “Longobarda” in serie A ma per l’ennesima salvezza in B della Samb!!!!!

Domenica 3 giugno 1984 fu per me un giorno importante: quello della mia “Cresima”.

Come sempre mi sistemai con mio padre nel solito posto della “Gradinata Sud” del “Ballarìn” dopo essere stati al “banchetto” della mia festa.

Con me portai la macchina fotografica: dall’alto della “Sud” immortalai il momento del vantaggio rossoblù di Gamberini e l’invasione finale.

3 giugno 1984 – Samb-Pistoiese 1-1 Gamberini ha appena segnato la rete del vantaggio


3 giugno 1984 – Samb-Pistoiese 1-1 Fumogeni dopo gol Gamberini


3 giugno 1984 – Samb-Pistoiese 1-1 L’invasione finale.


La Samb si salvò e il film fece successo.

Uscì nelle sale il 26 ottobre seguente e, anche oggi, viene replicato e seguito da molti spettatori.

A proposito di questa pellicola, “Wikipedia” dice: …”Le immagini della partita in cui la Longobarda è promossa in Serie A, Sambenedettese-Longobarda, sono in buona parte tratte dal repertorio di una partita di Serie B del 1983/84 tra la Samb e la Pistoiese, giocatasi alla penultima giornata di quel campionato allo Stadio Fratelli Ballarin di San Benedetto del Tronto. A provarlo c’è anche il cartellone pubblicitario della Banca Toscana che era sponsor istituzionale degli arancioni”…


IL TABELLINO COMPLETO

GIORNATA 37
Domenica 3 giugno 1984
San Benedetto del Tronto (AP) – Stadio Fratelli Ballarin
Arbitro: Paolo CASARIN di Milano
Sambenedettese SAMBENEDETTESE   1 1   PISTOIESE Pistoiese
Marcello GAMBERINI 41′
66′ Agostino IACOBELLI
TITOLARI TITOLARI
Mariano COCCIA 1 1 Guido BISTAZZONI
Giancarlo PETRANGELI 2 57′ uscito 2 Roberto CHITI
Vincenzo ATTRICE 3 3 Alessio TENDI
Guglielmo FERRANTE 4 uscito  81′ 4 Sergio BORGO
Franco IPSARO 5 5 Fabrizio BERNI
Luigi CAGNI 6 6 Roberto PARLANTI
Santo PERROTTA 7 7 Pier Luigi GIANI
Bruno RANIERI 8 8 Tiziano MANFRIN
Guido DI FABIO 9 uscito  63′ 9 Roberto RUSSO
Marcello GAMBERINI 10 10 Daniele BERNAZZANI
Paolo FACCINI 11 81′ uscito 11 Oliviero DI STEFANO
A DISPOSIZIONE A DISPOSIZIONE
Antonio VETTORE 12 12 Marcello GRASSI
Edgar MORAS 13 81′ entrato 13 Gianfranco GUAGLIANONE
Daniele CATTO 14 entrato  81′ 57′ entrato 14 Agostino IACOBELLI
Michele COLASANTO 15 entrato  63′ 15 Alessandro MEONI
Salvatore BUONCAMMINO 16 16
ALLENATORE ALLENATORE
Roberto CLAGLUNA Enzo RICCOMINI

Abruzzo

Coppa: Teramo espugna Piacenza. Ora la Reggina

Published

il

TERAMO – Prova superba in Coppa: espugnata Piacenza, ora c’è la Reggina

Primo impegno ufficiale della stagione per i biancorossi.
Al “Garilli” di Piacenza, va in scena il primo turno di Coppa Italia Lega Serie A: la vincente sfiderà tra una settimana la Reggina al “Granillo”.

FORMAZIONI UFFICIALI
PIACENZA (4-3-3): 1 Vettorel, 31 Simonetti, 5 Bruzzone, 14 Corbari (K), 30 Visconti; 6 D’Iglio, 10 Palma, 25 Galazzi; Siani, 21 Babbi, 20 Lamesta.
A disp.: 12 Anane, 22 Stucchi, 2 Martinbianco, 7 Pedone, 9 Maio, 11 Flores, 13 Battistini, 17 Daniello, 18 Losa, 28 Casali, 29 Siano.
All.: Manzo.

TERAMO (4-2-3-1): 1 Lewandowski, 2 Cancellotti, 5 Diakite, 6 Piacentini, 3 Tentardini; 4 Arrigoni, 8 Santoro; 7 Ilari, 10 Bombagi, 11 Costa Ferreira; 9 Pinzauti.
A disp.: 12 Mejri, 13 Soprano, 14 Celentano, 15 Viero, 16 Lasik, 17 Birligea, 18 Mungo.
All.: Paci.

Arbitro: sig. Rapuano di Rimini.
Assistenti: sigg. Ranghetti di Chiari e Di Gioia di Modena.

Marcatori: 5′ Santoro (T), 21′ Bruzzone (P), 23′ Santoro
Ammoniti: –
Recupero: 1’pt, 5’st.

Al “Garilli” di Piacenza arriva il primo successo ufficiale della stagione!
Prova magistrale dei diavoli, autori di un primo tempo ai limiti della perfezione: rete immediata di Santoro, pari dei locali, nuovo e definitivo vantaggio due minuti dopo siglato da Pinzauti su assist vincente di un super Santoro. Gli uomini di Paci legittimano il successo con un palo di Bombagi da calcio piazzato e le parate del portiere locale Vettorel ancora su Bombagi, Santoro e Costa Ferreira. Secondo tempo in controllo senza soffrire mai i padroni di casa. Vittoria che vale l’accesso al secondo turno di Coppa Italia Serie A, mercoledì prossimo, al “Granillo”, ospiti della Reggina. Poi ci sarebbe il Bologna…


Questo il commento rilasciato dal tecnico biancorosso Paci al termine del bel successo esterno ottenuto a Piacenza e che vale l’accesso al secondo turno di Coppa Italia Serie A contro la Reggina, mercoledì prossimo al “Granillo“: «E’ un buon risultato venuto dopo una bella prestazione. Dopo un ottimo primo tempo, nella ripresa siamo calati un po’ fisicamente, direi fisiologicamente visto che siamo a fine preparazione, ma il successo è meritato. Sono contento perchè stiamo avendo un processo di crescita graduale anche a livello mentale. I ragazzi stanno assimilando concetti nuovi in poco tempo, rispetto alle prime amichevoli stiamo facendo meglio nella fase di non possesso, mentre la fase offensiva va ancora migliorata, ma si vedono buone trame di gioco. Sono soddisfatto dell’approccio avuto dai ragazzi in trasferta contro un avversario ben messo in campo. Reggina? Ci teniamo, abbiamo una rosa ampia, è una partita difficile ma stimolante, in un palcoscenico di spessore. Siamo solo all’inizio, siamo sereni e pensiamo prima al Palermo».

Continua a leggere

Cronaca Sportiva

Coppa Italia, Alessandria-Samb: i precedenti al Moccagatta

Mercoledì 23 settembre ore 16:30

Luigi Tommolini

Published

il

9 febbraio 1975. Stadio fratelli Ballarin. Samb-Alessandria 1-0. Il rossoblu Maurizio Simonato in una delle sue abituali funamboliche incursioni in area avversaria.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sono sette le gare ufficiali della Samb in casa Alessandria, tutte in campionato, la prima e l’ultima in serie C, le altre cinque in cadetteria.

Teatro di gioco lo Stadio cittadino intitolato a Giuseppe Moccagatta, dove è nato e cresciuto anche calcisticamente il “Golden Boy” Gianni Rivera, primo “Pallone d’Oro” italiano (1969).

Sei vittorie consecutive dei grigi e un pareggio della Samb nell’ultimo precedente in terra piemontese.

Quindici i gol segnati dall’Alessandria contro i quattro realizzati dai rossoblu.

Il primo scontro è datato 7 dicembre 1952 in serie C con la vittoria piemontese 3-0 sulla Samb di Valeriano Ottino grazie alle reti tutte nel primo tempo di Tagnin al 33°, Bey al 36° e Mazzucco al 44°.

Cinque anni dopo, il 14 aprile 1957 in serie B, la Samb di mister Capocasale segna la sua prima rete al Moccagatta ma ne subisce quattro. Il gol rossoblu di Angelo Buratti a dieci minuti dal 90° arriva dopo il poker dei piemontesi a segno con Castaldo al 28pt, Albertelli su rigore al 32pt, Morbello al 14st e Pratesi al 25st.

Seguono tre sconfitte di misura, 1-0 il 14 maggio 1961 (rete di Oldani a metà del primo tempo. Sulla panca rossoblu siede Enrico Radio), 2-1 il 27 maggio 1962 (12pt Bettini, pareggio di Paolo Beni al 26pt, gol vittoria a due minuti dal 90° di Cappellaro, mister Alberto Eliani in panca), 2-1 il 23 settembre 1962: il gol di Renato Raimondi a sette minuti dal termine illude la Samb di Francesco Petagna (nonno di Andrea, attaccante del Napoli). I grigi ribaltano il risultato con le reti di Cantone al 40st e Vanara al 44st.

Sconfitta all’inglese per la “SamBergamasco”, 2-0, il 22 giugno 1975 nell’ultima giornata di campionato. A segno Dalle Vedove al 33pt e Daleno su autorete al 25st. La vittoria dei locali da’ il lasciapassare allo spareggio per la permanenza in B contro la Reggiana perso sul neutro di San Siro in quella che è l’ultima apparizione dell’Alessandria nel torneo cadetto.

Trascorrono diciassette anni, è il 13 settembre 1992 in serie C1, e la Samb conquista l’unico punto della storia sul terreno del Moccagatta.

Al diciottesimo della ripresa, i rossoblu di mister Claudio Tobia acciuffano l’ 1-1 finale con un gol d’astuzia di Marco Romiti. I locali erano andati in vantaggio con Tonini alla mezzora del primo tempo.

Luigi Tommolini

       



Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Abruzzo

Alba Adriatica: riprendono le attività di Alba Basket

La nuova stagione sportiva

Published

il

L’Alba Adriatica Basket annuncia la ripartenza della nuova stagione sportiva con tutti i corsi, maschili e
femminili, sia per i più piccoli con il Minibasket a partire dai 5 anni di età, sia per i ragazzi con il Basket
giovanile a partire dagli 11 anni. Tutti i corsi vengono svolti nel pieno rispetto delle normative Covid.
Il nostro Palazzetto dello Sport di Via degli Oleandri dispone di uno dei migliori parquet di tutta la regione, è un’ottima struttura che unita alla straordinaria esperienza e preparazione dei nostri coach ci consente di lavorare sempre al meglio con i ragazzi fin dalla più tenera età e accompagnarli al meglio nelle più delicate fasi della crescita e dello sviluppo.
Il Basket crea entusiasmo, è uno sport di squadra che tuttavia ingenera anche una sfida costante con sè
stessi. Date ad un bambino un pallone da Basket e mettetelo davanti ad un canestro e vedrete che in pochi secondi se ne innamorerà.
Invitiamo tutti i genitori della Val Vibrata a contattarci e provare gratuitamente i nostri corsi. Le distanze non sono un problema in quanto disponiamo di un servizio trasporto con MiniBus nuovo di zecca con tutti i comfort.
Quest’anno in particolare andremo a disputare ben 7 campionati anche di categoria Elite.
Investimenti particolari li abbiamo destinati anche alla prima squadra che quest’anno annovera un roster altamente competitivo con nomi importanti di esperienza e qualità e tanti giovani provenienti dal nostro settore giovanile che rappresentano il futuro della nostra società.
Nei prossimi giorni presenteremo la squadra, con cui senza nasconderci puntiamo ad un campionato di
vertice già da quest’anno in Promozione per proseguire un progetto su base quinquennale che riporti il
Basket albense nelle categorie che merita e che già l’anno scorso ci ha consentito di toglierci qualche
soddisfazione.
La società da quest’anno vede un nuovo asset dirigenziale con il presidente Roberto Ionni coadiuvato come sempre dalla figura storica di suo papà Lorenzo Ionni, affiancati da due nuove figure manageriali albensi come Aureliano Lupi nel ruolo di Direttore Sportivo e Marco Di Pietro come responsabile commerciale con carica da Vice Presidente.
Nello staff tecnico il presidente Ionni annuncia le conferme degli ottimi Alfredo Minora ed Irene Ionni che in questi anni hanno saputo guidare e far crescere generazioni di ragazzi con il Basket e Minibasket, con le novità rappresentate dagli innesti di professionisti di spessore ed esperienza come coach Enrico Rapposelli e Vasco Papa nel ruolo di preparatore atletico.
Per contattare l’Alba Basket è possibile telefonare ai numeri 3294222207 e 3291016034 oppure contattarci tramite social sia su Facebook che Instagram cercando semplicemente “Alba Basket”.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Noris Cretone